Opere di Gaspare Mastro e Gennaro Orazio nel calendario 2012 del Comune di Grottaglie

  • Pubblicato in Sociale

E' stato presentato a Palazzo De Felice il calendario 2012 del Comune di Grottaglie. L'evento si è svolto alla presenza del Sindaco di Grottaglie Ciro Alabrese, del Parroco della Chiesa Madre Don Eligio Grimaldi, Presidente della Cooperativa Domus, Direttore della Casa di Riposo "San Francesco de Geronimo" Franco Fiore e degli artisti Gaspare Mastro e Gennaro Orazio.

Proprio a questi ultimi è andato il compito di arricchire, con le proprie opere, i mesi del nuovo calendario incentrato sulla famiglia; un tema non casuale dal momento che la realizzazione dello stesso è avvenuta anche grazie al contributo della Cooperativa Sociale Domus, che gestisce il servizio della casa per gli anziani della città di Grottaglie.

Proprio agli anziani, presenti in molte delle tavole del calendario, è andato il pensiero rivolto dal Sindaco Alabrese ai presenti. "Ho voluto fortemente che il tema di questo calendario fosse la famiglia - ha detto - perché è solo in essa che troviamo il conforto e la forza per affrontare in maniera degna e serena le sfide che la vita ci pone quotidiamente. E gli anziani sono, in tal senso, i custodi di quella saggezza e di quella storia necessarie a costruire il futuro. Non vi è prospettiva per chi dimentica e non valorizza il proprio passato."

A quello del Primo Cittadino sono seguiti gli interventi dei responsabili della Cooperativa Domus e dei due artisti, Gaspare Mastro e Gennaro Orazio, che hanno entrambi ringraziato l'Amministrazione Comunale per l'occasione offerta, descrivendo l'aderenza di alcune opere al tema prescelto.

Da Don Eligio Grimaldi, Parroco della Chiesa Madre, è arrivato invece l'invito "a vivere la propria famiglia nel modo più profondo e importante, dal momento che proprio vicino al focolare e agli affetti si costruisce la prima, piccola chiesa della vita."

Al termine della serata è stata donata ai cittadini parte dei calendari, la cui distribuzione continuerà, fino ad esaurimento, presso l'ufficio di accoglienza turistica del Castello Episcopio.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up