Ottobre ricco di iniziative per il Nastro Rosa della Lilt di Taranto

  • Pubblicato in Sociale

Visite ed esami, una nuova sede a Monteiasi ed una commedia per raccogliere fondi: da sempre la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori è in prima linea nella lotta contro il cancro al seno, anche in qualità di portabandiera italiana della campagna internazionale conosciuta con il nome di Nastro Rosa, e da sempre la Sezione Provinciale di Taranto della Lilt è attiva sul territorio per onorare al meglio l'iniziativa, che quest'anno ha il volto della testimonial Anna Tatangelo.

La 23^ edizione di Nastro Rosa, che durerà per l'intero mese di ottobre, in terra jonica vivrà diversi momenti di sensibilizzazione e di prevenzione diretta, incentrati non solo sulle lesioni mammarie, ma anche sugli altri tumori femminili.

Oltre alle visite senologiche, alle ecografie al seno e alle mammografie, prenotabili in convenzione direttamente presso la Lilt provinciale (099.2211958 e 328.1752630), per tutto il mese saranno infatti disponibili anche servizi di ginecologia a costi particolarmente contenuti.

La dott.ssa Viviana De Pace, ginecologa, metterà a disposizione delle tesserate Lilt uno speciale pacchetto in convenzione: visita, ecografia e colposcopia per complessivi 50 euro oppure il solo pap test a 15 euro. Le visite potranno essere effettuate a Statte, Fragagnano, Monteiasi, Lama e Taranto (la colposcopia solo nelle ultime due sedi citate). Le donne che non sono socie Lilt potranno sottoscrivere la tessera Lilt direttamente in occasione della visita, accedendo così ai benefici di questi e di molteplici altri servizi in convenzione. Per informazioni e prenotazioni, occorre telefonare al numero 349.5892595.


L'8 ottobre alle 19.00, presso l'Oratorio della Confraternita SS. Sacramento e Rosario di Monteiasi, la biologa nutrizionista dott.ssa Raffaella Trovato terrà una conferenza intitolata "Dieta mediterranea, fonte di salute e bellezza". L'iniziativa costituirà di fatto l'evento inaugurale di una nuova sede della Lilt provinciale, sita proprio a Monteiasi, in via San Marco 10.

Prosegue ancora in questi giorni la prevendita dei biglietti d'ingresso alla messinscena di beneficienza della commedia di Eduardo De Filippo "Sabato domenica e lunedì", con sipario alle 21.00 di martedì 13 ottobre, presso il Teatro Orfeo di Taranto. Il merito di questa particolare raccolta fondi è da ascrivere alla compagnia teatrale "La Bisaccia", protagonista della pièce, diretta da Angelo Caracciolo. L'incasso dell'iniziativa, patrocinata dal Comune di Taranto, infatti, sarà interamente devoluto alla Lilt di Taranto.

Per info e prevendita: 338.2718026 - 338.6105046.

Nel corso della serata all'Orfeo, inoltre, sarà consegnata una targa di benemerenza al dott. Nicola Ciaccia, in occasione della sua nomina a Socio Onorario della Lilt. La prestigiosa onorificienza, decisa dal Consiglio Direttivo della Lilt nazionale, è stata attribuita al senologo e radiologo tarantino per gli alti meriti umani e professionali dimostrati attraverso la conduzione di visite senologiche ed ecografie mammarie gratuite nel territorio provinciale di Taranto.

Leggi tutto...

A Bari nasce il Nuovo Centro regionale Oncogenomica

Ieri, 18 marzo 2015, Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, il dg del Policlinico, Vitangelo Dattoli e il preside Facoltà di Medicina, Paolo Livrea sono intervenuti alla conferenza stampa per la presentazione del polo più avanzato per la caratterizzazione delle neoplasie: il nuovo Centro regionale di Oncogenomica, nel Policlinico di Bari.

Leggi tutto...

