Manduria: Omar Di Monopoli presenta "Aspettati l'inferno"

Domenica 27 Luglio a Manduria presso piazza Commestibili, verrà presentato il libro "Aspettati l'inferno" di Omar Di Monopoli, un'antologia di racconti edita da ISBN. La presentazione organizzata dal Movimento Giovani per Manduria, avrà inizio alle 21,00 e sarà lo scrittore in persona a presentare la sua ultima fatica letteraria.

Omar Di Monopoli ha precedentemente pubblicato "Uomoni e cani", "Ferro e fuoco" e "La legge di Fonzi", trilogia che lo ha reso famoso e apprezzato dalla critica. In"Aspettati l'inferno", Di Monopoli descrive la propria terra utilizzando diversi generi disseminati fra i vari racconti: horror, fantasy, fiction storica, avventura e tanti altri ancora. Il paese descritto nella raccolta è un'immensa periferia cresciuta all'ombra dell'abusivismo più bieco, impantanata tra la brutalità della mafia e i miasmi degli impianti siderurgici, popolata da gangster d'accatto, fattucchiere di provincia, pescatori albini, eremiti pazzoidi e persino giganteschi lombrichi mutanti. 

La serata verrà arricchita ulteriormente dall'attore Danilo De Summa (già in L'ispettore Coliandro, Fine pena mai e Il giovane Montalbano), dalla chitarra distorta di Ezio Scarciglia e da Loredana Ingrosso che porrà alcune domande allo scrittore.

Il movimento Giovani per Manduria attraverso l'organizzazione di questa presentazione letteraria offre un succoso anticipo della Notte dell'Arte, la kermesse artistico-culturale organizzata dal Movimento, che quest'anno giunge alla IV° edizione. I riflettori sul centro storico di Manduria si accenderanno il prossimo 10 Agosto, con eventi di vario genere e ospiti di rilievo.

Leggi tutto...

Terrazza Nardina: prosegue il cartellone estivo con il terzo appuntamento

Questa sera, martedì 15 Luglio, alle ore 20:30 avverrà il terzo appuntamento con gli eventi estivi offerti da Terrazza Nardina, contenitore culturale della bottega ceramica Kéramos in via Crispi 12/A – 14 a Grottaglie.

In seguito alla presentazione del libro "Naso alla francese" di Paolo Carriere e all'inaugurazione della mostra grafico-pittorica dello stesso artista (visitabile fino al 20 luglio), il cartellone estivo di "Terrazza Nardina...un anno dopo" prosegue con la proiezione fotografica di Vito Leone, "Il cielo sopra Berlino" e la presentazione del libro, "Berlino tutta la vita" di Sergio Pargoletti.
Protagonista della serata, della mostra fotografica e del libro sarà Berlino, una città in continua evoluzione, meta favorita per tanti giovani Italiani, considerata come un luogo in cui poter coltivare le proprie passioni, realizzare i propri sogni, la città in cui si svolgeranno le varie vicende del protagonista del romanzo di Sergio Pargoletti.
Un romanzo che parte proprio da Berlino per descrivere i turbamenti interiori di un quarantenne, attraverso un excursus fra l'amicizia e il sesso, fra la fede e la religione, fra i rimpianti e la nostalgia, fra la cultura e l'ideologia, fra la vita e la morte.

Gli appuntamenti estivi in Terrazza Nardina proseguiranno ancora il 25 Luglio, nella grotta, in cui verrà inaugurata la mostra fotografica tutta al femminile "Con gli occhi delle donne", donne fotografate da donne.


Il 26 Luglio, infine, Terrazza Nardina ospiterà la scrittrice, narratrice, drammaturga palermitana Beatrice Monroy, per la presentazione del suo libro "Niente ci fu" che ritrae una ragazza rivoluzionaria che diverrà uno tra gli esempi della lotta contro la violenza sulle donne.

 

Tutti gli appuntamenti dell'evento, "Terrazza Nardina...un anno dopo", patrocinati dal Comune di Grottaglie, sono fissati per le 20:30, in via Crispi 12/A - 14 con ingresso gratuito.

Leggi tutto...

Don Cosimo Occhibianco presenta "L'Insigne Collegiata di Grottaglie"

Il 14 Giugno è stata presentata presso la Chiesa Madre in Piazza Regina Margherita di Grottaglie, l'ultima opera letteraria di Don Cosimo Occhibianco intitolata "L'insigne Colleggiata di Grottaglie" dedicata al sacro tempio della città delle Ceramiche (Chiesa Matrice).

Anticamente la Chiesa Madre è stata una delle prime chiese ad aver segnato e cambiato la storia e la vita della cittadina; Don Cosimo Occhibianco non ha potuto far altro che illustrare, attraverso le tantissime notizie contenute nel volume, l'importanza che avesse all'epoca e che tutt'ora continua ad avere per l'Arcidiocesi Tarantina, per tutta la popolazione grottagliese e per la gente proveniente dai paesi circostanti.

Don Cosimo Occhibianco nato a Grottaglie nel 1927 ha da sempre dimostrato l'amore per la propria terra, le proprie tradizioni e soprattutto per il dialetto approfondito nelle svariate opere da lui composte.
Laureato e divenuto sacerdote inizia la sua carriera di scrittore pubblicando una raccolta di proverbi intitolata "Ccussì ticévunu li nanni nuésci" (1988) opera che ha riscosso grande successo a livello cittadino ampliandosi per tutto il terriorio pugliese. Prosegue la sua carriera con la pubblicazione di molteplici opere, tra cui: il dizionario grottagliese "Ccussì parlàvunu li nanni nuésci" (1992), la raccolta di indovinelli popolari "Ccussì ritévunu li nanni nuésci" (1994), la raccolta di preghiere "Ccussì prìavunu li nanni nuésci" (1998), il dizionario storico dei soprannomi grottagliesi "Ccussì si sintévunu li nanni nuésci" (2003), il dizionario del dialetto Grottagliese "Ccussì parlàvunu li nanni nuésci" (2003) continuando a scrivere ulteriori opere, fino a oggi con la pubblicazione della sua ultima opera che raccoglie studi, ricerche e curiosità antiche.

Quest'opera iniziata nel periodo giovanile, con la collaborazione del prof. Ciro Cafforio ha l'intento di render note tutte le possibili notizie sull'architettura della Insigne Collegiata (Chiesa Madre) e sulle opere d'arte presenti in essa.
Il volume di 188pp. è ricco di illustrazioni e foto antiche ritraenti le varie parti della chiesa: la facciata, l'interno, la sagrestia, le varie e antiche cappelle e infine l'atrio.
In appendice vi è una lista delle opere d'arte presenti nelle chiese grottagliesi sottratte o disperse nel tempo che hanno rappresentato il patrimonio artistico della città antica assieme a delle traduzioni in italiano delle lapidi situate nelle varie cappelle interne alle chiese o nei muri esterni.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up