Ospedale San Marco, Alabrese: "Il Punto Nascita resti a Grottaglie"

  • Pubblicato in Sociale

 

“Lo straordinario servizio svolto dal nostro ospedale, chiamato a dare il massimo in queste ore di emergenza dimostra che il San Marco non conta solo su una solida base di numeri, ma anche su eccellenze e grandi professionalità capaci di fronteggiare al meglio la domanda di salute del nostro territorio.
A dichiararlo è il Sindaco di Grottaglie, Ciro Alabrese, proponente di un ordine del giorno a difesa dell'Ospedale San Marco, votato all'unanimità dall'assise cittadina.
Dopo aver espresso apprezzamento per il delicato lavoro realizzato dal Commissario Straordinario Fabrizio Scattaglia - ha concluso Alabrese - ho ritenuto utile promuovere la redazione di un documento propositivo che non trovasse il suo fondamento in sterili campanilismi, ma in un progetto di riorganizzazione coerente con le vocazioni delle strutture presenti. Il San Marco, a fronte dei suoi oltre 800 parti annui, ha dimostrato di essere un fiore all’occhiello della provincia jonica, e come tale deve continuare a vivere.”
 
A seguire il testo integrale dell'odg:
 
Vista la proposta presentata dal Sindaco nella seduta consiliare odierna (28.11.2011) concernente l’approvazione di un odg sul punto nascita di 1° livello presso l’Ospedale San Marco di Grottaglie,
Fatto seguito al documento approvato dall’intero Consiglio Comunale di Grottaglie del 21.09.2011, alla presenza dei consiglieri regionali Pentassuglia, Laddomada, Cervelliera e Mazza, che tra i vari punti  prevedeva anche, per l’ospedale “San Marco” di Grottaglie, il riconoscimento del PUNTO NASCITA di 1° LIVELLO con il consolidamento della U.O. di Ostetricia a n 20 PL e con almeno n 3 PL di Pediatria;
Visto l’accordo Stato-Regioni del 16/12/2010 su “Linee di indirizzo per la promozione ed il miglioramento della qualità, della sicurezza e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nel percorso nascita e per la riduzione del taglio cesareo” (G.U. n 13 del 18.01.2011), recepito con Deliberazione della Giunta Regionale della Puglia n 131 del 31.01.2011 (BURP n 25 del 16.02.2011, il quale prevede come PRIMO REQUISITO per le UU.OO di Ostetricia  di 1° livello un numero di nati/anno non inferiore a 500 e fino a 1000 e considerato che per gli standard di sicurezza è prevista la disponibilità di un Servizio di rianimazione e terapia intensiva generale o, in alternativa, un Collegamento formalizzato con lo stesso;
Fatto presente che la U.O. di Ostetricia dell’Ospedale “San Marco” di Grottaglie ha espresso nell’anno 2010 n 795 nati e che il servizio di Rianimazione con il quale è possibile formalizzare un collegamento si trova a circa 15 Km, presso l’Ospedale “S. Giuseppe Moscati” di Taranto;
Considerato, inoltre, che nell’audizione presso la III Commissione del 21.11.2011, l’Assessore Fiore ha presentato il Piano di riorganizzazione della rete ospedaliera dei Punti Nascita e, in particolare, per la Provincia di Taranto ha previsto 1 (uno) Punto Nascita di 2° livello c/o l’Ospedale “SS. Annunziata” di Taranto e 2 (due) Punti Nascita di 1° livello da stabilire tra Grottaglie, Manduria e Castellaneta –Martina F.;
 
P.Q.M.
 
Ribadisce che l’Ospedale “San Marco” di Grottaglie nell’anno 2010 ha espresso 795 nati (n 3 allegati – elenco dettagliato della provenienza Provinciale, Regionale ed extra Regionale delle pazienti) con un bacino d’utenza di circa 110.000 abitanti ocn ben 11 Comuni, mentre I dati espressi dalla U.O. di Ostertricia dell’Ospeddale di Manduria nell’anno 2010 sono di circa 320 nati, ben al di sotto del PRINCIPALE REQUISITO previsto dall’Accordo Stato-Regioni del 16.12.2010;
Per tutto quanto sopra esposto, richiedere all’Assessore Regionale alla Salute, prof Tommaso Fiore, al Presidente ed ai componenti della III Commissione Consiliare alla Sanità e Servizi Sociali della Regione Puglia, al Direttore Generale dell’ASL Taranto, Dott Fabrizio Scattaglia, l’applicazione pedissequa delle norme di leggi vigenti in materia, individuare il PUNTO NASCITA di 1° livello presso l’Ospedale “San Marco” di Grottaglie. 
 
