Consiglio comunale di Grottaglie nel pomeriggio: Aumento tasse

Convocato per le 17.30 il consiglio comunale di Grottaglie in cui si discutaerà degli aumenti di TARE e TASI.

Altri saranno i punti in elenco tra cui:

-Interrogazione sull' ipotesi realizzativa di un impianto di parcheggio di camper tra la trada provinciale Grottaglie-San Marzano

-Interrogazione (presentata dal consigliere comunale D.Chiovara) circa "Azioni a favore dei disoccupati di Grottaglie per agevolare il loro possibile inserimento lavorativo nello stabilimento Alenia di Grottaglie"

-Interpellanza (presentata dal consigliere comunale V.Lacorte) circa "Incremernto della quota di raccolta differenziata dei RSU"

-Mozione (presentata dal consigliere comunale C.D'Alò) circa "Tariffa giornaliera per la pulizia e sanificazione delle aree utilizzate per le masnifestazioni caratterizzate da pubblico spettacolo con somministrazione di alimenti e bevande"

-Addizioanle comunale all' imposta sul reddito delle persone fisiche (modifiche alla disciplina)

-Piano finanziario del servizio di gesione di rifiuti 2014

-Approvazione regolamento comunale per l' applicazione della tassa rifiuti (TAR)

-Approvazione regolamento comunale per l' applicazione della tassa sui servizi indivisibili (TASI)

-Problematiche inerenti alla soppressione della sede del tribunale (sede distaccata del tribunale amministrativo di Lecce)

Leggi tutto...

Consiglio Comunale straordinario per l'Aereoporto di Grottaglie

  • Pubblicato in Politica

"Chiedo pubblicamente al Sindaco di Grottaglie Ciro Alabrese, al Presidente del Consiglio Comunale Alfonso Manigrasso e ai consiglieri eletti la convocazione immediata di un consiglio comunale monotematico sulla possibilità dell'avvio dei voli civili dall'aeroporto Marcello Arlotta a seguito della proposta fatta dalla City Line Swiss di Lugano". E' così che esordisce Davide Chiovara nella sua Lettera Aperta all'Amministrazione Comunale Grottagliese. Continua dicendo:

“La giunta regionale guidata dal presidente Vendola ha sempre bloccato lo sviluppo e la possibilità di aprire ai voli civili da e per l'aeroporto di Grottaglie appellandosi alla mancata presenza di un vettore che con un predefinito business plan garantisse tratte e viaggi.

Ha da sempre utilizzato l'assenza di una compagnia che volesse investire sull'aeroporto Arlotta per respingere tutte le richieste che un'intera popolazione extraregionale chiedeva nella possibilità di destinare risorse allo sviluppo dello scalo grottagliese per i voli civili.

Pentassuglia appena due mesi fa in commissione ha dichiarato che sarebbe stato tra i primi a sostenere lo sviluppo dei voli civili a Grottaglie qualora però fosse giunta la richiesta di una compagnia aerea.

Bene. Oggi finalmente questa proposta è arrivata.

La City Airlines vuole venire a Grottaglie e offrire voli da e per Roma, Catania, Palermo, Parma e Timisoara. Quella proposta che Pentassuglia cercava e chiedeva è arrivata.

Ora occorre che la Regione faccia il suo. Immediatamente anche. Ed occorre che nessuno ostacoli o crei ostruzionismo verso questa apertura. Mi riferisco ai politici brindisini che da subito stanno tentando di boicottare questa possibilità. 

Vendola e il resto dei leader nazionali e regionali hanno riempito pagine di carta stampata e frame di spot video nel dichiarare che Taranto ha bisogno di un grande sviluppo economico che non sia più legato alla grande industria. Il nostro territorio ha già dato in termini di penalizzazioni. Questa è la prima vera occasione di rilancio di un territorio che negli anni è stato sempre sacrificato per il bene degli altri.

Siamo stanchi delle politiche che vogliono destinare sempre il peggio nel territorio tarantino e il meglio nel resto della regione.

