Maurizio Baccaro, SEL: No ad allenza con Forza Italia

"Se il PD tarantino continua imperterrito e perseguire la politica dell'alleanza con Forza Italia, accettando gli incarichi per il governo della Provincia da parte di Tamburrano, smentirà tutto quello che ha detto Michele Emiliano durante  la campagna per le primarie. A questo punto chiediamo l'intervento definitivo del Segretario regionale del PD, prima che i dirigenti tarantini del suo Partito screditino definitivamente tutto il centrosinistra e il suo candidato Presidente alle prossime elezioni regionali". Queste le dichiarazioni di Maurizio Baccaro, coordinatore provinciale di SEL Taranto.

Le parti coinvolte possono, ovviamente, esercitare il diritto di replica (ndr).

Leggi tutto...

Galiandro (SEL): "Una nuova tassa partorita da questa giunta"

«Il 3 luglio scorso, la Giunta Comunale capeggiata dal Sindaco Ciro Alabrese ha approvato una delibera (la N.273 del 2014) con la quale è stato introdotto l'obbligo della corresponsione di 500 euro giornaliere per il servizio di pulizia relativo a "manifestazioni caratterizzate da attività di pubblico spettacolo e di somministrazione di alimenti e bevande, che si svolgono su aree pubbliche".

Leggi tutto...

Nomina degli scrutatori nei seggi. La proposta di Liuzzi di SEL

  • Pubblicato in Politica

 

Le elezioni politiche si avvicinano e a breve, anche il comune di Grottaglie, dovrà procedere alla nomina degli scrutatori nei seggi. Premesso, ad onor del vero, che a Grottaglie si preferisce il sorteggio informatico, alla nomine diretta e discrezionale degli scrutatori, da parte della Commissione Elettorale (L. 270/2005),  sulle modalità di selezione  il consigliere comunale di SEL, Mauro Liuzzi, propone di procedere alla loro designazione affermando un principio di  priorità a giovani studenti, disoccupati e garantendo equilibrio di genere.
Non è una novità, nulla di rivoluzionario. È da tanti avvertita l'importanza di affermare anche in passaggi come questo il valore della trasparenza eliminando ogni minimo sospetto di disparità trattamento.
Di seguito la richiesta presentata comune lunedì 14 gennaio:
Oggetto: Metodo di selezione degli scrutatori (proposta di modifica)
 
Il sottoscritto, Mauro LIUZZI, chiede una discussione urgente per inserire e/o modificare il regolamento per la selezione degli scrutatori, inserendo una serie di clausole tese a riconoscere la parità di genere e permettere a categorie sociale più deboli (giovani, disoccupati, inoccupati, studenti) la garanzia di selezione.
Ad esempio, per un seggio formato da 4 scrutatori si potrebbe pensare ad una soluzione che preveda la composizione divisa tra 2 uomini e 2 donne, destinando 2 posti ai più giovani e meno esperti.
Il tutto sarebbe facilitato dalla gestione informatica dell’ elenco, allontanerebbe i soliti sospetti,cavalcati dall’ antipolitica, di sorteggi pilotati garantendo un metodo più democratico e trasparente nella selezione.
Considerati i tempi strettissimi, vi invito a prendere seriamente in considerazione la mia proposta, proponendo una celere e proficua discussione sul tema.
Leggi tutto...

Mazza: "Variazione di bilancio...e vissero tutti felici e contenti"

 

Una nota del consigliere Patrizio Mazza (Idv): "Ieri in Regione offerte come all’asta dei misteri della settimana santa perché il Pd e Sel hanno ottenuto regalie per fondazioni, chiese, cupole, asili, campi sportivi, a momenti mancava lo stanziamento per il centro benessere, il tutto secondo una prassi enigmatica capace di accontentare solo gli accreditati all’asta.
Diecimila, quaranta, sessanta, centoventi mila euro ma anche oltre, a seconda dell’importanza del comune da cui proveniva la richiesta di finanziamento ma soprattutto in base all’influenza goduta dal politico sostenitore della elargizione extra, fautore di compromesso. Se inizialmente l’apparato delle aggiudicazioni sembrava sventato con la minaccia che il governo potesse andare in minoranza, si è poi assistito agli aggiustamenti al fine di non suscitare indignazione generale e pertanto rilevo che: non è vero che i soldi non ci sono, semmai non ci sono per molte cose.
Accade, infatti, che se la richiesta proviene da una certa voce che abbia un’ accreditata appartenenza politica, tipo i partiti maggiori, i soldi si trovano, e sinceramente se questo è un modo di dover intendere la politica quanto è accaduto mette amarezza, ed ancor più mi spinge a credere che il mio ideale di politica ha connotati diversi dalla spartizione di potere e regalie con relativi compromessi
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up