La Pro Loco di Grottaglie si stringe attorno al dolore di Portici

  • Pubblicato in Cronaca

La Pro Loco di Grottaglie, si cordoglia con il dolore che ha colpito le famiglie di Portici, durante i festeggiamenti del Santo Patrono.
Nel giorno solonne, quando San Ciro viene festeggiato, Portici è stata colpita da una tragedia immaginabile, mentre la statua del Santo, veniva portata a spalla dai fedeli presso la Basilica, in piazza San Ciro. Le vittime sono state travolte da una pesante pietra lavica. Tre fedeli del Santo, sono morti e altre persone ferite. Dopo l'accaduto la processione in onore di San Ciro è stata sospesa.
Il dramma che ha toccato la cittadina di Portici, non lascia nessuno indifferente nel nostro paese, dove San Ciro è anche il nostro San Patrono.
Tutto la staff della Pro Loco di Grottaglie, a nome di tutta la cittadinanza pongono le più sincere condoglianze alle famiglie toccate dalla tragedia. "Uniti a voi preghiamo per i feriti. Le parole non bastano per esprimere un sentimento, solo il silenzio ci unisce al dolore che vi ha colpito in questo tragico, triste giorno", dichiara Francesca Frisa, presidente Pro Loco Grottaglie

Leggi tutto...

Medici per San Ciro VIII Edizione

 

Medici per San Ciro giunge alla sua 8ª edizione. Sabato 26 e Martedi 29 gennaio 2013 tornerà a commemorare San Ciro, il Santo Patrono di Grottaglie, con un tema di impatto sociale molto elevato, “Le emergenze cardiologiche”. Si da così seguito al “Progetto sulla defibrillazione precoce nella città di Grottaglie - Una Scossa al Cuore” con la consegna dei defibrillatori e degli attestati ai First Responders.
Un evento organizzato dall'associazione Medici per San Ciro Onlus e dalle Confraternite di Grottaglie, e patrocinato dall'Amministrazione comunale della Città di Grottaglie, dall’Ordine dei Medici della Provincia di Taranto, dalla Regione Puglia, dall’Azienda Sanitaria Locale ASL Taranto, dalla Provincia di Taranto, dall’ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri) Puglia, dalla Villa Verde di Taranto, dal 118 Taranto Soccorso, dalla Schiller Medical Italia, dallo SPI/CGIL, dalle Soroptimist e dall'Università dell’età libera di Grottaglie.
Sabato 26 gennaio 2013, a partire dalle ore 17.30 presso il teatro Monticello di Grottaglie si terrà l'incontro, moderato da Salvatore Lenti e Aurelio Urselli – rispettivamente presidente e vice presidente dell'associazione Medici per San Ciro - dal titolo “Le emergenze cardiologiche”. Per discutere di quanto sia importante la giusta gestione delle emergenze cardiologiche nel territorio e di quali sono i risultati che sono stati ottenuti dalla Rete dell’infarto a Taranto e in Puglia, relazioneranno i cardiologi Antonio Anastasia, Luigi My e Vincenzo Lenti, l'operatori del 118 Battista Baccaro, l'esperto della gestione del rischio clinico dell'Asl Taranto Marcello Chironi, il Presidente dell'ANMCO Puglia Pasquale Caldarola, l'Amministratore unico della Villa Verde di Taranto Rosa Maria Ladiana e l'Assessore alla Sanità della Regione Puglia Ettore Attolini.
Martedi 29 gennaio 2013, alle ore 18 presso la Chiesa Madre di Grottaglie, verrà celebrata la SS Messa in onore dei 4 medici grottagliesi defunti nel 2012: Achille D’Amore, Aldo Forleo, Cosimo Ripoli e Ciro Rosati. Subito dopo la Messa, seguiranno le relazioni del responsabile provinciale del 118 Mario Balzanelli e di Salvatore Lenti su quello che accade dal momento in cui si ha l’arresto cardiaco e si defibrilla in attesa del 118. Subito dopo verranno consegnati i 5 defibrillatori – di cui 3 dono di Medici per San Ciro e delle Confraternite alle forze dell’ordine di Grottaglie (Polizia, Carabinieri e Vigili urbani), 1 dono dello SPI/CGIL ai pensionati e 1 dono delle Soroptimist e dell'Università dell’età libera ad una scuola grottagliese. Inoltre, verranno consegnati gli attestati, riconosciuti a livello europeo, ai primi 22 First Responders accreditati all’utilizzo del defibrillatore, i quali il 23 gennaio avranno frequentato il corso specifico del 118.
Alla serata, che verrà condotta nella sua prima parte dalla giornalista Anna Rita Palmisani, ed aperta dall'intervento del dott.Cosimo Nume – presidente dell'Ordine dei medici di Taranto – e dal saluto delle confraternite di Grottaglie, parteciperanno don Eligio Grimaldi – parroco della Chiesa Madre – il dott. Claudio Sammartino – prefetto di Taranto – l'avv. Ciro Alabrese – sindaco di Grottaglie – il dott. Enzo Giuseppe Mangini – questore di Taranto - dott. Ettore Attolini – assessore regionale alla sanità - Dott. Fabrizio Scattaglia – direttore generale dell'Asl Taranto – la prof.ssa Silvana Stanzione – Coordinatore Regionale Tribunale per i diritti dell’Ammalato – il Maresciallo Giovanni Caforio - Comandante Carabinieri di Grottaglie – il Ten. Giovanni Esposito - Comandante Vigili Urbani di Grottaglie – il dott. Vincenzo Maruzzella - Dirigente Commissariato Polizia di Stato di Grottaglie - la prof.ssa M. Teresa Bray Traversa - Presidente Soroptimist Grottaglie Prof.ss- a Anna Maria Lenti - Presidente Università dell’età libera di Grottaglie.
A condurre la parte finale della serata il regista Alfredo Traversa. L'evento si concluderà con la premiazione del più meritevole laureato in Medicina di Grottaglie nel 2012 il quale riceverà la somma di 1000 euro offerte dall’Amministrazione Comunale di Grottaglie. Il vincitore presenterà brevemente il suo lavoro di tesi di laurea come impegno di fronte ai suoi concittadini.
Ricordiamo che a vincere le 7 edizioni precedenti sono state donne.
Lo studio d’arte di Mimmo e Paola Pinto, inoltre, in occasione di Medici per San Ciro, ha realizzato quest’anno il premio in ceramica per i giovani laureati “Le Dee del Buon Auspicio”, come augurio per la loro carriera.
Un ringraziamento particolare va ai volontari della Croce Rossa Italiana di Grottaglie.
 