 
Leggi tutto...

Il Comune di Grottaglie promuove un corso gratuito per l'uso della compostiera domestica

 

Lunedì 21 novembre dalle ore 17.30 alle ore 18.30, presso Sala Convegni del Castello Episcopio di svolgerà il corso gratuito sul compostaggio domestico. Il corso è aperto al pubblico ed a chiunque intenda formulare, o abbia già formulato istanza per dotarsi gratuitamente di compostiera.
A renderlo noto alla cittadinanza sono l'Assessore all'Ambiente Giammarco Lupo e il Sindaco del Comune di Grottaglie, Ciro Alabrese.
Le domande per l'assegnazione in comodato d’uso gratuito delle compostiere, redatte in carta semplice sull'apposto modulo in distribuzione presso l'Ufficio Ambiente o scaricabile sul sito web del Comune, possono essere presentate direttamente a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Grottaglie oppure essere trasmesse a mezzo Ufficio Postale con raccomandata con avviso di ricevimento.
L'evento ricade nelle iniziative della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, che si svolge dal 19 al 26 novembre 2011.
“Incentivare il compostaggio domestico – sottolinea il Sindaco Alabrese – rappresenta oggi uno dei metodi più efficaci per ridurre il conferimento di rifiuti organici e contribuire così fattivamente alla tutela ambientale. Per fare questo abbiamo deciso di coniugare formazione e coinvolgimento diretto, dando ai nostri concittadini l'opportunità di realizzare, in maniera del tutto autonoma, buone pratiche utili al benessere dell'intera comunità.”
Leggi tutto...

Assegno di cura: circa trecento i beneficiari

  • Pubblicato in Sociale

 

La Regione Puglia ha stanziato somme significative per poter accedere all’assegnazione dell’assegno in favore di anziani e diversamente abili, al fine di consentire loro di avere assistenza quotidiana e fissa per agevolarli nelle normali attività fisiologiche e non.
A darne notizia è Chiaramaria Anastasia, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Grottaglie.
Il bando di concorso è stato pubblicato dalla Regione Puglia, la quale ha previsto che la raccolta delle domande dovesse avvenire tramite patronati, sindacati e associazioni. Il contributo è a livello d’ambito, per cui i cittadini interessati sono i residenti degli undici comuni di Grottaglie (capofila), Carosino, Faggiano, Leporano, Monteiasi, Montemesola, Monteparano, Pulsano, Roccaforzata, San Giorgio Jonico e San Marzano di San Giuseppe.
La Regione ha stilato una graduatoria provvisoria, basata solo sulle dichiarazioni dei cittadini, demandando all’ambito l’accertamento delle stesse mediante l’acquisizione degli atti.
Dopo questo esame tecnico-amministrativo da parte dell’ambito, le pratiche sono state passate all’Uvm (Unità Valutativa Multidimensionale), che ha il compito di valutare dal punto di vista sanitario le condizioni fisiche dei richiedenti, attribuendo ad ognuno di loro il punteggio correlato alla gravità delle condizioni.
Tale lavoro ha comportato notevole impegno da parte dei medici e degli assistenti sociali dei comuni.
L’esame è stato ultimato agli inizi del mese di settembre, allorquando tutte le pratiche sono tornate all’Ufficio di Piano per la stesura della graduatoria definitiva. Tale graduatoria è stata pubblicata sull’Albo Pretorio dei comuni dell’Ambito e sul sito web del Comune di Grottaglie.
Le domande presentate sono state 425 che dopo attenta selezione sono state ridotte a 271, con l’esclusione di 154 non ammessi.
Tutti i cittadini possono presentare osservazioni entro il 30 novembre c.m. e, per agevolare i richiedenti ad avere notizie sulla propria pratica, l’Ufficio di Piano sarà aperto appositamente presso il primo piano del Comune di Grottaglie nei pomeriggi di lunedì e mercoledì, dalle ore 16 alle 19.
L’assegno si concretizzerà nell’assegnazione di 500,00 euro mensili per 12 mesi o sino a quando permarranno le condizioni per poterlo percepire.
“È mia intenzione – sottolinea l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Grottaglie, Chiaramaria Anastasia - ringraziare l’Ufficio di Piano, i comuni dell’ambito e il personale di sindacati, patronati e associazioni per il lavoro svolto. Anche questa volta il territorio ha risposto in maniera puntuale alla possibilità offerta dalla Regione Puglia di assegnare ai nostri cittadini un contributo utile ad affrontare dignitosamente momenti difficili della propria vita quotidiana.”
“In un momento di pesanti difficoltà economiche per le famiglie del nostro territorio e per gli enti locali – ha rimarcato il Sindaco di Grottaglie, Ciro Alabrese – questo tipo di iniziative segnalano ancora una volta la possibilità di una politica “diversa”, che metta al centro l’individuo e i suoi bisogni. L’Amministrazione Comunale di Grottaglie ha voluto rispondere in modo concreto a queste richieste attivando non solo il necessario iter burocratico per l’assegnazione di tali contributi, me permettendo ai cittadini esclusi dalla graduatoria un lasso di tempo ragionevole per esporre le proprie rilevazioni, in modo tale da verificare la correttezza della valutazione degli organismi preposti. Anche per questo crediamo che tali strumenti siano utili, ma che vadano potenziati, perché nemmeno un solo cittadino con bisogno di assistenza possa sentirsi escluso da politiche di solidarietà.”
Leggi tutto...

