Lotteria Italia: tutti i biglietti vincenti! Taranto abbandonata dalla fortuna

  • Pubblicato in Sociale

La befana della Lotteria Italia quest'anno ha disilluso gli abitanti di Taranto e provincia. Tra la moltitudine di premi distribuiti il più vicino a noi è stato vinto a Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi. Nulla vieta che qualche fortunato viaggiatore abbia comprato uno dei biglietti vincenti durante un viaggio di lavoro o piacere, ragion per cui vi riproponiamo tutti i biglietti estratti di seguito. Buona Fortuna!

Leggi tutto...

"AVAST!" gli studenti tarantini, e non solo, si mobilitano per i loro diritti

"La popolazione studentesca, dopo aver pazientemente aspettato dal 15 Novembre le forniture di gasolio per attivare i riscaldamenti, che ancora ad oggi ancora non sono pervenute, e soprattutto dopo aver notato la superficiale presa di posizione da parte della Provincia di Taranto rispetto al problema che impedisce di fatto il regolare svolgimento delle attività scolastiche in ambiente idoneo, ha indetto una mobilitazione studentesca il giorno 17/12/2015 per rivendicare l'importanza di seguire le lezioni, le attività extracurriculari e i laboratori di approfondimento in un ambiente sicuro e salutare."

Leggi tutto...

Estetiste e lavoro nero: la protesta continua

Giunto in redazione un comunicato stampa firmato Confartigianato e riguardante la protesta messa in atto dalle estetiste professioniste della provincia ionica contro il lavoro nero.
Nella nota, emessa a seguito del sit-in svoltosi stamani presso la Prefettura di Taranto, si legge: "Con l'azione di oggi abbiamo voluto ricordare al Prefetto che già dallo scorso luglio l'Associazione ha inoltrato un esposto denuncia alla Guardia di Finanza, all'Agenzia delle Entrate, alla ASL di Taranto ed a tutti i Sindaci della provincia ionica con il quale si espimeva tutto il disagio e la difficoltà con cui gli operatori regolari dell'estetica sono costretti a lavorare, aggrediti dal dilagare incontrollato del lavoro nero ed abusivo. Nello stesso esposto furono riportati gli estremi di decine di operatori in nero per i quali si sollecitava un tempestivo intervento da parte degli organi di controllo. Ad ottobre scorso interessammo il Prefetto di Taranto con una nota particolareggiata sulla situazione della categoria senza purtroppo aver ricevuto riscontro. Oggi abbiamo avuto la soddisfazione di essere ricevuti in Prefettura ed aver potuto spiegare la complessità della situazione stessa, l'impegno di Confartigianato e la determinazione ad andare avanti da parte delle estetiste regolari, confermando la massima stima e fiducia nei confronti di tutte le istituzioni preposte al controllo, alle quali si chiede soltanto maggiore tempestività ed attenzione nei confronti di questo delinquere che intacca non poco la professionalità e la dignità dell'estetista che continua a fare impresa."
Ma è davvero questa la strada da intraprendere per fare impresa?
Non può valutarsi anche per questo settore l'idea di un "consorzio" in cui il comune interesse per l'estetica e per il fare impresa possa tradursi in un'offerta ricca di servizi di qualità a prezzi più bassi?
Il lavoro nero è un male che va combattuto se vogliamo garantire ai nostri giovani un futuro dignitoso ma siamo sicuri che "riportare gli estremi degli operatori irregolari" sia la soluzione più adatta? Forse quella che riuscirebbe a garantire i maggiori risultati nel breve termine. E poi?
Un plauso va comunque a tutte quelle professioniste che quotidianamente devono fare i conti con imposte e tasse e che onestamente dichiarano i servizi prestati.

Leggi tutto...

L’Ospedale San Marco non può e non deve chiudere

MICHELA DANUCCI, coordinatrice locale, componente segreteria provinciale con delega allo Sviluppo e componente nazionale Commissione pari opportunità Centro Democratico, in un comunicato stampa, fa un appello all'Assessore Donato Pentassuglia e al segretario del Pd Michele Emiliano affinché sottopongano il problema della definizione del piano sanitario della Regione Puglia al nuovo Presidente della Giunta ed ai nuovi eletti durante il prossimo Consiglio Regionale.

Leggi tutto...

