Aree pubbliche: Una disfatta per i cittadini

Da tempo, ormai, è facile constatare nella città delle Ceramiche la mancata cura e attenzione nei confronti di zone come parchi o giardini pubblici. Ed è questa ultima parola che deve far riflettere,sia per trascuratezza sia per deturpazione, sulla situazione dei beni collettivi, dei quali spesso si dimentica il loro essere di tutti i cittadini.

Leggi tutto...

Nuovi concorsi indetti dal Comune di Grottaglie

  • Pubblicato in Sociale



Il Comune di Grottaglie rende noto che con determinazione n. 721 e 722 del 25.7.2013 ha indetto i seguenti concorsi pubblici:
- concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura, a tempo pieno ed indeterminato, di n. 3 posti di ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO, categoria C, interamente riservato alle persone disabili ai sensi della legge 68/99;
- Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura, a tempo pieno ed indeterminato, di n. 1 posto di ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO, categoria C, interamente riservato ai lavoratori ex art. 18 della legge n. 68/99 (orfani e coniugi superstiti di deceduti per causa di lavoro, di guerra o di servizio).
La domanda di partecipazione ai concorsi redatta in carta libera, deve essere inoltrata al Comune di Grottaglie entro il 29 settembre 2013.
Per quanto riguarda le modalità di partecipazione, tutti gli interessati possono ritirare la modulistica presso l'Ufficio Personale del Comune oppure accedere al suo sito internet alla sezione ricerca personale.
" Dopo aver inizialmente destinato tali posti di istruttore amministrativo - dichiara l'Assessore al Personale, Aurelio Marangella - ai dipendenti degli Enti Locali e/o ministeriali interessati alla mobilità,non essendo pervenute domande, il Comune ha potuto indire un nuovo concorso, questa volta riservato alle categorie protette. Con questo concorso - prosegue Marangella - sarà possibile dare da un lato una risposta, seppure parziale, alla pressante richiesta di lavoro che proviene da tanti disoccupati; dall'altro, rimpinguare l'organico del personale comunale, attualmente sottodimensionato. Il nostro obiettivo, per i prossimi mesi, sarà quello di poter indire altri concorsi ed in questo l'impegno dell'Amministrazione Comunale sarà costante ed incessante".

Leggi tutto...

Due bandi di Mobilita' Esterna

  • Pubblicato in Sociale



L’Amministrazione Comunale di Grottaglie con il presente comunicato intende pubblicizzare i seguenti bandi:
1. Bando di mobilità esterna ex art. 30 D.Lgs n. 165/2001, per titoli e colloquio, per la copertura, a tempo pieno e indeterminato di n. 3 posti di Istruttore Amministrativo, categoria C, posizione economica C1, riservata alle persone disabili ai sensi degli artt. 1 e 3 della legge n. 68/1999;
2. Bando di mobilità esterna ex art. 30 D. Lgs. N. 165/2001, per titoli e colloquio, per la copertura, a tempo pieno e indeterminato, di n. 1 posto di Istruttore Amministrativo, Categoria C, posizione economica C1, riservata ai lavoratori ex art. 18 della legge n. 6871999 (Orfani e coniugi superstiti di deceduti per causa di lavoro, di guerra o di servizio).
Dette selezioni sono interamente riservate al personale delle Pubbliche Amministrazioni appartenenti alle categorie soprarichiamate.
A partire da oggi, 30 aprile (giorno di pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta Ufficiale) e sino al 30.5.2013 sarà possibile inoltrare domanda di ammissione alla selezione. Per quanto riguarda le modalità di presentazione gli interessati potranno trovare le informazioni necessarie e la relativa modulistica sul sito internet del Comune.
“Queste assunzioni – dichiara l’Assessore al Personale, Aurelio Marangella -  rientrano nel Piano di fabbisogno del personale per il triennio 2012/2014, e potrà consentire al Comune di coprire in parte la carenza di personale nei diversi settori dell’Amministrazione Comunale, stando attenti, naturalmente a non sforare i tetti di spesa imposti dal patto di stabilità”.
Il Sindaco Ciro Alabrese, dal canto suo, afferma che “al termine dell’iter concorsuale, con l’immissione in organico di queste nuove figure professionali, sarà sicuramente possibile rendere più efficiente e funzionale la macchina organizzativa del Comune, a tutto vantaggio dei cittadini che chiedono, giustamente, servizi pubblici moderni e dinamici”. 

