Scomparso un uomo bisognoso di cure

"E' SCOMPARSO IL SIG. ACCETTA GIOVANNI DI ANNI 35. E' SCAPPATO DAL C.I.M. DI CASTELLANETA MERCOLEDI' 22/04/2015 ALLE ORE 11.30/12 ED INDOSSAVA UN JEANS ED UNA MAGLIETTA GRIGIA. ALLE ORE 19.10 DI MERCOLEDI' E' STATO AVVISTATO NEI PRESSI DELLA CHIESA DELL'ASSUNTA A CASTELLANETA. CAMMINA MOLTO LENTAMENTE A CAUSA DI UNA MALATTIA. HA NECESSITA' DI PRENDERE MEDICINE ED E' NECESSARIO RITROVARLO IL PRIMA POSSIBILE".

Leggi tutto...

Uomo a terra, nella notte, a Grottaglie

  • Pubblicato in Cronaca

Erano circa le 02:30 di questa notte quando giungono segnalazioni in merito ad un uomo, forse di nazionalità straniera, riverso per terra, col viso nella terra ai piedi di un albero su un marciapiede sito all'incrocio dell'uscita da Grottaglie, sulla strada che porta a Taranto o San Giorgio Jonico (zona stazione, nei pressi di un supermercato e di un'attività commerciale cinese).

Leggi tutto...

Legalità, nasce a Montemesola la delegazione regionale A.N.S.F.O

Si è costituita a Montemesola (Ta), la delegazione regionale facente capo all'Associazione Nazionale Sostenitori delle Forze dell'Ordine.

L'associazione, nata a San Giovanni Valdarno (AR) il 18 gennaio del 2012, è libera e apartitica e persegue obiettivi di solidarietà sociale, senza scopi di lucro, regolata a norma degli artt. 36 e segg. del Codice Civile. L'A.N.S.F.O. Puglia, in linea con quanto stabilito dallo Statuto nazionale, si propone di raccogliere e diffondere al pubblico le informazioni relative alle attività delle Forze dell'Ordine e Forze Armate nel loro impegno quotidiano di tutela dei cittadini, nella lotta e prevenzione dei crimini, diffondere informazioni utili alla sicurezza del cittadino e alla tutela dei suoi diritti, diffondere la cultura della legalità e dell'antimafia, collaborare con Enti pubblici locali e realtà operative ed economiche nel settore della comunicazione, organizzare convegni, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di film, documentari a livello nazionale ed internazionale, attività editoriale tramite pubblicazione di bollettini, riviste, atti di convegni, di seminari, nonché degli studi e delle ricerche compiute, in forma cartacea, digitale/elettronica e sul web, l'organizzazione di corsi di formazione e di aggiornamento.

Tra gli scopi principali, vi è quello di infondere nella comunità un sentimento di fiducia nei confronti degli uomini e delle donne in divisa che ogni giorno lavorano per la sicurezza di tutti i cittadini, in un'era come quella attuale, in cui la divisa è spesso concepita da una parte della società come nemica, e non come figura di riferimento e di protezione. A capo della sede nazionale, il giornalista Massimo Martini, ha nominato quale responsabile per la Regione Puglia, Elena Ricci, tarantina, collaboratrice delle testate giornalistiche locali 'Taranto Oggi' e 'Periodico Vivavoce', nonché collaboratrice della testata nazionale 'Sostenitori.info', annessa alle attività dell'associazione. Il direttivo regionale, è costituito dal vice presidente Biancamaria Zito, avvocato; il segretario Erasmo Stasolla, poliziotto penitenziario; il tesoriere Cosimo Sgobio, meccanico, e i consiglieri Annamaria D'Erchie (restauratrice di arte sacra); Angelo Coro(commerciante); Cosimo Ricci (odontotecnico); Cosimo Marinelli (Vigile del Fuoco); Alessandro Del Piano; Flora Fiore e Luisa Carlucci. In cantiere moltissimi progetti, tra cui la produzione di un film-documentario sull'operato delle forze dell'ordine e la commemorazione delle vittime del dovere. La neo associazione sin da subito, è pronta a collaborare con qualsiasi realtà locale per la promozione di iniziative, volte alla diffusione della cultura della legalità.

Leggi tutto...

Dario Stefàno per la legalità

  • Pubblicato in Politica

"Un sentito e sincero apprezzamento per l'importante operazione condotta contro la Sacra Corona Unita. Un'azione che ancora una volta ci restituisce la misura dell'impegno, della dedizione e dei sacrifici che uomini e donne dello Stato profondono ogni giorno per contrastare la criminalità. La prego di estendere gli elogi agli agenti e ai funzionari che
hanno reso possibile questa operazione".

Leggi tutto...

Microcamere ed armi della malavita a Taranto

Polizia di Stato e Carabinieri di Taranto ieri mattina si trovavano nella città vecchia con dei tecnici comunali per effettuare sopralluoghi presso abitazioni abbandonate a rischio crollo, quando hanno scoperto delle microspie, posizionate una su di un vecchio lampione ed una sulla cupola del campanile della chiesa dei Santi Medici per controllare e proteggere il mercato della droga e segnalare in tempo reale l'arrivo delle Forze dell'Ordine. I cavi di alimentazione delle telecamere confluivano in un locale disabitato, all'interno del quale sono stati rinvenuti il monitor che permetteva la visione delle relative immagini ed un dvd attualmente al vaglio degli investigatori. Rinvenuta e sequestrata inoltre, una pistola calibro 45 mod. Colt e 53 cartucce dello stesso calibro. Indagini in corso.

Leggi tutto...

Grave incidente stradale a Taranto

Intorno alle 19:00 di ieri un altro grave incidente si è verificato sulle nostre strada. Due automobili, si sono scontrate frontalmente ed in modo violento sulla via per Statte a Taranto. Il bilancio è di diversi feriti di cui uno grave. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine per i rilievi del caso e per stabilire la dinamica ancora poco chiara dell'incidente ed i medici del 118 che hanno trasportato d'urgenza i feriti presso l'ospedale "G. Moscati" di Taranto.

Leggi tutto...

Furto nella notte al supermarket "Metà" di Grottaglie

  • Pubblicato in Cronaca

È avvenuto la notte di lunedì 21, il furto a Grottaglie: ad essere stato preso di mira, il noto supermercato "Metà", sito in Via Lombardia. I malviventi sono riusciti a fuggire con un bottino di circa 200 euro.
Avviate le indagini da parte delle forze dell'ordine, i quali stanno visionando il contenuto delle telecamere di videosorveglianza del bar vicino per risalire agli autori del colpo.

Leggi tutto...

Paura a San Pietro in Bevagna

Lieto fine per una giovane coppia che sabato sera ha smarrito il figlioletto di 6 anni nella confusione di Piazza delle Perdonanze in pieno centro a San Pietro in Bevagna.
Il bimbo in un momento di distrazione dei genitori si è perso tra la folla e le bancarelle.
Appena i genitori si sono accorti che il loro bambino non era nelle vicinanze hanno iniziato a chiamarlo a gran voce.
Le loro urla hanno attirato l'attenzione dei presenti che li hanno subito aiutati nella ricerca.
Si pensava già a qualcosa di terribile tanto che erano state avvertite le forze dell'ordine.
Ma prima dei militari, è arrivato un commerciante marocchino mano a mano al bimbo. Avendolo notato mentre camminava spaurito da solo, lo ha fermato, rassicurato e riportato dai genitori che non sapevano come ringraziarlo.
Il giovane straniero, è ritornato subito al suo lavoro. Per il bimbo solo un amorevole rimprovero ed un po' di comprensibile paura.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up