“Cinema è Industria”: Il convegno che fa conoscere il cinema come nuova frontiera del lavoro

Il 21 e 22 novembre, a Taranto, presso il Relais Histò e laTenuta del Barco di Emèra, si terrà la 1^ edizione del convegno "CINEMA E' INDUSTRIA".
Il convegno, promosso dalla casa di produzione Sun Film srl, in collaborazione con gli imprenditori Cosimo Colomba e Nicola Donadio che hanno messo a disposizione le proprie strutture, per ospitare l'evento, intende far conoscere ai tarantini, una nuova INDUSTRIA per la città dell'Ilva, ossia il CINEMA che crea e da' lavoro.
La Sun Film srl, società con forte identità pugliese, ha deciso di scommettere sul nostro territorio, con un progetto industriale e culturale di forte impatto sulla terra di Puglia, al fine di rivalutare Taranto, rimasta indietro rispetto alle altre province pugliesi.
Per poter realizzare questo ambizioso progetto, la casa di produzione ha coinvolto le Istituzioni e gli imprenditori nazionali, che con piacere racconteranno dei vantaggi dell'Industria Cinematografica agli imprenditori e agli operatori locali.

Leggi tutto...

La BCC San Marzano di San Giuseppe in fase di crescita

La BCC San Marzano di San Marzano in netta crescita, nel primo semestre 2014, ha registrato un utile d'esercizio in crescita del 12,42% (pari a 3,713 milioni di euro) confermando il proprio trend di crescita e posizionamento sul territorio pugliese.
L'Istituto di credito Ionico ha compiuto in precedenza e compirà in futuro tanti passi da gigante, infatti, oltre ad acquisire nuove quote di mercato (con un saldo in crescita anche sul fronte della raccolta), ha rafforzato ulteriormente il proprio patrimonio, che supera i 43 milioni di euro. Sul fronte delle masse amministrate, poco meno di 700 milioni di euro, la raccolta segna un importante +4,15%, che tradotto vuol dire: 445,813 milioni di euro (nel corso dello stesso periodo – gennaio-giugno – del 2013 pari a 428,053 milioni di euro); mentre gli impieghi si attestano a 210 milioni (-2,30%).

«Alla luce dei dati che hanno visto migliorare notevolmente l'utile netto, la lieve flessione degli impieghi e l'ulteriore crescita della raccolta, - dice Emanuele di Palma, Direttore Generale della BCC - possiamo dire che continua il consolidamento patrimoniale della Banca sia pure in una situazione difficile, caratterizzata da una preoccupante carenza di investimenti produttivi da parte delle imprese e a una stagnazione del mercato immobiliare. Nonostante ciò, la BCC San Marzano di San Giuseppe continua a svolgere la propria funzione di Banca radicata nel territorio. Nostro compito, è quello di assecondare le speranze capaci di ridare al sistema produttivo e alle famiglie, quell'inversione di tendenza da tempo auspicata, ma adesso ineludibile».
«La semestrale 2014 – comunica il Presidente Francesco Cavallo conferma la visione strategica della gestione dell'Istituto. Probabilmente la nostra area geografica sta vivendo in questi mesi il picco più alto della fase di recessione che ha accompagnato gli ultimi anni. In questo modo come Banca locale puntiamo tenere bilanciati gli equilibri della sana gestione con risultati eccellenti sotto il profilo della patrimonializzazione, a rafforzare ulteriormente il clima di fiducia sempre più saldo con i risparmiatori e a sostenere, laddove necessario e richiesto, progetti e opportunità capaci di contribuire a rimettere in moto l'economia locale».
Trascorso il primo semestre, per la BCC San Marzano di San Giuseppe si prospetta un secondo semestre intenso come non mai. Impegnata in nuovi progetti, sosterrà l'economia reale, con azioni concrete, come "Operazione Ripresa" (varata alla vigilia dell'estate insieme a Interfidi in favore delle piccole e medie imprese artigianali) e svillupandosi in campo informatico, investirà in innovazione tecnologica. Infatti, è pronta per l'inaugurazione la filiale intelligente, realizzata a San Marzano di San Giuseppe e il varo di ulteriori progetti tesi a rendere sempre più competitiva e al passo con i tempi la Banca locale.

Leggi tutto...

BCC San Marzano di San Giuseppe: prosegue "L'Angolo della Conversazione" con Angelo Mellone

Continuano, a ritmo serrato, gli appuntamenti culturali promossi da Yachting Club e BCC San Marzano di San Giuseppe. Ospite de L'Angolo della Conversazione, martedì 5 agosto (ore 21,30 – ingresso gratuito) sarà lo scrittore tarantino, Angelo Mellone, che presenterà il suo ultimo libro "Meridione a rotaia" (Marsilio). L'iniziativa rientra nel cartellone di "Una banca e una Spiaggia differenti" che propone incontri ravvicinati con autori, registi, attori e scrittori, per creare un momento di aggregazione all'insegna della cultura.

Lo scrittore, Angelo Mellone, conclude la sua trilogia lirica sul Meridione italiano, ritornando nella propria terra, che è stata abbandonata anni prima con rabbia e dolore. "Meridione a rotaia" è un ritorno compiuto con il mezzo che più associamo al viaggio: il treno. Attraverso questo sono partiti tanti emigrati meridionali, con carrozze di treni locali scassati, regionali in perenne ritardo. L'autore fa macchina indietro e, da Roma arriva a Taranto. In questo viaggio si alternano situazioni grottesche, aneddoti, ricordi, memorie dolorose, persino una pagina dedicata ai fanti meridionali mandati al massacro nella Prima Guerra Mondiale. Tutte queste pagine, che Mellone ci regala con lo stile consueto delle sue "orazioni civile", accostano il tema tradizionale del ritorno a quello, nuovo per l'autore, di una riflessione sull'amore, che viaggia a ritroso attraverso due figure femminili e una singolare disquisizione sui tacchi. Dunque, se l'amore è contesto, radici, terra, e «Meridione tiene sempre i piedi per terra», per trovare amore autentico a Sud bisogna tornare. Accade proprio questo, Meridione a rotaia, scorribande tra paesini, locomotori diesel, vagoni stipati di varia umanità, stazioni metropolitane e stazioncine di montagna. Offrendo, alla fine, un affresco di meridionalità divertente,surreale, commuovente.