Vaccinazione gratuita anti-Hpv per i nati nel 2003

  • Pubblicato in Sociale

Prosegue la campagna vaccinale della Regione Puglia volta a debellare il papilloma virus: dopo le donne di 12 e 25 anni, tocca ora ai maschi nel dodicesimo anno di età fruire della vaccinazione gratuita anti-Hpv.
Tale vaccinazione, oltre a prevenire il cancro della cervice uterina, previene, infatti, altri tumori maligni (oro-faringe, apparato genitale, ultimo tratto dell'intestino) che per circa un terzo colpiscono proprio il maschio.
L'iniziativa è stata presentata ieri, 24 febbraio 2015, alla presenza del Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e dell'assessore regionale alla Sanità, Donato Pentassuglia.
Tutti i ragazzi nati nell'anno 2003 saranno, quindi, invitati dai pediatri di libera scelta e, in tutte le scuole, dai dipartimenti di prevenzione delle Asl pugliesi per la vaccinazione contro l'Hpv.

Leggi tutto...

Lilt Taranto, nuovo direttivo e contatti

Lo scorso 3 dicembre anche la sezione provinciale di Taranto della Lilt ha eletto il nuovo Consiglio Direttivo, per il quinquennio 2015-2019. Con il voto, l'Assemblea ha designato al Consiglio Perla Suma, Francesca Bosco, Antonella Di Donna, Dario Cascone e Giuseppe P. Dimagli.

Successivamente, il consesso ha unanimemente confermato la sociologa Perla Suma alla presidenza. Definite anche le deleghe. Alla consulente del lavoro Francesca Bosco, oltre alla vicepresidenza, i compiti di tenuta ed aggiornamento degli elenchi (in condivisione con Cascone e Dimagli) e il settore dei progetti e della ricerca di contributi agevolativi (in condivisione con Cascone). L'avvocato Antonella Di Donna si occuperà di convenzioni con il personale medico, rapporti con le strutture esterne e consulenza legale. Lo psicologo Dario Cascone curerà le relazioni interne e i rapporti con gli associati. Il giornalista Giuseppe P. Dimagli terrà le relazioni esterne e i rapporti con la stampa. L'Assemblea ha inoltre eletto il Collegio dei Revisori Contabili, suffragando i commercialisti David Herbert de Belvis, Elena Perucci e Valerio Lupo. Il nuovo Collegio ha poi indicato quest'ultimo come Presidente. La LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI, SEZIONE DI TARANTO – ONLUS è sito nella zona Bestat P.le Dante 31; per informazioni SOS LILT 800 998877  www.legatumoritaranto.it - E-mail: [email protected]

Leggi tutto...

La Lilt di Taranto riapre dopo la pausa estiva

  • Pubblicato in Sociale

Dopo la pausa estiva, la sede di Taranto della LILT (lega italiana per la lotta ai tumori), sita in Piazzale Dante 31 (zona Bestat) riaprirà al pubblico il lunedì ed il martedì dalle ore 17:00 alle 19:00 ed il giovedì dalle ore 10:00 alle 12:00. Per qualsiasi informazione telefonare allo 099. 4528021 (tel. e fax), al 328. 1752630 (cell.) o al numero verde SOS LILT 800.99.88.77.

Leggi tutto...

La morte regalata a Taranto e provincia

E' la realtà: A Taranto e provincia SI MUORE, soprattutto donne e bambini. Ci sono i dati ufficiali (percentuali in costante aumento) del Ministero della Salute e dell' Arpa. E' stata calcolata l'incidenza delle patologie oncologiche per i residenti di Taranto e Statte rispetto alla media del resto della provincia. Grottaglie e Manduria risultano avere il primato per la presenza di tumore alla tiroide. Bruttissime notizie arrivano dagli ospedali pediatrici. L'Ilva, L'Eni, le discariche non a norma ed abusive emettono fumi di sostanze velenose. Le respiriamo, le ingeriamo. Aumentano i ricoveri per tumori maligni, infezioni e malattie dell'apparato respiratorio. Il 14 aprile 2013 i tarantini preferirono disertare il referendum per il futuro dell'Ilva. Davanti alla scelta sulla chiusura parziale o totale dello stabilimento, la città seppur straziata dal disastro ambientale decise di non recarsi alle urne. Lavoro o salute? E' questo il punto. NON SI PUO' SCEGLIERE UNA COSA A DISCAPITO DELL'ALTRA. SONO ENTRAMBI DIRITTI INVIOLABILI. SACROSANTI. I soldi per le bonifiche imposte anche dall'Aia, dove sono? Le norme per la salute e la tutela dei lavoratori, quando saranno rispettate? Quanti altri morti? Quanta altra disperazione di gente impotente? Terremo sempre alta l'attenzione al riguardo. Lo dobbiamo a chi è rimasto orfano, a chi piange i propri figli. Gli interessi di pochi e l'indifferenza ci stanno ammazzando.

