"Febbre da cavallo" questa sera a Fantiano

"Febbre da cavallo" , la grande festa organizzata presso la Masseria "Fantiano" per inaugurare i suoi nuovi locali trasformati da luoghi del maneggio in grandi spazi per il divertimento, vi aspetta questa sera per ballare all'insegna della musiva"vintage". musica anni '50, musica rock, pop, dance fino ad arrivare a dischi più recenti.

Leggi tutto...

Seconda edizione di "Adotta un Ceppo"

Vivere in città ed avere un punto di riferimento in campagna. Un sogno realizzabile per chi ama la natura e vuole esplorare la greenroad.it, anche con la possibilità di sentirne il sapore. Tutto ciò è racchiuso nell’iniziativa “Adotta un ceppo”, giunta alla seconda edizione e realizzata con il patrocinio del GAL Colline Joniche e del Comune di Grottaglie, che si svolgerà sabato 24 maggio dalle ore 10 alle ore 13 nella masseria Montedoro.

Leggi tutto...

"Masserie sotto le stelle" per la Masseria del Duca

 

 
Sapersi aggiornare, saper guardare avanti e non piombarsi nelle glorie del passato, è quello che insegnano i F.lli Cassese con la Masseria del Duca.
Si dice il vero quando si parla dal Medioevo al Biogas. 
La Masseria del Duca, quell'antico mondo dove la tradizione e l'innovazione convivono in armonia con la natura, da scoprire a "Masserie sotto le Stelle".
Anche quest'anno la Masseria del Duca aderisce alla seconda edizione di MASSERIE SOTTO LE STELLE, evento ideato dall’Assessorato alle Risorse Agro-alimentari della Regione Puglia, Area Politiche per lo sviluppo rurale in collaborazione con l’Assessorato Regionale al Turismo. 
Per tutta la serata del 23 giugno, le Masserie didattiche riconosciute dalla Regione Puglia resteranno aperte e sarà possibile visitarle,
partecipare a laboratori, assistere a spettacoli dal vivo, vivere immersi nella natura e riappropriarsi dell’antica cultura pugliese.
 
La Masseria del Duca, in agro di Crispiano (TA) apre le porte del suo armonico “villaggio rurale” dove da secoli mani sapienti coltivano e lavorano i prodotti della terra ottenendo prodotti genuini. 
Un luogo denso di storia e di notevole pregio architettonico ma dove la tradizione ha saputo legarsi sapientemente all’innovazione.
 
Sabato 23 giugno, sarà possibile fare un percorso didattico che permetterà di immergersi nella vita attiva della Masseria del Duca, dal Medioevo, epoca a cui risale il primo nucleo architettonico, al moderno impianto di biogas, l’energia del futuro. Un percorso ricco di storia che passa dalle lavorazioni tradizionali dei prodotti caseari, dell’Olio Extra Vergine di oliva e delle uova per giungere ad utilizzare gli scarti di tali lavorazioni per produrre energia pulita. 
Un’ occasione da non perdere per conoscere un territorio vicinissimo a casa ma spesso ignorato, non tutti sanno infatti che la Società Agricola F.lli
Cassese è una delle aziende più polifunzionali e diversificate d’Italia. 
La visita concluderà con una degustazione delle bontà prodotte all’interno della Masseria del Duca, i prodotti a marchio “InMasseria” tra cui il famoso
“Don Carlo”, formaggio a pasta dura di latte vaccino con caglio di capretto che ha ottenuto di recente la “Menzione Speciale” al CIBUS di Parma, al Concorso ALMA Caseus.
 
La serata sarà allietata dalla musica dell’Odor Rosae Chorus et Musices che nello scenario della bellissima corte della Masseria del Duca eseguirà un Concerto di Musiche Medievali dal titolo “Stella Splendens – Concerto di Musica delle Corti e dei Santuari Medievali”, accompagnandosi con riproduzioni di antichi strumenti musicali dell’epoca.
 
La visita didattica inizierà alle 18.00 e prevede la prenotazione obbligatoria con ticket fino ad esaurimento posti (Adulti 8 Euro e Bambini 5 Euro), il concerto avrà invece inizio alle 20.30 e sarà completamente gratuito previa prenotazione obbligatoria.
 
