Davide Chiovara: via Ennio chiusa al traffico, disagi per i cittadini e danni ai commercianti

A seguito dei lavori in corso in via Ennio, per il potenziamento della rete fognaria, autorizzati a partire da martedì scorso, 16 settembre, varie lamentele e disagi, sia da cittadini che da commercianti, sono pervenute presso il Comune di Grottaglie.
Davide Chiovara, Consigliere comunale FI Grottaglie ha cercato di ascoltare e raccogliere le svariate lamentele affichè si possano ridurre al minimo i disagi per i cittadini e per i commercianti della zona.

Leggi tutto...

Donatelli e l'idea della zona franca: "Una concreta occasione di sviluppo, anche in ottica europea"

 

"Sono passati circa due mesi da quando il movimento politico - culturale “Libera…Mente” ha lanciato l’idea progettuale dell'individuazione nel nostro territorio di una Zona Franca a tassazione sociale". Chi parla è il consigliere comunale del Pd, Francesco Donatelli, nonché componente del movimento in questione. "Tale proposta partiva dalla constatazione che le potenzialità del territorio sono vastissime. La presenza di due straordinarie infrastrutture logistiche come il porto di Taranto e l’aeroporto di Grottaglie da mettere a sistema e sviluppare la completa intermodalità trasportistica. L’area aeroportuale, da dotare di un piano di sviluppo di area vasta, per consentire l’insediamento dell’area cargo, dell’area passeggeri e dell’industria aeronautica. Le zone P.I.P. (Piani di Insediamento Produttivi) di cui sono dotati i tre Comuni adiacenti all’area aeroportuale, Grottaglie, Monteiasi e Carosino. Tutti e tre i Comuni, insieme ad altri otto, fanno parte del GAL “Colline Joniche” la cui attuazione del Piano di Sviluppo Locale (PSL) sta favorendo lo sviluppo rurale e la nascita di nuova imprenditoria giovanile e femminile, oltre a realizzare la diversificazione in attività non agricole. Il costruendo Centro Servizi per l’Agricoltura di Grottaglie.
L’appartenenza del territorio al Distretto Logistico Pugliese e al Distretto Aerospaziale Pugliese. La presenza in questo territorio dello stabilimento Alenia che, con l’innovazione della fibra di carbonio, costruisce parti della fusoliera del nuovo aereo Boeing 787.
Insomma, la zona franca d’eccellenza viene individuata per le potenzialità e le vocazioni presenti solo in questo territorio. Significa intanto la delimitazione, la infrastrutturazione e la gestione di un’area geografica a vocazione industriale innovativa (logistica e aerospazio), con la possibilità di accoglienza intersettoriale verso i servizi, il commercio e verso le altre filiere economiche (ruralità, turismo, tradizioni della cultura). Significa poi vantaggi fiscali e doganali per le imprese e le aziende localizzate, con i requisiti della modernità scientifica, della tecnologia impiantistica funzionale, della produzione ad alto valore aggiunto e a basso impatto ambientale. E non di meno, significa vantaggi contributivi per la nuova occupazione, a favore pure del miglioramento organizzativo nella competitività e nella concorrenzialità, da spendere sui mercati anche internazionali e globali. In altre parole, con la “zona franca d’eccellenza”, non si chiedono finanziamenti per nuovi insediamenti, ma una nuova politica industriale (con l’obiettivo di incentivare ed attrarre le piccole e medie imprese) basata sugli sgravi e sui vantaggi localizzativi generati da questo strumento.
Purtroppo, dopo un iniziale riscontro positivo da parte dei Sindaci dei tre Comuni direttamente interessati, sembra che gli stessi e altri soggetti politico-istituzionali non abbiano compreso l’attualità e la grande forza che la Zona Franca a tassazione sociale potrebbe incrementare in termini di sviluppo occupazionale nell’attuale contesto di gravissima crisi.
Eppure si registra con soddisfazione che qualcosa di simile, da autorevolissime fonti europee viene avanzato. Infatti, per favorire la crescita, la Cancelliera tedesca, Angela Merkel (che nei prossimi giorni si incontrerà a Roma con il Presidente della Repubblica francese, François Hollande, con il Primo Ministro spagnolo Mariano Rajoy e con il Presidente del Consiglio Italiano, Mario Monti) lancia l’idea della creazione di zone economiche speciali con incentivi fiscali e legislazioni più leggere per attirare gli investimenti. Ciò è la conferma che l’idea proposta a Grottaglie dal movimento politico-culturale “Libera…Mente”, è concretizzabile. Anzi, dobbiamo saper cogliere queste novità che saranno oggetto di approfondimento addirittura a Bruxelles, al Consiglio europeo di fine giugno.
L’auspicio, quindi, è quello che si prenda atto di una proposta ambiziosa ma concreta, che viene dal basso, della quale si chiede un serio approfondimento da parte delle istituzioni, dei partiti e delle organizzazioni imprenditoriali e sindacali con l’obiettivo di aprire un percorso che veda coinvolti tutti i livelli istituzionali comunale, provinciale, regionale, nazionale e comunitario per far sì che questo territorio sia pronto e preparato a recepire i prevedibili effetti di una nuova politica europea".
Leggi tutto...

