Vino e Vinili a Porta San Giorgio

Il mese di luglio di Porta San Giorgio Cafè si chiude con una serata dedicata al mondo del vinile. L'oggetto di culto, ritornato attuale, sarà protagonista, questa domenica 27 luglio con "VINILI". Vino & Vinili. Da un'idea di Angelo Cotugno e con la direzione artistica di Franz Lenti, insieme alla preziosa collaborazione di San Marzano Cantine, Largo Immacolata Cafè chiusa al traffico per l'occasione, ospiterà una degustazione di vini, un mercatino del disco in cui poter acquistare/scambiare i propri oggetti del desiderio e un dj-set (solo vinile) ad opera di Ciro Merode & Lello Santoro, direttamente dalla Vintage Night, due vati del dancefloor jonico con la selezione di suoni vintage per tutti i gusti.

Leggi tutto...

Vincotto Experience fa tappa ad Alliste

"Vincotto Experience" è una serie di esperienze culturali e gustative suscitate dall'uso sapiente di uno dei prodotti più tradizionalmente tipici del territorio salentino, il vincotto. E domani sera, domenica 15 giugno, a partire dalle ore 21, questo tour della cultura del buon cibo farà tappa ad Alliste, in provincia di Lecce, nella centralissima piazza Municipio in una serata voluta e creata da Giovanni Venneri, titolare del Cafè dei Napoli.

Leggi tutto...

In Puglia, il vino d'estate si festeggia con Enoteca Italiana


Salvatore de Lio  a Vino è Musica, Grottaglie (TA), il  3 e  4 agosto con una originale degustazione: Vozza a Bicchiere
A Casa Vestita, nel quartiere delle Ceramiche, otto perle enologiche abbinate sapientemente ai buoni sapori locali, come le cozze tarantine, caciocavallo, capocollo di Martina Franca e friselle con olio extravergine d’oliva
Sotto le stelle, sapori e profumi di una sera d’estate, in Puglia. Enoteca Italiana sarà presente alla manifestazione enogastronomica Vino è Musica il 3 e 4 agosto a Grottaglie (TA), per un grande brindisi alla Puglia delle tante tradizioni, dei prodotti tipici e della grande ricchezza dei vitigni autoctoni.
A riempire i calici ci saranno otto perle enologiche abbinate sapientemente ai buoni sapori locali, come le cozze tarantine, caciocavallo, capocollo di Martina Franca e friselle con olio extravergine d’oliva, un altro dei prodotti di eccellenza pugliese
Le degustazioni sono in programma presso la suggestiva location di Casa Vestita, nel cuore del quartiere delle Ceramiche, il 3 ed il 4 agosto con due turni: il primo alle 21,00 il secondo alle 22,30.
“Conosco molto bene i vini pugliesi, vini che mantengono alta la bandiera enoica italiana, frutto di passione e impegno dei validi produttori del Sud. – dice de Lio – La Puglia in questi ultimi anni, grazie all’intenso lavoro, la passione profusa dalle aziende, unito al supporto e la forte sensibilità da parte della Regione, in particolare dall’Assessorato alle Risorse Agroalimentari, guidato dal dott. Fabrizio Nardoni, è diventata una delle realtà enologiche protagonista sul mercato nazionale ed internazionale, con i suoi Alfieri, le denominazioni ed i vitigni come il negroamaro, il primitivo, il nero di Troia, per non parlare dei bianchi, senza dimenticare il primato dei vini rosati"