L'intera provincia di Taranto e buona parte della Puglia e della Basilicata non possono perdere questa occasione e la Regione non ha più alibi a cui attaccarsi per giustificare il mancato sviluppo del nostro aeroporto.

Termina poi così l'attuale Consigliere Comunale:

Bisogna muoversi subito. E bisogna iniziare a farlo da qui. Dalla città di Grottaglie. Chiedo pertanto la convocazione urgente del consiglio comunale monotematico al quale devono essere invitati il presidente della Regione Vendola, l'Assessore regionale Giannini, il presidente della commissione Trasporti Pentassuglia, Aeroporti di Puglia, I sindaci di Monteiasi, Carosino, San Giorgio e Taranto, i consiglieri regionali e i parlamentari ionici oltre che le rappresentanze delle associazioni interessate.”

 

Leggi tutto...

Questione San Marco: anche i Giovani Udc al consiglio comunale pubblico

Intervengono anche i giovani dell'Udc nella questione San Marco. Attraverso il loro portavoce nonché segretario Giuseppe Russo i Giovani dell'Unione di Centro dichiarano: "Il nosocomio del nostro paese, come se non bastassero le chiusure degli altri reparti, sta per essere di nuovo ridimensionato con la scomparsa del reparto di Ostetricia-Ginecologia, reparto sempre funzionante e che non risulta in calo rispetto ad altri reparti della provincia tarantina. Per questo noi, Segreteria Udc. e Gruppo Giovanile, ci accingiamo ad appoggiare e sostenere il consiglio comunale che sarà pubblico e si terrà Giovedì 7 in Piazza Principe di Piemonte, voluto dal Sindaco Ciro Alabrese e con la partecipazione degli altri partiti, associazioni, comitati e tutti coloro che si sentiranno di voler difendere e mantenere attiva una struttura come il nostro ospedale e relativo punto nascite, elemento importante e di riferimento anche per i paesi della nostra zona che usufruiscono dei servizi ancora in funzione. I tagli che la sanità pugliese ha subito e sta subendo attraverso il Piano di riordino non possono colpire anche i reparti efficienti e validi. Tutti insieme, quindi, chiediamo alla Regione, e in special modo al Presidente Vendola, di far luce sulla questione e dare a tutti delle spiegazioni per questa scelta che riteniamo deplorevole."

Leggi tutto...

Serio (Pd): Perche' Sud in Movimento ha votato contro la somma destinata alla piscina?

  • Pubblicato in Politica

 

