"L'Italia cambia con noi". Al convegno del Pd ospite Matteo Orfini

 

Il Partito Democratico provinciale congiuntamente con il circolo di Grottaglie organizza per mercoledì 27 giugno alle 19.00 presso l’atrio del Castello Episcopio di Grottaglie, l'iniziativa pubblica sul tema: l'Italia cambia con noi, idee per una nuova stagione di governo riformista“E’ ora di scendere in campo ed iniziare a dibattere anche sui territori, sulla nuova prospettiva che le forze progressiste e riformiste del paese devono mettere in campo per comporre una proposta di governo valida, una proposta che permetta di vincere le elezioni politiche previste per il 2013 e di governare finalmente l’Italia in questo delicato e difficile momento storico e dopo venti anni di berlusconismo”. Ad affermarlo è il segretario cittadino Aurelio Marangella che ribadisce l’impegno del circolo di Grottaglie nel favorire da qui ai prossimi mesi una ampia e diffusa discussione attraverso una un’agenda politica ricca di appuntamenti
All'incontro parteciperanno Luciano Santoro, capogruppo Pd provincia, Francesco Parisi, segretario provinciale Pd, Gianni Forte, segretario regionale Cgil e Michele Pelillo, assessore Regione Puglia.
La manifestazione sarà conclusa da Matteo Orfini, componente della segreteria nazionale del Partito Democratico e per la prima volta ospite del nostro territorio.
Leggi tutto...

Convegno sull'imprenditoria dei Giovani Udc. Russo: "La giusta via per rilanciare il nostro Paese"

 

I Giovani Udc hanno promosso un convegno (previsto per fine giugno) con l'obiettivo di indirizzare al meglio chiunque volesse mettere in piedi un'attività o un'impresa ma non avesse i mezzi e non riuscisse a trovare i finanziamenti necessari per far sì che ciò diventi possibile. "Questo avverrà - spiega il segretario dei Giovani Udc, Giuseppe Russo - con l'ausilio di persone esperte nel settore che daranno informazioni sulle regole e le norme da seguire per diventare imprenditori di se stessiLa meta che questa segreteria giovanile si prefigge è quella di far crescere in noi giovani la cultura d'impresa, ovvero la capacità di perseguire le proprie idee, i sogni e le ambizioni che ci poniamo, in maniera obiettiva e mirata, sfruttando al meglio le nostre capacità o dandole delle regole che ci aiutino a creare un progetto solido e perseguibile. Credo che sia la strada giusta per poter ridare slancio al nostro Paese, augurandoci che le nuove norme che verranno presentate agevolino il nostro sistema economico permettendoci finalmente di ripartire".
Un'iniziativa volta alla ricerca di una via d'uscita in una situazione economica quanto mai difficile: "la crisi sta pesando molto sulle famiglie ma anche sui giovani - continua Russo - i quali trovano parecchie difficoltà nell'inserirsi nel mondo del lavoro, a causa dei tagli al personale che aziende e altre attività sono costrette a fare per poter sopravvivere, a delocalizzazioni, là dove le condizioni di lavoro sono più convenienti per norme lavorative meno rigide e salari meno onerosi o faticano nel trovare l'occupazione adeguata alla preparazione raggiunta dopo anni di studiIl Governo, anche se ancora molto lentamente, si sta impegnando sul tema dell'occupazione per agevolare le assunzioni e riformare i contratti attraverso un sistema più libero e flessibile del mercato del lavoro, costruendo un sistema più vicino a quello adottato da Paesi più virtuosi e solidi del nostro.I finanziamenti sono un altro elemento fondamentale per l'economia, perché permettono di allargare il mercato, creare competitività, ricchezza, posti di lavoro, dare futuro a tante persone. In questo senso il Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera ha parlato delle banche che devono aiutare i giovani imprenditori e le giovani imprenditrici, ricordando però alle banche stesse di fare scelte più consapevoli nella ridistribuzione del credito, dato che la crisi in cui siamo è anche dovuta al fatto che il credito è stato concesso a chi non avrebbe dovuto riceverlo. Un'altro elemento, non meno importante, è la “questione del Mezzogiorno”, che ci portiamo avanti quasi dalla nascita dello Stato italiano e che ci riguarda più da vicino: più volte il sud d'Italia è stato dipinto come luogo in cui il progresso economico è poco incentivato, facendoci rimanere indietro rispetto a un nord più moderno e imprenditoriale". 
 