"Giovani per Manduria": nel Parco Archeologico deposito abusivo, richiesta rimozione immediata

Il movimento "Giovani per Manduria" richiede la rimozione immediata di cilindri e altre parti in acciaio, smontati da Piazza Giovanni XXIII e successivamente depositati abusivamente presso il Parco Archeologico delle Mura Messapiche di Manduria.

"Scelta scellerarata" comunica il movimento, "usare il Parco come deposito a cielo aperto, pregiudica e danneggia l'importantissima immagine del sito archeologico della città, meta quotidiana di visitatori e turisti che, con l'arrivo della bella stagione, aumentano notevolmente di numero."

Tullio Mancino, presidente di "Giovani per Manduria", appena verificatosi il fatto, ha richiesto subito spiegazioni sulla questione a Gregorio Curri, assessore ai Lavori Pubblici, ottendo infine l'impegno di rimuovere i pezzi in acciaio entro pochi giorni, ma ad oggi, nulla si è compiuto.

Il movimento ricercando notizie sull'accaduto, ha dichiarato che "il Comune di Manduria non ha mai chiesto alla Sopraintendenza dei Beni Archeologici della Provincia di Taranto alcun permesso per eseguire tale operazione, che risulta totalmente abusiva, esponendo ancora una volta al ridicolo la comunità manduriana."

"I Giovani per Manduria" lamentandosi dell'ennessima dimostrazione che la crisi politica in atto, da diverse settimane, fa passare in second'ordine tutti i problemi della città, ormai abbandonata a se stessa, richiedono che siano presi immediati provvedimenti per conferire un'immagine adeguata a ciò che è la cittadina manduriana.

Leggi tutto...

Santoro (Pd): Questi tagli ai servizi ferroviari umiliano Taranto

 

“La gestione del personale della RFI di Bari sta discutendo con le organizzazioni sindacali il trasferimento del reparto territoriale movimento a Brindisi; il reparto che gestisce la rete  dei servizi e delle infrastrutture e tutto il personale  dovrebbe fare riferimento ad un caporeparto che avrà come sede operativa, appunto, il capoluogo messapico."
A dichiararlo è Luciano Santoro, capogruppo del Partito Democratico alla Provincia di Taranto e consigliere delegato al tema dei Trasporti, che torna così sul problema dei tagli che il capoluogo ionico sta subendo in materia di trasporto e servizi ferroviari.
"L’assurdità di questa scelta - continua Santoro - sta non solo nella enormità dell’area che dovrebbe gestire Brindisi, da Modugno a  Lecce, passando per Gioia del Colle e Taranto. Non solo, dal 16 gennaio prossimo, in assenza di treni, RFI chiude anche la linea notte della Taranto–Bari.
Siamo alla continua mortificazione della stazione di Taranto, la volontà di declassarla a stazione di campagna continua dopo la soppressione dei treni notturni di lunga percorrenza. Bisogna reagire ed occorre farlo subito e con fermezza. Il messaggio che ci manda Rfi non potrebbe essere più chiaro: vogliono chiudere la principale stazione di Terra Ionica e cioè quella di Taranto umiliando così la nostra comunità.”
Leggi tutto...

Trasporto scolastico per studenti diversamente abili

 

L’Assessore provinciale alle Politiche Sociali, Franco Gentile, ricorda che sul sito della Provincia di Taranto - www.provincia.taranto.it - nella sezione Albo Pretorio è in pubblicazione dal 24 ottobre scorso l’Avviso Pubblico e la relativa modulistica, rivolto agli studenti diversamente abili di Taranto e Provincia, iscritti e frequentanti  le scuole superiori, che intendono usufruire per l’anno scolastico in corso, 2011/2012, del “Servizio Trasporto Scolastico” organizzato da questo Assessorato ai sensi della L.R. n. 4/2010.
Gli interessati possono inoltrare domanda, utilizzando i moduli predisposti –  Mod. A per i residenti a Taranto e  Mod. B per i residenti nei Comuni della Provincia – entro il 5 Novembre 2011 e comunque non oltre la data di scadenza della pubblicazione dell’Avviso sul Sito, fissata  per il 7. 11.2011, indirizzando la domanda al Dirigente del Servizio Politiche Sociali , Via Lago di Bolsena n.2, Taranto. 
Per ulteriori chiarimenti ed informazioni sono disponibili i seguenti numeri di telefono e fax - Tel. 099/7320151 – Fax 099/7320185, ore ufficio.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up