 
 
Per info:
programma e notizie sul sito www.medicipersanciro.org
Ufficio Stampa
Anna Rita Palmisani
Cell. 329.2930197 – 3314660990
 
Medici per San Ciro
Dott. Salvatore Lenti
Cell. 339/3841050
 
 
E' possibile devolvere il 5 per 1000 all'associazione Medici per San Ciro utilizzando il Codice Fiscale dell'associazione CF 90199140733.
Leggi tutto...

SPI - CGIL aderisce al progetto "Una scossa al cuore"

  • Pubblicato in Sociale

 

 
 
 
Anche lo SPI – CGIL di Grottaglie ha aderito all'iniziativa “Una scossa al cuore”- programma operativo diretto al trattamento dell’arresto cardiaco. Un progetto sulla defibrillazione precoce promosso dall’associazione Medici per San Ciro Onlus, insieme alle Confraternite di Grottaglie, il 118 Taranto Soccorso, l’Azienda Sanitaria Locale ASL Taranto, con il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Taranto, della Città di Grottaglie, dell’Ordine dei Medici di Taranto e della Schiller Diagnostics – ESAOTE.
A dare la notizia sono Eva Santoro – segretario provinciale dello SPI – CGIL - Giovanni Angelini – segretario organizzativo dello SPI – CIGL provinciale – Robero De Gregorio – segretario dello SPI – CGIL di Grottaglie - e Salvatore Lacava – ex segretario dello SPI – CGIL di Grottaglie attualmente componente della segreteria.
«Vogliamo rientrare nel progetto – ha detto Angelini – in un protagonismo che ci veda quali attori al suo interno. Il nostro dovere come sindacato pensionati, non può limitarsi al solo lato economico della vita degli anziani, ma in qualche modo deve riguardare anche la salvaguardia della stessa. È per questo che abbiamo deciso di aderire all'iniziativa “Una scossa al cuore”, acquiestando un defibrillatore da destinare alla nostra sede grottagliese».
Saranno una decina i componenti dello SPI – CGIL di Grottaglie, fra uomini e donne, che verranno formati dagli operatori del 118 all'utilizzo del defibrillatore, che come tutti gli apparecchi rientranti nel progetto “Una scossa la cuore”, verrà mappato all'interno del più ampio progetto regionale che collega tutti i defibrillatori pugliesi al 118.
«Poter intervenire tempestivamente su un attacco cardiaco salvando una vita è per noi molto importante – ha aggiunto Angelini - credo che questo sia un progetto che si dovrebbe allargare oltre i confini di Grottaglie, perché non solo salvaguarda la vita, ma anche la sua qualità. E noi come SPI – CGIL contribuiremo affinché ciò avvenga. Un'operazione del genere è un investimento serio che giustifica la spesa».
Già 5 anni fa lo SPI – CGIL di Grottaglie aderì al progetto “EDAPA” - Educazione automisurazione pressione arteriosa, ideato sempre da Medici per San Ciro e che prevedeva uno screening sulla valutazione del rischio cardiovascolare, rilevando l'importanza dell'auto misurazione pressioria. Uno studio su 3000 cittadini di cui circa 400 iscritti allo SPI – CGIL.
Quello che verrà acquistato dallo SPI – CGIL per la sede di Grottaglie, si va ad unire ai defibrillatori che Medici per San Ciro donerà alle forze pubbliche d’emergenza di Grottaglie (Vigili Urbani, Polizia e Carabinieri) e a quelli, rientranti nello stesso progetto, che l'assessorato allo Sport di Grottaglie donerà alle strutture pubbliche sportive. La consegna degli apparecchi avverrà il 29 di gennaio prossimo in occasione dell'annuale convegno di Medici per San Ciro.
Leggi tutto...