Medici per San Ciro: "Apprezziamo il lavoro di Alabrese e Scattaglia"

  • Pubblicato in Sociale

 

In concomitanza dell'assemblea pubblica indetta dal sindaco Ciro Alabrese, l'associazione Medici per San Ciro torna a discutere della difficile situazione che attraversa la sanità pugliese, e di riflesso quella jonica. Un'occasione, per il presidente della onlus Salvatore Lenti, di tracciare un bilancio degli ultimi mesi e lanciare la nuova edizione della ormai celebre iniziativa dell'associazione.
"In questi ultimi otto mesi - sostiene Lenti - siamo stati accanto alla gente e alle Istituzioni portando le nostre proposte e le nostre critiche, in alcuni casi anche forti e incisive. 
L’Associazione Medici per San Ciro Onlus apprezza lo sforzo del Commissario Straordinario dell’ASL di Taranto, Dott. Fabrizio Scattaglia, nel ridisegnare il piano di ridistribuzione delle risorse sanitarie in ambito provinciale, che è nato dalla delibera 3073 del 31 Ottobre 2011.
Comprende il momento di grave ristrettezza economica e finanziaria che sta attraversando la ASL Tarantina, a causa del piano di rientro imposto alla Regione Puglia. Sostiene l’idea che anche e maggiormente in questi momenti un atteggiamento responsabile debba trovare, attraverso una ridistribuzione di risorse, quegli stimoli e quelle energie necessarie a mantenere gli standard assistenziali e anche a prospettare occasioni di sviluppo. Per questo siamo contrari a logiche di campanile, che frammentando le competenze e le risorse impoveriscono alcuni ed arricchiscono altri.
L’Ospedale San Marco di Grottaglie, che in un passato recente ha subito anch’esso tagli dolorosi, ha mantenuto il suo ruolo, ha trovato in se stesso e nelle sue professionalità le occasioni per la propria ripartenza. Il problema dei tagli riguarda solo alcuni, mentre il problema della equa distribuzione delle risorse riguarda tutti.
Per questo il San Marco è disposto a giocarsi il futuro in un piano che tenga conto di tutte le professionalità ed ora più che mai tutti dobbiamo contribuire alla rinascita non solo del nostro Ospedale ma di un nuovo modello di sanità pubblica.
Accogliamo con vivo piacere l’invito e le parole di sprono da parte del Sindaco di Grottaglie, Avvocato Ciro Alabrese, che come un timoniere si è messo a confortare e stimolare tutti gli operatori affinché continuino a fare il loro dovere professionale. 
Noi vogliamo anche rivolgere un consiglio alla gente di Grottaglie affinché ritorni ad essere vicino al nostro Ospedale e lo continui ad amare non distruggendolo con le parole ma costruendolo con i fatti: la nostra città può ripartire dal San Marco.
L’Associazione Medici per San Ciro, che ha sempre sostenuto quei modelli assistenziali più vicini alle necessità della gente, oggi è disposta a fare la sua parte per trovare strategie di confronto tra le istituzioni e le moderne concezioni scientifiche, che nel rispetto delle tradizioni, cercano di innovare e promuovere la Sanità nella nostra città. Solo nella innovazione e nella ricerca vi è futuro, anche nelle difficili condizioni economiche, come è già successo in altre Regioni che poi con sacrificio e abnegazione sono ripartite alla grande tanto da essere diventate un punto di riferimento per la gestione sanitaria. 
Ora più che mai - conclude il Presidente di Medici per San Ciro - organizzeremo per il 28 Gennaio 2012, nell’ambito della VII Edizione di Medici per San Ciro, un Convegno con gli operatori e con la popolazione, con la partecipazione di professionisti della gestione della sanità pubblica, sul buon uso dell’ospedale, nell’ambito della politica sanitaria provinciale, affinché tutti quanti possiamo amarlo e farlo crescere."
Leggi tutto...