“E’ un viaggio che compio volentieri al fianco di Enoteca Italiana e dei giovani professionisti e cultori dell’iniziativa grottagliese – afferma l’Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni -  perché a guidare il nostro passo è la stessa passione e lo stesso desiderio di fare bene e far bene soprattutto  all’Italia dei prodotti autoctoni e delle esperienze di quel fare: agricoltori, pescatori, produttori e trasformatori. Vino è Musica è la summa di questo amore, tradotto in un tour che in quei giorni metterà insieme tanti saperi, dal vino all’arte, dalla ceramica alla mitilicoltura come prodotto di nicchia da recuperare e rivalorizzare, in un intervento di sostegno reciproco che ridisegna l’architettura della tipicità pugliese e tarantina in particolare. Per me anche con una punta di orgoglio tutto territoriale”.
“Come direttore di Enoteca Italiana sono felice di aderire a Vino è Musica – continua de Lio-  un progetto valido di promozione sviluppato da un po’ di anni dall’Associazione Intersezioni che ho avuto il piacere di conoscere personalmente e confrontarmi, composta da ragazzi capaci che amano la loro terra. Coinvolgerò i 5 sensi degli enoappassionati con una  originale degustazione: Vozza a Bicchiere. Ho scelto questo titolo perché secondo me, proprio in questo oggetto che si riassume l’essenza del progetto. Si riferisce infatti ad una particolare fiasca di ceramica a ciambella, sul piede circolare si innesta il corpo ad anello della fiasca al cui interno è seduto un musicante con tromba e gambe incrociate, utilizzata dai commensali grottagliesi. Il vino mette al centro le persone, crea relazioni, è convivio, viene abbinato sempre al cibo della tradizione ed alla buona musica”.

Ad ogni partecipante poi sarà dato in omaggio il libro Il vino impariamo a conoscerlo, un piccolo manuale per riconoscere e degustare le qualità in modo sano e consapevole. 

Per informazioni e prenotazioni: [email protected]

DEGUSTAZIONI DEL 3 e 4 AGOSTO 2013


I gruppo – Ore 21.00 – Vini in degustazione

Salento I.G.P. Bianco “Mezzogiorno Bianco” 2012
Cantina Morella (Manduria, TA)

Salento I.G.P. Rosato “Cerasa” 2012
Cantina Michele Calò & Figli (Tuglie, LE)

Primitivo di Manduria D.O.P. “Assiade” 2011
Cantina Vigne Monache (Manduria, TA)

Gioia del Colle D.O.P. Primitivo “Muro Sant’Angelo” 2011
Cantina Tenute Chiaromente (Acquaviva delle Fonti, Ba)          

II gruppo – Ore 22.30 – Vini in degustazione

Puglia I.G.P. Brut Rosè Metodo Classico 2012 “Polvanera”
Cantine Polvanera (Gioia del Colle, Ba)

Puglia I.G.P. Fiano “Kimia” 2012
Cantina Tenute Chiaromente (Acquaviva delle Fonti, Ba)          

Tarantino I.G.P. Rosato “Anima Rosa” 2012
Cantina Vigne Monache (Manduria, TA)

Primitivo di Manduria  D.O.P. “Attanasio” 2009
Cantina Attanasio (Manduria, TA)


Prodotti tipici in abbinamento ai vini in degustazione

Friselline, tararalli
L’albero di Alessandro (Grottaglie, TA)

Olio extravergine d’oliva
Azienda Agricola Lillo (Tuturano, BR)

Cozze tarantine
Cooperativa Mytilus Tarenti (Taranto)

Capocollo di Martina Franca
Li Camennere (Grottaglie, TA)

Caciocavallo
Azienda Agricola Olivaro (Maruggio, TA)


 

Leggi tutto...

Vino e' Musica e ...

