CGIL e UIL insieme per lo sciopero del 12 dicembre

  • Pubblicato in Politica

Sciopero generale indetto per il prossimo 12 dicembre da CGIL e UIL.
Dopo le proteste dei mesi di ottobre e novembre, i lavoratori scendono di nuovo in piazza per manifestare contro la legge di stabilità ma soprattutto contro il Jobs Act.
Questa volta le due Confederazioni hanno programmato 54 manifestazioni (10 regionali, 39 provinciali, 5 interprovinciali), tutte unite dallo slogan "Così non va".
Anche Taranto si sta mobilitando: sarà sciopero generale nella grande fabbrica, nel pubblico impiego, nei servizi e nei trasporti.
Per illustrare le iniziative territoriali, il calendario dello sciopero e porre in evidenza le motivazioni della protesta domani mattina alle 10.00 nella sede della CGIL in via Dionisio si terrà una conferenza stampa alla presenza dei due segretari generali Giuseppe Massafra (CGIL) e Giancarlo Turi (UIL).

Leggi tutto...

Domani la Carovana della Legalità della CGIL arriva a Taranto e Ginosa Marina

"Che la legalità non sia un vestito da indossare all'occorrenza per qualche rituale cerimonia, la CGIL l'ha dimostrato nel tempo, fino alle ultime proposte di legge per il riconoscimento penale del reato di caporalato. La strada della legalità oggi più che mai è indispensabile per evitare che nel crogiuolo del crimine finisca chi è stato estromesso dal mercato dal lavoro o chi è rimasto indietro nel bel mezzo di una crisi che sembra non passare mai".

Leggi tutto...

Denuncia Call Center Grottagliese: minacciato sindacalista

  • Pubblicato in Economia

Aver mostrato l'anima nera di un lavoro sottopagato e irregolare potrebbe essere la ragione del messaggio di minaccia depositato sul cruscotto della macchina del nostro segretario della SLC-CGIL di Taranto. Ma se questo dovesse trovare conferma vogliamo dichiarare sin da ora che ne Andrea Lumino, né il singolo operatore di call center, così come qualsiasi lavoratore sfruttato della nostra terra, ci vedrà mai arretrare di un passo. Siamo con Andrea e con tutti i nostri volontari, delegati e attivisti che ogni giorno si battono in nome di un lavoro degno e rispettoso dei diritti delle persone.

Leggi tutto...

Giuseppe Massafra nuovo segretario Cgil

" Sono onorato di aver ricevuto la responsabilità di guidare
la CGIL di Taranto. Una responsabilità particolarmente impegnativa in un
territorio difficile, a partire dalla vicenda Ilva". " Taranto fa parte di un
territorio che ha delle grandi potenzialità per potersi riscattare" ed ancora"
Per la difesa del lavoro occorre coesione. I lavoratori ed i cittadini, per la
CGIL sono la stessa cosa ed i diritti degli uni non devono risultare in
conflitto coi diritti degli altri".

Queste le parole del discorso di insediamento di Giuseppe
Massafra, 34enne padre di un bimbo di pochi mesi, nuovo Segretario generale
della CGIL di Taranto.

Eletto dal Comitato Direttivo della CGIL nel pomeriggio del
21 luglio scorso con 52 voti favorevoli, 3 astenuti e 4 contrari.

Inoltre ringrazia il Segretario uscente, Luigi D'isabella, per aver creduto in lui.

Giovane e con tanta voglia di fare. In bocca al lupo.

Leggi tutto...

Lo SPI/CGIL di Grottaglie in congresso

  • Pubblicato in Politica

Martedì 28 gennaio presso ilCastello Episcopio di Grottaglie, la lega SPI/CGIL locale terrà il suo congresso cittadino. In questo appuntamento prenderanno parte gli iscritti, i sindacati confederali e di categoria comunali, l'Amministrazione Comunale, movimenti e i partiti di matrice democratica/progressista che condividono con la CGIL sensibilità sociali e culturali comuni.

"Le tematiche congressuali toccheranno diversi punti delle problematiche nazionali - racconta Roberto De Gregorio, segretario dello SPI CGIL - piano del Lavoro, politiche industriali, riforma delle istituzione e della pubblica amministrazione, con particolare riferimento al sistema del “Welfare”, sempre più taglieggiato dalle politiche governative, impoverendo ulteriormente i cittadini meno abbienti; al ripristino delle indicizzazione delle pensioni bloccati già da due anni, fino alla modifica radicale della Legge Fornero, che ha creato un esercito di esodati e alzato l'età pensionabile a 66 anni, oltre ad aver determinato un aumento della precarietà nel mercato del lavoro".