Mercato ortofrutticolo: istituzioni, sindacati e operatori a confronto

  • Pubblicato in Economia

 

Giovedì 3 novembre, presso la sala consiliare di Palazzo di Città, si è tenuto un incontro alla presenza del Sindaco, dell’Assessore alle Attività produttive, del Segretario Generale e dei funzionari comunali, nonché delle parti sindacali Cisl, Confcommercio, Confesercenti e una delegazione di operatori commerciali su area pubblica, che ha avuto come oggetto di discussione il possibile ripristino del mercato dell’ortofrutta del giovedì.
L’accordo tra le parti, a conclusione dell’incontro, si è concretizzato sulla sospensione del carattere sperimentale del mercato ortofrutticolo, contestualmente all’impegno dell’Amministrazione Comunale di valutare in ogni suo aspetto la problematica in questione che possa condurre, a conclusione dell’iter, ad una definitiva istituzione del mercato, che salvaguardi due aspetti essenziali: l’individuazione di un sito idoneo e il pieno rispetto delle norme igienico-sanitarie.
Lo sforzo a cui stiamo ottemperando – affermano congiuntamente il Sindaco, Ciro Alabrese ed il  Vicesindaco, Daniela Diligente, - è quello di salvaguardare le giuste esigenze, sia dei cittadini, che valutano positivamente il servizio loro offerto, sia degli operatori del commercio, che reclamano, altrettanto giustamente, che il tutto venga regolamentato nel pieno rispetto delle leggi.
Leggi tutto...

Piazza Principe di Piemonte: il “salotto” della citta' rimesso a nuovo

  • Pubblicato in Sociale

 

