Storie di passione e intrighi nel lontano Medioevo

 

A dispetto di chi sostiene che le "marachelle" amorose siano una prerogativa del nostro secolo, si sbaglia.
Amori, intrighi, ingiustizie di un’epoca, lontana da noi, il Medioevo. 
I pro e i contro che si scatenarono attorno all’imponente e modernissima personalità di Federico di Hoenstaufen,  raccontati dai protagonisti.
Omaggiando il grande Raffaele Nigro, la "Favola di un’imperatrice per qualche giorno, di un imperatore inquieto e di un principe che non ebbe fortuna",  è il titolo della serata che si terrà sabato 2 giugno nell’atrio del Castello Episcopio di Grottaglie. 
Un titolo che anticipa i destini e le atmosfere. 
Un atto unico di Raffaele Nigro messo in scena da Alfredo Traversa, Bianca Lancia (Tiziana Risolo), Federico II (Roberto Burano), il loro figlio Manfredi (Salvatore Scatigna), come presenze da un passato non così tanto lontano.
Tre personaggi realmente esistiti ai quali la fantasia dell’autore ne ha aggiunto un quarto, il falconiere (Alfredo Traversa), la spia mandata dal Papa, l’infiltrato a corte che tenta di testimoniare l’eresia del re.  
Tra una monologo e l’altro, l’attualità di quel che fu l’epoca federiciana, sarà sottolineata dalle musiche dal vivo di MaKsim Cristan, Daria e Francesco Spada.
Una serata, alla quale sarà presente l’autore, lo scrittore e giornalista RAI Raffaele Nigro. 
L’appuntamento è organizzato da la Koinè culturale “G. Battista” di Grottaglie e dal Teatro della Fede con il patrocinio del Comune, della BCC di San Marzano di San Giuseppe e del Lions club di Grottaglie. 
Le scene sono di Antonio Caramia. 
Luci ed effetti sonori di Ciro Lupo.
Si inizia alle 21. 
L’ingresso è libero.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up