Dalla Puglia (289)

4 novembre: Bari in festa per l'arrivo del Presidente Napolitano

 

Il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano sarà in terra di Bari il 4 novembre per celebrare il Giorno dell’Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate al Sacrario dei Caduti d’Oltremare, per poi rendere omaggio in Piazza Umberto I al Monumento dedicato alle vittime della violenza fascista del 28 luglio 1943.
Nel pomeriggio, il capo dello Stato parteciperà nell’Aula Magna dell’Università degli Studi Aldo Moro al Convegno "Rotta a Sud Est. Bari e la Puglia per lo sviluppo del paese".
Sabato 5 novembre il presidente della Repubblica si recherà al carcere di Turi per una visita alle celle nelle quali furono detenuti durante il fascismo Antonio Gramsci e Sandro Pertini ed infine parteciperà a Conversano alla celebrazione del 90° anniversario della morte del deputato socialista assassinato nel 1921, Giuseppe Di Vagno.
Leggi tutto...

Anci, a Brindisi l'elezione del nuovo Presidente nazionale

 

Si apre oggi presso l’ex capannone Montecatini di Brindisi, la XXVIII Assemblea annuale dell’Anci, l'associazione che raggruppa i sindaci dei comuni italiani.
I lavori cominceranno con la XV Assemblea congressuale che sarà chiamata ad eleggere il nuovo presidente dell’Associazione  che succederà al presidente facente funzioni Osvaldo Napoli, per cinque mesi alla guida dell’Anci dopo la scadenza del mandato del sindaco di Torino Sergio Chiamparino. Tra i delegati pugliesi il nome dell'ex Vice Sindaco di Grottaglie, ora consigliere comunale del Pd, Francesco Donatelli.
Dopo l’elezione del presidente, prevista per il pomeriggio, avrà inizio alle 17 la XXVIII Assemblea annuale che per la terza volta in 14 anni si svolgerà in Puglia dopo le due edizioni di Bari (1997 e 2007).
Presiderà i lavori il presidente  uscente Osvaldo Napoli, previsti gli interventi, tra gli altri, del presidente del Senato Renato Schifani, del ministro per i Rapporti con le regioni Raffaele Fitto,  del presidente di Anci Puglia Luigi Perrone, del presidente della regione Puglia Nichi Vendola e del commissario prefettizio di Brindisi Bruno Pezzuto. La conclusione sarà affidata alla relazione del nuovo presidente dell’Anci. Favorito il Sindaco di Bari, Michele Emiliano; a contendergli la carica Piero Fassino.
Leggi tutto...

Crolla palazzina a Barletta: 5 i morti, tra cui una ragazzina

È stato recuperato poco dopo mezzanotte il corpo dell'ultima operaia dell'opificio di Barletta rimasta coinvolta nel crollo della palazzina di via Roma. La donna, 37 anni, è la quinta vittima del crollo dell'edifico, una tragedia tutta al femminile che ha visto il decesso di quattro operaie e di una ragazzina di 14 anni rimasta coinvolta accidentalmente nel disastro. Sei invece i feriti, con prognosi dai 7 ai 10 giorni.

Il sindaco di Barletta, Nicola Maffei, ha proclamato il lutto cittadino. Adesso tocchera' alla magistratura far chiarezza: e' stata aperta un'inchiesta, affidata al sostituto procuratore Giuseppe Maralfa, per disastro colposo ed omicidio colposo plurimo. Al momento non ci sono persone iscritte nel registro degli indagati.

 

 

IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, profondamente colpito dal tragico bilancio del crollo di Barletta, in un messaggio al Sindaco Nicola Maffei, ha espresso "sentimenti di commossa e affettuosa partecipazione al dolore delle famiglie delle vittime" e rivolto ai feriti "gli auguri di una pronta guarigione, manifestando all'intera comunita' di Barletta, gia' duramente colpita negli anni da analoghi gravi eventi, la solidarieta' di tutto il Paese. L'inaccettabile ripetersi di terribili sciagure, laddove si vive e si lavora, impone l'accertamento rigoroso delle cause e delle responsabilita', e soprattutto l'impegno di tutti, poteri pubblici e soggetti privati, a tenere sempre alta la guardia sulle condizioni di sicurezza delle abitazioni e dei luoghi di lavoro con una costante azione di prevenzione e di vigilanza".
 
