Medici per San Ciro: borsa di studio, il 15 gennaio la scadenza del bando

  • Pubblicato in Sociale

 

L’Amministrazione Comunale di Grottaglie e l’Associazione Medici per San Ciro Onlus invitano gli interessati a partecipare alla 7^ edizione del bando di concorso “Medici per San Ciro”.
A darne notizia è l'Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Grottaglie, Chiaramaria Anastasia.
Il bando di concorso, come ogni anno, intende premiare con una borsa di studio di €.1.000,00, il miglior laureato in Medicina nell’anno 2011 nato o residente in Grottaglie.
Per partecipare al concorso occorre inoltrare la richiesta al Sindaco di Grottaglie esclusivamente con raccomandata A/R entro il 15 gennaio 2012, secondo le modalità stabilite dal bando, già presente sul sito web del Comune di Grottaglie.
Leggi tutto...

Contributi per gli affitti: ecco il bando

  • Pubblicato in Sociale

Pronto il bando per l'assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di affitto per l'anno 2011. La Giunta Regionale ha assegnato al Comune di Grottaglie la somma di 135 mila euro per agevolare il pagamento dei canoni di locazione mediante l’erogazione di contributi in favore dei cittadini che ne faranno domanda e che dimostreranno di possedere i requisiti previsti dal bando. L’Amministrazione Comunale ha integrato il contributo regionale con fondi del bilancio per un ulteriore importo di 20 mila euro.

I cittadini interessati a partire dal 31 ottobre 2011 e fino al 30 novembre prossimo alle ore 12, potranno presentare le domande di contributo utilizzando i modelli già predisposti, che possono essere ritirati presso il settore Affari Generali nelle ore di apertura al pubblico o scaricati sul sito web del Comune di Grottaglie.
I contributi saranno erogati in favore degli aventi diritto nel rispetto della graduatoria – a partire da quelli inseriti nella fascia A - e fino all’esaurimento della somma disponibile complessiva.
 
Per conoscere i dettagli dell'assegnazione e verificare i requisiti di ammissione al bando, è possibile scaricare la documentazione completa cliccando qui.
Leggi tutto...

Muretti a secco: incentivi per il recupero

Nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 151 del 29 settembre 2011 si trova il Bando per la presentazione delle domande di concessione dell'aiuto previsto dalla misura 216, azione 1 “Ripristino muretti a secco” del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013. È previsto il rimborso totale della somma spesa, ma ad alcune condizioni A renderlo noto alle pagine di Grottaglie 24 è il Pietro Trani, esponente di IoSud Grottaglie, specificando che con l’intervento si vuole salvaguardare e migliorare il paesaggio agrario e conservare elementi naturali e seminaturali. I muretti a secco che delimitano e dividono i poderi sono un particolare manufatto che caratterizza il paesaggio rurale pugliese; storicamente rappresentano il primo tentativo dell’uomo di cambiare l’ambiente a suo vantaggio. Gli antichi greci e successivamente i romani costruivano muri a secco, perché facili da realizzare ed economici. Per valorizzare questi manufatti caratteristici del nostro paesaggio, la Regione Puglia nel 2009 pubblicò un bando e le richieste di finanziamento giunte furono 3 mila. A distanza di due anni la Regione ha approvato e pubblicato un Regolamento che disciplina le modalità di richiesta dei finanziamenti e i progetti di recupero. L’arte di costruire i muretti segue uno schema e un manuale tramandato di padre in figlio. Può essere costruito con pietre grezze provenienti dal posto stesso e selezionate a seconda della forma e dimensione; oppure con pietre semilavorate o lavorate, ma di altra provenienza. La tecnica prevede la costruzione della base su cui verrà costruito il muretto, sulla quale si traccia e si scava una trincea che aiuterà a far aumentare la solidità del muro stesso. Le pietre sono posate in modo da far coincidere i contorni, riempiendo i vuoti con sassi più piccoli. Il risultato è un mosaico, compatto e solido che resiste ad ogni sorta d' intemperia. L’arte e la tecnica di costruzione del nostro muretto a secco si ritrovano in Irlanda, nel nord del Paese i muretti separano i poderi tra di loro e dalle strade per evitare che le greggi di ovini al pascolo si disperdano. Le regole sono rigide: le pietre utilizzate per il ripristino devono essere del luogo e di piccole dimensioni. I muretti non devono essere costruiti ex novo ma recuperati nella forma e nelle misure originarie, senza che sia eliminata la vegetazione al suo interno. È importante che nei muretti ci siano dei piccoli varchi che facilitano il passaggio di animali di taglia piccola. Sono finanziabili solo gli interventi sui muretti che ricadono nel territorio pugliese, nella misura min, di 200 m lineari e per volume d'intervento non inferiore a 100 mc. L'aiuto è pari al 100% del costo totale sostenuto, il costo unitario ammissibile non dovrà superare i 70 euro per mc di muretto ripristinato. Ogni beneficiario riceverà un finanziamento massimo di 100 mila euro. I lavori devono essere completati entro 2 anni dal ricevimento dell' approvazione del finanziamento, inoltre, devono essere tenuti in ottime condizioni per almeno 5 anni successivi alla liquidazione degli aiuti. Il mancato rispetto di una sola regola annullerà l'erogazione del contributo.

