PD: "Cresce la preoccupazione che la nascita dell'ospedale San Cataldo possa essere compromessa dalle lungaggini burocratiche."

  • Pubblicato in Sociale

Comunicato stampa

"Cresce la preoccupazione che la nascita dell'ospedale San Cataldo possa essere compromessa dalle lungaggini burocratiche. A causa dell'inerzia della dirigenza dell'ASL, infatti, non solo non sono state avviate le procedure di esproprio dei suoli dove dovrà nascere il nuovo ospedale, ma non sarebbe stato ancora assegnato il progetto esecutivo. Questo vuol dire che, se entro la fine del 2017 non sarà indetta la gara e non saranno firmati i contratti con chi dovrà eseguire i lavori, i fondi stanziati per la nascita del San Cataldo andranno persi.

Leggi tutto...

Quale sanità a Taranto?

L'associazione Le Città che vogliamo e il movimento politico Partecipazione è cambiamento organizzano un incontro pubblico per discutere della sanità e del riordino ospedaliero della città di Taranto.

Leggi tutto...

Il Sindaco Alabrese ribadisce il NO alla chiusura del "San Marco"

  • Pubblicato in Politica

"Le notizie di stampa che giungono a proposito del Piano di Riordino Ospedaliero in Puglia confermano, qualora ce ne fosse ancora bisogno, le nostre grandi preoccupazioni sul destino della sanità jonica e dell'Ospedale San Marco.

Nella audizione in Commissione Regionale è stato presentato tale piano con la conferma di
un drastico quanto immotivato ridimensionamento dell'Ospedale San Marco. E' il caso di ricordare che noi Sindaci, negli scorsi giorni, abbiamo sottoscritto un documento inviato al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, con il quale si chiedeva di recepire nell' approvando Piano di Riordino alcuni punti irrinunciabili per la salvaguardia del nosocomio grottagliese.

Invece, da quello che si apprende, nelle intenzioni del Presidente Emiliano, il "San Marco" dovrebbe essere degradato a Presidio Territoriale Assistenziale.

E' il caso di ricordare al Presidente Emiliano che la sanità a Taranto non può subire ulteriori riduzioni di Posti Letto, che sono, tra pubblico e privato, circa il 2,67x1000 abitanti a fronte di un indice nazionale pari a 3,7 posti letto x 1000 abitanti.

Come si può pensare di chiudere il Pronto Soccorso quando fino ad oggi si sono registrati oltre 21.000 accessi? Si dovrebbe ingolfare il pronto Soccorso del SS. Annunziata di Taranto, che già scoppia di suo?

Come si può pensare di chiudere il Punto Nascita quando fino al 31.12.2015 abbiamo assistito alla nascita di ben 560 neonati e soprattutto senza registrare il benchè minimo
incidente?

Come si può pensare di chiudere il Reparto di Ortopedia e Traumatologia quando nel solo anno 2015 vi sono stati oltre 800 interventi?

Ma, la cosa più sconcertante è il fatto che il Presidente Emiliano vorrebbe ascoltare i Sindaci il 27 febbraio, cioè solo due giorni prima dell'approvazione del Piano di Riordino da parte della Regione Puglia, come a dire una pura formalità burocratica, poiché i giochi sarebbero fatti.

Personalmente a questa logica aberrante non ci sto, chiedo e pretendo che il Presidente
Emiliano ascolti i Sindaci in tempi molto più rapidi!

A tal proposito ho convocato la Conferenza dei Capigruppo per lunedì prossimo alle ore 16.00 e chiesto la convocazione urgente del Consiglio Comunale, estendendo l'invito al Presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, ai Consiglieri regionali della provincia jonica, ai Sindaci del Distretto Sanitario e allargato alle Associazioni e a tutti i cittadini.

Vorrei ricordare che è in gioco la salute dei cittadini!"

Da nota stampa del Sindaco di Grottaglie, avv. Ciro Alabrese

Leggi tutto...

"San Marco", Alabrese chiede un incontro urgente con Emiliano

  • Pubblicato in Politica

Il Sindaco di Grottaglie, Ciro Alabrese, d'intesa con i capigruppo del Consiglio Comunale di Grottaglie ed i Sindaci del Distretto Socio Sanitario n. 6, nella giornata odierna ha chiesto un incontro urgente al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, allo scopo di esaminare con attenzione tutti gli aspetti riguardanti l'Ospedale San Marco e con il preciso obiettivo di scongiurare qualsiasi ipotesi di ridimensionamento.

