Vandalismo alle strette

Non termina a Grottaglie la presenza, soprattutto nelle pagine di Cronaca, di  intollerabili atti di vandalismo fine a se stessi che denotano una profonda inciviltà tra la popolazione giovane grottagliese. Ultima vittima di vandalismo è stato il frutto del lavoro dell’associazione FA.DI.A. onlus, realizzato nell’ambito del progetto “Cittadini…Protagonisti” in collaborazione con l’Associazione Utopia, l’ UTR/Asl-Ta, l’artista Giorgio Di Palma, Vincenza Monteforte e l’Amministrazione Comunale.

Leggi tutto...

Uto'pia: Riqualificare Largo Madonna del Lume

L’Associazione Utoòpia, già impegnata in attività di recupero finalizzate ad incentivare lo spirito civico, nonché, alla riqualificazione e alla  valorizzazione della città di Grottaglie in generale e del Borgo Antico.
Il progetto, ha individuato nello slargo denominato Madonna del Lume, un autentico gioiello urbano incastonato nel borgo antico su cui convergono ben tre vie cittadine: la via san Francesco de Geronimo, la via  Battista e la via Risorgimento.
 Lo slargo, impreziosito dalla presenza di una chiesetta barocca del 1460  di grande importanza storico/religiosa, è altresì famoso per la vicenda del prete brigante Papa Giru, al secolo don Ciro Annicchiarico, a cui l’amministrazione, in tempi recenti, ha dedicato un pannello ceramico realizzato dall’Istituto Statale d’Arte e che è stato posizionato nei pressi della chiesetta e dell’arco dove, secondo la ricostruzione storica, avvenne l’omicidio addebitato a Papa Giru.
Un’isoletta pedonale di grandissimo valore storico e religioso spesso, però,  soffocata dalle auto in sosta dei residenti per un malinteso senso della proprietà e degli spazi pubblici, che rendono difficoltoso il passaggio dei pedoni, nonché la piena godibilità dei luoghi da un punto di vista turistico e religioso. Allo scopo di riqualificare quegli spazi e dare maggiore risalto alla piccola chiesa del 1460, mirabilmente curata dalla Confraternita del Sant.mo Nome di Gesù, l'Associazione propone, nell’immediato, di impedire  l’accesso e la sosta delle auto con l’ausilio di una colonnina da posizionare all’ingresso della stradina che porta alla chiesa, senza occupare i passi carrabili esistenti, amovibile in caso di processione, quindi dotare la chiesetta di una plancia esterna con le notizie storiche, così come è già stato fatto per le altre chiese cittadine. Una fioriera posizionata nell’angolo cieco che, salendo dalla via San Francesco De Geronimo e l’imbiancatura a calce del muro frontista che si appartiene alla  casa disabitata su cui insiste l’angolo cieco completerebbe la riqualificazione con la collaborazione piena dell’Associazione Utòpia e un impiego di risorse  pressochè irrisorie  da parte dell’Amministrazione Comunale.

 

Leggi tutto...

Borgo in Fiore e Fioriere d'Autore

Giorno 6 settembre prossimo, alle ore 20.15, presso il Castello Episcopio di Grottaglie, l'Associazione Utòpia, è lieta di presentare alla città di Grottaglie la propria iniziativa civica.
Irene Rossini, da subito ha mostrato la volontà di contribuire in un progetto sociale che vede protagostina la nostra città, racconterà di “Borgo in Fiore”.
Ciro Carriero, anche egli attivista dell'Associazione Utòpia, illustrerà l'evoluzione di Borgo in Fiore, con di “Fioriere d'Autore”.
Alla serata interverranno, tra gli altri, i ceramisti autori delle opere e Gianpaolo Cassese di InMasseria, lo sponsor dell'iniziativa che ha permesso di presentare alla città il percorso realizzato nel Centro Storico.
Una giuria coordinata dal Liceo Artistico, di Grottaglie, presieduta dal prof. Francesco Quaranta, menzionerà le tre opere selezionate per poi premiarne una, la più rappresentativa.
Il coordinatore di Utòpia, il dott. Ciro Petrarulo, darà il benvenuto e illustrerà i principi che in linea con “la politica del fare” vogliono contraddistinguere l'iniziativa .
“Utòpia è felice, oltre che orgogliosa, del risultato raggiunto - afferma il dott. Ciro Petrarulo - dimostra che si può fare molto per la nostra comunità coinvolgendo le varie categorie presenti sul territori”.
“Un grazie ai commercianti – continua il coordinatore dott. Petrarulo - e a tutti i ceramisti patrimonio della nostra Grottaglie. Sperando che iniziative come queste siano da stimolo all'amministrazione per fare di più e a tutti i cittadini per dare un contributo fattivo alla comunità di appartenenza”.
Utòpia cercherà di dimostrare sempre con i fatti ciò che vuole per Grottaglie perché si pensa che le parole rimangono tali se non seguite dall'azione.
Vi aspettiamo numerosi affinché il "sasso lanciato nello stagno" da Utòpia crei tanti più cerchi intorno.

