Ilva e ambiente: Vendola a Taranto

Nel giorno in cui Fabio Riva, latitante, viene condannato a
sei anni e mezzo per associazione a delinquere e truffa allo Stato attraverso
l'Ilva di Taranto, a Palazzo di Città si tiene un incontro per parlare del
Piano Ambientale, delle risorse economiche dell'azienda e del problema
occupazionale.

Per parteciparvi, sotto invito di Ippazio Stefàno, è giunto
stamane a Taranto, il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola.

Invitati anche i sindacati ed i parlamentari territoriali. Presenti inoltre
i componenti della Giunta Comunale.

Le prime parole del Vendola sono state: " La situazione è
ancora confusa. Non si prevedono soluzioni facili per un problema difficile".

Storia ancora lunga.

Leggi tutto...

Vendola: «Entro la fine del 2015 amplieremo l'aeroporto di Grottaglie»

"Oggi avviamo un investimento molto importante per il collegamento di Taranto con l'aeroporto di Grottaglie, per la riqualificazione di tutto il sistema viario della provincia che è attorno all'aeroporto e per l'ingrandimento della pista di rullaggio all'interno dell'aerostazione. Costruiamo, quindi, le condizioni perché Grottaglie diventi il più importante aeroporto d'Italia dal punto di vista delle localizzazioni industriali. L'intero comparto industriale dell'aerospazio sta guardando con assoluto interesse a Grottaglie come a un luogo di eccellenza, per fare una piastra logistica che possa consentire lo sviluppo delle attività di cargo''. Così - riferisce una nota - il presidente della regione Puglia, Nichi Vendola, intervenendo questa mattina, insieme all'Assessore regionale ai Trasporti, Gianni Giannini, e al Presidente di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno, alla conferenza stampa di presentazione dei risultati conseguiti al tavolo sull'aeroporto Arlotta di Grottaglie: il progetto annunciato prevede un investimento di 29 milioni di euro. Alla conferenza stampa hanno partecipato i Sindaci dei comuni interessati (Grottaglie e Monteiasi) e i rappresentanti istituzionali del territorio.

Leggi tutto...

Aeroporto di Grottaglie: 10 domande al Governatore Vendola

  • Pubblicato in Economia

Mimmo De Padova, responsabile del Movimento Aeroporto Taranto, realtà del territorio che si batte per la riapertura dell'aeroporto di Grottaglie ai voli civili, ha lanciato in rete una lettera virtuale al Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, contenente 10 domande da porgli in merito al passato e al futuro dell'Arlotta.

 

Ci siamo chiesti: se mai Vendola ne venisse a conoscenza, risponderebbe? Di seguito le riportiamo.

 

Carissimo Presidente Vendola, in quanto governatore della Puglia e maggiore azionista di Aeroporti di Puglia (AdP) (1), tocca a lei rispondere alle seguenti 10 domande, alle quali penso che lei darà una risposta anche per differenziarsi da… chi vorrebbe sostituire:

1 - perché, dell'eredità lasciatale da Fitto, non ha voluto cambiare nulla, e cioè privatizzare AdP?

2 - perché ha voluto che si spendessero nel 2008 oltre 200 milioni di euro di soldi pubblici, che si espropriassero migliaia di ettari di terra fertile e si deturpasse la SS. 7 Appia, per permettere il solo atterraggio del Boeing per Alenia?

3 - perché nel 2008 ha promesso (2) un immenso sviluppo per l'aeroporto e financo voli passeggeri, ed a tutt’oggi il Piano Regionale dei Trasporti ancora non prevede i voli passeggeri?

4 - perché non è possibile (da sempre) fare cargo (3), visto che manca l'operatore cargo, non è possibile neanche fare charter perchè dal 5 luglio 2010, tutti charter vengono dirottati (4) su Bari e Brindisi?

5 - perché non ha mai chiesto ad AdP a chi è dovuta “l'indecenza” dell'aeroporto di Taranto, perché tocca al cittadino (nella fattispecie: io) chiamare la forestale per lo sfalcio dell'erba e la potatura dei rami (5)?