Dal 2 al 4 agosto tante le attività che il turista o il semplice enoappassionato potrà svolgere intorno alla rassegna enogastronomica enoculturale di Grottaglie  (Taranto)
Escursioni di pesca-turismo nei due Mari di Taranto e magari pescare polpi, cicale, mazzancolle, oppure, alla fine del tramonto, passeggiare per le vie di Grottaglie (TA) alla scoperta di miti, misteri e leggende.  Tutto questo si può dal 2 al 4 agosto grazie all’atteso evento Vino è…Musica “Il cammino dell’arte, l’incontro dei sapori”, l’appuntamento grottagliese per assaporare i vini pugliesi tra installazioni di arte e percorsi enoculturali (3, 4 agosto a Grottaglie).
Sono tante le attività che il turista o il semplice enoappassionato potrà svolgere intorno alla rassegna enogastronomica in programma nel quartiere delle Ceramiche. Una volontà che nasce dall’Associazione Intersezioni con l’assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, le associazioni, le aziende e i consorzi, il tutto per permettere ai partecipanti di Vino è Musica di divertirsi e scoprire piccole meravigliose realtà di Taranto e dintorni.
Le attività in programma:
Adotta un ceppo (Azienda Agricola Montedoro)
Dedicato a tutti coloro che desiderano vivere la campagna, pur non essendo proprietari, effettuando però un'adozione "a distanza". Con una modica spesa annuale, l’adottante si assicurerà una produzione di circa 15 kg dal singolo ceppo e provando  il piacere di poter andare in vigna a vedere le fasi di crescita.
Museo del Primitivo a Manduria (Consorzio Produttori Vini Manduria)
Visita guidata della Cantina e Museo della civiltà del vino Primitivo. Si potranno degustare 4 etichette di Primitivo di Manduria DOC, DOCG e Negroamaro IGT con l’aiuto esperto di sommeliere il tutto accompagnato dai prodotti tipici pugliesi com tarallini, formaggio, salame,e dolcetti in pasta di mandorle
Visite Guidate Grottaglie centro storico – quartiere delle Ceramiche (a cura di Sistema Museo)
Riscoperta del suggestivo centro storico di Grottaglie con le sue ‘nchiosce (piccoli e caratteristici vicoli)  e del quartiere delle Ceramiche, visitando le antiche botteghe, riscoprendo l’antica arte dei vasai  e anche curiosi aneddoti
"Misteri in Città Vecchia" a Grottaglie (Teatrino della Luna)
Passeggiata serale tra i vicoli della città vecchia, percorsi misteriosi resi magici dal buio della sera, alla scoperta di miti, leggende e misteri che animano le viuzze di Grottaglie
PescaTurismo - Guardare il mare con gli occhi di chi lo scruta da sempre
Nei due Mari di Taranto, un’opportunità per pescare e riscoprire cultura dei pescatori e il loro rapporto di amore e di devozione per l’acqua.
I partecipanti potranno partecipare alle attività della piccola e grande pesca (cicale mazzancolle, saraghi, gronghi, orate) e di escursioni alla scoperta delle Isole Cheradi a bordo del Motopesca Santissimo Crocifisso. E infine consumare a bordo della barca il pesce appena pescato. L’emozione del mare, della pesca e della buona e cucina!
 Visita guidata Città Vecchia Taranto (Associazione Le Sciaje)
Visite guidate tra i vicoli del bellissimo borgo antico di Taranto, alla riscoperta di aspetti e cambiamenti che nel corso dei secoli hanno fatto di questo centro storico un monumento da preservare e realizzare.
Green Road e visita guidata nelle masserie del territorio con degustazione di prodotti tipici pugliesi (Consorzio 100 masseria)
La “Green Road” è un percorso che si snoda su 30 km, da Crispiano a Grottaglie, per giungere fino alle coste di Pulsano: tra masserie, insediamenti rupestri, grotte e boschi, dove si possono assaporare i prodotti enogastronomici della Terra Ionica e conoscere la civiltà contadina e l’eredità magnogreca.
Il percorso delle Cento Masserie è un suggestivo itinerario fra colline mediterranee e pianure ricoperte da imponenti ulivi secolari dove si incontrano masserie la cui epoca di costruzione oscilla tra il XV e il XIX secolo e le cui varianti architettoniche spaziano dalle più piccole masserie rurali alle più imponenti strutture a corte chiusa con mura fortificate. Tra palazzi padronali e chiese affrescate, tra torri di vedetta e stalle nei trulli, tra ovili settecenteschi e frantoi ipogei, ristrutturati e riportati all'antico splendore, sarà possibile rilassarsi immersi nel verde a contatto con la natura per ammirare il territorio pugliese ricco anche di gastronomia e archeologia.
Pacchetti soggiorno presso Masseria Quis ut Deus di Crispiano + SPA
E’ il vento lieve che sale dal litorale e dai lidi di Campomarino, Torre Guaceto – a 30 minuti d’auto – a rinfrescare questa enclave settecentesca che poggia sul sito di un monastero circestense e dove restano tracce di un affresco nella cappella. Oggi, nel frantoio con macine e torchi in legno, si apprezza la cucina a chilometro zero dello chef, attento ai prodotti di stagione. Prodotti della terra e vini scelti nella terra delle Cento Masserie a cui appartiene anche la Quis ut Deus. I legni sono fossili, molti recuperati nella tenuta di 50 ettari, tra ulivi centenari e la macchia mediterranea che sa di timo, rosmarino, salvia. Da non perdere un pomeriggio dedicato al benessere e al relax, con massaggi rilassanti, il bagno turco sotto la volta tutta pietre di un trullo interamente restaurato, il percorso Kneipp e la suggestiva piscina idromassaggio protetta da un muretto a secco: il percorso di purificazione, ispirato a Dante Alighieri, un viaggio per ritrovare il sé.
Possibilità di bike sharing