Ecolevante, Liuzzi (Sel) "interroga" il Comune...che non risponde

 

"In qualità di Consigliere Comunale appartenente al Gruppo Sel - scrive in una nota Mauro Liuzzi - formulo la seguente interrogazione, con la quale si denuncia, tra l’altro, il mancato adempimento da parte di alcuni uffici comunali nel soddisfare le richieste di accesso di coloro che rappresentano la collettività e che operano al fine del raggiungimento di interessi comuni".
"Lo scorso 10 maggio - fa sapere Liuzzi - ai sensi del Regolamento per la disciplina del diritto di accesso e di informazione dei Consiglieri Comunali, ho chiesto di ricevere informazioni su “Ici, Imu, Tarsu e imposte che la società Ecolevante ha pagato o avrebbe dovuto pagare all’Amministrazione negli ultimi tre anni. Il termine utile previsto per la risposta è di cinque giorni, ma a tutt’oggi, non ho avuto alcuna comunicazione al riguardo"
"In aggiunta sul sito del Comune di Grottaglie nella lista dei fabbricati non dichiarati in catasto compaiono tre immobili in ditta Ecolevante.
E’ paradossale - conclude l'esponente di Sel - che emergano edifici fantasma relativamente ad una società che ha tratto sul Comune di Grottaglie un elevato profitto e la cui presenza ha segnato la recente storia cittadina di forti contrapposizioni politiche, sociali e ambientali.
Si invita, pertanto, a voler dare risposta in Consiglio Comunale, sottolineando che la dignità di un territorio si misura anche attraverso la capacità di far pagare il dovuto a tutti i contribuenti". 
 
 
Leggi tutto...

Aliquote Imu, Davide Chiovara (Pdl): "Visti gli introiti della discarica, il Sindaco dovrebbe imporre la base minima"

Non usa mezzi termini il consigliere comunale Davide Chiovara nell'affrontare la questione Imu: "Quanto pagheremo? Quale aliquota ha stabilito il Comune di Grottaglie per la nuova Ici? Il nostro Comune come è messo rispetto agli altri Comuni? Sono queste le innumerevoli domande - scrive Chiovara - che mi fanno quotidianamente i cittadini grottagliesi. Domande e quesiti che io rivolgo direttamente al Sindaco Ciro Alabrese e all'assessore al ramo Anna Ballo.

E' possibile sapere quale sarà l'aliquota prevista dal Comune di Grottaglie? - continua imperterrito l'esponente del Pdl - Perchè l'Amministrazione Comunale non ha ancora fatto nessuna comunicazione in merito? Altre città non solo hanno comunicato alla cittadinanza l'aliquota ma hanno già predisposto vademecum e guide utili per il cittadino.  Mentre qui a Grottaglie c'è un silenzio tombale. Tutto questo fino ad oggi. Proprio alcuni giorni fà il nostro Sindaco Ciro Alabrese ha scritto una bella letterina a tutti noi cittadini nella quale ha ricordato che <l'Imu è sì municipale, ma è il governo che ce la fa pagare>. Abbiamo scoperto l'acqua calda. Il Sindaco di Grottaglie si butta avanti per non cadere indietro, decide finalmente di parlare di Imu e tra le righe avvisa e mette in guardia i cittadini facendo intendere che a Grottaglie l'Imu potrebbe avere aliquote alte!
I cittadini sono spaventati, perchè non sanno quanto dovranno pagare e queste dichiarazioni spaventano ancora di più. 
Qui a Grottaglie non si sa mai niente e quando vengono chieste documentazioni, nonostante a farlo sia un consigliere comunale, non si riceve risposta opportuna. Ma come si può - fa poi notare Davide Chiovara - aumentare le tasse comunali a Grottaglie quando abbiamo un ecomostro che incide in modo sostanziale sulla qualità della vita di tutti i cittadini?  In questa città abbiamo la discarica per rifiuti speciali che versa (quando si ricorda) le royalities al Comune. Bene, i cittadini sono costretti a tenersi questo ingombrante fardello, ma perchè almeno non possono beneficiare di un esenzione di imu e tarsu?  Non potrebbero bastare gli incassi che riceviamo dalla discarica per compensare l'imu e la tarsu che le famiglie grottagliesi dovrebbero non versare perchè costretti a subire questa discarica? E invece no. A Grottaglie è tutto un altro mondo. Non solo c'è una discarica di rifiuti speciali che porta al comune milioni di euro ma i cittadini sono costretti a pagare pure la Tarsu oltre al conferimento dei nostri rifiuti presso discariche di altre città.
Ci sono tantissime città in Italia e anche nel Sud che hanno deciso di venire incontro ai cittadini applicando l'aliquota minima. E si tratta di città che non hanno i milioni di euro della discarica come introiti nel bilancio. Quando si tratta del cittadino: occorre che paghi subito e senza ritardi. Altrimenti scattano sanzioni e interessi. Quando si tratta delle grandi aziende ci permettiamo di farli pagare, quanto dovuto, a loro comodo piacimento. 
E' arrivato il momento di dare una risposta ai cittadini. Personalmente mi batterò in tutti i modi e nelle sedi opportune affinchè i cittadini possano pagare l'Imu con l'aliquota base, senza nessun aumento".
Leggi tutto...

