Il Sindaco Alabrese:"Il Presidente Tamburrano dimentica il Moscati"

  • Pubblicato in Politica

"Apprendo con stupore e rammarico l'elenco dei lavori programmati dalla Provincia di Taranto per quanto concerne le scuole superiori. Da quanto ho potuto leggere, scorrendo
l'elenco degli interventi che dovrebbero essere realizzati nel corso del triennio 2014-2016, non c'è traccia alcuna di interventi che interessano urgentemente il Liceo Moscati di Grottaglie. Il Commissario Prefettizio, dr. Mario Tafaro, nel corso del suo mandato assunse l'impegno di riassumere i fitti concessi ai proprietari privati dei locali che attualmente sono destinati alle varie sedi distaccate alle esigenze di ristrutturazione della ex sede del Tribunale di Grottaglie, invece, sembra che il nuovo Presidente della Provincia, dr. Tamburrano, abbia deciso l'elenco dei lavori riguardanti le scuole senza consultare i Sindaci, come, invece, sarebbe stato opportuno. Ancora una volta, la situazione del Liceo Moscati invece di conoscere passi avanti, va indietro e resta in un alone di incertezza".

Leggi tutto...

Grave incidente stradale a Taranto

Intorno alle 19:00 di ieri un altro grave incidente si è verificato sulle nostre strada. Due automobili, si sono scontrate frontalmente ed in modo violento sulla via per Statte a Taranto. Il bilancio è di diversi feriti di cui uno grave. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine per i rilievi del caso e per stabilire la dinamica ancora poco chiara dell'incidente ed i medici del 118 che hanno trasportato d'urgenza i feriti presso l'ospedale "G. Moscati" di Taranto.

Leggi tutto...

Marangella (PD): "Si dia corso a quanto promesso"

  • Pubblicato in Sociale

 

 

 
 
“Il Partito Democratico di Grottaglie ritiene ormai insostenibile il disagio arrecato a studenti, genitori, corpo docente e amministrativo del Liceo Moscati”.
 
A dichiararlo è Aurelio Marangella, Segretario cittadino del Partito Democratico, che rimarca così il disagio espresso nelle scorse ore da una lettera dei docenti dell’Istituto per la cronica carenza di aule e di strutture idonee.
 
“L’attesa di una nuova sede per il Moscati – sottolinea – tra non molto rischierà di toccare il mezzo secolo. Amministrazioni provinciali di diverso colore si sono avvicendate, lasciando sempre irrisolto un problema che i grottagliesi hanno veramente a cuore e che – come avvenuto in altri comuni della nostra provincia – sarebbe meritevole di immediata soluzione. 
Chiediamo pertanto all’ente provinciale, e ai nostri rappresentanti che in tale istituzione vi siedono, di dare un’ultima e definitiva risposta in merito al progetto originario di una nuova sede in via Capri, ma contestualmente chiediamo loro cosa freni la proposta di riqualificazione delle aule dell’ex Istituto Archimede, soluzione intermedia che ci sembra, allo stato attuale, la meno onerosa, oltre che la più degna e realizzabile e che risolverebbe per diversi anni – in attesa di costruire una nuova sede - il bisogno infrastrutturale del nostro glorioso Liceo”.
 
Leggi tutto...

"Giuseppe Moscati. Nella vita nascosta con Cristo in Dio"

 

Con la presentazione di padre Massimo Rastrelli, Presidente nazionale della Consulta nazionale delle Fondazioni antiusura, viene pubblicata una nuova edizione aggiornata, rivista  in termini editoriali e sul piano scientifico, del saggio dedicato a San Giuseppe Moscati dal titolo "Giuseppe Moscati. Nella vita nascosta con Cristo in Dio", (Edizioni Nemapress, con Progetto del Centro Studi e Ricerche "Francesco Grisi", Info. 3494282197).
 
"Io consiglio a tutti la lettura di queste pagine documentarie: come candela si accende da candela accesa e la luce si propaga gioiosa, così fede si accende da fede, e santità si comunica da santità".
Sono parole di padre Massimo Rastrelli tra le pagine della sua illuminante presentazione.
 
La ricerca è stata  coordinata da Micol Bruni. Si articolano scritti di studiosi come  Gerardo Picardo, Marilena Cavallo,  Neria De Giovanni, Giulio Rolando, Tommaso Romano, Maria Giovanna Russo Caradonna, Carmen De Stasio, padre Salvatore Discepolo S.J. e Micol Bruni, (che ha curato l'intera ricerca con una ampia introduzione). La postfazione è di Pierfranco Bruni, Presidente del Centro Studi e Ricerche "Francesco Grisi". 
 
Nella presentazione padre Rastrelli sottolinea: "Con questo libro si apre un’altra pagina nella illustrazione di San Giusepe Moscati: dopo la “illustrazione” di quello, che San Giuseppe Moscati fu in se stesso; dopo la “illustrazione” di quello, che S Giuseppe Moscati fece e fa nei corpi dei malati, ecco che ci “vien data” “illustrazione” di quello, che San Giuseppe Moscati fa nel cuore dei credenti".
Giuseppe Moscati era nato nel 1880. Il 25 di luglio. Benevento e Napoli sono le sue due città – luogo. Ma è a Napoli che la sua esperienza si focalizza. Come studente, come medico, come docente. Laurea in medicina a pieni voti. Ma al di là della sua biografia fatta di cronaca e di atti ciò che vive nel cuore dell’uomo è il senso di una profonda cristianità che chiama, come già si diceva, carità. Non c’è la storia in sé, in Moscati una storia che si fa provvidenza. 
Perché è convinto, come si legge in una sua lettera, che “Non la scienza, ma la carità ha trasformato il mondo in alcuni periodi; e solo pochissimi uomini sono passati alla storia per la scienza; ma tutti potranno rimanere imperituri, simbolo dell’eternità della vita, in cui la morte non è che una tappa, una metamorfosi per un più alto livello di vita, se si  dedicheranno al bene”. 
La Beatificazione di Moscati avvenne in San Pietro il 16 novembre del 1975. 
Il 25 ottobre del 1987 avvenne la sua Canonizzazione.
 