Ricchi ed entusiasmati gli eventi che offre quest’anno Vino è Musica per riscoprire bellezza la bellezza di Grottaglie, di Taranto e dintorni, e per vivere un’esperienza unica tra enogastronomia, ulivi secolari, arte, cultura e mare.
Per informazioni e prenotazioni è necessario telefonare al numero 328.4273428 o mandare una mail a [email protected]

Vino è…Musica “Il cammino dell’arte, l’incontro dei sapori”è è promosso dall’Associazione Intersezioni e organizzato da Qiblì e Gir&Grafica con il patrocinio di Enoteca Italiana e il sostegno dell’assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia insieme al Gal Colline Joniche.

Leggi tutto...

Radici del Sud

Da mercoledì 5 a lunedì 10 giugno  a Carovigno (Brindisi), potranno essere ammirate opere di artisti pugliesi
Il vino e l’arte si incontrano per l’ottava edizione di Radici del Sud, con le riproduzioni piccole del Megariccio, ceramica da vino di Grottaglie (TA) e pezzi di design italiano e straniero
Il vino e l’arte s’incontrano all’ottava edizione di Radici del Sud, il festival dedicato ai vitigni autoctoni del Mezzogiorno che premia i migliori. Da mercoledì 5 a lunedì 10 giugno 2013  nello lo splendido scenario del Resort Masseria Caselli a Carovigno (Brindisi), potranno essere ammirate opere in terracotta frutto di antica tradizione pugliese, il moderno designer italiano e straniero e istallazioni di ricci.
Sarà così possibile non solo degustare le etichette di Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia ma anche innamorarsi dell’arte coniugando antico e moderno.
Una parte della location artistica sarà tutta dedicata alla ceramica da vino di Grottaglie (TA) della collezione di Casa Vestita,  allestita con cura e passione da Simone Mirto e Mimmo Vestita. Nel percorso espositivo saranno presenti circa 50 manufatti ceramici databili tra XVIII e XX secolo. Oggetti di grandi e piccole dimensioni, monocromi e policromi. Una varietà di manufatti che rappresenta tutte le fasi salienti della lavorazione del nettare di Bacco: dalla maturazione alla conservazione, dalla mescita al filtraggio fino alla distillazione. Una selezione di manufatti artigianali che restituisce un quadro esaustivo della produzione artigianale grottagliese degli ultimi tre secoli, periodo in cui le fumanti fornaci di Grottaglie hanno rifornito di ceramica d’uso buona parte del bacino mediterraneo.
La seconda parte artistica riguarderà una scenografia ad hoc, curata da Misia Arte nella veste della gallerista Anna Gambatesa e del designer Stefano Straziota, con pezzi di design italiano e straniero avvalendosi di artisti locali di calibro internazionale.
Il ricco all’allestimento riguarderà pezzi ricercati come un tavolo "prototipo"   con base in cristallo e piano in vetro lattimo bianco realizzato negli anni ‘70 dall'azienda milanese Gallotti&Radice per la quale hanno sempre collaborato famosi designer tra i quali Paola Navone, Aldo Cibic, Patricia Urquiola;  bicchieri di Murano prodotti negli anni 50'  in pasta di vetro colorata; calici in cristallo di Boemia policromo molato alla ruota primi ‘900;  calici in marmo di Carrara anni ’70; sedie art dèco francesi anni ’30; una serie di lampade prodotte da importanti manifatture italiane anni ‘60 e ‘70 e inoltre una chaise longue in legno di barche e ferro riciclato con tappezzeria. Il tutto sarà suggellato da una serie di grandi vasi "scultura" in ceramica e platino di Tarshito, artista pugliese di fama internazionale.
Infine una sala sarà allestita con le riproduzioni, di piccole dimensioni, del curioso e geniale monumento del pugliese Iginio Iurilli, il Megariccio, il suo più ardito e futuribile progetto, icona di una Puglia marinara. L’opera è  un vero e proprio omaggio al sistema dell'arte, un sistema fatto di gigantismi, di patinature, di colori artefatti o di improvvisi viraggi cromatici e umorali. Un meccanismo complesso e pericoloso dove occorre calibrare, con sapienza, le vicinanze e le distanze. Il Megariccio è stato esposto alla 54^ esposizione Internazionale d'arte della biennale di Venezia.
Radici del Sud (5 – 10 giugno) ospita anche le grandi istallazioni firmate da artisti, galleristi e ceramisti pugliesi. L’enologia di qualità si interseca così con l’espressione artistica del territorio simbolo di un alleanza tra grande vino e creatività
L’artefice della congiunzione speciale di vino e arte nasce dall’idea di Nicola Campanile insieme ad AM per Radici del Sud - Festival dei vitigni autoctoni che quest’anno offrirà anche il lato artistico agli enoappasionati e ai tanti wine writer internazionali riuniti per decretare le migliori etichette del sud Italia.