IL CORDOGLIO DEL CONSIGLIO REGIONALE
Il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna esprime "la costernazione e il cordoglio del Consiglio regionale per una tragedia che ha colpito l’intera Puglia".
Profondamente scosso, Introna si stringe alle famiglie delle vittime e rinnova la "vicinanza dell’Assemblea consiliare ai feriti, con l’augurio che possano superare quanto prima un’esperienza che li ha dolorosamente segnati".
"Sono stato a Barletta, tra le macerie – aggiunge – ed ho verificato la professionalità dei soccorritori, l’abnegazione di Vigili del fuoco, operatori della Protezione Civile, Forze dell’ordine, tecnici e militari. Mi ha commosso l’attesa composta e angosciata dei familiari. Ho ammirato la grande prova di maturità offerta dalla città di Barletta, ancora una volta colpita dopo il disastro del 1959. Encomiabile il comportamento dei barlettani, che si sono prodigati nei primi soccorsi ed hanno fatto a gara nell’offrire viveri e generi di conforto a chi era impegnato".
"Ho visto estrarre il corpo senza vita della piccola Maria ed è a lei e alle giovani donne perite nel crollo che rivolgo un pensiero addolorato. È il momento della commozione – conclude il presidente del Consiglio regionale – seguirà quello della riflessione, sul collasso strutturale e sull’ennesimo, inaccettabile dramma del lavoro".
 
 
 
Leggi tutto...

Lettera di Vendola al prefetto di Lecce: "Un tavolo per i lavoratori Tecnova"

Lettera del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, al prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta, per sollecitare "nuovamente" la convocazione di un tavolo per la risoluzione della vertenza dei 150 lavoratori migranti della Tecnova Italia spa-Global Solar Fund, impiegati nella costruzioni di impianti fotovoltaici in Salento e da mesi in attesa di ricevere il salario. Ad aprile, per lo stesso problema, un tavolo era già stato convocato per altri 430 addetti della stessa società, e l'iniziativa ha portato al pagamento degli arretrati per quei lavoratori.

 
"I lavoratori migranti già dipendenti della Tecnova - scrive Vendola - si sono rivolti alla Regione Puglia rappresentando la loro penosa situazione. Si tratta di circa centocinquanta lavoratori che da mesi attendono il pagamento di quanto è loro dovuto per l’attività prestata, peraltro alle condizioni note, che hanno determinato un procedimento penale per grave sfruttamento e induzione in schiavitù".
"Pur nella consapevolezza che un intervento in questa materia esulerebbe dai compiti strettamente istituzionali della Regione - precisa Vendola - non posso non aggiungere la mia voce a quella delle organizzazioni sindacali che da tempo cercano di ottenere una giusta soluzione per la causa di questi lavoratori". E poiché la "la Global Solar Fund non intende assumere gli stessi impegni" assunti ad aprile, Vendola chiede al prefetto di "valutare se non sia il caso di convocare nuovamente quel tavolo, per richiamare alle proprie responsabilità tutti i partecipanti, ciascuno per quanto loro compete, nella certezza che la autorevolezza del richiamo saprà contribuire a una felice conclusione della vertenza".
 
Leggi tutto...

Universita': 315 milioni di euro per la Puglia

Ben 315 milioni alla Puglia e 301 alla Sardegna: sono le due regioni meridionali che fanno la parte del leone nell'assegnazione delle risorse del Piano per il Sud sbloccate stamani dal Cipe per le universita' e la ricerca nel Mezzogiorno, in tutto un miliardo di euro. Quasi 5 milioni di euro all'Abruzzo, 22 milioni alla Basilicata, quasi 64 milioni alla Calabria, circa 68,5 milioni alla Campania e 88 milioni alla Sicilia. Il totale e' quindi di 864 milioni di euro, che uniti ai 150 milioni per i poli integrati (ricerca, alta formazione e innovazione) fanno un mld e 14mln di euro.