Leggi tutto...

"Emergenze sanitarie correlate all'ambiente". Giovedì 24 un convegno al Liceo artistico V.Calo'

Strategie di sorveglianza e strumenti di programmazione per nuove emergenze sanitarie correlate all'ambiente” Questo è il sottotitolo  dell’importante convegno che si svolgerà giovedì 24 maggio alle ore 18:00, nell’ Auditorium del Liceo artistico V. Calò, in via Jacopo della Quercia, organizzato dalle Soroptimist  e Lions di Grottaglie e dall’Associazione Koiné. sui problemi emergenti delle Malattie Infiammatorie Croniche, nell’ambito delle quali spiccano per numero e rilevanza sociale, i Disordini Infiammatori Immunomediati  (IMID).

A relazionare su questo innovativo protocollo sanitario, strettamente correlato con l’ambiente da oltre sei anni e applicato nell’Ospedale San Pio di Campi Salentina, sarà il professore Mauro Minelli (Direttore del Centro IMID di Campi Salentina), ed anche esperto consulente nella commissione del Senato (presieduta dal pugliese Rosario Giorgio Costa) "Commissione parlamentare d'inchiesta sull'esposizione a possibili fattori patogeni, con particolare riferimento all'uso dell'uranio impoverito".
Alla relazione di Minelli, preceduta dai saluti dei tre presidenti delle tre associazioni, la professoressa Maria Teresa Bray Traversa, il dottor Tommaso Sibilio e il dottor Roberto Burano, l’assessore regionale all’ambiente Lorenzo Nicastro cercherà di dare delle risposte di taglio istituzionale.
 Sono stati invitati anche i medici di famiglia, ai quali i pazienti si rivolgono quando sono agli esordi delle principali malattie infiammatorie croniche e le loro progressioni che di fatto, afferma Minelli, “risultano influenzate dal contributo di interazioni dinamiche e nocive tra i sistemi biologici dell'organismo, determinanti ambientali e alimentazione. La maggior parte dei provvedimenti terapeutici attualmente adottati per il trattamento di questi disordini complessi coinvolge essenzialmente farmaci finalizzati a tamponare i sintomi dopo la definizione della diagnosi generalmente precodificata in DRG. Un opportuno e aggiornato approfondimento interdisciplinare sulla natura di queste complesse interazioni patologiche, potrà fornire nuove evidenze condivise, a loro volta propedeutiche a necessari protocolli aggiornati di prevenzione, di diagnosi e di terapia specifici e, soprattutto, orientati a inquadrarne e neutralizzarne i determinanti primari.”
Tutto questo verrà chiarito giovedì 24 all’Auditorium del Liceo Calò, anche attraverso le domande del pubblico.
Leggi tutto...

La scuola media Pignatelli protagonista al convegno di Italia Nostra sull'educazione al paesaggio

 