Leggi tutto...

Riordino delle Province

  • Pubblicato in Sociale

 

 
Come è noto entro mercoledì 24 ottobre devono arrivare  al Governo le proposte di riordino delle Province dalle singole Regioni.
 
Pur nella assoluta transitorietà della fase che si sta attraversando, tant’è che i Presidenti delle province pugliesi hanno chiesto al Governo la convocazione della Conferenza Stato-Città-Autonomie Locali, come unico luogo deputato al confronto e al dialogo sulle tematiche che riguardano gli Enti Locali, tutti i Comuni debbono esprimere il loro parere in merito.
 
“ Per quanto ci riguarda  - dichiara il Sindaco, Ciro Alabresel’accorpamento delle province di Taranto e Brindisi può costituire comunque una straordinaria opportunità per la Puglia e per l’intero Mezzogiorno.
Si dovrà fare di necessità virtù, cogliendo tutti i vantaggi di tale unione, portando l’integrazione economica, sociale e culturale ai massimi livelli.”
 
“In ogni caso –continua il Sindaco- il Consiglio Comunale di domani rappresenterà una buona opportunità di discussione per esaminare più nel dettaglio il ruolo ed il futuro delle nuove Province”.
 
Leggi tutto...

Ecolevante, Liuzzi (Sel) "interroga" il Comune...che non risponde

 

"In qualità di Consigliere Comunale appartenente al Gruppo Sel - scrive in una nota Mauro Liuzzi - formulo la seguente interrogazione, con la quale si denuncia, tra l’altro, il mancato adempimento da parte di alcuni uffici comunali nel soddisfare le richieste di accesso di coloro che rappresentano la collettività e che operano al fine del raggiungimento di interessi comuni".
"Lo scorso 10 maggio - fa sapere Liuzzi - ai sensi del Regolamento per la disciplina del diritto di accesso e di informazione dei Consiglieri Comunali, ho chiesto di ricevere informazioni su “Ici, Imu, Tarsu e imposte che la società Ecolevante ha pagato o avrebbe dovuto pagare all’Amministrazione negli ultimi tre anni. Il termine utile previsto per la risposta è di cinque giorni, ma a tutt’oggi, non ho avuto alcuna comunicazione al riguardo"
"In aggiunta sul sito del Comune di Grottaglie nella lista dei fabbricati non dichiarati in catasto compaiono tre immobili in ditta Ecolevante.
E’ paradossale - conclude l'esponente di Sel - che emergano edifici fantasma relativamente ad una società che ha tratto sul Comune di Grottaglie un elevato profitto e la cui presenza ha segnato la recente storia cittadina di forti contrapposizioni politiche, sociali e ambientali.
Si invita, pertanto, a voler dare risposta in Consiglio Comunale, sottolineando che la dignità di un territorio si misura anche attraverso la capacità di far pagare il dovuto a tutti i contribuenti". 
 
 
Leggi tutto...

La struttura del Giudice di Pace "cade a pezzi". Sud in movimento interpella il Sindaco

La struttura che ospita il Giudice di Pace a Grottaglie “cade a pezzi” - esordisce nel proprio comunicato Michele Nuzzo, esponente di Sud in Movimento - l’immobile ubicato in piazza Regina Elena, di proprietà del Comune di Grottaglie,  è in uno stato di degrado assoluto. La costruzione presenta gravi problemi di infiltrazione che determinano umidità e insalubrità  dell’ aula d’udienza. Questi problemi sono stati  più volte denunciati da tutti, operatori, cancellieri, avvocati, e l’Amministrazione Comunale qualche tempo  fa, sollecitata dagli addetti ai lavori, ha effettuato un sopralluogo che tale è rimasto.

 Il Sud in Movimento ritiene doveroso pretendere delle risposte sul da farsi e sui tempi, auspicando che nel più breve tempo possibile si risolva una situazione assai incresciosa, al fine di garantire la totale sicurezza della struttura e di tutti coloro che vi lavorano.
Inoltre, il consigliere D’Alò, chiede al Sindaco di prendere una decisione in merito al mantenimento a Grottaglie,  del Giudice di Pace e del Tribunale, ricordando che la norma che li vorrebbe soppressi, concede ai comuni di prenderli in  carico, in deroga al patto di stabilità.
Caro Sindaco - conclude Nuzzo - è arrivato il momento di andare Oltre, e di fare il bene della città, quindi assuma gli atti necessari per evitare che  oltre all’ospedale,  ci portino via anche i Tribunali.
Leggi tutto...

