Dite la vostra: telecamere si o no?

  • Pubblicato in Sociale

La cronaca racconta di una serie di abusi sui bambini, perpetrati anche dai loro insegnanti, sugli anziani, i diversamente abili e gli animali. Sempre più strutture pubbliche e private ricorrono all'attivazione di sistemi di videosorveglianza per motivi di sicurezza. Il tutto, deve avvenire nel rispetto della disciplina in materia di protezione dei dati personali, tutela della dignità, dell'immagine, del domicilio e luoghi come ad esempio toilette, cabine, spogliatoi, camere d'albergo. Occorre, poi, che le telecamere siano necessarie, ovvero sia evitato l'uso superfluo, e che siano installate solo laddove altre misure siano insufficienti. Infine, senza una denuncia e sospetti fondati , le forze dell'ordine non possono intervenire. Questo, per dire cosa? Alla luce di ciò che è successo a Taranto nei giorni scorsi, e che purtroppo accade in ogni zona d'Italia e del mondo, dove due maestre di una scuola d'infanzia sono state sospese dalla professione in attesa del processo che le vedrà imputate per il reato di maltrattamenti su minori, cosa ne pensa la popolazione su queste norme? In Italia c'è un alto tasso di disoccupazione, gente per bene che vorrebbe lavorare. Non sarebbe meglio non reintegrare mai più gente condannata per tali infamanti e deplorevoli fatti e dare spazio a gente più meritevole di ricoprire alcuni ruoli così delicati? La legge farà il suo corso. I genitori e/o parenti delle vittime forse però, preferirebbero che alla privacy di chi peraltro, se sa di comportarsi bene non ha niente da temere, prevalesse il diritto degli indifesi.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up