Per Info, prenotazioni e costi:
 
Masseria Del Duca
Località Monti del Duca - Crispiano (Ta)
Sede legale: Società Agricola F.lli Cassese s.s.
Via A. Grandi n. 11 – 74023 Grottaglie (TA)
Tel. 099 5612419 – Cel. 366 4548768
Leggi tutto...

Linea Verde alla scoperta del biogas nella Masseria del Duca

  • Pubblicato in Sociale
Tra tradizione ed innovazione, un viaggio in Puglia.
Il biogas prodotto nella Masseria del Duca protagonista su Rai Uno della prossima puntata di Linea Verde.
La puntata di Linea Verde che andrà in onda alle ore 12.20 di Domenica 1 Aprile su Rai Uno sarà
dedicata alla Puglia. 
 
Tappa fondamentale del viaggio alla scoperta delle bellezze pugliesi sarà la Masseria del Duca di proprietà della Società Agricola F.lli Cassese, prima azienda agricola in Puglia ad essersi dotata di un moderno impianto di biogas.
 
La Masseria del Duca, presenta una corte chiusa.
Il primo nucleo architettonico risale ad epoca medievale, oltre a fornire una scenario mozzafiato di rara bellezza, ai piedi di una collina
interamente coperta da ulivi secolari, è sicuramente una delle aziende agricole più diversificate del Mezzogiorno e che meno impatta sull’ambiente grazie all’impianto di biogas che trasforma gli scarti di produzione in energia elettrica.
 
Verranno esplorate le diverse filiere produttive che si svolgono tutte all’interno dei 400 ettari della Masseria del Duca e che vanno dall’allevamento avicolo a quello di bovini da latte, dalla produzione casearia al frantoio oleario. 
Uova, latte, formaggi e prodotti caseari, olio extra vergine di oliva di altissima qualità tra cui spicca la produzione del Don Carlo, un
formaggio vaccino ottenuto con caglio di capretto, a pasta dura e finemente granulosa prodotto all’interno delle mura della masseria fin dal 1600 e che ha ottenuto importanti riconoscimenti tra cui i “tre spicchi di cacio” del Gambero Rosso, confermando così, la leadership del brand inMasseria.
 
Prodotti tradizionali ottenuti con ricette che si tramandano da generazioni di padre in figlio, da casaro in casaro ma senza pesare sull’ambiente, un requisito fondamentale che coniuga tradizione con innovazione. Tutti gli scarti di queste lavorazioni infatti, vengono trasformati in
biogas che alimenta un cogeneratore in grado di produrre energia elettrica pari a 249 kilowattora senza inquinare anzi, trasformando rifiuti in energia. 
 
Un bel risultato costato enormi sacrifici all’azienda che ha permesso di diversificare ancor di più le produzioni ma soprattutto di ridurre
drasticamente l’impatto ambientale salvaguardando un territorio di straordinaria bellezza e permettendo di ottenere prodotti genuini ma anche sostenibili ed eco-compatibili.
 
Appuntamento a domenica 1 Aprile su Rai Uno con un cicerone d’eccezione, Gianpaolo Cassese, amministratore della Società Agricola F.lli Cassese e pioniere del biogas in Puglia che accompagnerà Fabrizio Gatta alla scoperta dei tesori della Masseria del Duca.
 
Leggi tutto...

Il latte "alla spina": una nuova idea sana ed ecologica dei fratelli Cassese

  • Pubblicato in Economia

Rendere innovativo e al passo con i tempi un mestiere antico come quello caseario è stato il successo dell'azienda agricola dei fratelli Cassese. E la nuova idea del gruppo, inedita per il territorio grottagliese e seconda in ordine di tempo dopo l'esperimento attuato a Taranto, è quella del "latte alla spina". Presso il punto vendita dei Cassese sarà possibile infatti, portando una bottiglia da casa o acquistandone una in loco, approvigionarsi direttamente di latte fresco. Un modo intelligente per ridurre gli imballaggi salvaguardando l'ambiente e rifornirsi direttamente di un prodotto sano e senza conservanti.

