Roma, 11 maggio 2016: le Unioni Civili sono legge!

Roma, 11 maggio 2016: le Unioni Civili sono legge.

Un passo di fondamentale importanza per l'Italia che sarà ricordato per sempre (in grassetto) all'interno dei libri di storia che saranno proposti-sviluppati in futuro e che tutti i nostri figli leggeranno.

La giusta premessa all'incessante battaglia per la piena uguaglianza che proseguirà gran parte dell'Italia e delle Associazioni attiviste tra cui l'Arcigay di Taranto con determinazione fino alla vittoria.

Sulla pagina di Luigi Pignatelli, fondatore e presidente di Arcigay Taranto, leggiamo: "Coloro i quali sono felicemente accompagnati, si uniscano e diano concretezza a questa legge. Chi è single, ami la vita che gli è stata donata, imparando a cogliere la bellezza delle piccole cose. Tutti continuiamo a lottare per i figli che abbiamo e che avremo e per il matrimonio ugualitario. Questo è solo un primo passo, la strada dell'uguaglianza è lunga. ‪#‎UnioniCivili ‪#‎MatrimonioUgualitario‪ #‎StepchildAdoption ‪#‎FigliSenzaDiritti".

Un grande giorno l'11 maggio 2016 in cui vi è stata l'approvazione del ddl Cirinnà sulle Unioni Civili. Ma in dettaglio cosa prevedono gli articoli all'interno del decreto?

Articolo 1 - Afferma che dopo il varo della legge, le coppie omosessuali esisteranno ufficialmente anche per la legge. Le coppie costituite da persone dello stesso sesso dovranno registrare in comune un contratto che definisce gli obblighi e i doveri dei componenti dell'unione civile.

Articolo 2 - Le unioni civili potranno essere formate da coppie dello stesso se entrambi maggiorenni. Si può anche aggiungere il cognome di uno dei due al proprio o scegliere un solo cognome per la coppia.

Articolo 3 - La coppia gay ha il dovere dell'assistenza morale e l'obbligo di coabitazione. Inoltre, è prevista la reversibilità della pensione, i congedi parentali, la graduatoria all'asilo nido (anche se è esclusa l'adozione di figli estranei alla coppia)

Articolo 4 - In materia di successione ed eredità, le unioni civili avranno gli stessi diritti delle coppie unite in matrimonio.

Articolo 6 - In caso di separazione, è previsto l'assegno di mantenimento, l'affido dei figli, diritti di visita e l'assegnazione della casa. Se uno dei due componenti dovesse cambiare sesso, l'unione civile sarà da considerarsi sciolta.

Questi gli articoli che "regolano" le coppie omosessuali. Varie dovrebbero essere le modifiche ancora da apportare al testo ma guardando l'accaduto dal lato positivo ringraziamo sorridendo di gusto il Governo Italiano per aver, finalmente, leggittimato le relazioni tra omosessuali, di fatto e legalmente uniti. 

La Puglia a tutto ciò risponde gioendo.

Taranto, infatti, si prepara ad ospitare il prossimo 2 luglio la parata finale della terza edizione del Puglia Pride e l'attività di sensibilizzazione, informazione e formazione della cellula provinciale Arcigay continua. "La rivoluzione continua e mai cesserà".

La programmazione della terza edizione de "La Settimana contro l'Omofobia" prevede nuovi appuntamenti venerdì 13 maggio presso il Laboratorio Urbano di Grottaglie, sabato 14 presso Piazza Maria Immacolata, domenica 15 in Piazza XX Settembre a Martina Franca, lunedì 16 presso il Centro Interculturale Nelson Mandela di Taranto (con l'inaugurazione dello Sportello Arcobaleno, spazio di ascolto per migranti lgbt), martedì 17 (Giornata Internazionale contro l'Omo-bi-transfobia) presso l'isola pedonale, l'I.P.S.S. Liside e il cinema teatro Orfeo di Taranto, mercoledì 18 presso la Libreria Ubik.