Leggi tutto...

Scandalo escort: pg Bari affida indagine a vice di Laudati

Il procuratore generale presso la Corte d'appello di Bari, Antonio Pizzi, ha assegnato al procuratore vicario del tribunale del capoluogo pugliese, Pasquale Drago, gli atti dell'indagine sui soldi che Gianpaolo Tarantini ha ricevuto dal premier Silvio Berlusconi tramite il faccendiere Walter Lavitola.

Leggi tutto...

Immigrati: sbarco nel Salento, rintracciati 43 stranieri

I carabinieri hanno rintracciato 43 cittadini stranieri, tutti maschi tra i quali 5 minori, originari del Pakistan, Iran e Bangladesh, sorpresi alle prime ore dell'alba nell'area del Capo di Leuca, mentre cercavano di raggiungere a piedi i Comuni di Novaglie, Alessano, Corsano e Gagliano del Capo. Gli stranieri, sbarcati nel corso della notte sul litorale, sono stati trasferiti al centro Don Tonino Bello di Otranto (Le) per le procedure di identificazione.

Leggi tutto...

La Puglia premia l'innovazione. Start Cup 2011: ecco i vincitori

Soluzione per il recupero di scarti di metalli preziosi usati dall’industria microelettronica: gli sviluppatori di questa soluzione – un team composto da un ingegnere gestionale, un laureato in fisica e uno studente di ingegneria elettronica, tutti provenienti dall’Università del Salento – denominata MRS sono i primi classificati della Start Cup Puglia 2011, la competizione tra piani di impresa innovativa organizzata per il quarto anno consecutivo dall’ARTI – l’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione. I secondi e i terzi classificati sono rispettivamente SM&T e MiGlas. Realizzato da un gruppo di ricercatori del Laboratorio Nazionale di Nanotecnologie (NNL) del CNR di Lecce, SM&T – Soft Materials and Technologies è un progetto che consiste nella produzione e commercializzazione di sistemi e materiali micro e nano-strutturati per applicazioni biotecnologiche e, in particolare, per la rigenerazione di tessuti a partire da cellule staminali. MiGlas, frutto del lavoro di un team composto da ricercatori dell’Istituto di Nanoscienze del CNR di Lecce (CNR-NANO) e ricercatori nel settore dell’Ingegneria dei Materiali e delle Tecnologie Innovative, propone invece la realizzazione di micro reattori in vetro che possono essere impiegati per produrre farmaci, combustibili o per la purificazione di sostanze. Al progetto Promis, una spin off dell’Università di Foggia specializzata nella selezione di colture microbiche (come lieviti e batteri), per le produzione di alimenti tipici fermentati, è spettato, poi, il premio speciale extra-regolamento Bright Future Ideas Award, conferito dallo UK Trade & Investment (UKTI), l’Agenzia governativa britannica che promuove gli investimenti e i rapporti commerciali tra aziende britanniche e italiane, e dal consolato britannico di Napoli, con l’obiettivo di agevolare l’internazionalizzazione dell’impresa start-up.

