"Giù al Sud": Il nuovo album dei Terraròss

A seguito di un incontro a Roma tra Dominique Antonacci e Giuseppe De Santo, nel 2006 a Palagianello (TA), ha avuto inizio il percorso musicale dei Terraròss, suonatori e menestrelli della bassa Murgia con l'intento non solo di proporre della musica ma anche di a riscoprire e dare nuovo valore alle nostre tradizioni, a quella che era la cultura di un tempo andata ormai perduta.

Leggi tutto...

A cena con i panzerotti e i calzoni pugliesi

In questo episodio della rubrica "C'è Cibo Per tutti", contenitore di ricette per tutti e di tutti i tipi, rubrica per chi ama sperimentare e spunto per il nuovo traendo dal vecchio, vi illuestrerò una delle più gettonate e gustose ricette pugliesi o più in generale del Sud Italia: il panzerotto e/o il calzone (fritto e/o al forno) per una cena tradizionalmente innovativa con varianti vegetariane, vegan e gluten free (senza glutine).

Leggi tutto...

Halloween: usanza salentina

Forse Halloween non è del tutto una festa americana.
Basti ricordare che "Halloween" deriva da All Hallows'Eve o All Hallows Even (vigilia di ogni santo), e cosa c'è di più italiano se non una parola la cui etimologia è legata alla tradizione religiosa?

Leggi tutto...

La pizza napoletana approda a Taranto

Inizierà oggi 17 Settembre, il festival della pizza napoletana, presso la Rotonda a Taranto, la quale ospiterà una vera e propria pizzeria a cielo aperto, fruibile sino a Domenica 21.
Nella città dei due mari farà tappa il "Napoli Pizza Tour", un tour ideato interamente da pizzaioli napoletani uniti nell'associazione "Arte della pizza napoletana" con l'intento di far conoscere in tutta italia le loro specialità e tradizioni napoletane. Meta prescelta è stata anche la nostra bella Taranto che si appresterà a ospitare il "Taranto Pizza Village" che si svolgerà presso la Rotonda del lungomare.
Basteranno solo sei euro per poter gustare queste bontà napoletane assieme a una buona e fresca birra, una coppia classica e infallibile.
L'evento, nato grazie alla collaborazione fra il locale Confartigianato, il Comune di Taranto e la squadra partenopea, è stato creato non solo per far conoscere il nostro meraviglioso territorio tarantino ma anche - come comunica l'Assessore alle Attività Produttive del Comune di Taranto, Gionatan Scasciamacchia - per risollevare l'economia della città e le relative attività commerciali presenti in zona.
Accorrete in tanti!

Leggi tutto...

La tradizione dei "Sepolcri" ai tempi del fanatismo

"Sepolcro Imbiancato" deriva dal Vangelo e significa "ipocrita". Come un ipocrita cerca di sembrare migliore nascondendo la sua vera essenza, un sepolcro lo si imbianca per renderlo meno brutto ma è sempre un sepolcro, cioè nasconde qualcosa di corrotto e putrefatto. Gesù chiamava così i farisei che si dedicavano con cura alle pratiche esteriori del culto ma, in realtà, erano superbi, intolleranti , come tante persone che solo perchè si recano a messa tutti i giorni si sentono dei perfetti cristiani. Come duemila anni fa, Grottaglie oggi è ancora schiava della tradizione, una Grottaglie "farisea" si potrebbe dire. Uomini vestiti di bianco che camminano scalzi per la città, un volto di un penitente celato dietro la maschera dell' abitudine. Celebrare il giovedì santo non è solo riverenza. L' allestimento di un "sepolcro" varca, a mio parere, quel sottile confine che divide la fede dal fanatismo. Chiese stracolme, un giro lunghissimo per il paese, lo stupore della magnificenza, la paura dei bambini, il torpore dei vecchi che respirano santità (o credono), la linea di confine è sottile. Eppure la risposta arriva dal vangelo stesso. Dopo tre giorni il sepolcro si aprì. Si aprì. Cosa aspettiamo allora? Cosa aspetta la tradizione a farsi da parte? Il sepolcro era già vuoto duemila anni fa, ma per noi oggi è ancora chiuso. Ricordo quando da bambino andavo in giro per Grottaglie il giorno del giovedì santo, l' immagine è quella giusta, bisognerebbe provare a osservare la riverenza dagli occhi di un bambino. Si varca la soglia di una chiesa, il segno della croce ed una fila straziante per la vuota magnificenza. Un sepolcro imbiancato è sempre un sepolcro. Non era forse Matteo che riportava queste parole di Gesù che si era rivolto alla folla:
"Guai a voi, scribi e farisei ipocriti,che rassomigliate a sepolcri imbiancati:essi all'esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. Così anche voi apparite giusti all'esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d'ipocrisia e d'iniquità."
Ma la folla sono gli altri. No, la folla siamo noi. L' invito alla cittadinanza di Grottaglie dunque, per il giovedì santo e per la Pasqua è quello di cambiare. Abbandonate la tradizione, fate uno tentativo. Il macigno del sepolcro è pesante, ma con uno sforzo lo si può spostare. Dopo tre giorni Gesù risorse. Noi siamo umani e dopo duemila anni siamo ancora li