 

 

Leggi tutto...

Il vino pugliese re al Salone del Gusto

 

Primitivo di Manduria DOC "Cerva Regia" e  Puglia IGT Aleatico Passito (dell’azienda Antiche Terre del Salento);  Copertino DOP Riserva (dell’azienda Apollonio) le eccellenze protagoniste
 
Tre i vini pugliesi che saranno degustati al Salone del Gusto di Torino. Da domani giovedì 25 fino a lunedì 29 ottobre l’ente nazionale vini Enoteca Italiana, su incarico del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, avrà il compito di promuovere l’eccellenza vitivinicola made in Italy all’appuntamento mondiale dedicato al cibo. Uno spazio Wine Bar aperto tutto il giorno nello stand istituzionale governativo del Mipaaf (Oval - 6C 101) e  la mattina dalle 11 alle 12,30, ed il pomeriggio dalle 16 alle 17,30 si darà vita a una serie di degustazioni di circa 100 etichette che raccontano le grandi denominazioni italiane di qualità. E poi immancabili gli appuntamenti con gli aperitivi targati Happy wine dove accanto all’eccellenza italiana saranno abbinati i formaggi del Consorzio Caseus Montanus, l’associazione che promuove e valorizza i territori montani attraverso i formaggi di montagna. Il tutto organizzato e coordinato dall’alta professionalità che da sempre contraddistingue il ruolo enogastronomico nazionale di Enoteca Italiana. Primitivo di Manduria DOC "Cerva Regia" e  Puglia IGT Aleatico Passito (dell’azienda Antiche Terre del Salento);  Copertino DOP Riserva (dell’azienda Apollonio) i  vini della Puglia protagonisti.
 
“Prestigio ancora una volta per il nostro Ente  – afferma Claudio Galletti, presidente di Enoteca Italiana - Per cinque giorni saremo il punto di riferimento per l’enologia al più grande appuntamento mondiale dedicato al cibo e ciò ribadisce il ruolo e l’importanza che l’Ente Vini ha per la promozione e valorizzazione del vino italiano. La collaborazione con il Ministero è sempre stata intensa e proficua. Anche questa volta, sarà un’occasione per continuare con professionalità il lavoro che dal 1933, ci vede impegnati, nel portare in giro i migliori prodotti italiani”.
 