Leggi tutto...

Ilva: dati di mortalità in aumento

Dopo stipendi non pagati, produzione diminuita del 50%, rinvio del processo per associazione a delinquere finalizzata al disastro ambientale che coinvolge una cinquantina di imputati tra i quali Nichi Vendola, lo scorso 4 luglio è arrivata anche la triste conferma da parte dell' Istituto Superiore della Sanità che, sempre all' ombra dell' Ilva, a Taranto vi sono eccessi di mortalità tra gli adulti e peggio ancora, la mortalità infantile è maggiore del 21% rispetto alla media regionale.
I dati di ospedalizzazione per tumore al polmone, mesotelioma della pleura e malattie respiratorie acute e croniche riferibili a contaminanti ambientali sono sconfortanti.
Su questo argomento si è espressa la Consigliera Regionale del PD, Anna Rita Lemma la quale focalizza l'attenzione sull'importanza di potenziare il sistema sanitario ionico (carente attualmente anche di personale), con particolare riferimento al reparto di neonatologia.
Scottante il dossier Ilva anche per il Governo Renzi.
Si faccia qualcosa.

Leggi tutto...

Diagnosi tumori, a Taranto arriva la Pet-Tac

All’Ospedale “San Giuseppe Moscati” di Taranto è stata inaugurata la Pet, la macchina conosciuta come lo strumento più avanzato per la ricerca e la diagnosi dei tumori nell’organismo umano.

L'evento è avvenuto alla presenza dell'Assessore regionale alla Sanità della Giunta Vendola, Tommaso Fiore, e dell'Assessore regionale al Bilancio, il tarantino Michele Pelillo.
Nella stessa giornata ci sono state altre due importanti inaugurazioni: il nuovo reparto di Pediatria e il nuovo Pronto Soccorso nell’Ospedale Santissima Annunziata di Taranto.
Un risultato importante per la città, che presenta un alto numero di casi di tumore, dovuti principalmente all’inquinamento prodotto da impianti industriali ad alto impatto ambientale.
La macchina, conosciuta come lo strumento più avanzato per la ricerca e la diagnosi dei tumori nell’organismo umano, servirà anche a ridimensionare i cosiddetti viaggi della speranza: sono ben 1043 siano i cittadini di terra jonica che per un esame Pet si spostano in altre regioni italiane e 1630 in altre province della regione Puglia.
La Sanità pugliese si rinnova per offrire in particolare ai cittadini della provincia jonica una serie di servizi tecnologicamente all’avanguardia per la diagnosi dei tumori nonché strutture e servizi logisticamente rinnovati ed ampliati per rendere migliore l’accoglienza, l’accesso e la gestione dei pazienti nell’ambito della rete di emergenza – urgenza sanitaria e della cura dei bambini in età pediatrica.
In un territorio che esprime una forte domanda di assistenza sanitaria qualificata, la Regione Puglia e l’ASL di Taranto hanno inteso dimostrare, nonostante le difficoltà economiche espresse attraverso il pesante piano di tagli, la volontà di realizzare servizi ai cittadini in settori ad altissima specializzazione in cui sono impiegate tecnologie avanzate e professionalità qualificate.
 