Leggi tutto...

Gli attivisti di Uto'pia concludono la valorizzazione del Centro Storico

  • Pubblicato in Sociale

UTO'PIA con IRENE ROSSINI e CIRO CARRIERO hanno portato a termine il progetto di valorizzazione del Centro Storico.

Giovedì 22 e venerdì 23 agosto, presso il centro storico di Grottaglie  si è tenuto il secondo  appuntamento con l'iniziativa Borgo in Fiore: "La fioriera che
vorrei…", prosecuzione dell’iniziativa “Borgo in fiore”, che nel mese di giugno, ha visto come protagoniste le fioriere del centro storico di Grottaglie
ripulite e piantumate dagli attivisti dell’associazione socio/culturale UTO’PIA.

Una buona riuscita anche grazie al contributo libero, economico e non solo, da parte di numerosi commercianti  grottagliesi.
L’iniziativa, ha l'obiettivo di sollecitare e sensibilizzare la cittadinanza  alla valorizzazione del territorio (con particolare riferimento al centro storico) attraverso la cura del verde pubblico.
Ora, però, dopo un primo iniziale entusiasmo nell’aver attuato la piantumazione e messa a dimora di piante fiorite e baby palme per le fioriere del centro storico, e aver ricevuto un positivo e largo consenso da parte di molti che ci hanno seguito in questi mesi, siamo giunti alla constatazione che
occorrerà continuare nella strada della sensibilizzazione della cittadinanza, anche, in seguito ad atti di vandalismo operati da ignoti  su più fioriere i
quali hanno estirpato e sradicato svariate  piante messe a dimora dagli attivisti.
Questa seconda  fase di BORGO IN FIORE  vedrà coinvolti, in due momenti distinti i bambini ed educatori del centro sportivo “Estate Azzurra” e i
ragazzi e gli operatori del centro diurno “EPASSS” di Grottaglie.
L’iniziativa è pubblica ed aperta ai genitori dei bambini e dei ragazzi, nonché a tutta la cittadinanza. Lo spirito che anima questa fase dell’iniziativa è di gratuità e collaborazione: chiunque vorrà, potrà donarci piante da esterno, che  possiede sul proprio balcone o che siano il risultato di talee erbacee o acquistate.
Lo scopo, congiuntamente a quello precedente, è quello di convogliare attraverso un processo di partecipazione “dal basso”  il potenziale sociale e
umano cittadino, sia esso associazione che semplice cittadino privato,  per collaborare a un obiettivo comune e concreto, quello di valorizzare il nostro
centro storico  e non permettere che gli ultimi scempi commessi nei confronti delle fioriere, le riportino allo stato di degrado e abbandono nel quale
versavano le stesse, prima che Uto’pia se ne occupasse.
Importante ricordare che nel frattempo Uto’pia è andata ben oltre la semplice piantumazione delle fioriere, si è occupata anche del decoro artistico delle
stesse richiamando l’attenzione attraverso l’opera di maestri ceramisti grottagliesi ( pagina facebook di Uto’pia : BORGO IN FIORE  E FIORIERE D’AUTORE
Naturalmente appare evidente che,  e quand’anche fosse necessario chiarirlo, quello delle fioriere è per noi  un “bello e fiorito” pretesto per infondere  o
recuperare un profondo senso civico  e amore per la propria città, sull’esempio di una progettazione partecipata.

Quale occasione migliore se non quella di proseguire con la collaborazione dei bambini e dei ragazzi? In fondo il futuro della nostra società è nelle loro mani, noi come adulti possiamo solo aiutarli a riempire quelle “manine” di amore e rispetto per le proprie cose e per gli altri…
Alla fine della piantumazione i bambini  e i ragazzi lasceranno con la tecnica della digito pittura un segno indelebile della loro partecipazione attiva all’iniziativa, contribuendo, così come i maestri ceramisti, a decorare artisticamente la loro fioriera!
A tale scopo, oltre a proseguire il programma di messa a dimora delle piante Uto’pia promuove la donazione di piante da parte di soggetti privati che
liberamente si proporranno
Quando attuare la propria donazione?
Chi può aderire? Privati cittadini, singoli o associati; Enti privati non profit; aziende, purché non intendano associare la donazione a comunicazioni pubblicitarie.
Quali sono le specie di piante che si possono piantare? Le specie che si possono mettere a dimora sono:  piante sempre verdi, piante grasse, rigorosamente senza spine, gerani, lantane, petunie, palmette, piante aromatiche (timo, salvia).
Mi preme ringraziare oltre che tutti gli attivisti che hanno collaborato con grande senso civico , i due fautori di queste iniziative cioè' Irene Rossini e Ciro Carriero

Ciro Petrarulo
Coordinatore di UTO'PIA

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up