Per tutte le informazioni è possibile contattare  Enoteca Italiana al numero 0577/228843 inviare una mail a [email protected], visitare la www.enoteca-italiana.it o la pagina ufficiale di Facebook: 
Leggi tutto...

A Carosino la fontana di vino con gli Stadio

 

 

È arrivata, la Sagra che allieta gli animi, domani sera appena il sole tramonterà, la spettacolare accensione della fontana monumentale di Carosino da cui zampillerà il vino con una installazione dedicata all’uva a cura dell’ass. culturale “Bottega degli Antichi Mestieri – Il piacere di fare” presieduta da Caterina Fiorino con la dedizione per questo allestimento spettacolare anche di Carmela Imperiale e Adelaide Garofano.
 
Venerdì 24 e sabato 25 agosto, per la prima volta, verrà fatta una dimostrazione in piazza su come si fa il vino del “particolare”: gesti di una volta che riemergono dal passato per la conoscenza delle nuove generazioni nella suggestiva cornice del giardino del castello carosinese.
 
Di rilievo, ha evidenziato l’assessore ai Lavori Pubblici Davide Caputo, la possibilità di poter fruire dell’atrio del castello e del bel giardino, terminati anche i lavori del primo piano che sarà inaugurato in autunno.
Altri tre i momenti di particolare rilievo della Sagra del Vino di Carosino, giunta alla 46ma edizione e che per la mostra dei vini – ha sottolineato il vice sindaco Carlo Avrusci – taglia il traguardo della 38ma edizione.
 
Il primo giovedì 23 agosto, con l’incontro dedicato ad “Un messaggio per la vita: un calice di vino ma… con prudenza”, a cura del 118 Taranto e Croce Verde” Nunzio Ciccia” di Faggiano con la presenza del dott. Mario Balzanelli, direttore del sistema 118 Taranto.
Si rinnova l’atteso appuntamento con il raduno dei sommeliers AIS di Puglia, come ha illustrato il delegato di Taranto Giuseppe Cupertino che col sindaco Chiloiro ha firmato un atto di intesa col Comune di Carosino.
Il raduno si terrà venerdì 24 agosto soffermandosi sul tema “Autoctonia e vitigni ‘minori’ pugliesi: storia, presente e identità futura” con ospiti di grande richiamo. Terzo evento di rilievo, sabato 25 agosto, il convegno su “La qualità senza ritocchi”, a cura del GAL Colline Joniche, con Clarbruno Vedruccio, Oreste Tombolini, Federica Bonello, modera Lilli Ch. D’Amicis.
Confermate le tradizionali degustazioni di ottimo Primitivo (e non solo) nelle cantine di Carosino e, ogni sera, musica per tutti gusti con numerosi di stand gastronomici: ricordiamo che un vino dell’Antica Cantina di Carosino è stato degustato ed apprezzato dal Papa Benedetto XII.
 
Da non perdere domenica 26 agosto il concerto con “Gli Stadio”, biglietti ad un costo contenutissimo (solo 2 euro) in prevendita nel centralissimo Palazzo d’Ayala di Carosino (ore 9-13, 17.30-22.30), media partner www.gireventi.it, info www.lasagradelvino.it e su Facebook, t. 347-0408363.
 
Ecco, di seguito, il programma:
 
MERCOLEDI’ 22 AGOSTO
ore 21.30    Apertura della 46^ Sagra del Vino con  l’accensione della fontana monumentale zampillante vino.
ore 22.00    Inaugurazione della 38^ Mostra dei Vini.
ore 22.10    LE ORME in concerto - Piazza Vittorio Emanuele
 
GIOVEDI’ 23 AGOSTO
ore 19.00    Convegno: ”UN MESSAGGIO PER LA VITA: Un calice di vino ma… con prudenza”, a cura del 118 Taranto e Croce Verde” Nunzio Ciccia” di Faggiano.          Ospite della serata il Dott. Mario Balzanelli, Direttore del sistema 118 Taranto - Castello D’Ayala Valva
 
ore 22.00    La Notte della Disco Dance anni 70’ con i 70 Level  in concerto -
Piazza Vittorio Emanuele
 