Per visionare il calendario completo delle iniziative promosse dall'Associazione Culturale Hermes Academy – Arcigay Taranto con il supporto della rete IsolArcobaleno nella provincia di Taranto ed oltre, consultare il sito www.hermesacademy.blogspot.it 

Leggi tutto...

Il movimento "LIBERA...MENTE" promuove legge per valorizzare la Ceramica Artistica e Tradizionale

Il movimento "LIBERA...MENTE" di Grottaglie, recentemente, ha accolto positivamente una proposta di legge intrapresa dalla Regione Campania sulla valorizzazione del settore della ceramica artistica e tradizionale, e ha promosso l'iniziativa a livello locale.

Di recente la III Commissione Consiliare permanente della Regione Campania ha approvato all'unanimità una proposta di legge volta alla disciplina e alla valorizzazione dei "percorsi della Ceramica Artistica e Tradizionale in Campania".

L'ideatore dell'iniziativa Marco Senatore, nonchè Assessore alle Attività produttive e Turismo del Comune di Cava de' Terreni commenta l'iniziativa: "La legge potrà dare slancio sicuramente e simultaneamente al comparto ceramico e a quello turistico in Campania".

Nei giorni scorsi, il Movimento Civico Politico Culturale "LIBERA...MENTE", in un incontro di gruppo, ha discusso della notizia e ha condiviso  l'opinione che siffatta iniziativa potrebbe essere proposta anche a livello locale, in particolare dal Comune di Grottaglie insieme al Comune di Laterza (ambedue Città di antica tradizione ceramica, associate all'AICC).

Il Movimento propone alla Regione Puglia di attivare un analogo iter formale normativo poichè ritenuta una importante occasione per qualificare la cultura di comunità e per incentivare i settori produttivi dell'artigianato e del turismo di area.

Mettendo in azione le opportune procedure in Puglia, si otterrebbe un importante e strategico riconoscimento di itinerari e cammini, finalizzati alla conoscenza e alla valorizzazione dei luoghi storici e dei luoghi naturali, tra loro collegati dalla lavorazione dei manufatti di argilla e serviti da una idonea offerta alberghiera, gastronomica e rurale.

I "LIBERA...MENTE" contribuendo attivamente con tutte le proprie forze alla prosecuzione dell'impresa, interpellano le Istituzioni Comunali e Regionali con lo scopo di stabilire accordi con il Comune di Cava de' Tirreni, per un cortese plauso e per acquisire ulteriori informazioni. Il movimento suggerisce inoltre al Sindaco di Grottaglie, immediati contatti con i Consiglieri regionali eletti, in modo da avviare un dialogo con la Regione Puglia e con L'AICC per ottenere il necessario supporto. 

Leggi tutto...

L'Italia sono anch'io: a Grottaglie il comitato per la campagna per i diritti di cittadinanza

  • Pubblicato in Politica

 

Si è ufficialmente costituito, presso la sede dell'Arci in via Bari a Grottaglie, il comitato locale de “L'Italia sono anch'io”, che propone, attraverso la presentazione di due leggi di iniziativa popolare, di arrivare al più presto ad una riforma del diritto di cittadinanza che preveda che anche i bambini nati in Italia da genitori stranieri regolari possano essere cittadini italiani e una nuova norma che permetta il diritto elettorale amministrativo ai lavoratori regolarmente presenti in Italia da cinque anni, temi sui quali il Presidente della Repubblica Napolitano ha più volte richiamato la politica ad una presa di coscienza e ad una rapida risoluzione.
 
Al comitato hanno aderito localmente Arci e Cgil (facenti parte anche del comitato promotore nazionale),  Federazione della Sinistra/Rifondazione Comunista, Italia dei Valori, Sinistra Ecologia e Libertà e Sud in Movimento. Il comitato è aperto ad ulteriori adesioni e si riunirà nuovamente martedì 24 Gennaio alle ore 18,30 presso la sede dell'Arci in via Bari per stilare il calendario definitivo dei banchetti per la raccolta firme.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up