Angelo Bonelli ed il suo progetto di "riconversione industriale"

Angelo Bonelli, consigliere comunale al Comune di Taranto e co-portavoce dei Verdi ha un progetto: dare una svolta economica al territorio ionico prendendo come esempio città come Bilbao e Pittsburgh. La sua, è una proposta di "riconversione industriale" che prevede la creazione di circa 35.000 posti di lavoro nell'ambito di attività che potrebbero collocarsi nei Comuni di Taranto e Statte. Riqualificare Taranto cercando di renderla un
importante centro per il commercio, per la ricerca, la scienza, la tecnologia, l'industria ed il turismo. Ed una realtà moderna aperta al mondo arabo, nord africano ed orientale. La sua proposta che sostanzialmente prevede agevolazioni fiscali e burocratiche per le imprese che assumeranno personale ed investiranno nella "green economy" si basa su alcuni punti fondamentali: Un'area "No Tax" per le imprese destinatarie dell' eventuale provvedimento (sgravi fiscali, riduzioni sulla bolletta energetica e contributi, fino a 500 mila euro per l'acquisto di beni strumentali); Partite Iva agevolate per i liberi professionisti che avvieranno nuove attività nelle aree in oggetto, un Fondo di sostegno per l'agricoltura; Riqualificazione della Città Vecchia; Garantire su base volontaria, con preciso provvedimento, agli operai Ilva con anzianità minima di 15 anni, il prepensionamento; Semplificare le procedure amministrative; Applicare il principio del "Chi inquina paga"; Realizzare infrastrutture da finanziare con progetto per Taranto Libera (tra i quali garantire i voli civili per l'aeroporto di Grottaglie e migliorare il servizio ferroviario); interventi di bonifica per l'ambiente e trasformazione urbanistica dei suoli contaminati. Progetto senz'altro nobile, ma la presenza di Tempra rossa e delle aree a caldo dell'Ilva rappresentano attualmente un forte ostacolo alla realizzazione dello stesso.

Leggi tutto...

Grottaglie: l'importanza della raccolta differenziata

Tutti i Comuni hanno l'obbligo di mettere in atto la raccolta differenziata.
Questa può essere organizzata dagli stessi a propria discrezione seguendo comunque le linee guida generali emanate dalla Comunità Europea.
La raccolta differenziata, lo ricordiamo, è il metodo di selezione dei rifiuti al fine di riutilizzare tutto ciò che è riciclabile, trasformandolo in prodotti o energia ed infine smaltire solo ciò che non può essere più utilizzato.
I benefici a favore dell'ambiente e della collettività, sono molteplici:
- Una città più pulita e libera dagli odori, aspetto favorevole per i cittadini ma anche per eventuali turisti.
- L'ambiente sarebbe meno inquinato in quanto ci sarebbe meno dispersione di residui nocivi nel territorio.
- Raccogliendo il rifiuto organico (es. resti di cibo) potrebbe crearsi concime naturale da utilizzarsi in agricoltura.
- Ci sarebbe una minore quantità di rifiuti indifferenziati da smaltire con, aspetto non meno importante, un contenimento dei costi di smaltimento responsabili degli aumenti della tassa sui rifiuti.
Tali aspetti positivi sono reali e realizzabili sia con una buona organizzazione dei Comuni , impegnati nella gestione dell'intero processo, sia se le regole vengono ben seguite dai cittadini.
Importante quindi è l'informazione degli stessi.
I cittadini devono essere i primi ad essere preparati ed abituati alla gestione dei rifiuti.
A tal proposito, a Grottaglie, sono in arrivo 11 contenitori per la raccolta stradale dell'olio vegetale-alimentare esausto.
Essendosi già verificato l'aumento dei costi di smaltimento e del trasporto dei rifiuti che è passato da euro 55,00 a euro 125,00 a tonnellata, per il loro conferimento dalla discarica di Manduria (divenuta satura) a quella di Massafra, in tempi di crisi come quello attuale, si auspica che gli utenti utilizzino anche questo servizio.
E che il Comune si adoperi nel migliore dei modi a tale scopo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up