I prodotti della Società Agricola F.lli Cassese, creati come vere opere d'arte del gusto nella suggestiva cornice della Masseria del Duca, fino a poco tempo fa venivano proposti con varie etichette, spesso devianti dalla vera filosofia di produzione. Da qui è scaturita la necessità di riunire sotto un unico brand tutti i prodotti della filiera casearia, olearia ed avicola. La sfida è stata quella di creare un brand che identifica un territorio circoscritto, immediatamente riconducibile a una specificità del nostro territorio: la Masseria.
Questo “villaggio rurale”, Masseria del Duca, è la culla dove si sviluppano tutte le attività di produzione e di trasformazione dei diversi prodotti agricoli. Un agro di 400 ettari che comprende una rigogliosa collina, oltre, a una pianura ricoperta da monumentali ulivi secolari; l'allevamento di 250 bovini da latte con adiacente caseificio aziendale, la coltivazione dell'uliveto di 200 ettari in agricoltura biologica con 40.000 ulivi e frantoio aziendale che comprende un moderno impianto di imbottigliamento e di confezionamento, senza dimenticare la masseria didattica con più di 7.000 visite annue. 
Un sito geografico ben definito che si può facilmente rintracciare, che indica provenienza certa, un legame ramificato con il territorio, sono queste le basi dalle quali è nato il marchio “inMasseria”.
Attento gioco di parole che offre una visione di sviluppo sostenibile, che parte dalla tradizione per arrivare a processi produttivi innovativi.
Si ritorna, in questo modo, a privilegiare un'alimentazione sana spostando il mero interesse di trarre profitto (non sempre sinonimo di eccellenza del prodotto) all'attenzione nei confronti delle persone, nel rifiuto di una pratica ormai consolidata del “lavoro nero”, dell'habitat naturale, eliminando gli imballaggi superflui e privilegiando materiali riciclabili.
Così facendo, si abbatte l'impatto ambientale, utilizzando per le fasi produttive solo energia elettrica prodotta in un impianto di biogas (verrà inaugurato a gennaio, il primo realizzato da un'azienda agricola pugliese a servizio del proprio stabilimento) grazie al quale, attraverso la fermentazione anaerobica degli scarti di lavorazione della masseria, si produrrà energia elettrica sufficiente a coprire il fabbisogno aziendale.
Sono queste specificità che rendono i prodotti “inMasseria” gli unici a potersi definire ad impatto zero, senza scarti e senza emissioni nell'ambiente, ma anche a kilometro zero per gli abitanti di Grottaglie, perché il luogo di produzione e la città sono così vicini da rendere questa distanza ininfluente in termini di inquinamento ambientale.
In tutto questo meccanismo il cliente non viene dimenticato, anzi. Si parte dall'offrire sempre prodotti genuini, sottoposti a rigidi controlli aziendali, privi di coloranti e conservanti.
Il piccolo negozio, che ha una storia di 20 anni alle spalle, ha abbassato la serranda per alzarla il 14 Novembre nella nuova sede. Il nuovo punto vendita è stato creato attorno alla figura del cliente in via Grandi angolo via Fogazzaro, con personale qualificato che consiglia e guida la clientela negli acquisti.
È stato il frutto dell'impegno e del duro lavoro della Società Agricola F.lli Cassese, che ha offerto alla cittadinanza grottagliese uno spazio dedicato non solo all'acquisto, ma anche un ambiente dove vivere momenti di amicizia ed informazione sulle attività svolte nella masseria. L' “Angolo degli Amici inMasseria” è pensato per accogliere la clientela, consigliarla, offrire degustazioni, informazioni e tante novità come il primo distributore di latte crudo alla spina dell'intera provincia jonica, dove giornalmente è possibile rifornirsi di latte fresco appena munto e non tratto come quello nei banco frigo dei supermercati.
La produzione varia da prodotti stagionati a freschi, allo yogurt cremoso o da bere, naturale o alla frutta, prodotto anch’esso con solo latte fresco munto in masseria, alle mozzarelle in ogni loro variante, al Don Carlo stagionato o 4 mesi o 12 mesi, ai formaggi aromatizzati con le noci o con le verdurine, al pregiato olio extra vergine d'oliva e alle freschissime uova.
Il nuovo brand “inMasseria” mira ad affermarsi non solo sul mercato locale, ma anche in quello nazionale ed internazionale. Ad esempio attraverso la partecipazione alle manifestazioni Italian expo food & wine di Chicago e Apulia food Orient di Hong Kong, nelle quali i prodotti a marchio “inMasseria” hanno riscosso notevole successo.
Questo è un bell'esempio di come un'azienda di famiglia, ereditata "da padre in figlio", ha saputo mettersi in discussione e guardare avanti. Il successo è assicurato.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up