Santoro risponde all'Udc Giovani: "La politica non e' un gioco da ragazzi"

"Leggere ciò che hanno scritto i giovani dell'Udc in merito ai movimenti ondivaghi del consigliere Marinelli - scrive Michele Santoro (Grottaglie Prima di Tutto) - mi riempie di sgomento e al tempo stesso mi si intenerisce il cuore nel vedere questi ragazzi così impegnati in politica, visibilmente spersi  e confusi in quanto inesperti e senza un mentore capace di intendere e volere nel fare politica e quindi insegnare loro la vera essenza della stessa politica, finalizzata al bene comune". Nel comunicato stampa dei Giovani Udc, firmato dal segretario Giuseppe Russo ( e pubblicato lo scorso venerdì 13 aprile), l'Unione di Centro dei giovani grottagliesi palesava il suo pieno appoggio al consigliere comunale Giovanni Marinelli, al centro delle polemiche per il suo reintegro nel partito dopo esserne uscito per entrare a far del gruppo misto, "A questi giovani - prosegue Santoro - mi permetto di suggerire un'azione politica più incisiva e consapevole,  in cui far valere il  vero progetto politico, lo stesso in cui Marinelli ha creduto, facendo parte della coalizione Grottaglie oltre. Marinelli mi sembra come un asino in mezzo ai suoni, dove tutti lo tirano per la capesa e lui, sempre più confuso, si fa abbindolare da promesse fatue e fuori da ogni  probabile realizzazione dei suoi desiderata". Santoro conclude poi con uno slogan: "La politica si fa con le tre C: concretezza, coerenza e competenza. Non è un gioco da ragazzi o da politici improvvisati". 

 

 

Leggi tutto...

Giovani Udc: Russo "Pieno sostegno e totale fiducia a Marinelli"

Il Gruppo Giovanile Udc, attraverso un comunicato stampa, palesa il sostegno e la fiducia nel Consigliere Comunale Giovanni Marinelli. “Nonostante le passate vicissitudini con i tre consiglieri, usciti dal partito e confluiti poi nel gruppo misto – si legge nella nota di Giuseppe Russo, segretario dei giovani Udc di Grottaglie -  Marinelli è rientrato a pieno titolo all'interno del gruppo, permettendoci così di poter ricoprire quella parte di ruolo politico che abbiamo conquistato insieme nelle passate elezioni comunali. Noi tutti abbiamo piena fiducia in lui perché, anche con i suoi voti, ha dato un contributo sostanzioso all'Udc, permettendoci di diventare la seconda forza della coalizione e quindi ricambiamo il suo lavoro e soprattutto il suo ritorno con un sentito ringraziamento, sostenendolo e, insieme, appoggiando la maggioranza che oggi presiede in questo consiglio comunale, espressione del voto cittadino. Marinelli si è dimostrato una persona piena di qualità umane, che fa della politica non un mestiere ma un mezzo con il quale dare voce alla collettività. Ci adoperiamo inoltre, con la segreteria cittadina del nostro partito e insieme a tutta la maggioranza, affinché si possa ridare slancio e lustro alla nostra città, con scelte più coraggiose e incoraggianti, con decisioni che scaturiscano da un lavoro costante di cooperazione, e soprattutto di diplomazia fra le parti, che concorrano al bene della società in cui viviamo”. 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up