Il Comune di Grottaglie alla manifestazione nazionale dell'Anci a Venezia

 

Il Comune di Grottaglie sarà presente alla manifestazione, organizzata dall’Anci, Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, del prossimo 24 maggio a Venezia, per protestare contro l’introduzione dell’Imu (l’imposta municipale unica) e per chiedere la modifica del Patto di stabilità” . dichiara il Sindaco di Grottaglie, Ciro Alabrese - “Questa Imu non è dei comuni” è lo slogan della campagna di informazione che vede impegnati i Sindaci di tutta Italia a spiegare ai propri concittadini che l’Imu di municipale ha solo il nome perché di fatto è una imposta statale e patrimoniale che non porterà risorse aggiuntive alle casse comunali. Per questo - conclude il Sindaco Alabrese “vogliamo essere presenti alla manifestazione nazionale indetta dall’Anci per chiedere al Governo chiarezza e trasparenza sull’Imu e continuare a dialogare con i cittadini per far comprendere loro che i Sindaci non si possono trasformare in gabellieri del Governo
A rappresentare il Comune di Grottaglie alla manifestazione del 24 maggio, il sindaco Alabrese ha delegato il Consigliere Comunale Francesco Donatelli, componente del Comitato Direttivo di Anci Puglia. “Il tema della manifestazione di Venezia - rileva Francesco Donatelli - sta a rappresentare gli obiettivi che l’ANCI intende raggiungere definendo con chiarezza e trasparenza la rimodulazione dell’IMU in modo da garantire e tutelare le fasce più deboli della popolazione. Allo stesso tempo chiedere con determinazione al Governo la modifica del Patto si stabilità che sta strozzando gli Enti Locali e impedendo la ripresa dell’economia locale senza tenere conto della situazione finanziaria dei Comuni virtuosi come quello di Grottaglie.
Leggi tutto...

Disinfestazione da topi e blatte. Chiovara (Pdl) "Il comune deve intervenire subito e in maniera incisiva"

"Il Comune di Grottaglie deve mettere in atto un vero e proprio processo di deblattizzazione e derattizzazione che debelli completamente il problema. Una disinfestazione "una tantum" e in periodi ormai avanzati non risolve il problema dell'invasione di topi e scarafaggi che sta interessando il nostro territorio".

Punta l'attenzione sull'annoso problema della disinfestazione di strade, fognature e tombini, il consigliere comunale Davide Chiovara.
"Ogni giorno incontro cittadini letteralmente spaventati che mi chiedono di intervenire per ciò che concerne la presenza di topi, scarafaggi e addirittura zecche nella nostra città. Ma dove siamo arrivati? E' possibile che un cittadino debba vivere l'avvento dell'estate con questi timori? E' sgradevole non poter passeggiare per le vie della città in quei mesi estivi quando la calura e l'umidità si impossessa delle nostre case. La gente si inibisce ormai. Non c'è più il piacere di poter lasciare aperta una finestra o non c'è più la voglia di fare un giro a piedi: gli scarafaggi ti saltano addosso. Per non parlare dei topi. E cosa dire di quelle attività di ristorazione che scelgono di riempire i vicoli del nostro centro storico con tavoli e tavolini: i loro clienti hanno il terrore di vedersi saltare qualche blatta sul tavolo.
Le operazioni di disinfestazione e derattizzazione devono essere incisive. Devono penetrare li dove si covano questi esseri per debellarli e rendere la città più pulita. Questi animali e questi insetti sono portatori di chissà quali batteri. Provengono dalle fogne. Tutti i tombini devono essere disinfestati. Comunali, dell’acquedotto e privati. Tutti. Altrimenti il problema non si risolve. La disinfestazione deve essere capillare. Non deve interessare solo alcune vie o alcune piazze. Ma deve essere fatta su tutto il territorio. E non in modo leggero. Ma in modo coinciso. Tale da risolvere il problema.
A breve partiranno i lavori di rifacimento di strade e marciapiedi. Figuriamoci cosa uscirà da sotto al manto stradale quando partiranno i lavori in piena estate.
I cittadini hanno il diritto di godersi la propria città, senza limitazioni alcune. E l'amministrazione ha il dovere e l'obbligo di garantire pulizia ed igiene. Sempre e comunque."
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up