Stasera, il Maestro Petr Plany in concerto all'organo rinascimentale di Grottaglie

Continuano i solenni festeggiamenti in onore di San Francesco De Geronimo (Grottaglie 1646 - Napoli 1716), celeste patrono di Grottaglie.

Stasera, martedì 1 settembre, alle ore 20:00 presso la Chiesa Collegiata Maria SS.ma Annunziata, il Maestro Petr Plany si esibirà in concerto all'organo rinascimentale. L'ingresso è libero e gratuito. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Petr Plany1

 

 

 

Leggi tutto...

NATALE 2014: mostre, spettacoli e festeggiamenti

Quello previsto per Grottaglie in occasione del Natale è un calendario ricco di iniziative, per grandi e piccini.
Di seguito tutti gli eventi:

MOSTRE:

XXXV Mostra del Presepe : 8 dicembre 2014 – 6 gennaio 2015 presso Castello Episcopio – tutti i giorni: 10.00-13.00/17.00-21.00
HISTORIAE PICTAE opere di Francesco e Antonio Spagnulo: 4 dicembre 2014 – 8 gennaio 2015 presso Sala esposizioni ex Associazione Culturale Camini (via Battista, 24 Centro Storico) – tutti i giorni: 16.00-21.00; sabato, domenica e festivi: 9.00-13.00/17.00-21.00
CADEAU NATALIZIO 2014. Mostra creativa femminile a cura di GIAM Laboratorio Donna Gruppo Creativo presso Palazzo De Felice – tutti i giorni: 17.00-20.00; domenica e festivi: 10.00-12.00/17.00-20.00
"DA C'ERA UNA VOLTA a SCI SCI SCI.... BUM!" ...la favola continua....10 anni di noi (mostra di elementi scenici, costumi, foto) a cura della Compagnia Teatrale "I SENZA VERGOGNA": 6 dicembre 2014 – 6 gennaio 2015 presso Castello Episcopio – tutti i giorni: 10.00-13.00/17.00-21.00

EVENTI E SPETTACOLI

Concerto "NATALE IN MUSICA" IV edizione, Coro Scuola Primaria "INCANTEVOLI NOTE" a cura dell'"Istituto Comprensivo F. G. Pignatelli": 11 dicembre 2014 presso Chiesa S. Maria in Campitelli dalle ore 19.30
L'OFFICINA DI BABBO NATALE (consegna anche tu la tua letterina nelle mani di Babbo Natale) a cura dell'"Associazione di Promozione Sociale Macchià": 12 dicembre 2014 presso Officina Collettiva, Via S. Francesco De Geronimo, 3 dalle ore 18.30
MAGIE DI NATALE (Trampolieri, Sputafuoco, Acrobati, Teatro delle Marionette, Clown, Sei "Babbi Natale" con slitta e cavallo, Mascotte di Minnie, Peppa Pig, Topolino, Spiderman, Pinocchio, il Mercatino di Natale, Baby dance, trucca bimbi e tante altre attrazioni) evento organizzato da INDDE - industria di idee: 14 dicembre 2014 presso Piazza Principe di Piemonte dalle ore 16.30
III EDIZIONE MERCATINI DI NATALE a cura della Pro Loco: 14 dicembre 2014 presso Vecchia Piazza Mercato, Via delle Torri: inaugurazione ore 10.30. Fino al 21 dicembre: 8.30-13.00/17.00-20.00

INCONTRI CULTURALI

IL SABATO CULTURALE, Incontro – Dibattito Verso il terzo centenario della morte. Riscoprire San Francesco De Geronimo, relaziona prof. Rosario Quaranta, storico, scrittore, saggista : 13 dicembre 2014 presso Biblioteca "San Francesco De Geronimo" Centro Monticello, Via C. Marx, 1 dalle ore 18.30
VIABILITA' MEDIEVALE E SANTUARI RUPESTRI a cura del Rotary Club di Grottaglie: 13 dicembre 2014 presso Liceo Artistico "Vincenzo Calò" , Via J. Della Quercia, 1 dalle ore 9.00

FESTEGGIAMENTI RELIGIOSI

FESTA DI SANTA LUCIA (benedizione e accensione di un piccolo falò, fuochi pirotecnici, pettolata, spettacolo musicale prenatalizio degli alunni dell'Istituto Comprensivo "Don Bosco" plessi "Pellari" e "Giovanni Paolo II") a cura della Parrocchia Colleggiata "Maria SS. Annunziata" Chiesa Madre: 13 dicembre 2014 presso Chiesa Madre, Piazza Regina Margherita | Programma Civile dalle ore 18.45.

Leggi tutto...

Parrocchia della Madonna del Rosario: le associazioni e la carità contano.