La cerimonia di premiazione si è svolta nel tardo pomeriggio di ieri, nella sala multimediale del Castello Svevo di Bari, alla presenza di rappresentanti del mondo regionale, confindustriale e accademico, tutti ugualmente convergenti nel sottolineare il valore proattivo di iniziative che favoriscono l’autoimprenditorialità e la necessità di potenziare il “sistema di rete” che unisce i soggetti del sistema regionale dell’innovazione: Loredana Capone, vice presidente e assessore regionale allo Sviluppo economico; Giuliana Trisorio Liuzzi, presidente dell’ARTI; Maria Vittoria Di Ceglie, responsabile regionale dell’Azione del PO FESR che finanzia la manifestazione; Michael Burgoyne, console britannico per l’Italia meridionale; Ines Montella, responsabile commerciale UKTI presso il consolato britannico di Napoli; Francesco Frezza, presidente dei Giovani Industriali di Confindustria Bari e BAT; Vito Albino, professore ordinario del Politecnico di Bari; Nicola Antonio Colabufo, vincitore della passata edizione di Start Cup Puglia.
Alla competizione si sono candidate 114 idee di business, il cui potenziale commerciale è stato valutato dalla commissione di gara; presieduta da Andrea Piccaluga, docente di Economia e Gestione delle Imprese presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e direttore della Scuola Internazionale di Alta Formazione di Volterra, la commissione è stata composta da quattro “eccellenze “ pugliesi selezionate dalla Rete dei Talenti della Regione Puglia, l’iniziativa promossa dall’ARTI per monitorare le “eminenze grigie pugliesi” che vivono e lavorano fuori regione e che attualmente ne annovera oltre 450 tra accademici, manager e creativi: Annamaria Cofano, tutor del corso di Marketing Management del Master EMBA (Executive Master in Business Administration) presso l’Alma Graduate School di Bologna; Massimo Ciociola, fondatore di “MusiXMatch”, start up che opera nel mondo della musica e nel music advertising e fondatore di Wireless Solutions spa e di DADA.net S.p.A; Fabrizio D'Errico, ricercatore di ruolo e professore aggregato di Metallurgia presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica del Politecnico di Milano; Carmela Gissi, biologa presso il Dipartimento di Scienze Biomolecolari e Biotecnologie dell’Università di Milano.
La giuria ha selezionato i dieci finalisti che hanno illustrato in breve la propria idea imprenditoriale innovativa e designato i tre vincitori, che si sono aggiudicati un premio in denaro del valore rispettivamente di 15mila, 10mila e 5mila euro, nonché l’ammissione di diritto al Working Capital-Premio Nazionale Innovazione 2011, in programma a Torino il prossimo 18 novembre.
La serata, trasmessa anche in diretta streaming sul portale della manifestazione  (www.startcup.puglia.it), è stata allietata da un intermezzo musicale scelto per intrattenere il pubblico durante la fase di valutazione della commissione; un duo, quello formato da Davide Viterbo (violoncello) e Pasquale Luisi (video-jockey) che, alternando sonorità eclettiche ad elaborazioni visive in tempo reale, ha creato un mix innovativo di flussi video in un’inedita sequenza di “immagini musicali”. 
Concludendo la cerimonia di premiazione, la presidente dell’ARTI ha dichiarato: “La Start Cup non è un premio. È un investimento sulla capacità dei giovani di generare valore aggiunto. Sulla capacità delle imprese di cogliere il futuro e sulla capacità della Puglia di essere considerata dal mondo una realtà vivace, creativa e produttiva”.
 
Leggi tutto...

Piu' servizi per l'impiego – Il Consiglio regionale approva

È stato approvato a maggioranza (Udc e Pdl si sono astenuti ma hanno rimarcato “l’atteggiamento responsabile dinanzi al provvedimento”, garantendo il numero legale), il disegno di legge "Norme in materia di autorizzazione e accreditamento per i servizi al lavoro" con cui la Regione Puglia assicurerà in futuro il miglior funzionamento dei servizi per il lavoro, attraverso una più intensa collaborazione interistituzionale e tra le parti sociali.

La legge favorisce l’integrazione tra sistema pubblico e privato riguardo la gestione del mercato del lavoro. I 6 articoli ribadiscono la centralità dei servizi pubblici per l’impiego (che continueranno a svolgere in maniera esclusiva le funzioni amministrative), ma affianca ad essi soggetti con compiti di intermediazione, ricerca e selezione del personale.
Integrandosi ai Centri per l’Impiego, questi soggetti miglioreranno la qualità e la gamma dei servizi sul territorio, offrendo anche interventi specializzati per determinate categorie di utenti.
Alla Giunta regionale il compito di decidere quali saranno gli organismi preposti ad offrire i servizi aggiuntivi.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up