Festa Grande!

 

Le immagini fermate nel tempo da Ciro Quaranta, fotografo grottagliese, ci racconteranno i momenti della festa che si svolge con lo stesso entusiasmo in qualsiasi città, paese, quartiere o chiesetta di campagna per chi è stato eletto a sua protezione.
 
Corposa la sezione dedicata alle "Bande da giro", un tempo artigiani, contadini o commercianti istruiti dai maestri di cappella che portano in giro per i paesi dell’Italia e all’estero un pezzo della tradizione di Puglia. D
overoso l’omaggio ai “nomadi del pentagramma” così definiti da Bianca Tragni, prima storica delle Bande da giro in Puglia, autentica colonna sonora di ogni manifestazione religiosa e civile del Meridione d’Italia. 
 
Le feste patronali nel Mezzogiorno d’Italia non sono solo bande musicali, processioni e fuochi d’artificio di primaria importanza sono infatti le luminarie. Strutture lignee illuminate da una miriade di lucine colorate che possono raggiungere nella loro massima espressione anche i trenta metri di altezza. Giustamente definite “architetture effimere” sono le scenografie spettacolari che maggiormente affascinano la gente del posto ma anche i turisti o i pellegrini venuti da lontano. Con la loro maestosità, leggiadria e luminosità fanno festa nella festa ed anche in tempi di crisi economica per esse non si bada a spesa. 
 
Sarà proprio passando sotto una luminaria che si accederà alla seconda parte della mostra, quella riservata alle statuette votive vendute ai fedeli in occasione delle feste patronali. Saranno esposti santi in terracotta realizzati tra la fine dell’Ottocento e la metà del Novecento dai ceramisti di Grottaglie. Una raccolta che mette in luce come l’antica tradizione risalente al mondo romano dei Lari e dei Penati, sia sopravvissuta, modificandosi leggermente durante il Cristianesimo fino al secolo scorso. 
Intimamente legate alla famiglia, le statuette dei santi in terracotta facevano parte di un dialogo costante nella vita di ogni giorno tra l’uomo ed il sacro; spesso collocate nelle nicchie in tufo ricavate nelle mura domestiche adornate da fiori e candele venivano realizzate a mano e dipinte a freddo dai ceramisti grottagliesi nelle loro case al ritorno dalla lunga giornata lavorativa in bottega ed erano vendute in occasione delle feste patronali nei paesi di tutta la Puglia.
 
 
La Festa grande di Ciro Quaranta
 
Ma chi è Ciro Quaranta?
 