  • Pubblicato in Sociale

Saranno la carità, l'associazionismo, la collaborazione ed il dialogo che emergeranno da quest'anno a Grottaglie, grazie al nuovo percorso che la Parrocchia della Madonna del Rosario intraprenderà a partire dal 5 ottobre prossimo, quando inizieranno i festeggiamenti in onore della sua SS. Vergine. Bisogna far sapere alla cittadinanza che vi sono delle realtà, comunali e del territorio limitrofo, formate da giovani volenterosi, attivi e propensi a scambiare con la gente informazioni utili al buon vivere. Le parti migliori cittadine devono avere visibilità. Perché ci sono. A loro, a tal proposito, sarà dedicato uno spazio urbano, innanzi alla citata Chiesa, nei giorni che andranno dal 5 al 7 ottobre. E che inizino i festeggiamenti!

Leggi tutto...

Stasera Grottaglie festeggia il bronzo di Noemi Stella

  • Pubblicato in Sport

Dopo aver conquistato ad agosto scorso la medaglia di bronzo nella gara di marcia femminile ai Giochi Olimpici giovanili di Nanchino (5000 metri in 22' 20" 46), l'atleta Noemi Stella verrà festeggiata, stasera, nella sua Grottaglie. Alle ore 20:00, infatti, è prevista la sua partecipazione ad un incontro coordinato dalla giornalista Lilli D'Amicis con gli amici e con tutta la cittadinanza presso l'edicola/libreria "Edicolè" sita in via Campitelli. La nostra "Stella" ha affrontato l'agguerrita concorrenza straniera portando in alto anche il nome della nostra città. Festeggiamola in tanti.

Leggi tutto...

Riscoprire San Francesco De Geronimo

Nell’ambito dei festeggiamenti patronali e in preparazione al III Centenario della morte del santo gesuita ( 1716 – 2016),  relazione di approfondimento storico-bibliografico di Rosario Quaranta sul Patrono principale della Città della Ceramica
Il programma dei festeggiamenti patronali di quest’anno prevede, come ormai da tradizione, anche un  momento di riflessione e approfondimento sulla figura e sull’opera di San Francesco De Geronimo, personaggio di spicco non solo della Città di Grottaglie, ma del più vasto territorio  regionale e nazionale.
A parlare di alcuni aspetti relativi al culto, alla bibliografia e all’iconografia del santo gesuita sarà il prof. Rosario Quaranta, segretario della sezione tarantina della Società di Storia Patria, nella relazione che terrà nella chiesa madre grottagliese domenica 25 agosto alle ore 20.00, subito dopo la Celebrazione eucaristica presieduta da padre Florio Quercia, Superiore della Comunità dei Padri Gesuiti di Grottaglie.
Il prof. Quaranta si soffermerà in particolare sulla prima breve biografia del De Geronimo, apparsa in lingua tedesca in Germania nel 1717 e cioè poco più di un anno dopo la sua  morte: un’opera che, pur anticipando le classiche tre antiche biografie del personaggio (nell’ordine, del p. Carlo Stradiotti, 1719; del p. Simone Bagnati, 1725,  e del p. Carlo De Bonis, 1734), e pur presentando in assoluto il primo e più antico ritratto del santo, è stata praticamente ignorata dalla storiografia ufficiale, pur avendo conosciuto nel nord dell’Europa un notevole successo poiché venne tradotta anche in olandese, in boemo e in francese.
E in effetti, già nel 1719 lo Stradiotti faceva, a proposito della propagazione della fama di santità di p. Francesco De Geronimo nel Nord Europa, questa osservazione: “ non è da maravigliarsi che tutta Napoli si commovesse poiché già da tanti anni lo conosceva, bensì fa stupore che la fama della sua morte si spargesse subito per tutta Italia anzi anco per la Germania. Onde il Padre Nicolò Poter della nostra Compagnia da Magonza a 17 Novembre 1716 ne mandò la notizia al Padre Maurizio Antonelli pur della Compagnia con queste parole “Venerabilis Pater Franciscus de Hieronymo fama sanctitatis et miraculorum totam Europam et in specie nostram Germaniam implevit” (cioè: “il venerabile padre Francesco De Geronimo con la fama della santità e dei miracoli ha riempito tutta l’Europa e specialmente la nostra Germania”). E può dirsi che la Germania fu la prima che ne intagliò l’Immagine in rame. La fama del Padre Francesco è cresciuta sì fattamente di là da Monti che colà ne han sparse in stampa sotto diversi atteggiamenti da sei mila immagini, né cessano le domande per ottenere da Napoli qualche minuzzolo delle sue vesti, lettere o altro usato dal Padre in vita. Né cotali domande vengono dalla sola Germania ma dalla Polonia e da altre Provincie straniere…”
La relazione mirerà, grazie anche ad altri ritrovamenti bibliografici, a comprendere le ragioni del successo e dell’espansione della devozione e del culto del De Geronimo, oltre che in Italia, anche in quelle lontane regioni (Germania, Austria, Belgio, Olanda, Boemia, Polonia) nel Sette e Ottocento, passando in rassegna pubblicazioni per lo più sconosciute.  
Non mancheranno interessanti novità anche dal punto di vista iconografico, dal momento che verranno presentate immagini e documenti antichi che confermano l’importanza della figura e dell’opera religiosa, sociale e spirituale di un grande personaggio del nostro Sud.
L’utilità di momenti di riflessione e di approfondimento come quello che si terrà domenica prossima nella chiesa madre grottagliese emerge anche dal fatto che tra non molto, e cioè tra poco più di due anni (2016), ricorrerà il terzo centenario della morte del nostro grande Santo. Si tratta di un appuntamento importante al quale occorre già pensare e che deve vedere impegnato l’intero territorio per riscoprire la grandezza della figura e del messaggio di un “operaio zelantissimo nella vigna del signore” (come ebbe a definirlo nel 1723 il grande giurista gesuita tedesco Vitus Pichler nel 1723) che ha lasciato una traccia indelebile non solo a Grottaglie, a Napoli e nella Compagnia di Gesù, ma anche in paesi lontani e nella stessa storia della Chiesa, con l’esempio straordinario di una vita apostolica spesa totalmente e generosamente al servizio di Dio e del prossimo.


