Ordinanza del Sindaco: "Scuole chiuse anche mercoledì 11 gennaio"

  • Pubblicato in Cronaca

Alle ore 15:00 si sono riuniti tutti i componenti e i responsabili delle funzioni del C.O.C (Centro Operativo Comunale).

Sentiti i Dirigenti Scolastici dei vari istituti del territorio e considerato l'elevato numero di pendolari (studenti, personale docente e non), in via cautelativa il Sindaco di Grottaglie ha emanato ordinanza n. 10 del 10.01.2017 che

STABILISCE

la chiusura di tutte le scuole cittadine di ogni ordine e grado, pubbliche e private, e degli asili nido per il giorno mercoledì 11 gennaio 2017.

Leggi tutto...

Chiusura scuole a Grottaglie

  • Pubblicato in Cronaca

Viste le basse temperature previste e l'elevata probabilità di precipitazioni nevose con conseguente formazione di ghiaccio, in via cautelativa e a tutela della privata e pubblica incolumità, il Sindaco di Grottaglie, Ciro D'Alò ha emanato ordinanza (n. 7 del 08.01.2017 Prot. n. 394) che dispone la chiusura di tutte le scuole cittadine di ogni ordine e grado, pubbliche e private, e degli asili nido per i giorni lunedì 9 gennaio e martedì 10 gennaio 2017. Il C.O.C. (Centro Operativo Comunale) continua a monitorare costantemente la situazione in città.

Nel pomeriggio la Polizia Municipale renderà noto alla cittadinanza la presente ordinanza.

Leggi tutto...

La parola a uno studente del Liceo Artistico

"Martedì 1 dicembre 2015, dopo aver raggiunto le nostre aule abbiamo misurato le temperature e, vedendo che non erano a regola, siamo usciti nei corridoi e nel cortile per far sentire il nostro malcontento. La legge 23/1996 sui requisiti delle scuole prevede che la temperatura nelle classi deve essere di 20 gradi centigradi mentre il nostro liceo è sprovvisto di gasolio. In altre scuole gli impianti ci sono, ma non funzionano per mancanza di manutenzione. Abbiamo scioperato dal 1 al 5 dicembre scorsi e non ci arrendiamo. Perciò, giovedì 17 dicembre 2015, andremo alla sede della Provincia, a Taranto, per farci sentire ancora! Non ci arrendiamo se il riscaldamento non abbiamo e, fino alla fine, cercheremo di rompere questo ghiaccio. Speriamo che questa volta ci ascoltino".

Da comunicato di Catalin Zinzanella, classe 5C Grafica a.s. 2015/16 Liceo Artistico Statale "V. Calò" Grottaglie.

Leggi tutto...

Scuola: Stefàno, "Altro che belle, le scuole sono abbandonate, insieme ai lavoratori"

"Che fine ha fatto il progetto "Scuole belle"? E che ne sarà dei duemila operatori exLsu Ata coinvolti? Saranno sospesi e non retribuiti? Verranno mai realizzati i lavori di mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili scolastici?". A chiederlo è il senatore Dario Stefàno in un'interrogazione al Ministro dell'istruzione Giannini, con la quale sottolinea la necessità di conoscere i motivi dello stallo del progetto, ma anche se vi è la possibilità di riattivarlo, superando possibilmente il problema della modalità e, dunque, dei ritardi con cui le risorse vengono stanziate.

Leggi tutto...

Scuole aperte domani a Grottaglie

In molti ci state scrivendo per chiederci se domani a Grottaglie le scuole sono aperte, e ci dispiace comunicare a chi domani ha compito in classe che tutti gli istituti scolastici della città delle ceramiche sono regolarmente aperti. Nonostante l'allerta meteo prevista per la Regione Puglia a Grottaglie è prevista pioggia mista a neve per questa notte, ma per la giornata di domani solo nubi sparse o al massimo qualche debole precipitazione nevosa.

Leggi tutto...

Informazione contro l'ipertensione arteriosa nelle scuole

  • Pubblicato in Sociale

E' stato presentato nelle mattinate di lunedì e martedì ai ragazzi di tutte le seconde delle scuole medie superiori di Grottaglie(liceo classico e scientifico "G. Moscati", dell'istituto scolastico "Pertini/Don Milani" e del liceo artistico "V. Calò"), il progetto ministeriale triennale "Stili di Vita ed Ipertensione Arteriosa a Scuola".