La scuola media  di primo grado F.G. Pignatelli ha rappresentato lo scorso 17 aprile le scuole medie della Provincia di Taranto  al convegno “Educazione al paesaggio dalla conoscenza alla creatività”, l’iniziativa promossa dall'associazione Onlus “Italia Nostra” attraverso il concorso nazionale “Il paesaggio agrario” inserito nell’ambito del progetto “Paesaggi Sensibili” 2011 sull'educazione al patrimonio culturale e al paesaggio raccontato dai ragazzi, narrazioni e immagini nell’era digitale  2011-2012.
Al convegno, svoltosi a Taranto presso la biblioteca comunale “Pietro Acclavio”, hanno partecipato diversi istituti scolastici provenienti dalle diverse provincie della  Puglia. Per le scuole medie della provincia di Taranto hanno svolto la relazione introduttiva la scuola media F.G. Pignatelli di Grottaglie e per le superiori l’istituto tecnico commerciale professionale alberghiero di Crispiano; per la provincia di Bari l’istituto agrario di Alberobello  e l’ITIS “Panetti” di Bari e l’istituto agrario di Locorotondo ; per la provincia di Brindisi la scuola media “Pacubio” di Brindisi e l’istituto professionale  di Ostuni ; per la Provincia di Lecce il liceo scientifico F. Rodi del nord Salento di Squinzano e l' Istituto Tecnico Commerciale “V. Bachelet” di Copertino.
Il convegno ha visto la presentazione degli elaborati proposti dai ragazzi delle scuole, sviluppando così un dibattito con esperti e docenti, tra i quali il Dott. Aldo Riggio e Tommaso Galiani, responsabili per Italia Nostra del settore educazione e formazione, e con il contributo di esperti quali il prof. Aldo Galeano ed il Dott. Angelo Carmelo Bello, i quali hanno illustrato  “Le fornaci di Monteiasi per un’ipotesi di formazione di un parco archeologico  industriale”  e “ L’evoluzione del paesaggio agrario sull’altopiano della Murgia”.
Per la  scuola media F.G. Pignatelli il  prof. Vito Nicola Cavallo (Responsabile Funzione Strumentale dell’Area Marketing, Pubblicità,  Servizi di Documentazione e Biblioteca), ha illustrato il lavoro svolto da alcune classi dell’istituto che nell’ambito del piano dell’offerta formativa, ha previsto di trattare i nuclei  tematici  “Ambiente e Legalità - alla scoperta e valorizzazione del proprio territorio, per una cittadinanza consapevole”, finalizzati ad un'analisi e conoscenza del paesaggio agrario attraverso le tematiche ambientali. I lavori proposti al convegno “Il paesaggio come bene comune” e “La masseria”, dichiara il prof. Cavallo, “sono stati  realizzati con tecniche multimediali e si sono articolati nell’analisi ed osservazione del territorio agricolo compreso tra il territorio di Grottaglie, Villa Castelli e Francavilla Fontana (parte dell’area risulta essere oasi protetta); l’elaborazione si è concretizzata attraverso la rilevazione diretta delle situazioni emergenziali del predetto territorio e delle peculiarità rilevanti e determinanti sulla struttura del paesaggio agrario nelle diverse fasi evolutive, attraverso lo scorrere del tempo dall’autunno, all’inverno, alla primavera. Nel trascorrere del tempo, si sono rilevate le manomissioni e le diverse forme di antropizzazione del territorio nella fase naturale e dell’evoluzione vegetazionale dei luoghi osservati. Particolare attenzione si è data nel censire e fotografare le pre-esistenze dell’economia rurale nelle diverse entità volumetriche, produttive-abitative (masserie),  vocazionali (chiesa-santuario S.Maria dei Grani) e tecnologiche dell’evoluzione moderna  (pale eoliche e rifiuti di genere diverso). Con il bollino rosso si è inteso segnalare le cattive pratiche dell’utilizzo del territorio, in particolare  nel luogo individuato come riserva naturale”
A conclusione dei lavori il presidente di Italia Nostra della sezione di Taranto, l'architetto Giuseppe Todaro ha premiato, con due tessere di adesione all’associazione, le classi della scuola che hanno partecipato al convegno. La conclusione del progetto dei nuclei tematici svolti, sarà la visita degli alunni della scuola alla masseria Monti del Duca dell'azienda agricola Fratelli Cassese con il concerto di fine anno scolastico dell’orchestra della scuola il prossimo 5 giugno nel suggestivo scenario della stessa masseria.
Leggi tutto...

Gal Colline Joniche, territorio Green e da investimenti per la Dieta Mediterranea

  • Pubblicato in Economia

 