      

Leggi tutto...

Sud in Movimento: Festeggiamenti per San Ciro, eccellente organizzazione

  • Pubblicato in Politica

 

Il partito civico Sud in Movimento traccia un bilancio, positivo, dei festeggiamenti in onore di San Ciro, svoltisi quest'anno in una nuova location.
"Quest'anno la festa patronale di San Ciro, con  la relativa “focra” - sostiene Sud in Movimento -  ha trovato finalmente la sua degna collocazione, dopo un lungo periodo in cui creava più momenti di disagio che di festa.
Finalmente il quartiere 167 viene posto al centro della comunità che trova, nella “periferia”, la migliore collocazione logistica per i festeggiamenti del santo patrono.
Il Sud in Movimento rende merito al Comitato per San Ciro per la eccellente organizzazione della festa e per  aver esaltato il potenziale logistico di un quartiere da troppi anni ignorato ed abbandonato dalle varie amministrazioni .
La riqualificazione urbana delle periferie passa anche attraverso queste iniziative che, oltre a trarne vantaggi organizzativi, rispondono ad un forte bisogno di coesione sociale.
É in queste occasioni che emergono prepotenti le potenzialità che il territorio e la cultura grottagliese  hanno bisogno di esprimere e che potrebbero sviluppare nuove opportunità economiche e culturali.
Ancora una volta le associazioni grottagliesi dimostrano di avere competenza, capacità e determinazione nel difendere e promuovere la cultura ed il territorio della nostra comunità."
Leggi tutto...

31 Gennaio: Grottaglie in festa per San Ciro, protettore della citta'

 