Nella giornata di ieri, presso il Comune di Grottaglie si è tenuto un incontro tra i capigruppo del Consiglio Comunale di Grottaglie e il Direttore Generale della ASL/TA, Stefano Rossi, sicuramente utile per esaminare più nel dettaglio la situazione del San Marco, dopo che nella seduta monotematica del Consiglio Comunale del 3 dicembre u.s., del Direttore Generale si registrò la sua assenza.

"Ho chiesto un incontro urgente al Presidente Emiliano – ha dichiarato il Sindaco, Ciro Alabrese, - per lunedì 14 dicembre, poiché la situazione venutasi a creare richiede il massimo della chiarezza e della tempestività, pena il rischio che vengano effettuate scelte calate dall'alto e non condivise o discusse con il territorio."

"Nell'incontro con il Direttore Generale, prosegue il Sindaco, mentre si è registrata una intesa di massima sul Piano di rimodulazione dell'Ospedale San Marco, non altrettanto si può dire per ciò che concerne l'altro aspetto estremamente delicato e vitale per il futuro del nostro Ospedale, relativo alla ventilata ipotesi di chiusura del Pronto Soccorso. Il dr. Rossi non ha voluto prendere alcuna posizione in merito, cosa che ci ha lasciato alquanto perplessi, confermando di fatto le nostre preoccupazioni e i nostri fondati timori che solo il Presidente Emiliano può diradare: ecco perché l'incontro che spero si possa attuare lunedì prossimo sarà decisivo in tal senso e sicuramente ci presenteremo più agguerriti che mai".

" In ogni caso, conclude il Sindaco, considerati i tempi ristetti di discussione del nuovo piano di riordino non si potrà attendere oltre lunedì".

Leggi tutto...

Il Sindaco Alabrese: "il San Marco non si tocca!"

  • Pubblicato in Politica

"L'ospedale di Grottaglie non si tocca, e non si tocca nemmeno la Sanità tarantina, che, come è ben noto, in questi anni si è sforzata di offrire risposte ai cittadini, nonostante la notoria carenza di personale.

Questo sforzo è stato agevolato dalle risorse pari a 30 milioni di euro ( in ragione di 10 milioni per anno) relativi al triennio 2012-2015 per effetto dell'emendamento proposto dai parlamentari di Taranto il cui primo firmatario era l'on. Ludovico Vico, in occasione della conversione in legge del cosiddetto decreto salva ILVA. In ragione di tanto la prima azione utile da svolgere è quella di una urgente convocazione della Conferenza dei Sindaci con la partecipazione dei parlamentari di Taranto, del Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e dei consiglieri regionali per richiamare l'attenzione sull'emergenza sanitaria tarantina e sulla necessità che sia il Governo (legge di Stabilità) che la Regione assicurino al nostro territorio garanzie per un utile funzionamento dei servizi sanitari essenziali e necessari rispetto alla domanda di salute. In quest'ottica ho sollecitato il Direttore Generale della ASL ad attivare la Conferenza dei Sindaci per venerdì prossimo con la partecipazione di tutti i sopra citati rappresentanti istituzionali. Non è la difesa di un campanile, ma la doverosa salvaguardia di un diritto alla salute istituzionalmente garantito".

 

Da nota stampa  del Sindaco di Grottaglie, avv. Ciro Alabrese.

Leggi tutto...

L’Ospedale di Grottaglie e non solo , oggetto di ulteriori penalizzazioni per i cittadini , di male in peggio

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa, inviatoci dalla responsabile comunale e provinciale del Centro Democratico, Michela Danucci, circa la questione "ospedale".

Non si scomodi la storia recente e passata del ns Ospedale di cui certamente i politici locali e regionali non dovrebbero andarne fieri per come e' ridotto l'Ospedale di Grottaglie . Se dobbiamo fare riferimento a tutti i documenti stilati e che ben conserviamo e gli incontri di questo ultimo decennio l' Ospedale doveva essere un punto di riferimento di efficienza e professionalita' per la Sanita' pubblica .

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up