Il titolo della pubblicazione, "Giuseppe Moscati. Nella vita nascosta con Cristo in Dio", è un chiaro rimando a San Paolo perchè sono proprio di San Paolo le parole del sottotitolo, ovvero:
 
"Se dunque siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove si trova Cristo, assiso alla destra di Dio; pensate alle cose di lassù, non a quelle della terra. Voi infatti siete morti e la vostra vita è ormai nascosta con Cristo in Dio" (Col. 3,1-3).    
  
Su quattro percorsi si è sviluppato il lavoro e la discussione, ha posto nel merito tali elementi:  
1. Mistero metafisico (c'è la lezione chiara di Sant'Agostino che diventa centrale e la cui individuazione porta naturalmente a San Paolo in termini cristiani sino a raggiungere quelle sponde filosofiche molto care a Maria Zambrano che sottolineano l'importanza di abitare il pensiero).
2. Esistenziale – religioso (la sua professione è un segno in un immaginario laico che guarda con molta realtà ma anche con molta fede alla carità e al perdono, puntando sempre come scavo testimoniale alla misericordia).
3. Storico – temporale ( il suo compenetrarsi con la quotidianità diventa fondante e, soprattutto, con quella metafora dell'incontro costante che si trasforma in dialogo. Un dialogare con l'altro significa anche ritrovare l'altro o ritrovarsi nell'altro, con quell'altro con il quale è possibile stabilire un rapporto nella serenità e nella solidarietà come nel caso della sua amicizia con Bartolo Longo).
4. Biblico – teologico ( il suo accostare il pensiero ai versetti del “Cantico dei Cantici” richiama una lettura che ha una trasparenza estrema nella quale l'ombra, o la metafora che esprime il concetto dell'ombra non sussiste neppure come versione allegorica. I versetti del “Cantico dei Cantici” sono l'espressione di un amore coniugato con l'eterno).
 
Lo studio su Giuseppe Moscati rientra nelle attività del Centro Studi e affronta la problematica generale della cristianità nella contemporaneità prendendo come esempio proprio San Giuseppe  Moscati con una finestra sul rapporto tra gli scritti cristiani di Grisi e la presenza di Moscati accanto a quella di Padre Pio. Con la Presentazione di padre Rastrelli si offre un contributo spirituale di alto valore metafisico che proietta l'intero lavoro tra i maggiori studi dedicati al pensiero  e all'opera di San Giuseppe Moscati.
 
Padre Rastrelli chiude il suo scritto con questo inciso: "Ringraziamo questi Autori che ci possono “illuminare”, e che “illuminandoci” ci confortano, ci “avvalorano” nella vita che conta, e aiutano a salvarci, nella vita temporale ed eterna: ci aiutano a salvarci l’anima. Essi stessi sono, per noi, “modelli” e “testimoni”. Ho visto fare, quello che non avrei mai pensato di fare, e che non avrei saputo fare: trarre valori di vita dall’analisi letteraria degli scritti di Moscati, dalle provvidenziali scadenze del suo tempo ormai trascorso, che, per Moscati, non fu tempo semplicemente perduto, ma “tesorizzato”, ed evangelicamente “teorizzato”.
A tutti, il mio affetto, grande e gioioso. A tutti dico: abbiamo cose belle da vivere".
 
 
 
Leggi tutto...

Il Presidente della Camera Gianfranco Fini in visita al Liceo Moscati di Grottaglie

"La questione morale è un problema serio, che non può essere affrontato con norme demagogiche, ma con un rinnovato codice etico al quale i partiti devono attenersi". Parole del presidente della Camera, Gianfranco Fini, in visita presso il Liceo Moscati di Grottaglie.

All'evento, tenutosi nell'aula magna in via Sant'Elia, hanno preso parte il Sindaco di Grottaglie Ciro Alabrese, il Presidente del Consiglio Provinciale, Giuseppe Tarantino e il Dirigente Scolastico del liceo, Guglielmo Matichecchia.
 
Il leader nazionale di Futuro e Libertà è arrivato nella città delle ceramiche alle ore 9.30, scendendo da un aereo di Stato atterrato all'aeroporto Arlotta di Grottaglie. Intervenuto in occasione dell'inaugurazione dell'anno scolastico, Fini ha incontrato questa mattina gli studenti del liceo, donando ai ragazzi una copia della Costituzione e rispondendo alle loro domande.
 
Il tour pugliese di Fini è continuato con un intervento ad un convegno del "Taranto Finanza Forum" sui tempi dell'economia, presso il Relais Histò. Nel pomeriggio, invece, la terza carica dello Stato sarà a Castellaneta al meeting di formazione e studio "L'etica, la politica e l'amministrazione degli enti locali".
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up