Bicincittà 2014

Domenica 11 maggio, giornata nazionale della bicicletta, torna anche a Grottaglie BICINCITTÀ: la 28° edizione della manifestazione Uisp dedicata agli amanti della bicicletta e a tutti coloro che vogliono vivere una giornata sulle due ruote, alla riconquista degli spazi urbani. Oltre 130 comuni in tutta Italia, tra cui Grottaglie.

Leggi tutto...

Si scrive Comitato Pista Ciclabile, si legge Mobilità sostenibile

Si scrive Comitato Pista Ciclabile, si legge Mobilità sostenibile. Parte da Grottaglie la riscossa delle biciclette, mezzo "sociale", economico e poco inquinante, sempre più usato anche nella Città delle Ceramiche.

Protagonista di un boom senza precedenti, - sebbene con alcuni ritardi culturali rispetto ad altre realtà italiane (e con un abisso tra il Mezzogiorno e il nord Europa) - l'uso della bicicletta, trainato soprattuto dai più giovani, ha vissuto negli ultimi anni un aumento esponenziale, che di fatto a breve costringerà a ripensare le politiche di mobilità e l'adeguamento dei percorsi civici da parte delle amministrazioni comunali.
A fare da pungolo a quella di Grottaglie ci pensa questo dinamico comitato, sintesi di visioni ed esperienze, ma con un unico, grande obiettivo: la realizzazione di uno o più percorsi ciclabili che rendano possibile un utilizzo sicuro e alternativo all'automobile l'uso delle due ruote a pedale.
Nato dall'idea di uno studente d'ingegneria civile, Francesco Amico, e sviluppatosi in periodici incontri e passeggiate, il Comitato Pista Ciclabile è cresciuto nei mesi, catalizzando sempre più l'interesse non solo dei ciclisti dell'ultim'ora, ma anche di alcuni amministratori e soprattutto di chi da anni rivendica il diritto ad una città razionale e a misura d'uomo.
Ogni venerdì alle 19.30 circa, da Piazza Principe di Piemonte - luogo di raduno dei componenti del comitato - parte una pacifica "invasione" di biciclette che si snoda per le strade di Grottaglie.
A volte i cittadini apprezzano, incuriosendosi e chiedendo informazioni; altre la convivenza con automobilisti troppo nervosi non è delle migliori. In ogni caso l'effetto è voluto e dirompente: per un'ora o più le biciclette si impadroniscono dello spazio, lo trasformano, lanciano messaggi di mobilità sostenibile per ripensare la città e il suo sviluppo.
Il comitato, come detto, si prefigge il compito di esprimere la volontà popolare circa la realizzazione di una pista ciclabile che attraversi la città e che riguardi le vie Marconi, Diaz e Campitelli o un percorso equivalente proposto dall'amministazione comunale ed approvato dal comitato e dai suoi sostenitori in maggioranza assoluta.
La larghezza della pista - nelle proposte avanzate del Comitato - non dovrà essere inferiore a 2 mt. e realizzata sottraendo o una corsia o un lato dei parcheggi senza intaccare in alcun modo lo spazio già riservato ai pedoni.
Obiettivi concreti prima di affrontare la vera sfida, quella di mettere in condizione i cittadini di operare una scelta: abbandonare l'automobile e raggiungere in bicicletta i principali luoghi della città (poste, scuole, cinema e chi più ne ha più ne metta), naturalmente in modo sicuro e con la possibilità di poterla parcheggiare, come accade per altri mezzi, in un'area attrezzata.
Come giungere a questi risultati? Il comitato ha lo scopo di utilizzare l'iniziativa popolare tramite la raccolta firme da consegnare alle istituzioni competenti, in modo che la realizzazione dell'oggetto sia parte integrante del programma di governo della città.
Progetti lodevoli e ambiziosi, da attuare in sinergia con chi ha dalla sua gli strumenti amministrativi per realizzarli: ma attenzione ad assegnare etichette o a strumentalizzare le iniziative del comitato. "L'iniziativa popolare - come recitano alcune delle informazioni presenti sulla pagina facebook del gruppo - è di per sé attività politica, ma il comitato è per definizione apartitico".
 
La sfida è lanciata e ora la palla non può che passare alle Istituzioni. Recepiranno il messaggio o si riveleranno sorde al richiamo di questo nutrito gruppo di cittadini?
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up