La Ryanair "scopre" l'aeroporto di Grottaglie

"Grottaglie? Perché in Puglia c'è un altro aeroporto oltre a Bari e Brindisi?" . Con queste scioccanti parole che mostrano meraviglia il sales & marketing manager per l'Italia, Croazia e Grecia della Ryanair, nota compagnia low-cost irlandese, John Alborante, risponde alla richiesta di voler prendere in considerazione e di sviluppare i traffici anche dell'aeroporto "Arlotta". Pare infatti che, Aeroporti di Puglia e l'attuale Presidente della Regione Nichi Vendola non si siano preoccupati di "sponsorizzare" più di tanto gli aeroporti di Foggia e
Grottaglie, sebbene quest'ultimo abbia una pista di 3 mila metri, la più lunga della Regione Puglia. Questo, non solo a danno del turismo, dell'industria e del commercio, ma soprattutto dell'economia in quanto, gli scali citati producono quotidianamente costi che non vengono ammortizzati. Il probabile candidato governatore di centrosinistra Michele Emiliano, in merito alla questione, ha annunciato che cercherà di fare in modo che anche questi due aeroporti pugliesi siano presto utilizzati per i voli. La Ryanair, che, pur di sviluppare il traffico, cerca anche vecchi scali dismessi da ammodernare (come è avvenuto per lo scalo di Crotone, modificato per renderlo conforme agli standards della società irlandese) pare avere un interesse reale verso il nostro aeroporto. Vedremo se saranno reali, anche le ennesime promesse dei politici.

Leggi tutto...

Donatelli (Pd): Chi non vuole Ryanair a Grottaglie?

  • Pubblicato in Economia

 

Ritirato in consiglio regionale un emendamento presentato dai consiglieri Alfredo Cervellera, Francesco Laddomada, Patrizio Mazza, Michele Mazzarano, Donato Pentassuglia che prevedeva lo stanziamento di un milione di euro da destinare al trasporto cargo per l’aeroporto di Taranto-Grottaglie e alla compagnia Ryanair per l’attivazione di voli passeggeri.

Una circostanza che lascia quantomeno perplessi e che stimola il consigliere comunale del Pd Francesco Donatelli, a porre queste riflessione.

"Spero di sbagliarmi - sostiene Donatelli -  ma penso che, ancora una volta, stanno per fregarci. Di sicuro, con il ritiro dell’emendamento presentato dai consiglieri regionali Alfredo Cervellera, Francesco Laddomada, Patrizio Mazza, Michele Mazzarano, Donato Pentassuglia, abbiamo perso un milione di euro da destinare al trasporto cargo per l’aeroporto di Taranto-Grottaglie e alla compagnia Ryanair per l’attivazione di voli passeggeri. Aspettiamo il 25 gennaio per vedere quale piano di sviluppo strategico sarà presentato per l’"Arlotta” di Grottaglie. Logica vorrebbe che fosse in linea con l'appello che ho rivolto il 16 dicembre scorso ai consiglieri regionali tarantini a dare seguito agli impegni sottoscritti con il Protocollo d’Intesa del 2009 e a procedere con la redazione ed approvazione del “Piano di Sviluppo Aeroportuale dell'Aeroporto di Taranto-Grottaglie”. Un Piano che prevede l’individuazione delle aree, adiacenti la pista, in cui è previsto lo sviluppo delle attività sia cargo che passeggeri con i relativi collegamenti viario e ferroviario, oltre all’insediamento di industrie aeronautiche."

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up