E’ la Dieta Mediterranea il filo conduttore del Piano di Sviluppo Locale per la maggior parte dei 25 GAL della Puglia che, di fatto, marcia speditamente verso la Green Economy. Una sorpresa? “Noi siamo nati green e basta guardarci attorno per accorgerci di ciò”, ha sottolineato ieri sera Antonio Prota, presidente del GAL Colline Joniche nel corso del convegno svoltosi a Grottaglie e dedicato proprio alla Dieta Mediterranea. Affollata la sala teatro della chiesa del Carmine che ha ospitato l’evento, tantissimi i visitatori che hanno potuto ammirare la piccola cripta sotto il luogo di culto che custodisce affreschi e ossari e, soprattutto, mirabili esempi di pietra scolpita. Il tutto, insomma, in sintonia con quel concetto più ampio di Dieta Mediterranea che non si riduce ad un consumo di verdure e frutta prevalente rispetto a pasta e pane, con un moderato apporto di carne e pesce, come ha sottolineato la dottoressa Elisa Scarpa dell’ospedale San Marco di Grottaglie. Dalla tavola ai cantieri il passo diventa breve considerando che, ha evidenziato il presidente Prota, “nel giro di un anno avremo altre 10  masserie ristrutturate e metà dei nostri fondi già impegnati, con l’obiettivo di ragionare in una logica di sistema e con le persone giuste”.
Ad allargare lo sguardo al resto della Puglia ci ha pensato Francesco Mastrogiacomo, responsabile regionale dell’Asse IV PSR della Regione Puglia, evidenziando come a fronte di oltre 40 milioni di euro disponibili ne siano stati impegnati 35 per gli agriturismi, 3,5 milioni per le masserie didattiche e circa 1 milione per le masserie sociali.
“In un recente passato la Puglia era solo luogo di import di vino e formaggio, oggi questi prodotti diventano le nostre identità e valorizzano le nostre radici – ha detto Vincenzo Lavarra, presidente dell’Associazione Puglia Europa Med - senza l’appiattimento della globalizzazione. Da qui arriva anche una giusta remunerazione, facendo attenzione a tutelare le nostre bontà dalle contraffazioni”. Proprio su questo percorso è impegnato il Consorzio di tutela dell’uva da tavola di Grottaglie, per il quale è intervenuta Lucia Cavallo ed è su queste premesse che è nata l’iniziativa del convegno, promosso dal vice presidente del GAL Francesco Donatelli.
“La Puglia è l’unica regione italiana ad aver scelto di posizionare sui GAL il 22% delle risorse invece del 5% indicato dall’UE, con l’obiettivo di generare miglioramenti della vita nei territori rurali. La mia ambizione – ha detto in conclusione con grande passione l’assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Dario Stefànoè di non disperdere risorse. Siamo a ridare centralità all’agricoltura nell’agenda regionale e, quindi, all’agri-cultura della Puglia”. A seguire Stefàno e gli altri ospiti hanno partecipato all’ottima degustazione di prodotti tipici degli 11 Comuni del GAL Colline Joniche ed al concerto conclusivo del Canzoniere Popolare Grottagliese. All’evento sono intervenuti, fra gli altri, i sindaci di Grottaglie Ciro Alabrese, di Monteiasi Salvatore Prete e di Roccaforzata Maria Giovanna Iacca, il consigliere provinciale Luciano Santoro, l’assessore provinciale Gianpiero Mancarelli ed il consigliere  regionale Francesco Laddomada.
Leggi tutto...

Medici per San Ciro 2012. Il Buon Uso dell’Ospedale nel territorio

  • Pubblicato in Sociale

 

Sabato 28 Gennaio 2012 ritorna la settima edizione di Medici per San Ciro, quest’anno incentrata su un dibattito sul  buon uso dell’Ospedale nel Territorio. Attraverso un Forum tecnico-scientifico, presso il Castello Episcopio si discuterà della gestione, della pratica e della ricerca clinica riguardante gli appropriati percorsi da seguire per utilizzare il miglior metodo come cambiamento di un buon governo sanitario.
Partner organizzativo dell'evento  la B.c.c. di San Marzano di San Giuseppe, che sarà presente con un intervento del proprio direttore generale Emanule Di Palma, che relazionerà sul tema delle emergenze economiche sanitarie nel contesto della crisi economica globale.
Contestualmente medici, infermieri, il direttore sanitario e il direttore generale della Asl di Taranto, Fabrizio Scattaglia, e di Arezzo, Enrico Desideri, si confronteranno sulla gestione della sanità pubblica.
Chiuderà l’assise mattutina Tommaso Fiore, ex Assessore alla Sanità della Regione Puglia, che presenterà i punti innovativi e realizzabili della gestione sanitaria descritti in suo libro dal titolo “Il Metodo come cambiamento. La cassetta degli attrezzi”.
Nel tardo pomeriggio invece, nella Chiesa Madre, si metterà in evidenza il ruolo spirituale della sofferenza umana, con una relazione del Sacerdote Don Eligio Grimaldi e il ruolo professionale del medico con una relazione del Presidente dell’Ordine dei Medici di Taranto, Cosimo Nume; inoltre ci sarà una comunicazione  riguardante i dati dell’ottima realizzazione della rete di prevenzione dell’infarto nel territorio tarantino da parte dei cardiologi Vincenzo Lenti e Luigi My, la serata sarà coordinata dalla giornalista Lilli D’Amicis, direttrice del giornale on line Oraquadra.
Ancora riserbo su chi sarà il giovane grottagliese, neolaureato a pieni voti in Medicina e Chirurgia, a vincere la borsa di studio. La cerimonia di premiazione avrà luogo come ogni anno nella serata di Medici per San Ciro e sarà affidata dall’attore Alfredo Traversa.
Infine la ceramista Anna Trani offrirà a tutti i relatori e ai giovani laureati una sua opera in ceramica raffigurante un Girasole, simbolo dell’Associazione  Medici per San Ciro Onlus.
L'evento è patrocinato dall'Amministrazione Comunale della Città di Grottaglie, dall’Ordine dei Medici della Provincia di Taranto, dalla Regione Puglia, dall’Azienda Sanitaria Locale Asl Taranto, dalla Fondazione Fadoi (Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti) e dai Supermercati Pam di Grottaglie.  
Il Programma dettagliato della manifestazione si può scaricare dal sito dell'Associazione Medici per San Ciro.
Leggi tutto...