 
La PET/TC
I cittadini della provincia jonica, (che necessitano di indagini  di diagnostica PET/TC con la macchina notoriamente conosciuta come lo strumento più avanzato per la ricerca e la diagnosi dei tumori nell’organismo umano) potranno fare  ricorso alle strutture della ASL TA, senza essere costretti ai cosiddetti “viaggi della speranza” fuori provincia e, spesso, oltre i confini della Regione Puglia.
La sofisticata apparecchiatura diagnostica di ultimissima generazione, in funzione da alcune settimane presso l’Ospedale “San Giuseppe Moscati” di Statte (Ta) del Presidio Ospedaliero Centrale (Moscati e Ss. Annunziata), dopo aver superato la fase del collaudo e delle necessarie configurazioni di natura tecnica, è il risultato di un impegno e di una proficua collaborazione che ha visto impegnate le istituzioni ed il mondo delle associazioni di volontariato. In particolare, importante è stato il contributo delle “Associazioni perla PET” che sin dall’anno 2008, con la costituzione di un gruppo di lavoro facente capo a 34 Associazioni di Volontariato, con la referente Gemma Leotta, hanno seguito tutto il percorso di costruzione del progetto e di realizzazione dello stesso seguendone tutte le evoluzioni e le difficoltà incontrate.
La PET costituisce un  punto di forza per tutto il territorio nel campo della diagnostica delle patologie neoplastiche, perché abbatte i limiti posti da altre metodiche strumentali comela TACe la risonanza magnetica. In  oncologia,la PETconsente di  esaminare i segmenti corporei, individuando e acquisendo tutte le indicazioni necessarie su eventuali cellule maligne, sulla loro diffusione  e sulla capacità aggressiva delle stesse. L’esame PET riveste un ruolo importante valutare l’efficacia o meno delle terapie intraprese (chemioterapia e/o radioterapia). L’esame PET è utilizzato nel 98-99% dei casi in campo oncologico, ma non esclusivamente, in quanto trova applicazione  anche nella diagnostica in campo cardiologico per lo studio del miocardio vitale e nelle patologie degenerative dell’encefalo (Morbo di Alzheimer e Morbo di Parkinson).
Va sottolineato l’impegno delle strutture tecniche dell’ASL che hanno consentito di realizzare la nuova PET/TC mediante lavori di demolizione e ricostruzione di ambienti già destinati alla centrale termica dell’Ospedale “S.G. Moscati” con impiego di aziende e professionalità molte delle quali del territorio jonico.
I lavori per la fornitura chiavi in mano di diagnostica precoce e stadiazione oncologica – PET/TC e Brachiterapia sono stati finanziati per un importo complessivo di 3.790.114,81/€ attraverso i fondi della Legge n.448/98, art. 71 del progetto regionale SISAPU-SISATA di cui alla D.G.R. n°1431 del 6/9/2007.
 
 
Il Nuovo Pronto Soccorso Ospedale “Ss. Annunziata”
Nell’ambito della riorganizzazione della rete ospedaliera e della rete dell’emergenza urgenza sanitaria diventa sempre più importante realizzare una rete di strutture di accettazione ed urgenza in grado di soddisfare bacini di utenza importanti come quello, ad esempio, servito dal Pronto Soccorso dell’Ospedale Ss. Annunziata di Taranto (parliamo di una media di  80mila accessi all’anno) su cui convergono non solo i cittadini del Comune capoluogo ma anche i casi di urgenza trasferiti dagli altri Presidi Ospedalieri dell’ASL nonché i casi trattati dai punti di primo intervento degli Ospedali dei Comuni del più ampio bacino che ruota intorno a Taranto.
Il Pronto Soccorso dell’Ospedale “Ss. Annunziata” è stato oggetto di una recente e profonda ristrutturazione, con locali finalmente messi completamente a norma e razionalmente predisposti e suddivisi per consentire al personale sanitario (medici ed infermieri) di operare in condizioni agevoli e con maggiore efficienza, seguendo criteri razionali  per la valutazione dei casi (triage). I pazienti potranno finalmente trovare una struttura con standard di accoglienza nettamente superiori rispetto alla situazione attuale ed essere valutati per l’accesso alle prestazioni di pronto soccorso secondo percorsi e modelli che tengono conto delle priorità in relazione alla maggiore o minore gravità dei casi.
I lavori per i nuovi locali del Pronto Soccorso sono stati finanziati con i fondi per l’emergenza urgenza (118) nonché con fondi dell’ASL per un ammontare complessivo di circa 400.000/€.
 