“Come cittadini che hanno a cuore i bisogni dei grottagliesi, non riusciamo a comprendere l'atteggiamento strumentale di chi pubblicamente sbandiera la volontà di vedere quanto prima riaperta la piscina coperta e poi, in consiglio comunale, vota contro una somma dell'avanzo di amministrazione destinata alla ristrutturazione dell'immobile.”
A dichiararlo è Massimo Serio, capogruppo consiliare del Partito Democratico al Comune di Grottaglie, che commenta così la posizione assunta in assise comunale dal consigliere di Sud in Movimento, Ciro D'Alò.
“Riteniamo irresponsabile – rimarca Serio – che durante lo scorso consiglio comunale D'Alò abbia prima interrogato l'Amministrazione Comunale sul futuro della piscina coperta e poi votato contro l'utilizzo di circa 320 mila euro dell'avanzo di amministrazione, da sommare alle altre risorse economiche erogate precedentemente per la ristrutturazione della stessa. Tali somme – il cui utilizzo è stato fortemente voluto dal Sindaco Ciro Alabrese, dall'Assessore ai Lavori Pubblici Alfonso Annicchiarico e dall'intera maggioranza - sono necessarie a far partire subito i lavori e ad assicurare ai cittadini che il servizio riparta in tempi brevi. Ciò porterà enorme giovamento non solo agli operatori che vi lavorano e a chi utilizza la piscina per fare sport e divertirsi, ma anche e soprattutto a cittadini diversamente abili che la utilizzano a scopi riabilitativi.
Si stenta a comprendere, quindi, quali siano le reali motivazioni di tale “schizofrenia politica”, che in presenza di operatori o su autoreferenziali comunicati stampa fa dichiarare a D'Alò la necessità di predisporre soluzioni urgenti in merito alla problematica, salvo poi votare contro i provvedimenti proposti dalla maggioranza e che pongono fine a tale disagio.
Per l'ennesima volta il consiglio comunale si è mostrato diviso in due: da una parte c'è chi con dovere e senso di responsabilità lavora per offrire soluzioni ai problemi dei cittadini, dall'altra chi con demagogia non solo non propone nulla, ma arriva a votare contro un provvedimento di questa natura.
Con queste motivazioni, l'atteggiamento assunto da Ciro D'Alò assume i contorni di una strumentalizzazione che sarebbe stato opportuno evitare, tanto più perché realizzata “sulla pelle” di cittadini bisognosi di aiuto e sostegno.
È proprio in momenti come questi – conclude il capogruppo consiliare del Pd - che chi fa politica dovrebbe riuscire a mettere da parte le divergenze aprioristiche, frutto solo di mero calcolo elettorale o di schieramenti contrapposti, votando i provvedimenti in base alle ricadute positive per l'intera comunità.
Nonostante l'ostruzionismo di Sud in Movimento, il Partito Democratico e l'intera maggioranza consiliare hanno votato in maniera compatta la ratifica di quella somma, offrendo a cittadini ed operatori un orizzonte chiaro in merito al ripristino del servizio e la garanzia di un impegno a favore del corretto funzionamento della struttura.”
Leggi tutto...

Piattaforma dei rifiuti a Grottaglie. Etta Ragusa: "L'amministrazione ci informi"

Maggiore chiarezza nei confronti dei cittadini riguardo il progetto di una piattaforma di rifiuti a servizio dell'impianto di smaltimento di Torre Caprarica. È quanto chiede il comitato "Vigiliamo per la discarica", in una nota stampa a firma del consigliere comunale di Cittattiva, Etta Ragusa.

 
"L’Assessore all’ambiente - dichiara la Ragusa - durante l’ultimo Consiglio comunale ha dichiarato, rispondendo a un’interrogazione di D’Alò (Sud in movimento), che il 4 luglio scorso si è svolta per la piattaforma una conferenza di servizi presso gli uffici della Regione, alla quale egli stesso ha partecipato.
L’iter di autorizzazione quindi non si è mai interrotto, contrariamente a quanto diffuso dalla sezione locale di Sel nell’aprile scorso, in piena campagna elettorale, con un comunicato in cui si affermava che Ecolevante aveva ritirato il progetto presentato nel novembre 2010. Infatti subito dopo l’insediamento della Giunta, è del 30 giugno il primo Consiglio comunale della “nuova” amministrazione, è stata convocata e si è svolta la conferenza di servizi.
Ma la cittadinanza non è stata informata né prima né dopo. Si è continuato come prima. Come si è continuato a fare dal 1997 per il I, II e III lotto. Anche per la piattaforma, le procedure di autorizzazione continuano a non seguire quanto la legge prevede. Se così non è Sindaco e Assessore all’ambiente rispondano pubblicamente a queste nostre domande e ci smentiscano.
È stata data ufficialmente notizia alla cittadinanza di questo progetto di piattaforma, come prevede la legge? E’ stato espresso per la piattaforma il parere urbanistico? Il Consiglio comunale ha approvato il parere urbanistico e il progetto di piattaforma, prima della conferenza di servizi? La Regione si è espressa in merito?
Quale posizione è stata sostenuta e cosa ha detto l’Assessore all’ambiente nella conferenza di servizi? Non bastano le rassicurazioni generiche, non bastano le rassicurazioni a parole. Non bastano le intenzioni. L’Amministrazione deve dare concreti segni di discontinuità con il passato."
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up