Inoltre oggetto del dibattito saranno anche temi locali già sollevati, come la raccolta differenziata (ferma al 15%), alla sottoscrizione con l'agenzia delle entrate del “Patto Antievasione” per i Tributi nazionali, per reperire risorse da destinare ai Servizi Sociali, fino alla definizione della triennalità 2014-2016 dei Piani Sociali di Zona. Questi ultimi hanno risorse per più di 2 milioni di Euro annui per indirizzarli a programmi socio-sanitari e socio-educativi, a cui si aggiungono più di 1,5 milioni di Euro già disponibili per l'anno in corso a favore dell'ADI (Assistenza domiciliare Anziani) e servizi per l'infanzia (asili nido).

Un congresso in cui lo SPI/CGIL locale si mostra attivo e impegnato verso i bisogni della società, auspicando che altri attori sociali e politici e, soprattutto, l'Amministrazione Comunale, mettano in campo le dovute energie per il raggiungimento degli obiettivi proposti.

Leggi tutto...

L'Italia sono anch'io: a Grottaglie il comitato per la campagna per i diritti di cittadinanza

  • Pubblicato in Politica

 

Si è ufficialmente costituito, presso la sede dell'Arci in via Bari a Grottaglie, il comitato locale de “L'Italia sono anch'io”, che propone, attraverso la presentazione di due leggi di iniziativa popolare, di arrivare al più presto ad una riforma del diritto di cittadinanza che preveda che anche i bambini nati in Italia da genitori stranieri regolari possano essere cittadini italiani e una nuova norma che permetta il diritto elettorale amministrativo ai lavoratori regolarmente presenti in Italia da cinque anni, temi sui quali il Presidente della Repubblica Napolitano ha più volte richiamato la politica ad una presa di coscienza e ad una rapida risoluzione.
 
Al comitato hanno aderito localmente Arci e Cgil (facenti parte anche del comitato promotore nazionale),  Federazione della Sinistra/Rifondazione Comunista, Italia dei Valori, Sinistra Ecologia e Libertà e Sud in Movimento. Il comitato è aperto ad ulteriori adesioni e si riunirà nuovamente martedì 24 Gennaio alle ore 18,30 presso la sede dell'Arci in via Bari per stilare il calendario definitivo dei banchetti per la raccolta firme.
Leggi tutto...

Trivisani (Idv): "Teleperformance non ricatti i lavoratori"

  • Pubblicato in Economia

Dopo le dure considerazioni dei giorni scorsi di Pd e Sel, anche il circolo dell’Italia dei Valori di Grottaglie stigmatizza in maniera perentoria quanto sta avvenendo in queste ore nello stabilimento tarantino di Teleperformance, multinazionale francese dei call center.

La denuncia giunge in una nota a firma del vice presidente del Consiglio Comunale, Donato Trivisani.
Il nostro partito e la mia persona in particolar modo – sottolinea Trivisani - portano avanti da tempo una battaglia forte nei confronti del precariato giovanile e non, in tutte le sue forme. In questi anni di distruzione selvaggia del mercato del lavoro protetto, i call center sono diventati l’emblema di una generazione senza futuro, che cerca di affrontare un proprio percorso professionale nella totale assenza di tutele e diritti.
Per questo, consideriamo inaccettabile quanto accaduto nelle scorse ore a Teleperformance, dove il segretario provinciale ed Rsu della Slc-Cgil, Andrea Lumino – tra l’altro componente di direttivo provinciale di categoria ed Rsu assieme al sottoscritto – ha subito un ingiusto licenziamento in rapporto all’osservanza del contratto al quale avrebbe dovuto essere sottoposto.
Tutto ciò è accaduto per il semplice motivo che Lumino, nelle sue piene funzioni di rappresentante sindacale, ha osato difendere gli operatori dello stabilimento dal mancato ottenimento del proprio stipendio.
È consuetudine di questa azienda e di altre realtà, anche grandi, del nostro territorio intimidire e ricattare i lavoratori a scopo di accrescere il proprio potere contrattuale. Mi farò promotore assieme al mio partito – conclude il vice presidente del Consiglio Comunale - di iniziative volte a tutelare tutti coloro svolgono il proprio ruolo nel rispetto dei contratti e degli orari di lavoro e sosterrò, nonostante il difficile momento economico che il Paese attraversa, qualsiasi istanza volta a migliorare il trattamento economico, ad oggi sottostimato, dei nostri lavoratori.
A tale proposito - conclude Trivisani - rilancio la proposta, della quale sono stato firmatario, di svolgere quanto prima un Consiglio Comunale monotematico sulla crisi del call center Teleperformance”.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up