Nasce a Grottaglie (Ta) nel 1955.
Nel 1995 pubblica il libro “Foto a ricordo”, una ricognizione sulle feste religiose del Sud Italia. Dal 1996 inizia la sua indagine sul mondo del lavoro partendo dall’industria nella quale è impiegato. Negli anni a seguire contadini, operai, ceramisti di Grottaglie, muratori, pescatori, carpentieri saranno al centro della sua ricerca fotografica. Nel 1998 vince il premio miglior portfolio ad “Alberobello fotografia”. Sue immagini sono state pubblicate in “Il viaggio dell’industria italiana”, edizioni Alinari, a cura di Cesare Colombo e “Un cammino lungo 100 anni” a cura della Cgil di Taranto.
Nell’aprile del 2008 pubblica “I volti del lavoro” a cura della Provincia di Taranto e con il contributo di Alenia Composite. Alla pubblicazione fa seguito l’omonima mostra fotografica al Museo Nazionale di Taranto, replicata nel novembre del 2008 con il titolo “ValoriLavori” presso il Castello Svevo di Bari.
Dalla fine degli anni ’90 si è accostato con dedizione e passione al mondo delle feste patronali pugliesi. Raccontandone gli aspetti religiosi ma soprattutto civili, dalle  bande da giro agli artigiani delle luminarie.
Raccolte in una sezione della mostra Festa grande, alcune delle sue immagini che hanno soprattutto un valore antropologico in cui emergono i volti, i retroscena e le condizioni di un mondo, che ai più, risulta obsoleto e sconosciuto ma che continua ad avere un importante filo diretto tra un passato ricco di storia e tradizioni ed un futuro quanto mai incerto.
Leggi tutto...

Un'efficace scossa al cuore!

 

Il motto è: “Agire e saper agire per abbattere il rischio clinico”. Una scossa e salvi una vita, quei pochi minuti che ti allontanano da un finale non voluto. 
Ha avuto grande riscontro a Grottaglie la presentazione del progetto sulla defibrillazione precoce dal titolo “Una scossa al cuore” - programma operativo diretto al trattamento dell’arresto cardiaco, attraverso una frase chiave: “Il tempo è vita” avvenuta lo scorso sabato 16 giugno nella sala del Castello Episcopio della città delle ceramiche.
Promotore del progetto l’associazione Medici per San Ciro Onlus di Grottaglie, insieme alle Confraternite di Grottaglie, il 118 Taranto Soccorso, l’Azienda Sanitaria Locale ASL Taranto, con il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Taranto, della Città di Grottaglie, dell’Ordine dei Medici di Taranto e della Schiller Diagnostics – ESAOTE.
Oltre al sindaco, Ciro Alabrese, sono intervenuti la dottoressa Giuseppina Annicchiarico in rappresentanza dell’assessore alla Sanità della Regione Puglia, il dottor Marcello Chironi per l’Asl di Taranto, il dottor Antonio Murgolo del 118 di Taranto, il dottor Fabio Trolio della Esaote Italia, il cardiologo Gino Mi e il presidente di Medici per San Ciro dottor Salvatore Lenti.
«Un’iniziativa di importante rilevanza sociale – l’ha definita il sindaco Alabresealla quale anche l’amministrazione comunale vuole contribuire nel limite delle sue possibilità».
«Il progetto – ha dichiarato la dottoressa Annicchiarico - è stato molto ben accolto anche dalla Regione Puglia che già a febbraio, con la delibera di giunta n°358 ha assegnato 271,776 euro alla realizzazione del progetto “Deep Impact” Puglia – Defibrillazione e prevenzione della morte improvvisa. In questa unioni di intenti abbiamo riconosciuto il progetto “Una scossa al cuore”, inserendolo in quelli già registrati dalla Regione».
Durante la serata è stato illustrato il progetto attraverso cui verrà formato, dagli operatori del 118 e dell’Asl Taranto, il personale dei Vigili Urbani, della Polizia e dei Carabinieri di Grottaglie ai quali saranno anche donati dall’associazione Medici per San Ciro tre defibrillatori semiautomatici.
Un numero che in base alle donazioni e alle devoluzioni del 5x1000 a Medici per San Ciro, potrà salire.
Si stima che siano in 60mila gli arresti cardiaci che avvengono in Italia ogni anno e che solo il 2% di chi ne viene colpito sopravviva. “Il tempo è vita”, quindi, perché nella maggior parte dei casi, se si interviene con la defibrillazione cardiaca nei primi minuti, la percentuale di sopravvivenza sale notevolmente, soprattutto se la defibrillazione avviene nel primo minuto.
«In caso di arresto cardiaco – ha spiegato il dottor Murgolo - sono solitamente 4 le fasi d’intervento della cosiddetta “catena di sopravvivenza”: l’allarme precoce e la rianimazione da parte di un testimone, alle quali si susseguono la defibrillazione precoce e la terapia avanzata precoce. Se la terza fase, quella della defibrillazione precoce, invece di essere affidata al 118 viene praticata dal testimone già presente sul posto, le possibilità di sopravvivenza del paziente aumentano notevolmente».
Per questo l’obiettivo del progetto “Una scossa al cuore” è quello di reclutare il maggior numero possibile di soggetti ed enti disponibili a partecipare attivamente.
«Invitiamo le scuole, centri sportivi di ogni tipo, i supermercati, le associazioni, gli uffici pubblici, le banche, le farmacie, le aziende, fin’anche i condomini, ad aderire all’iniziativa per formare i cittadini alla prevenzione dell’arresto cardiaco».
Da settembre a dicembre verranno formati e addestrati i First Responder. A gennaio prossimo, poi, in occasione dell’ottava edizione di Medici per San Ciro, avverrà la consegna degli attestati e dei tre o più defibrillatori semiautomatici.
«Agire e saper agire – ha concluso il dottor Chironiper abbattere il rischio clinico».
Leggi tutto...