La festa di San Ciro, Santo Patrono della Città di Grottaglie, cade ogni 31 gennaio ed ha inizio la sera del 30 gennaio con l’accensione della pira e prosegue con la grande processione dei devoti nell’indomani, la maggior parte dei quali scalzi, con la statua di San Ciro.  Ma chi era San Ciro? Era un medico egiziano, per questo lo si venera come il protettore dei medici, ha vissuto nel III secolo dopo Cristo, convertito al cristianesimo è stato perseguitato, martirizzato torturato con olio bollente e ucciso bruciato vivo. Da qui la tradizione di accendere un grande fuoco, la cosiddetta “pira” o “foc’ra” per ricordare la sua morte da martire. Nonostante la sua vita e la sua morte siano significative per la fede cristiana, senza l’intercessione di un altro grande santo nostrano come San Francesco de Geronimo, difficilmente questa venerazione sarebbe giunta a noi. Nonostante un balzo temporaneo di 1400 anni, le vite straordinarie di questi due uomini si intrecciano nella cittadina di Grottaglie.
Le motivazioni che spiegano perché San Francesco de Geronimo abbia scelto di introdurre a Grottaglie il culto di San Ciro non sono chiare ancora oggi. La prima vuole che il chiedere a Grottaglie di venerare San Ciro sia stata proprio una missione di San Francesco de Geronimo, diffondendo un culto che stava radicando in Campania, dove San Francesco de Geronimo predicava. Tale motivazione si scontrerebbe però con l’appartenenza di San Francesco de Geronimo alla Compagnia di Gesù. Non si spiegherebbe come mai non si sia preferito proporre al culto popolare Sant’Ignazio, fondatore della Compagnia di Gesù. La seconda ipotesi: San Francesco de Geronimo, fin da piccolo, era venerato come un santo per i miracoli reali che gli venivano riconosciuti, tanto che era diventato impossibile per lui operare la sua missione quotidiana. Cosa sarebbe stato vivere e predicare essendo considerato un “santo vivente” in una città come Napoli che ha 54 patroni protettori. Per evitare una martirizzazione al contrario, la strategia utilizzata dal nostro concittadino grottagliese potrebbe essere stata quella di affermare che i suoi miracoli fossero frutto della sua intercessione verso San Ciro, allora praticamente sconosciuto anche perché giungeva da una terra lontana come l’Egitto. Tale decisione permise a Francesco di ottenere i risultati sperati e di replicare tale scelta nella sua predicazione a Grottaglie, dove già lo attendeva una beatificazione popolare. La famosa frase pronunciata da San Francesco ai suoi concittadini “Un giorno amerete più San Ciro di me”.
Grottaglie si prepara a festeggiare San Ciro, con un programma di eventi di carattere civile e religioso. Ricco il programma di manifestazioni, presieduto dal parroco della Chiesa Matrice, don. Eligio Grimaldi, che ha voluto proporre a tutti i fedeli questo tema di riflessione: “La testimonianza evangelica di S. Ciro ci richiami ad una vita più degna e generosa e il ricordo delle sue gesta ci stimoli sempre all’imitazione del Cristo” . 
Si comincia DOMENICA 16 GENNAIO alle ore 17:00, con la Traslazione della Venerata Immagine di San Ciro dalla Chiesa dei Paolotti alla Chiesa Madre. 
Secondo appuntamento SABATO 22 GENNAIO, con l’inizio del Solenne Novenario predicato dal Padre Cappuccino Angelo Falco per giungere a MARTEDI 25 GENNAIO alle ore 18:00, con la presentazione del progetto musicale “Inno a San Ciro” in Chiesa Madre. 
Si entra così nel vivo dei festeggiamenti, MERCOLEDI 26 GENNAIO alle ore 18:00 si è tenuta una Santa Messa animata dal SEMINARIO ARCIVESCOVILE di Taranto e presieduta dal Rettore Sac. Giovanni Chiloiro. 
GIOVEDI 27 GENNAIO incontro in Chiesa Madre con l’autore del libro “ Questo Amore è sbagliato” – La svolta di Agostino”, di Mons. Luigi Angelini in collaborazione con il Liceo “G. Moscati” di Grottaglie. 
SABATO 29 GENNAIO alle ore 17:30 si è svolta la Santa Messa in Chiesa Madre e poi alle ore 18:30 la VI edizione MEDICI PER S. CIRO con tema “Malattie rare: il mondo dei fragili”.
DOMENICA 30 GENNAIO Sante Messe alle ore 7:30 – 9:30 – 11:00 – 18:00 e poi alle ore 20:00 Benedizione ed accensione della Pira presso “PIAZZA S. CIRO”, con i fuochi pirotecnici della ditta “CAV. MEDAGLIA D’ORO COLANGELO” da Avigliano (PZ).
LUNEDI 31 GENNAIO ci sarà il clou dei festeggiamenti civili e religiosi, che prevederanno,  la recita della Sante Messe alle ore 6:00 – 7:00 – 8:00 – 9:00 – 10:00 – 11:00 – 12:00; dalle ore 7:00 alle ore 12:00 Raccolta di sangue organizzata dall’AVIS – Grottaglie - Madonna del Carmine, con l’autoemoteca del centro trasfusionale di Taranto che sosterà in piazza Regina Margherita. 
Alle ore 10:00 Solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Rev.ma Mons. Benigno Luigi Papa Arcivescovo di Taranto ed a partire dalle ore 13:30 la Processione della Venerata Immagine del Santo Patrono per le principali vie della città, con celebrazione Santa Messa al rientro della processione. 
Per concludere, alle 19:30 circa, spettacolo di fuochi pirotecnici presso il campo sportivo delle premiate ditte “CAV. MEDAGLIA D’ORO COLANGELO” da Avignano (PZ) e “CAV. MEDAGLIA D’ORO ARMANDO TRUPPA” da Latiano (BR).
Per finire, DOMENICA 6 FEBBRAIO alle ore 16:00 la Venerata Immagine del Santo Patrono verrà riportata nella Chiesa dei Paolotti con una processione, durante la quale si terrà un altro spettacolo dei fuochi pirotecnici eseguito dalla Ditta “CAV. MEDAGLIA D’ORO ARMANDO TRUPPA” da Latiano (BR). Durante le varie processioni presteranno servizio i Concerti Bandistici “Banda Città di Grottaglie” e “Musicartè”.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up