''Via col venti'', partono gli sconti sui libri per far crescere la lettura in Italia

Torna dal 22 al 26 maggio in tutta Italia il 20% di sconto su centinaia di migliaia di libri. Un'iniziativa per tutti i lettori realizzata in collaborazione con i librai indipendenti, le catene, le librerie online, la grande distribuzione e Poste Italiane, per "festeggiare" in modo eccezionale Il Maggio dei Libri e far crescere, anche così, la lettura in Italia.

Leggi tutto...

“I VICINI SCOMODI” A GROTTAGLIE

  • Pubblicato in Sociale

In occasione del “Mese della memoria”, il 4 febbraio alle ore 17, si è tenuto presso l’Auditorium “Carla Piccoli” dell’Istituto Pignatelli di Grottaglie, l’incontro con lo scrittore faentino Roberto Matatia e gli alunni delle classi accompagnati da genitori e docenti. L’evento è stato fortemente voluto dall’associazione Prèsidi del libro e ha visto la collaborazione dell’Istituto Pignatelli e del comune di Grottaglie.
Autore del libro “Vicini scomodi”, Matatia, ha discusso con la platea sul tema centrale riportato nelle pagine del testo: l’Olocausto.
Il libro narra la storia, sviluppatasi negli anni del Fascismo , di cinque componenti della famiglia Matatia, parenti diretti di Roberto. Ispirazione per la stesura del racconto, come fa sapere lo stesso autore, sono state alcune lettere che Mario, un anziano uomo, portò circa trent’anni fa, alla pellicceria di proprietà della famiglia di Roberto. Quest’ultime furono scritte da Camelia, figlia di Nissim e Matilde.
Nissim è un ebreo greco, da pochi anni trasferitosi in Italia e la sua tranquillità economica gli ha permesso di costruirsi una casa; essa però, è a pochi metri dalla villa dell'uomo più potente dell'epoca: il Duce.
Una vicinanza così evidente alla residenza di Mussolini, è decisamente inopportuna! E’ necessario mandar via i “vicini scomodi”. Così, sempre più insistenti, iniziano le pressioni degli sgherri del regime sul povero Nissim affinché venda la villa. Nissim resiste disperatamente, finché le leggi razziali e le minacce, non costringono la famiglia a cedere per pochi soldi la casa e a farli vivere secondo le regole disumane dell’antisemitismo.
Alla conferenza, che ha favorito una riflessione sulla memoria della Shoah, hanno preso parte anche il Sindaco di Grottaglie, avv. Ciro Alabrese, il dirigente scolastico prof. Maurizio Fino e il dott. Piero Aresta in rappresentanza dei Presìdi del libro.
Gli alunni hanno potuto acquistare copia del libro e ricordare uno dei periodi più bui e penosi dell’umanità.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up