Un Maestro della musica, Ciro Petraroli

 

Ancora una volta l'arte made Grottaglie si fa sentire, con le note elaborate da un grande Maestro, Ciro Gerardo Petraroli.
Sabato 16 giugno, in occasione del 10° anniversario della Santificazione di Padre Pio, presso l’Auditorium Parco della Musica in Roma, verrà eseguito un importante concerto di musica classica.
A dirigere l’Orchestra “Solisti  Aureo Boros” è stato prescelto il Maestro grottagliese Ciro Gerardo Petraroli, che, al pianoforte, eseguirà diverse sue composizioni originali.
“Sono venuto a conoscenza di questo concerto – dichiara il Sindaco di Grottaglie, Ciro Alabrese - e mi sento di poter affermare che anche la Città di Grottaglie è egregiamente rappresentata in questo grande evento musicale ed insieme religioso, grazie, appunto, alla prestigiosa partecipazione del Maestro Ciro Petraroli”.
“Come grottagliese, - prosegue il Sindaconon posso che esserne fiero ed orgoglioso, poiché è l’ennesima affermazione di un nostro concittadino che si distingue nel campo dell’arte e non solo. Un altro esempio di come le risorse umane del nostro territorio, se adeguatamente valorizzate, possono rappresentare un vanto per l’intera Nazione”.
Tutta Grottaglie è orgogliosa del Maestro Petraroli.
 
Leggi tutto...

Defibrillazione precoce a Grottaglie

  • Pubblicato in Sociale

 

"Una Scossa al Cuore", verrà presentato sabato 16 giugno alle ore 18:30, presso il Castello Episcopio di Grottaglie, il progetto sulla Defibrillazione Precoce denominato “Una Scossa al Cuore”. 
Un programma operativo diretto al trattamento dell’arresto cardiaco, attraverso una frase chiave: “Il Tempo è Vita”.
Promotore del Progetto è l’Associazione Medici per San Ciro ONLUS di Grottaglie, insieme alle Confraternite di Grottaglie, il 118 Taranto Soccorso, l’Azienda Sanitaria Locale ASL Taranto con il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Taranto, della Città di Grottaglie, dell’Ordine dei Medici di Taranto e della Schiller Diagnostics – ESAOTE.
Si vuol sottolineare il significato rilevante della tempestività di un intervento adeguato nel corso dell’emergenze cardio-circolatorie, parafrasando due affermazioni anglosassoni “Time is muscle”, riferito al cuore, e “Time is brain”, riferito al cervello: da qui il Tempo è Vita.
Il Progetto Una Scossa al Cuore pone come principale obiettivo l’ottimizzazione del trattamento extra-ospedaliero dell’arresto cardiaco attraverso l’estensione sul territorio della Defibrillazione Precoce.
Fruitrice del servizio sarà la città di Grottaglie. 
L’iniziativa partirà con la formazione dei Carabinieri, della Polizia stradale e della Polizia Municipale della città di Grottaglie, destinatari dei primi tre defibrillatori, che l’associazione Medici per San Ciro donerà alla città delle ceramiche.
L’intero progetto verrà presentato durante l’iniziativa di sabato prossimo.
«L’associazione Medici per San Ciro – ha spiegato il suo presidente Salvatore Lentiè una Onlus che vuole dare un servizio alla cittadinanza di Grottaglie. Con questo progetto vogliamo creare una cultura sanitaria attraverso la prevenzione dell’arresto cardiaco».
«Il lavoro e la propositività della nostra associazione - ha aggiunto Lentinasce dalla passione di curare e di salvaguardare la salute dei cittadini. E con tale progetto, vogliamo continuare la nostra missione, coadiuvando la sanità pubblica attraverso lo spirito cristiano del medico San Ciro».
È possibile contribuire alla realizzazione dei progetti di Medici per San Ciro attraverso la donazione del 5x1000 sulla dichiarazione dei redditi.
La cittadinanza tutta è invitata a partecipare all’iniziativa di sabato.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up