Roberto Speranza e Michele Pelillo a sostegno della candidatura di Michele Mazzarano

«A quindici giorni dalle elezioni regionali dobbiamo far comprendere l'importanza del voto. C'è molta stanchezza ed è cresciuto tra la gente un sentimento di disillusione, di distacco e a volte di disprezzo per la politica. A chi non ha intenzione di andare a votare, dobbiamo spiegare che quella non è la via più giusta, ma può essere quella più sbagliata. È più importante avere un atteggiamento critico, esigente attento e non passivo che costringa, chi viene eletto a rappresentare un territorio, di farlo ponendo attenzione ai sentimenti profondi della società».

Leggi tutto...

Mazzarano: "Ora sarà possibile stabilizzare 10 lavoratori dell'ex IACP di Taranto"

  • Pubblicato in Economia

E' stato approvato oggi in consiglio regionale il provvedimento che consentirà la stabilizzazione dei dipendenti della Regionale Puglia con contratto a tempo determinato. Rientreranno in questa fascia anche i lavoratori delle agenzie regionali, degli enti, dell'autorità di bacino e delle società in house delle Regione, tra cui anche quelli della costituenda agenzia ARCA.

Leggi tutto...

Mazzarano in merito alla questione Ilva: finalmente chi inquina paga

  • Pubblicato in Politica

Il consigliere regionale  Michele Mazzarano si esprime in una nota in merito alla decisione del tribunale di Milano di sbloccare le risorse per il risanamento Ilva:

"La decisione del Tribunale di Milano di sbloccare le risorse finanziarie, sottoposte a sequestro preventivo, per il risanamento ambientale dell'Ilva di Taranto rappresenta un fatto eccezionale dal punto di vista giuridico e sancisce in modo evidente l'applicazione del sacrosanto principio secondo cui chi inquina paga".

Prosegue ancora:

"Il tribunale spiega con chiarezza che nel conflitto tra i diritti proprietari e gli interessi costituzionalmente rilevanti al diritto all'ambiente salubre, al lavoro e alla salute, i secondi primeggiano sui primi.

Siamo di fronte ad una decisione di grande rilievo giuridico resa possibile dalla forza legislativa dei provvedimenti che i Governi Letta e Renzi hanno messo in fila e dal lavoro correttivo svolto dal parlamento e in modo particolare dai parlamentari del Pd.

Lo sblocco dei 1.2 miliardi di Euro di risorse viene accolto con un grande sospiro di sollievo. Una decisione diversa avrebbe fatto ripiombare Taranto in una drammatica spirale che avrebbe messo in angoscia migliaia di famiglie di lavoratori e azzerato le speranze di chi crede che si possa conciliare produzione e salute."

In conclusione:

"Ora bisogna accelerare sulla strada del risanamento ambientale dello stabilimento e della rigorosa ottemperanza, in un cronoprogramma certo, delle prescrizioni dell'AIA.
Non ci sono più alibi. Non c'è più tempo da perdere."

Leggi tutto...

Mazzarano (PD):"Bisogna salvare il punto nascite di Grottaglie"

La proposta di piano di riordino ospedaliero presentata dall'Assessore Regionale Donato Pentassuglia, mira a salvare e salvaguardare il punto nascita di Grottaglie che si distingue nel panorama dell'offerta sanitaria provinciale come punto di eccellenza sia per numero di parti annui, sia nello straordinario ricorso di parti naturali, in controtendenza con altre strutture sanitarie del territorio che eccedono nel ricorso ai cesarei. Queste alcune dichiarazioni di Michele Mazzarano, Consigliere Regionale PD, che aggiunge: "L'ostetricia e la ginecologia da una parte, e l'ortopedia e traumatologia dall'altra, rappresentano per l'ospedale San Marco due fiori all'occhiello che meritano di essere valorizzati anche per la professionalità dei sanitari che vi operano". "A Taranto, verrà realizzato un nuovo ospedale che sostituirà il SS. Annunziata, il Moscati e lo stesso San Marco di Grottaglie, ma fino ad allora non si devono privare i pazienti di questi punti di eccellenza sanitaria". Gli ospedali bisognerebbe solo potenziarli.

Leggi tutto...

La nota sull'Acquedotto del Consigliere Regionale Mazzarano

  • Pubblicato in Sociale

Da una nota del Consigliere Regionale PD, Michele Mazzarano si evince quanto segue:

"L'AQP ha deciso di sospendere le nuove autorizzazioni di scarico in fogna di reflui civili ed industriali per i comuni di Francavilla Fontana, Monteiasi, Grottaglie e Trinitapoli. Tale decisione sembrerebbe legata all'attuazione del Piano di Azione, approvato dalla Giunta regionale con deliberazione n.736 dello scorso 11 aprile allo scopo di contrastare le criticità ancora in atto negli agglomerati urbani citati, oggetto di censure da parte della Comunità Europea.
Ma, come rilevato da una nota del Servizio di Tutela delle Acque della Regione Puglia, non si comprende perché, in ossequio alle disposizioni regionali, si determinerebbe l'impossibilità, da parte di AQP, di consentire gli allacci alla pubblica fognatura di nuove utenze che ne facciano richiesta nei comuni interessati, bloccando il completamento degli allacci fognanti nelle zone già servite da rete fognante, nonché la realizzazione di nuovi allacciamenti nelle zone degli abitati in cui sono in corso interventi di realizzazione dell'estensione delle reti stesse.
Delle due l'una: o l'AQP assume una decisione inopinata e di grave nocumento per gli utenti oppure la delibera di Giunta Regionale di riferimento è punitiva nei confronti di Comuni serviti da impianti sottoposti a infrazione, pur non avendone alcuna responsabilità.
L'AQP avrebbe dovuto, inoltre, farsi carico da tempo di iniziative che affrontassero il problema del sottodimensionamento degli impianti di depurazione in questione, senza attendere le determinazioni della Giunta Regionale, per evitare di far cadere sotto infrazione comunitaria i suddetti impianti.
In ogni modo non si comprende perché la cattiva gestione da parte di AQP si debba trasformare in una decisione che penalizza i Comuni e i loro abitanti.
Al fine di superare presto quanto deliberato dal Gestore del Sistema Idrico Integrato, ho già presentato, sulla questione, interrogazione urgente al Presidente della Giunta Regionale".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up