Sosteniamo il Polo Ionico Universitario

La presenza di una sede decentrata a Taranto, dell'Università
degli Studi di Bari "A. Moro", è una risorsa economica ma, soprattutto culturale per la provincia ionica.

La sua chiusura recherebbe un danno agli studenti che
arrivano non solo dalla provincia di Taranto ma
anche dalla Basilicata e dalla Calabria.

Il delegato dal Rettore dell' Università degli Studi di
Bari, il Prof. Riccardo Pagano, per questo, ha rivolto un appello a tutti i
sindaci della Provincia di Taranto ed alle diverse istituzioni pubbliche e
private affinché aderissero alla richiesta di sottoscrizione del Manifesto per
il consolidamento e lo sviluppo del Polo Universitario Ionico.

Il Comune di Martina Franca attraverso una Delibera di
Giunta ha già dato la sua adesione.

Ora tocca agli altri.

Anche il Governo centrale, sarebbe opportuno che attuasse un
intervento finanziario pluriennale da inserire nella Legge di Stabilità.

Leggi tutto...

Api: Chiediamo alla coalizione la verifica di Giunta, prima del Bilancio

  • Pubblicato in Politica

 

Il circolo grottagliese di Alleanza per l'Italia - attuale forza politica dell'ex primo cittadino Raffaele Bagnardi e partito che ha appoggiato nel corso della recente tornata elettorale il Sindaco Alabrese, ma che non ha superato lo sbarramento utile ad entrare in consiglio comunale - torna a dire la sua riguardo il percorso che l'attuale Amministrazione Comunale dovrebbe tenere in merito ad un'eventuale verifica di Giunta.
"Il Bilancio 2012 del Comune di Grottaglie - sostiene Api - deve avere un significativo, irrinunciabile valore politico, oltre che sostanziale.
L’attuale Giunta non garantisce la pienezza di questa condizione, perché ormai rappresenta sempre meno il consenso popolare originario, espresso dai cittadini nelle ultime elezioni amministrative, neanche un anno fa.
Infatti, ben quattro Assessori su sette non hanno titolo o hanno perso le proprie giustificazioni elettorali. Due sono Assessori cosiddetti “tecnici”, cioè fin dall’inizio sottratti arbitrariamente alle liste o negati ai candidati che ne avevano diritto per voti ottenuti e nominati senza spiegazioni dal Sindaco.
La vicesindaco, nonché Assessore con deleghe importantissime, si è allontanata dal Partito di provenienza, l’UDC, e si è legata a due Consiglieri già approdati al neonato Gruppo misto. L’Assessore all’Agricoltura e il poco unito Gruppo dei Cattolici per il sociale ormai da tempo sono in ombra e hanno perso ogni legame con il Movimento omonimo, che a suo tempo promosse l’idea morale, presentò la lista politica e conquistò in Consiglio comunale ben tre seggi.
I rimanenti tre Assessori brillano invece, insieme al Sindaco stesso, per la copertura assoluta e stringente concessa dal PD.
Sicché, questa Giunta è in pratica un “monocolore”, con affaccio su uno sparpagliato e confuso panorama di persone e personaggi. Urge quindi un riallineamento con il Consiglio comunale.
È ora di fare il primo tagliando: qualcuno deve essere licenziato con ringraziamenti, qualcun altro deve far palese dichiarazione di fede e appartenenza (ossia deve dirci chi è adesso e con chi sta), qualcun altro ancora deve essere accolto per dovuto aggiustamento e ... speriamo che basti. Tutto ciò andrebbe preceduto da un “concilio” della coalizione “Grottaglie oltre”, di cui non si hanno recenti notizie e di cui bisognerebbe rinverdire subito e realizzare poi il programma.
In definitiva, a Grottaglie occorre prestissimo una Giunta nuova, coerente e responsabile, poiché il futuro richiederà consapevolezza, impegno e competenza. Finiamola con la politica di parata, che sta riducendo le istituzioni pubbliche e le cariche elettive a inopinate dipendenze dei partiti, diventati oggi oscure botteghe. Con il Bilancio 2012 ci aspettiamo
finalmente il primato della buona Politica civica."
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up