LAVORO: STEFÀNO (SEL), "DDL PER LOTTA A CAPORALATO IN ATTESA DELLA COMMISSIONE D'INCHIESTA"

  • Pubblicato in Economia

"La denuncia di Boeri purtroppo conferma la necessità di non perdere un giorno in più nella lotta al caporalato. Nell'attesa che il Senato si determini sulla istituzione della commissione d'inchiesta parlamentare, un disegno di legge può aiutarci ad aggredire lo schiavismo del terzo millennio". Lo scrive in una nota il senatore Dario Stefàno (Sel) per annunciare il ddl a sua firma per il contrasto al caporalato presentato in Senato, anche alla luce delle affermazioni preoccupanti del Presidente dell'Inps Tito Boeri sulla vasta illegalità particolarmente diffusa nel settore dell'agricolutura.

Leggi tutto...

TRIVELLE: STEFÀNO, "DEMOCRAZIA PER PORRE RIMEDIO A ERRORI"

  • Pubblicato in Politica

"L'esito del Consiglio Regionale esprime un valore forte, dimostra quanto la Puglia sia fortemente legata alla difesa del nostro mare". Sono le parole del senatore e coordinatore di Noi a Sinistra per la Puglia, Dario Stefàno a seguito della notizia del via libera, all'unanimità, del Consiglio Regionale pugliese ai questi referendari anti-trivelle.

Leggi tutto...

Stefàno (Sel): “Puglia, regina delle vacanze 2015 ma non ci sono più treni per raggiungerla, Trenitalia trovi una soluzione”

Lettera di Stefàno (Sel) al ministro dei Trasporti, al Presidente ed all'amministratore delegato di Trenitalia  circa i disagi creatisi per raggiungere la Puglia utilizzanto il treno come mezzo, riportando la notizia, più volte ripresa dai quotidiani locali del Salento, delle rilevanti difficoltà causate dall'esaurimento dei posti messi a disposizione.

"Perché a chi raggiunge la Puglia, e a chi decide di venirci in vacanza o per tornare a casa, è negata la possibilità di farlo in treno? Ci sono motivazioni precise dietro alla scelta di non aggiungere convogli in questo periodo in cui la Puglia è presa d'assalto dai turisti?".

"Si tratta – scrive Stefàno - di un disagio di dimensioni ed effetti rilevanti, considerata l'importanza e l'investimento che di fatto il turismo ricopre in Puglia, proclamata a più voci regina delle vacanze 2015 quale destinazione turistica, oltre ad essere un'insopportabile lesione di un servizio universale".

"Ho difficoltà a comprendere i motivi per i quali non sono stati introdotti convogli speciali, che in occasione delle festività e delle ferie, consentono agli studenti, ai lavoratori fuori sede e ai turisti di raggiungere il Tacco d'Italia. Mi rimangono oscuri i nodi sulla mancata decisione di investire, anche solo per determinati periodi, su quella che attualmente sarebbe una "tratta positiva", scelta diametralmente opposta a quanto è stato fatto dalla Regione, ad esempio, incrementando il traffico aereo degli aeroporti di Bari e Brindisi".

"E' possibile – le richieste di Stefàno - conoscere le considerazioni maturate da Trenitalia e dal Ministero di fronte a tali fatti? E, soprattutto, sono previste iniziative per superare questa sgradevole impasse che sta producendo anche numerose controversie di natura legale?"

"E' assurdo - conclude Stefàno – che l'unica opzione per i turisti o semplici passeggeri sia la scelta rassegnata di essere multati a bordo del treno pur di andare in vacanza o per fare ritorno a casa".

Leggi tutto...

Morte del bracciante agricolo a Nardò, Stefàno (SEL): "La lotta al caporalato ci vede ancora perdenti"

"La lotta al capolarato è una delle grandi sfide della Puglia, che per ora ci vede ancora perdenti. La morte del giovane sudanese nelle campagne assolate di Nardò ce lo ricorda impietosamente". È il commento del senatore Dario Stefàno alla notizia della morte del bracciante stroncato da un malore durante la raccolta dei pomodori nelle campagne tra Nardò e Porto Cesareo.

Leggi tutto...

Stefàno (Sel), "Latte in polvere nei formaggi? C'è l'ombra del TTIP. Made in Italy a rischio, Governo invochi principio di sovranità alimentare"

"No al tentativo europeo di deregolamentare il nostro ordinamento a scapito delle produzioni di qualità del lattiero-caseario che utilizzano latte "vero" e non latte in polvere, concentrato o ricostituito per la produzione di formaggi, così come vorrebbe l'Europa. Il ministro come intende evitare che ciò accada? Il Governo invochi il principio di sovranità alimentare, sicurezza alimentare e di precauzione per scongiurare che questa alchimia giuridica lobbistica si traduca in realtà ordinamentale".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up