VENERDI’ 24 AGOSTO
ore 19.00    6° Raduno regionale dei Sommeliers dell’A.I.S. - Castello D’Ayala Valva
 
ore 22.00    I  CELENTANOIDI  in concerto
a seguire     Gli AVATAR in concerto - Piazza Vittorio Emanuele
 
dalle 21.30 DEGUSTAZIONI guidate a cura dei Sommeliers dell’A.I.S. -
                   G.M. Vini – Via De Gasperi, 10
 
SABATO 25 AGOSTO
ore 19.00    CONVEGNO sul tema: “La qualità senza ritocchi”  a cura del GAL Colline Joniche
                   Interverranno: Clarbruno Vedruccio, Oreste Tombolini, Federica Bonello.
Modera Lilli Ch. D’Amicis - Castello D’Ayala Valva
 
ore 22.00    La Notte della Pizzica con i  Selva Cupina e a seguire Nadja Martina  in concerto - Piazza Vittorio Emanuele
 
dalle 21.30 DEGUSTAZIONI guidate a cura dei Sommeliers dell’A.I.S.
                   Antica Cantina Sociale
 
DOMENICA 26 AGOSTO
Gli STADIO in concerto in location diversa da quella dello scorso anno (nel piazzale di via Stadio, che sarà appositamente transennato), ticket 2€, i biglietti sono già in vendita a Carosino nel centralissimo Palazzo d’Ayala (ore 9-13, 17.30-22.30)
 
 
 
Venerdì 24 agosto, si terrà il 6° raduno annuale dell’ Associazione Italiana Sommelier.
         “Autoctonia e vitigni ‘minori’ pugliesi  - Storia, presente e identità futura” è il tema del convegno scelto per quest’anno. Interverranno: 
·        Giuseppe Cupertino (delegato AIS Taranto)
·        Vito Sante Cecere (Presidente regionale AIS Puglia)
·        Paco Vinci (assessore alla cultura del comune di Carosino)
·        Dott. Peppino Baldassarre (relatore AIS Puglia)
·        Dott. Lino Carparelli (enologo)
·        Gianfranco e Simona Fino (imprenditori vitivinicoli)
·        Davide Gangi (direttore del portale enogastronomico Vinoway)
·        Sandro Romano (giornalista gastronomico)
 
Al termine del convegno, con l’acquisto del calice all’info point, seguirà la degustazione guidata dai sommelier dedicata al vitigno autoctono per eccellenza, il primitivo, presso la cantina G.M. Vini in via De Gasperi ore 21,30. Il 25 agosto la degustazione si svolgerà presso l’Antica Cantina Sociale, via Cavour 36.
 
Sabato 25 agosto, Castello D’Ayala Valva, ore 19, convegno su “Le nuove frontiere  dell’innovazione territoriale - Il Primitivo Brandisio, la qualità … senza ritocchi”. Questo  convegno nasce da un’idea di Oreste Tombolini con lo scopo di divulgare i  risultati ottenuti mediante l’applicazione del proprio protocollo messo a punto  con la collaborazione del professor Clarbruno Vedruccio ideatore della « musicoterapia»  applicata in cantina e della dottoressa Federica Bonello, ricercatrice  impegnata, fra l’altro, nello studio delle qualità anti-ossidanti del vino.

L’idea rappresentata e condivisa nella sede del Gal Colline Joniche ha subito  attirato l’attenzione del sindaco di Carosino  Biagio Chiloiro che ha deciso di  inserire l’evento nell’ambito della 46° Sagra del Vino.
Il nuovo disciplinare prevede l’applicazione di un protocollo in vigna che  consente il passaggio graduale da un tipo di agricoltura basato sul solo  impiego  della tecnologia dei «Microrganismi Efficaci » e di zolfo e rame  escludendo da subito ogni tipo di fertilizzante e di lavorazione del terreno,  ad un altro, quello finale, che prevede anche l’esclusione dello zolfo e del  rame.

In cantina è previsto l’impiego di fermentini per il controllo della  temperatura durante la fermentazione, di barriques per l’affinamento del vino e  di musica per migliorare le qualità organolettiche e chimiche del vino.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up