Un progetto che gode della collaborazione tra il Ministero della Salute, la Usl 6 di Livorno, la Regione Toscana, l'Università Vita-Salute San Raffaele, dell'Università degli studi di Bari, del Dipartimento di Nefrologia dell'Università di Los Angeles - California, della città di Grottaglie, della Onlus Medici per San Ciro, del Rotary Club di Grottaglie e dell'associazione Koiné. Tre le città italiane interessate insieme a Livorno e Milano compare Grottaglie. Ideato dal dottor Roberto Bigazzi, direttore del Dipartimento di medicina clinica dell'Azienda USL 6 di Livorno, e dal dottor Stefano Bianchi, Responsabile dell'Area di Medicina con indirizzo specialistico cardio-nefro-diabetologico della stessa azienda sanitaria, il progetto è stato scelto dal Ministero della Salute per la salvaguardia delle malattie legate all'ipertensione arteriosa, prima causa di morte nel mondo. Lo studio si prefigge di studiare il legame che unisce la genetica, l'ipertensione arteriosa e gli stili di vita (alimentazione, fumo di sigarette e assunzione bevande alcooliche). Coinvolti nel progetto 433 ragazzi ed i loro rispettivi genitori i quali hanno seguito con attenzione le finalità del progetto, illustrate dal Dottor Bigazzi, il Dottor Bianchi, il Presidente di "Medici per San Ciro" Salvatore Lenti e il biologo Dottor Roberto Burano e, presto, compileranno un questionario anonimo sul proprio stile di vita. Novità di quest'anno sarà il prelievo di un campione di urine e di un campione di saliva, che verranno utilizzati esclusivamente per la ricerca sulle urine del sodio, del potassio e del rapporto microalbuminuria su creatinuria. Tutte le informazioni che emergeranno dallo studio che si effettuerà verranno messe a disposizione dei soggetti a rischio, coloro che sono predisposti all'ipertensione affinché vengano magari aiutati ad effettuare una diagnosi precoce ed a prevenire, con adeguato stile di vita, la malattia.

Leggi tutto...

Puglia: Progetto "Scuole belle"

Parte oggi, 21 luglio 2014, il Piano per l'Edilizia
scolastica con i primi interventi per rendere più funzionali e decorosi gli
edifici scolastici sparsi sul territorio nazionale.

Il Governo, infatti, ha previsto nel 2014 un finanziamento
di 150 milioni per rendere le scuole, belle.

Circa 23 milioni sono destinati alle 2.676 scuole pugliesi.
In provincia di Taranto le sedi interessate saranno 360.

Buon progetto.

Leggi tutto...

Museo della Ceramica: percorsi tematici e laboratori per le scuole

Tante proposte per educare al patrimonio attraverso un’esperienza attiva e diretta capace di creare situazioni di osservazione, sperimentazione e ricerca per incentivare nei più piccoli la curiosità, la sensibilità e la scoperta

Obiettivo del progetto, a cura della società Sistema Museo, è fare del Museo delle Ceramica di Grottaglie il primo momento educativo di un percorso di crescita culturale della comunità locale, attraverso percorsi tematici e laboratori pratici.
 
“La scuola  - spiega Sistema Museo, ideatore del progetto - è il pubblico prevalente al quale si rivolgono le nostre proposte didattiche; inoltre costituiscono il nostro potenziale pubblico tutti i soggetti in formazione, che non sono solo i ragazzi in età scolare, ma anche gli adulti che nell’arco della propria vita continuano a compiere un percorso di crescita e di apprendimento attraverso nuove esperienze (il cosiddetto lifelong learning). Siamo convinti che le attività del servizio educativo, insieme a quelle del curatore e dell’allestitore, siano lo strumento che rende possibile la comunicazione dei contenuti specifici del museo al pubblico: l’arte di saper mediare la cultura consiste, a nostro avviso, nel riuscire a trasformarla in discorsi adatti ai fruitori inesperti, favorendo una trasmissione di conoscenze e uno stimolo alla ricerca e all’approfondimento. La trasmissione culturale esige un coinvolgimento e per attivarla occorre che diventi esperienza reale e fattiva, con la creazione di un ambiente educativo e stimolante fatto di dialogo, sperimentazione, ricerca autonoma e lavoro di gruppo. La nostra proposta, dunque, si differenzia dall’approccio didascalico tipico della visita guidata e mira, invece, alla partecipazione attiva del destinatario”.
Particolare attenzione è stata rivolta alla collaborazione con i ceramisti del Quartiere delle ceramiche, luogo fisico di produzione e depositario della memoria storica e della cultura materiale di Grottaglie.
 
