Cronaca (340)

"Operazione Creta", truffa alle Assicurazioni: 144 indagati

COMUNICATO STAMPA - La Squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Taranto, diretta dal Vice Questore Aggiunto dott. Nicola MANZARI, nell'ambito di specifica attività investigativa coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica Dott.Lanfranco MARAZIA, della Procura della Repubblica di Taranto, ha proceduto a deferire a vario titolo 144 soggetti in concorso tra loro, per i reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa (8 soggetti) ai danni di 18 compagnie assicurative (Sara Assicurazioni, la Donau, Allianz, National Suisse, Axa Assicurazioni, Unipol-Sai, Novit, Aviva, Cattolica, Fata, Helvetia, Assimoco, Generali, Groupama, Cattolica, LLOYD Adriatico, Intesa San Paolo, Toro Assicurazioni, Alleanza Toro), nonchè di truffa, fraudolento danneggiamento di beni assicurati e falsa testimonianza.

Leggi tutto...

Grottaglie: trovata in possesso di 24 grammi di cocaina in casa. Arrestata 46enne incensurata

COMUNICATO STAMPA - I Carabinieri della Stazione di Grottaglie (Ta), nell'ambito di specifici servizi predisposti dalla Compagnia di Martina Franca, finalizzati a contrastare i reati in materia di stupefacenti, hanno arrestato, in flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente, una 46enne, incensurata, grottagliese.

Leggi tutto...

Grottaglie: bloccata baby gang prima di spedizione punitiva. Denunciati 5 minorenni

Tragedia sventata a Grottaglie. Gli agenti della volante del Commissariato di Grottaglie, percorrendo la centrale Via Rubichi, ha notato 5 ragazzini che alla vista dei poliziotti si è disfata prontamente di un borsone scuro per poi dileguarsi nelle vie limitrofe. Gli agenti hanno recuperato immediatamente la borsa in cui all'interno vi erano 3 grossi bastoni, una mazza da baseball, cinque passamontagna ed un coltello a serramanico.

Dopo poche ore i ragazzi sono stati tutti rintracciati e accompagnati negli uffici del Commissariato, dove messi all'evidenza dei fatti non hanno potuto fare altro che ammettere che la loro intenzione era quella di dare una "lezione" ad alcuni coetanei per uno screzio sorto qualche giorno prima per motivi banali.

Senza l'intervento degli agenti avrebbero probabilmente portato a termine l'insano progetto.

Il gruppo di ragazzini, tra i 14 e i 16 anni, tutti incensurati , sono stati denunciati in stato di libertà e riaffidati ai loro genitori.

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up