Leggi tutto...

Associazione Gente: le eccellenze grottagliesi di scena ad Albano Laziale

 

In continuità con il progetto di promozione delle eccellenze storiche, artistiche ed artigianali e dell’enogastronomia grottagliese, l’associazione Gente esporta il suo ormai consolidato pacchetto di eventi fuori dalla regione Puglia, approdando ad Albano Laziale ridente cittadina alle porte di Roma, nel cuore dei Castelli romani.
La kermesse tutta di marca grottagliese sarà ospitata in una struttura alberghiera notoriamente conosciuta per la sua cucina e la squisita accoglienza della sua proprietaria appartenente ad una famiglia di antiche tradizioni di albergatori. L’Hotel Miralago adagiato sulla collina prospiciente il lago di Albano, sarà dunque per 24 ore una eccellente vetrina espositiva per le bellezze,il folklore e le prelibatezze locali.
Con uno sforzo organizzativo non indifferente l'associazione muove il primo passo verso la esportazione di questa esperienza divulgativa che ha dato in parte già i primi frutti tangibili, concretizzando accordi di carattere economico tra alcuni dei partner commerciali e la struttura che ospiterà la manifestazione. Lo scopo di promuovere e valorizzare il prodotto Grottaglie pare abbia  così preso corpo ed in parte lo scopo che l’associazione Gente si prefiggeva sembrerebbe raggiunto. Si tratta ora però di consolidare l’obiettivo raggiunto, rafforzare l’azione promozionale, incidere con una presenza costante nel tessuto esterno alla città per diffondere le eccellenze grottagliesi ed aprirle a nuovi mercati per dare impulso alle economie locali.
Per fare ciò l'associazione vuole percorrere ancora la strada della collaborazione attiva con le amministrazioni locali, dando loro l’apporto delle nostre esperienze e chiedendo aiuti e collaborazioni attive perché il progetto possa crescere e svilupparsi. A tal proposito l’associazione ha chiesto ed ottenuto un sostegno dall’amministrazione comunale di Albano Laziale, oltre alla collaborazione della struttura ospitante.
"Proprio perché lo sforzo organizzativo richiederà un supporto economico notevole - comunica il Presidente dell'associazione, Francesco Blasi - la richiesta di collaborazione è stata estesa anche alle istituzioni locali grottagliesi e ad enti preposti allo sviluppo ed alla promozione del territorio come il Gal colline Joniche dai quali ci aspettiamo attenzione ed appoggio concreti. 
Il nutrito programma che esportiamo ad Albano comprenderà anche musica e folklore  e completerà  un idea di accoglienza tutta Grottagliese che vogliamo offrire ai potenziali turisti che vorranno venire a trovarci anche “fuori terra”.per assaporare le ns bonta’ culinarie,artistiche ed artigianali."
L’associazione Gente  invita tutti coloro che vorranno partecipare all’evento Laziale, anticipando che vi saranno sconti per il soggiorno in loco e trattamenti speciali per chi vorra’ venire ad assistere alla manifestazione. Maggiori dettagli sul sito web dell’associazione.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up