Dieta mediterranea: il 24 gennaio un convegno su alimentazione ed economia agricola promosso dal Gal

  • Pubblicato in Economia

 

Una grande opportunità per la nostra economia e per preservare le nostre millenarie abitudini alimentari. Tutto ciò è racchiuso nella Dieta Mediterranea che, con la cosiddetta Green Economy, trova in Puglia le condizioni ideali di crescita. Nel tarantino, in particolare, attraverso la fitta rete di splendide masserie ci sono enormi potenzialità di sviluppo alle quali l’Unione Europea guarda con interesse. Con quali strumenti e quali interventi finanziari? E, in Puglia, quanto rilievo pratico ha la Dieta Mediterranea?
Le risposte arriveranno dal convegno che, martedì 24 gennaio, si soffermerà su “La Dieta Mediterranea opportunità di sviluppo innovativo”. La manifestazione, organizzata dal Gal Colline Joniche, si terrà a  Grottaglie, ore 16, nella sala teatro della chiesa del Carmine, con relatori Antonio Prota (presidente del Gal), Francesco Mastrogiacomo (responsabile regionale dell’Asse IV PSR della Regione Puglia), Antonio Ruggiero (vice presidente nazionale della Federazione Italiana Club UNESCO), Elisa Scarpa (dirigente medico di Medicina Interna dell’ospedale San Marco di Grottaglie) e Lucia Cavallo (referente del Consorzio di tutela dell’uva da tavola di Grottaglie).
Fra gli artefici del riconoscimento di patrimonio immateriale dell’umanità alla Dieta Mediterranea, nel 2010, da parte dell’UNESCO ci fu l’allora ministro della Politiche Agricole Paolo De Castro che, oggi, è il presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo. Per le conclusioni del convegno grottagliese interverrà proprio De Castro oltre all’on. Vincenzo  Lavarra (presidente dell’Associazione Puglia Europa Med) e Dario Stefàno (assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia). Ma l’alimentazione mediterranea è un paniere in cui rientrano anche tradizioni. Il convegno si concluderà, quindi, con una degustazione di prodotti tipici del territorio del GAL Colline Joniche all’interno del chiostro della Chiesa del Carmine con l’esibizione del Canzoniere Popolare Grottagliese.
Dai dati del contesto italiano e pugliese, intanto, si osserva come – secondo l’ISMEA, ogni italiano consumi mediamente 92 chilogrammi di carne all’anno e ci rivelano che la più alta percentuale oramai è concentrata nel Sud d’Italia con ben il 35% contro il 10% del Triveneto, il 15% del Nord Est ed il 28% del Nord Ovest, il 21,5% del Centro.
Eppure nella Dieta Mediterranea, di cui noi pugliesi dovremmo essere i custodi, ad avere la prevalenza dovrebbe essere la triade pane-olio-vino, integrata da verdure, frutta fresca e da una contenuta quota di proteine vegetali (legumi) e animali, soprattutto pesce e poca carne. “Abbiamo modificato le nostre abitudini alimentari e, magari, non ce siamo resi conto. Da qui la necessità di un momento di conoscenza”, concludono Antonio Prota e Francesco Donatelli, rispettivamente presidente e vice presidente del Gal Colline Joniche.
 
Leggi tutto...