I percorsi tematici
Piuttosto che un’esperienza totale, questi percorsi si concentrano in una selezione degli oggetti esposti secondo un discorso coerente per facilitare un nuovo apprendimento o consolidarne altri. La visita si differenzia dalla consueta “lezione frontale” e favorisce, piuttosto, un dialogo sereno, ordinato e costruttivo con gli utenti. Per ogni percorso vengono elaborati specifici materiali, diversi a seconda della tipologia di pubblico, per guidarlo, inconsapevolmente, nell’esplorazione e comprensione degli oggetti esposti, per stimolare osservazioni e riflessioni, rielaborare e memorizzare conoscenze, consolidare concetti e contenuti.
“Museo della Ceramica e Castello Episcopio”: Un breve viaggio attraverso la storia dell’antico maniero svelerà il suo originale contenuto. Partendo dalla visita guidata al Museo della Ceramica, si prosegue alla volta del cuore della città antica, scoprendo chiese, palazzi e piazze simboli di Grottaglie. 
“Museo della Ceramica e Quartiere delle ceramiche”: Un’esperienza stimolante alla scoperta di un mondo che ha scandito per secoli la vita economica della città. Dopo aver visitato il Museo della Ceramica, che raccoglie significativi esempi della produzione locale antica e moderna, si osserveranno dal vivo le tipologie e le tecniche ceramiche che rivivono nelle botteghe dove i ceramisti lavorano quotidianamente in suggestivi ed antichi ambienti produttivi.
“Grottaglie ciocco-ceramica!”: Alla scoperta di una tradizione che si perde nei secoli. Iniziando dal Museo, la visita prosegue nel Quartiere delle ceramiche con la visita alle botteghe per arrivare alla fabbrica del cioccolato Bernardi Al termine è prevista la degustazione delle diverse tipologie di cioccolato prodotte. Questa visita guidata è realizzata in collaborazione con Bernardi Il Cioccolato.
 
Laboratori pratici di arte, tradizione, storia e archeologia
Operare in prima persona da soggetto attivo, diventando attore protagonisti: i partecipanti utilizzano i materiali, gli strumenti e i prodotti dell’ambiente per migliorare o accrescere le proprie conoscenze, capacità e abilità. Luogo indispensabile per il perseguimento degli obiettivi e delle finalità prefissate è l’aula didattica, appositamente allestita per stimolare le capacità sensoriali, visive e creative, che sfrutta le potenzialità della pratica manipolativa o comunicativa come strumento di conoscenza e le potenzialità del lavoro di gruppo e del dialogo come strumento della socializzazione. Particolare attenzione è stata rivolta alla collaborazione con i ceramisti del Quartiere delle ceramiche, luogo fisico di produzione e depositario della memoria storica e della cultura materiale di Grottaglie.
“Caccia al tesoro”:  Dopo un’introduzione sul castello che ospita il museo, i bambini divisi in due gruppi scopriranno attraverso immagini e filastrocche gli animali presenti nella decorazione dei manufatti, per poi cimentarsi nel disegno “dal vero” delle forme ceramiche.
“Ceramisti si diventa!”: I ragazzi sperimenteranno la tecnica del graffito e della maiolica, decorando un piatto alla maniera rinascimentale e reinterpretando i soggetti che sono presenti su alcuni pezzi all’interno del museo. Una volta cotto, il pezzo sarà spedito a scuola o ritirato personalmente dai docenti. 
“Realizza il tuo presepe”: A partire dalla visita della prima sezione del museo dedicato ai presepi della trentennale mostra-concorso, vengono illustrate le fasi di lavorazione dell’argilla per poi cimentarsi nella realizzazione di un personaggio del presepe che può essere un personaggio storico della Murgia, riproponendo l’ottocentesca maniera della rappresentazione di sé e della propria cultura materiale come autorappresentazione di un popolo, specchio del costume, dei riti e delle abitudini della gente di Puglia. Le storie dei personaggi inventati saranno raccolte in un libretto e le più originali saranno esposte nelle didascalie insieme al personaggio nella mostra del presepe in una sezione speciale dedicata ai laboratori del Museo della Ceramica.
“Uno zoo…di creta”: Il percorso guida i bambini all’osservazione di animali ed elementi zoomorfi presenti in alcune opere della collezione museale. Si analizzano forme, colori e dimensioni, stimolando i bambini ad una riflessione sulla funzione narrativa, decorativa e simbolica degli animali e soprattutto sulla distinzione tra immagini realistiche e figure fantastiche della tradizione iconografica. Ogni bambino sceglie l’animale da riprodurre, lo plasma con lo stampo e lo colora. 
“Prima del tornio”: il percorso nel museo pone l’attenzione sulle diverse forme ceramiche presenti mettendone in evidenza l’evoluzione delle forme e delle tecniche, anche con l’analisi di fonti scritte Saranno poi i ragazzi ad entrare in contatto con la materia, creando una propria forma ceramica.
“Il libro magico del Castello Episcopio”: Le storie raccontate dai personaggi che escono dall’intreccio di un misterioso libro ritrovato in un muro del castello sono gli spunti per approfondire i legami della città con la figura storica del vescovo e del principe. A partire dalle notizie storiche fornite dall’operatore, i ragazzi danno voce alle marionette che ritrovano con una caccia al tesoro negli ambienti visitabili.
 
Il programma dettagliato è reperibile visitando il sito www.sistemamuseo.it
 
 
Per informazioni e prenotazioni
Sistema Museo
Numero Verde 800.96.19.93 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00)
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up