È un vero e proprio recupero quello che ha vissuto in questi giorni Piazza Principe di Piemonte, interessata da numerosi lavori di manutenzione e abbellimento.
A darne notizia con una nota stampa è Giovanni Di Carlo, assessore all’Agricoltura e al Verde Pubblico del Comune di Grottaglie.
Dal punto di vista tecnico - rende noto l'assessore - si è intervenuto risistemando l’impianto irriguo autonomo a scomparsa, già vetusto e in alcuni punti inefficiente, tale da arrecare anche danni al tappeto erboso esistente.
Inoltre, le palme della piazza, interessate dall’attacco del famigerato “punteruolo rosso”, nel corso di due anni avevano dovuto subire forzatamente una devitalizzazione che aveva depauperato il verde circostante.
Tale evenienza ha indotto l’Assessorato all’Agricoltura e al Verde Pubblico, diretto da Giovanni Di Carlo, a ripristinare l’originalità botanica della piazza, con la sostituzione di palmizi resistenti al punteruolo rosso (trittico di Washingtonia) e di essenze arbustive di elevato pregio estetico (Jucca).
Infine, per rendere più gradevole la piazza,si è proceduto ad arricchire le aiuole con macchie di colore, mediante piantumazione di ciclamini in varietà.
“Ritenevamo doveroso – sottolinea il Sindaco Ciro Alabrese – offrire ai cittadini non solo un luogo decoroso, ma anche accogliente. Per questo abbiamo pensato non solo al ripristino del verde, ma anche ad una nota di colore che arricchisse la piazza. Questo va nella direzione di creare sempre maggiori spazi che mettano al centro non solo il “luogo” fisico, ma anche la sua vivibilità.”
Ammodernamenti, quelli descritti, "graditi alla cittadinanza, alla quale spetta ora il “compito” di offrire un supporto civico alla Polizia Municipale nel difendere lo spazio dal fenomeno troppo frequente del vandalismo", come rimarca l’Assessore al ramo.
“Sin dall’inizio del mandato – sottolinea l’Assessore Giovanni Di Carlo - è emerso quanto questa amministrazione comunale intenda rendere partecipi i cittadini delle scelte riguardanti la città e di come voglia responsabilizzare gli stessi in merito a danneggiamenti e furti, che rappresentano tuttora una delle cause principali di manutenzione degli spazi pubblici.
Non solo video sorveglianza quindi, ma anche sostegno civico che, siamo convinti, non mancherà. È ferma intenzione dell’assessorato che rappresento, continuare nell’opera intrapresa di riqualificazione del verde urbano e di risistemazione delle aree già esistenti, al fine di rendere la nostra città sempre più godibile e piacevole.”
Leggi tutto...

Trattamento del percolato: il Comune di Grottaglie informa i cittadini

Si terrà il prossimo 26 ottobre 2011, presso gli uffici dell’Assessorato Regionale all’Ecologia - Servizio Rischio Industriale, la  II conferenza di servizi relativa al procedimento di aggiornamento dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) per la realizzazione e l’esercizio dell’impianto di trattamento del percolato presso la discarica per rifiuti non pericolosi della società Ecolevante Spa ubicata in località Torre Caprarica a Grottaglie.

A darne notizia è Giammarco Lupo, Assessore all’Ambiente del Comune di Grottaglie.
La convocazione è avvenuta con nota prot. AOO_169 – 0001218 della stessa Regione Puglia che è stata acquisita all’Ufficio Protocollo del Comune di Grottaglie in data 13 ottobre 2011.
“Gli uffici tecnici comunali – comunica l’Assessore Lupo - stanno provvedendo alla redazione di una nota che fa seguito a quanto discusso nella precedente conferenza di servizi tenutasi in data 04 luglio 2011 e alle integrazioni documentali fornite dal gestore della discarica acquisite al protocollo del Comune di Grottaglie in data 15 luglio 2011; nella nota si chiederanno al gestore ulteriori informazioni tecniche di dettaglio sul progetto, rispetto a quanto già contenuto nella documentazione agli atti, perché si possa esprimere sullo stesso un parere con maggiore consapevolezza. Solo a valle delle dovute integrazioni che passeranno al vaglio dei tecnici comunali, in una successiva conferenza di servizi, il Comune di Grottaglie potrà esprimere un parere di merito.”
Tali comunicazioni alla cittadinanza -  prosegue la nota stampa diffusa dall'Assessorato all'Ambiente - rappresentano un punto fermo nella trasparenza degli atti amministrativi, che il Sindaco Ciro Alabrese considera parte integrante dei propri obiettivi di mandato.
“Ritengo che i nostri cittadini – sottolinea il Sindaco Alabrese – debbano essere informati quanto più possibile, in maniera chiara e pertinente, su ciò che accade nella loro città. A questo principio non fa eccezione il campo della tutela ambientale, al quale siamo fortemente sensibili. Rinnovo l’indirizzo della nostra amministrazione, che intende preventivamente opporsi, ora e in futuro, a qualsiasi iniziativa volta ad espandere il sito della discarica o a realizzare  impianti di trattamento ad essa correlati. Continueremo a tenere informati i cittadini, nella convinzione che è con il loro pieno supporto e coinvolgimento che può essere realizzata la tutela del nostro territorio.”
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up