Giuseppe Battista: al Moscati la presentazione di un volume sul poeta grottagliese

Un un anno fa, il 14 ottobre 2010, si teneva nella Città della Ceramica il convegno di Studi “Cultura e poesia tra Grottaglie e Napoli nell’Italia barocca. Giuseppe Battista (1610-1675)”, promosso dall’Amministrazione Comunale, assessorato alla Cultura, con il contributo scientifico e organizzativo della Sezione Tarantina della Società di Storia Patria, e con l’attiva collaborazione del Liceo “G. Moscati”. L’iniziativa, inserita nelle manifestazioni organizzate in occasione del IV centenario della nascita del poeta e letterato grottagliese, contribuiva efficacemente, grazie all’apporto di molti studiosi della storia e della letteratura del Seicento, a far conoscere e riproporre specialmente ai giovani, la ricchezza della figura e del messaggio di questa straordinaria figura di uomo e di intellettuale, consacrata nelle sue opere poetiche e narrative, nei suoi scritti di critica e nelle Lettere.

A distanza di un anno sono stati raccolti e pubblicati in un volume che porta lo stesso titolo del Convegno, tutte le relazioni e gli atti relativi con uno scopo non solo celebrativo ma spiccatamente culturale ed educativo: collocare efficacemente nel panorama letterario del ‘600, così vario e complesso, l’esperienza intellettuale e umana di un autore che, partito da una posizione di prestigio all’interno della cultura salentina e napoletana, raggiunse la consacrazione poetica in campo nazionale, grazie anche a una revisione del marinismo in senso piu impegnato attingendo al pensiero stoico e cristiano.
Il volume (231 pagine, con molte illustrazioni), curato dal Segretario della Sezione Tarantina della Società di Storia Patria per la Puglia Rosario Quaranta, rientra nella collana “Quaderni di Storia-Archeologia-Arte” (n. 18) della Società di Storia patria per la Puglia, sezione di Taranto ed è stato stampato per conto dell’editore Filo dalla Tiemme di Manduria.
 
Il libro ospita, oltre alla prefazione del curatore, ai saluti delle autorità e a un ricordo di Mario Marti di Gino Rizzo (massimo studioso del Battista), ben undici relazioni, e cioè: Terra d’Otranto nella crisi del Seicento. Centro e periferia nel secolo del Barocco (Mario Spedicato); Giuseppe Battista: biografie e biografi (Giovangualberto Carducci); Attrazione e diniego per il “suol natio”: Battista e Grottaglie (Rosario Quaranta); Per incontrare Giuseppe Battista: percorso bibliografico (Dino Levante); Il fascino di una vexata quaestio: “Della patria di Quinto Ennio” (Silvano Trevisani); La libreria del medico-letterato Simone Antonio Battista, 1653-1713 (Annamaria Quaranta); Giuseppe Battista e la crisi del marinismo (Marco Leone); Tra hybris e némesis: “L’Assalone” di Giuseppe Battista (Alberto Altamura); Le “Giornate Accademiche” (Pio Rasulo); Passione e fede nelle “Lettere” di Giuseppe Battista (Paolo De Stefano); Io son di que’ ghiotti, a’ quali il “grillo” è cibo dilicato. Animali e uomini nell’opera di Giuseppe Battista (Pietro Sisto).
La presentazione di questo impegnativo volume rappresenta la degna conclusione delle celebrazioni del IV centenario della nascita di uno dei figli più illustri di Grottaglie e viene realizzata ancora grazie all’impegno dell’Amministrazione comunale grottagliese (assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura), della sezione tarantina della Società di Storia Patria e del liceo “Moscati” di Grottaglie.
A presiedere la manifestazione sarà Ettore Catalano, professore ordinario di Letteratura Italiana dell’Università del Salento, studioso e autore di molti importanti testi di critica letteraria. Il programma prevede l’introduzione del preside del “Moscati” Guglielmo Matichecchia, i saluti del sindaco di Grottaglie Ciro Alabrese, del presidente della Sezione Tarantina della Società di Storia Patria per la Puglia Giovangualberto Carducci e dell’editore Fulvio Filo Schiavoni.
A tenere la relazione sarà José Minervini, della stessa Società di Storia Patria, docente e apprezzata saggista. Alla manifestazione presenzieranno i sopra nominati autori dei vari saggi inseriti negli Atti, e prenderanno parte anche alcuni alunni del Liceo “Moscati”, che, guidati dalla prof.ssa Daniela Annicchiarico declameranno testi poetici e narrativi del Battista, e proporranno brani di musica classica diretti dal maestro Carmine Fanigliulo. Le riflessioni finali sono affidate all’assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura Maria Pia Ettorre.
Appuntamento, quindi, a venerdì 21 ottobre, ore 18.30, presso l’aula magna “Monteleone” del Liceo “Moscati” di Grottaglie, per una serata che, come si può osservare, si preannuncia di grande interesse.
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up