Angelo Mellone, nato a Taranto nel 1973, è giornalista, scrittore e dirigente del pomeriggio di Rai Uno. È stato editorialista e inviato di politica, cultura e costume per numerosi quotidiani nazionali. Autore e conduttore di programmi radiofonici e televisivi. Ha conseguito il dottorato in sociologia della comunicazione all'Università di Firenze e insegna Comunicazione politica presso la Scuola di giornalismo della Luiss «Guido Carli» di Roma.

Ha pubblicato diversi saggi di analisi dei partiti e di comunicazione politica su riviste italiane e internazionali, tra cui il più recente "Dopo la propaganda" (2008), ma anche un racconto su Rino Gaetano apparso nell'antologia "Vite ribelli" (2007). I suoi scritti più recenti sono Il domani appartiene al Noi. Centocinquanta passi per uscire dal presentismo (con F. Eichberg, 2011), Addio al Sud. Un comizio furioso del disamore (2012) e, con Marsilio, AcciaioMare. Il canto dell'industria che muore" (2013), due "orazioni civile" da cui sono state ricavate performance multimediali per il teatro. Attualmente sta scrivendo il suo primo romanzo, o almeno così dice da un paio d'anni.

Leggi tutto...

Presentata "Una Banca e una Spiaggia Differenti per un'Estate Diversa"‏

Ai nastri di partenza, in Puglia, l'edizione 2014 del progetto "Una Banca e una Spiaggia differenti per un'estate diversa". A promuoverlo, sulla scorta del successo della prima edizione, la BCC di San Marzano di San Giuseppe e lo Yachting Club che confermano un cartellone poliedrico e ricco di appuntamenti diversi per caratura, ma caratterizzati – confermando lo spirito della passata edizione - da un comune filo conduttore: cultura e sociale.

Leggi tutto...

BCC San Marzano: un 2011 positivo, nonostante la crisi economica

  • Pubblicato in Economia

 

La BCC San Marzano di San Giuseppe chiude con dati particolarmente positivi un 2011 particolarmente controverso per il sistema bancario. 
Lo stato di crisi generale dell’economia reale, amplificato da una recessione locale intensa e cronica, ha rimandato al 2012 migliori aspettative globali. 
In ambito locale, però, la Banca ionica, ha confermato il proprio trend di crescita e rafforzato il proprio sostegno al territorio. Lo dicono i numeri di una performance che rimarca in maniera forte il senso dell’appartenenza. 
Nello specifico, gli impieghi, cioè a le risorse messe a disposizione di famiglie e imprese, che in un anno difficile, la BCC San Marzano di San Giuseppe non ha fatto mancare alla sua area, potenziando l’erogazione del credito fino a segnare un lusinghiero +8% sull’esercizio precedente (224 milioni 486 mila euro). 
E’ un dato che dimostra come la Banca abbia premuto sull’acceleratore del sostegno in maniera decisa. Segnale colto e ripagato dai risparmiatori che hanno rafforzato la propria fiducia nella Banca locale tanto da far attestare la raccolta complessiva ad un significativo +4% (387 milioni 593 mila euro) con un saldo positivo tanto alla raccolta diretta quanto all’indiretta.   
Positivo anche il dato riveniente dall’utile presunto che si conferma agli stessi livelli dello scorso anno: oltre un milione di euro. 
Il consuntivo 2011 consegna al giudizio dei risparmiatori una Banca solida, con circa 35 milioni di euro di patrimonio e 583 milioni (+5%) di masse amministrate.
«Nei dati – dice il Presidente Francesco Cavallo - è sintetizzata la nostra cultura d’impresa. Grazie ad un’attenta politica manageriale, capace di leggere le evoluzioni degli scenari globali e le attese dell’area di riferimento, abbiamo segnato un nuovo positivo traguardo nella nostra storia. Siamo convinti che tante piccole buone pratiche, a tutti i livelli, possano contribuire a segnare un’inversione di tendenza della fase recessiva. Ma occorre oculatezza e volontà. Elementi imprescindibili per affrontare le future sfide».
Per il Direttore Generale, Emanuele di Palma: «Il 2011, pur nella sua complessità, ha evidenziato il radicamento della nostra Banca sul territorio. Clienti e soci, hanno infatti premiato le attività svolte nell’anno al fine di non far mancare le risorse finanziarie alle famiglie e alle imprese. Gli impieghi sono infatti cresciuti di un significativo 8%. Anche la nostra storica vicinanza al risparmiatore ha prodotto un lusinghiero risultato, l’incremento del 4% della raccolta complessiva della Banca. Sono dati che confermano la simbiosi della BCC di San Marzano di San Giuseppe con il territorio d’appartenenza, nel quale raccoglie e impiega le disponibilità messe a disposizione da chi da decenni crede in lei e che oggi, rispetto alla fase recessiva, svolge appieno una sua funzione anticiclica».
Anche il 2012, che si prevede in contrazione dal punto di vista economico per il Paese, vedrà la Banca impegnata a sostenere il territorio e creare sinergie con associazioni, autorità e istituzioni per massimizzare le risorse e le potenzialità dell’area ionica.
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up