La moda incontra il sociale

  • Pubblicato in Sociale

Domenica 26 luglio 2015 alle 20:30, presso i Giardini Virgilio a Taranto, la Janoct, agenzia di formazione, lancio moda, immagine e cinema, in collaborazione con "Universo Donna"

Leggi tutto...

Ass. "Tempo di Cambiare": convegno contro la violenza

  • Pubblicato in Sociale

L'associazione "Tempo di Cambiare" di Grottaglie ha indetto per il 12 Dicembre un convegno sulla e contro la "Violenza" che si svolgerà alle ore 19:00 presso l'auditorium Chiesa Santa Maria in Campitelli a Grottaglie.

A tale convegno prenderanno parte varie personalità locali, quali:  

  • Commissario di P.S. Dott. Vincenzo Maruzzella
  • Comandante dei Carabinieri Dott. Giovanni Caforio
  • Avvocato Palma Blasi
  • Psicologa Simona Arcadio
  • Assessore alle Politiche Sociali Aurelio Marangella.

Oggetto del dibattito sarà la "Violenza" e i suoi mille volti, tema attuale di cui se ne parla sempre troppo poco. L'associazione e i presenti avranno l'obiettivo di scavare più in profondità sull'argomento, per portare alla luce le mille sfaccettature che la violenza può assumere, con il fine di suggerire ai partecipanti un modo per riconoscere, affrontare e superare tutto ciò. 

"Tempo di Cambiare" si rivolge in particolare ai giovani a cui cerca di mandare un segnale profondo e diretto proprio perchè grazie a loro potrà partire quella svolta significativa di cui ha bisogno il nostro paese. 

Portando in alto lo slogan è "tempo di cambiare", da cui prende il nome, l'associazione invita a partecipare tutta la cittadinanza e in particolar modo i giovani della nostra comunità.

Leggi tutto...

Taranto: violenza sessuale ai danni di una minorenne

  • Pubblicato in Cronaca

Stamane gli agenti della "Sezione dei reati contro i minori" della Squadra mobile di Taranto si sono recati presso l'ospedale SS. Annunziata di Taranto per chiedere conferma al personale ospedaliero dell'arrivo, nella serata di ieri di una minorenne vittima di violenza sessuale.

I fatti raccontati dalla vittima, prima alla madre e poi alle autorità giudiziarie hanno ritrovato un riscontro nelle testimonianze del medico di guardia ieri sera al nosocomio di Taranto.

Purtroppo la ragazza è stata vittima di uno stupro da parte di persone che già conosceva. Un episodio che conferma le stime dell'Agenzia dell'Unione europea per i diritti fondamentali, che afferma che il 72% delle donne vittime di violenza conosce già i suoi aguzzini. 

Leggi tutto...

Torna in carcere lo stalker di Villa Castelli

E' stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Brindisi dai Carabinieri del Comando di Francavilla Fontana, il 42enne di Villa Castelli arrestato già il 9 luglio scorso per atti persecutori, rapina, lesioni personali aggravate, danneggiamento e violazione di domicilio a carico della sua ex.

Leggi tutto...

Tentata violenza sessuale a Castellaneta

Venerdì 18 luglio, si
è introdotto nell'abitazione di una conoscente di Castellaneta (Ta) approfittando
dell'assenza del marito, in evidente stato di ebbrezza e con cattive
intenzioni, il marocchino Raji Rabi 38enne residente a Laterza.

Una volta denudatosi, ha afferrato la vittima cercando di avere
un rapporto sessuale con lei.

Una violenza non consumata grazie alla forte opposizione
della donna che è riuscita a mettere in fuga l'uomo e a chiamare i Carabinieri.

I militari hanno subito iniziato le ricerche nelle campagne
di Laterza e di Castellaneta, riuscendo a rintracciare l'aggressore che al
momento del fermo aveva con sé soldi e passaporto.

Probabilmente pensava già ad una fuga all'estero.

La donna ha riportato ferite guaribili in 15 giorni. Il
Rabi, dovrà rispondere di lesioni personali e tentata violenza sessuale.

Leggi tutto...

"Ti accompagniamo a casa". Ma poi la picchiano e la stuprano. Arrestati due giovani rumeni

  • Pubblicato in Cronaca

L'hanno violentata per ore e poi riaccompagnata a casa, come se nulla fosse successo, minacciandola di morte se avesse raccontato a qualcuno l'accaduto. Vittima della violenza, una donna di 30 anni, stuprata da due rumeni in una consueta serata domenicale trasformatasi in incubo.

In base a quanto si apprende dalla ricostruzione dei carabinieri, la ragazza aveva conosciuto i due in un pub del posto assieme ad altre sue amiche, per poi allontanarsi dal proprio gruppo e accettare il passaggio offerto da quelli che sarebbero diventati i suoi stupratori. Una volta in macchina i due ragazzi le hanno chiesto di consumare un rapporto a tre. Incassato il secco rifiuto, i due l'hanno picchiata, violentata e infine minacciata affinché non riferisse l'episodio. 

La vittima, che ha riportato ecchimosi al collo e alla parte inferiore dell'occhio sinistro, ha però avuto la forza di parlare e denunciare tutto ai carabinieri che hanno provveduto ad individuare e a porre sotto fermo i due, reo confessi a seguito di un prolungato interrogatorio.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up