6 - perché nel 2008, AdP polemizzando con Ferrarese (6), diceva di “non poter chiedere ad un tarantino o un foggiano di andare a Bari o a Brindisi per imbarcarsi su un volo per Milano o Roma… Aprire al traffico i servizi essenziali è un dovere che la Puglia ha nei confronti del territorio, vi deve essere la possibilità di rilanciare tutti i territori e non stabilendo il predominio di uno sull’altro”, cosa è cambiato da allora?

7 - perché con Brindisi al collasso per il record dei passeggeri, si spendono 75 milioni di € per risolvere le… criticità, si ipotizza un secondo aeroporto e non si “usa” Taranto. Non le sembra uno spreco di denaro?

8 - perché non ha chiesto ad AdP di mostrale le relazioni semestrali (7), per capire quali promozioni e quali iniziative la società stesse mettendo in atto per i quattro aeroporti?

9 - perché preferisce curare la malattia dei tarantini anziché prevenirla?

10 - perché non chiede le dimissioni di Di Paola e Franchini, e rivede la …politica di Minervini? 

 

La penultima domanda esulava dal contesto, ma serve a dimostrare che quando vuole, Lei, s’interessa di Taranto. Alla luce di quanto esposto, perché non prende in seria considerazione i benefici che potrebbero derivare dal mettere in pratica l’ultima domanda?

 

Note:

1) SPA partecipata al 99,414%

2) esistono dichiarazioni e video

3) il Piano Regionale dei Trasporti attualmente prevede cargo e charter

4) il volo è stato dirottato (come altri 5 a settembre 2010) per “aeroporto indecoroso”

5) Decreto interministeriale (MIT-MEF-DIFESA) n. 4269 in data 6 marzo 2003, di affidamento in concessione alla Società AdP S.p.A. (SEAP S.p.A.) - ex Esercizio Aeroporti Puglia S.p.A.- degli aeroporti civili di Bari, Foggia e Taranto e dell’aeroporto militare, aperto al traffico aereo civile di Brindisi - di cui alla convenzione n. 40 stipulata in data 25 gennaio 2002

6) nel 2008 presidente di Confindustria Brindisi (Gazzetta del Mezzogiorno 21/10/2007)

7) che ci risulti mai fatto in dieci anni

Leggi tutto...

Lettera di Vendola al prefetto di Lecce: "Un tavolo per i lavoratori Tecnova"

Lettera del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, al prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta, per sollecitare "nuovamente" la convocazione di un tavolo per la risoluzione della vertenza dei 150 lavoratori migranti della Tecnova Italia spa-Global Solar Fund, impiegati nella costruzioni di impianti fotovoltaici in Salento e da mesi in attesa di ricevere il salario. Ad aprile, per lo stesso problema, un tavolo era già stato convocato per altri 430 addetti della stessa società, e l'iniziativa ha portato al pagamento degli arretrati per quei lavoratori.

 
"I lavoratori migranti già dipendenti della Tecnova - scrive Vendola - si sono rivolti alla Regione Puglia rappresentando la loro penosa situazione. Si tratta di circa centocinquanta lavoratori che da mesi attendono il pagamento di quanto è loro dovuto per l’attività prestata, peraltro alle condizioni note, che hanno determinato un procedimento penale per grave sfruttamento e induzione in schiavitù".
"Pur nella consapevolezza che un intervento in questa materia esulerebbe dai compiti strettamente istituzionali della Regione - precisa Vendola - non posso non aggiungere la mia voce a quella delle organizzazioni sindacali che da tempo cercano di ottenere una giusta soluzione per la causa di questi lavoratori". E poiché la "la Global Solar Fund non intende assumere gli stessi impegni" assunti ad aprile, Vendola chiede al prefetto di "valutare se non sia il caso di convocare nuovamente quel tavolo, per richiamare alle proprie responsabilità tutti i partecipanti, ciascuno per quanto loro compete, nella certezza che la autorevolezza del richiamo saprà contribuire a una felice conclusione della vertenza".
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up