 
La Pediatria
Nell’ambito del più complessivo intervento di riqualificazione, messa a norma ed ammodernamento dell’Ospedale Ss. Annunziata di Taranto per un importo complessi di circa 5.000.000/€ finanziati con i fondi per l’edilizia sanitaria (art. 20 legge n.67/88), sono stati ultimati i lavori di ammodernamento e risistemazione della Struttura Complessa (Reparto) di Pediatria di Taranto che, comunque, già dalla fine dell’anno 2008 è oggetto di importanti cambiamenti.
In primo luogo, sono stati ultimati tutti i lavori di ristrutturazione previsti per il reparto. Le pareti delle stanze di degenza dei corridoi e degli ambulatori sono state disegnate con personaggi tipici dei cartoni animati dei bambini grazie ad un progetto realizzato in collaborazione con la scuola “Cabrini” ed il club “Inner Willy” di Taranto dal titolo “per volare occorono pensieri felici”. Grazie alla donazione di fondi da parte dell’associazione “Mister Sorriso” ogni stanza è stata dotata di un televisore LCD. Al Reparto, inoltre, è stata donata dall’ABIO (Associazione Bambini in Ospedale) una sala ludica adeguatamente allestita per rendere più serena l’ospedalizzazione. Inoltre, l’ABIO insieme ad una società di mutuo soccorso hanno donato al Reparto di Pediatria un uroflussometro per lo studio delle disfunzioni vescicali.
La Pediatria di Taranto ha consolidato nel tempo un modello di assistenza e supporto ai pazienti che vede come protagonisti sia gli operatori sanitari del Reparto sia le Associazioni di Volontariato con una serie di iniziative ed attività che portanola Struttura ad essere all’avanguardia per questo nuovo modello di cura dei piccoli pazienti.
 
Il Reparto, ad esempio:
 
-  ospita alcune associazioni di volontariato, tra cui Mister Sorriso ed ARCI ragazzi che, insieme all’ABIO ed all’Associazione Cittadinanza Attiva (Tribunale dei Diritti del Malato) operano costantemente per assicurare ai piccoli pazienti una degenza più “a misura di bambino”;
 
-  i volontari presenti quotidianamente in Reparto, forniscono un valido supporto psicologico per i piccoli degenti insieme ai quali quotidianamente realizzano attività ludiche ed educative per i bambini ricoverati e di informazione e sensibilizzazione per i loro genitori
 
-  essi sono di aiuto al personale sanitario del Reparto nelle attività di comunicazione e interazione con i bambini circa le procedure e gli strumenti che verranno utilizzati nelle cure ed assistendo i piccoli pazienti durante gli esami strumentali programmati;
 
Nel tempo sono stati anche attivati:
 
-  l’ambulatorio per lo screening ed il follow-up dei pazienti celiaci
 
-  altri ambulatori specialistici, tra cui: allergologia pediatrica, nefrologia pediatrica, endocrinologia pediatrica;
 
-  l’esecuzione autonoma di ecografia renale, ecocardiografia e da questo mese è stata avviata l’attività di ecografia toracica;
 
-  i ricoveri in regime di Day Hospital con occupazione media di 2 letti disponibili.
 
Ed i risultati hanno sin qui confermato questo nuovo modello di assistenza essendo assai percepibile la qualità ed il numero dei ricoveri oltre ad una serie di attività scientifiche collaterali che periodicamente vengono organizzate, tra cui il congresso nazionale annuale denominato “Giornate joniche di pediatria” giunto ormai alla IV edizione e tutta una serie di eventi e pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali.
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up