Leggi tutto...

Il Comune e la raccolta differenziata: sostegno al compostaggio domestico. Qui il bando.

"Il Comune di Grottaglie rafforza il suo impegno per la tutela ambientale e la raccolta differenziata, promuovendo la pratica del compostaggio domestico mediante l'assegnazione in comodato d'uso gratuito di compostiere da 300 litri".
A darne notizia è una nota dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Grottaglie, Giammarco Lupo.
La compostiera da 300 litri è in grado di compostare i rifiuti organici domestici prodotti da una famiglia media di 4 persone e i residui vegetali di un piccolo orto/giardino.
Ogni famiglia residente nel Comune di Grottaglie potrà ricevere 1 compostiera in comodato d’uso gratuito per un anno, tacitamente rinnovabile, salvo comunicazione contraria delle parti.
Possono richiedere l'assegnazione di una compostiera i cittadini residenti che abbiano a disposizione un giardino/orto urbano di almeno 3-20 m2. Per le famiglie che risiedono in palazzi in cui è presente un giardino condominiale occorrerà presentare anche il nulla osta degli altri nuclei abitativi facenti parte del condominio.
Le compostiere saranno assegnate a condizione che almeno un membro della famiglia assegnataria partecipi ad un corso gratuito (1 incontro da circa 2 ore) per apprendere i principi del compostaggio domestico; che sia garantito l'accesso al luogo di conservazione della compostiera da parte di personale appositamente delegato a fare sopralluoghi sull'uso e sull'efficienza della compostiera stessa; che la compostiera sia gestita e mantenuta con diligenza e cura; che la compostiera sia restituita qualora venisse accertato il mancato o non corretto utilizzo della stessa da parte della famiglia assegnataria.
Le domande per l'assegnazione in comodato d’uso gratuito delle compostiere, redatte in carta semplice sull'apposto modulo in distribuzione presso l'Ufficio Ambiente o scaricabile sul sito web del Comune, possono essere presentate direttamente a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Grottaglie oppure essere trasmesse a mezzo Ufficio Postale con raccomandata con avviso di ricevimento.
Il termine ultimo per la presentazione delle domande è il giorno 15 ottobre 2011.
Le compostiere saranno assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.
Farà fede la data di arrivo dell’istanza all'Ufficio Protocollo oppure la data dell'Ufficio Postale accettante per le domande trasmesse con raccomandata A.R.
L'Ufficio Ambiente provvederà a comunicare agli assegnatari le modalità di ritiro della compostiera e di partecipazione al corso gratuito sul compostaggio domestico.
Un terzo della spazzatura che produciamo – sottolinea l’Assessore all’Ambiente Lupo – è costituita da rifiuti biodegradabili, cioè da sostanze capaci di decomporsi naturalmente in un arco di tempo più o meno lungo. Sfruttando la decomposizione dei rifiuti organici possiamo diminuire la quantità di materiale accumulato - quindi di rifiuti - e in più ricavare fertilizzante per il nostro giardino. Coniugare formazione e coscienza ambientale rappresenta uno degli obiettivi fondamentali dell’amministrazione comunale del Sindaco Ciro Alabrese, che vuole sempre più incentivare e coinvolgere i cittadini in pratiche virtuose, come quella del compostaggio domestico.

 

Il bando è scaricabile cliccando qui.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up