"Ecografie del cinema fra sogno, arte, cibo ed economia”

L'Associazione ERIS e l'Associazione ACSI Prometeo Video Lab in collaborazione con l'Università degli Studi Aldo Moro, con il Patrocinio del Comune di Taranto e della Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo Cultura e Turismo, attraverso i seminari di pedagogia cinematografica "Ecografie del cinema – fra sogno arte cibo ed economia", con inizio il 14 aprile 2014, vogliono suggerire visioni alternative e non lineari dei film, indagando nello specifico quattro declinazioni quali il cinema e l'arte, il cinema e il cibo/vino, il cinema e il sogno ed il cinema e l'economia. A tal fine propongono quattro incontri della durata di circa 3 ore ciascuno, nei quali verrà presentato un workshop sulla tematica in questione.

Leggi tutto...

Pasquetta d'Arte a Grottaglie

Lunedì 21 aprile, Lunedì di Pasquetta, l'Amministrazione Comunale ha previsto l'apertura continuativa del Castello Episcopio di Grottaglie dalle ore 10.00 alle ore 20.30, per permettere ai tanti visitatori che raggiungeranno la cittadina di ammirare il Museo della Ceramica, con ingresso gratuito.
Per l'occasione, sono previste visite guidate a pagamento alle ore 14.30-16.30-18.30.
Le guide, messe in atto dalla società Sistema Museo, prevedono la visita nelle sale del Museo della Ceramica, per conoscerne la storia e scoprire usi e aneddoti della collezione.
Inoltre, straordinariamente, sarà possibile ammirare la sala degli stemmi del Castello Episcopio che fino al 27 aprile ospiterà la collettiva fotografica 'On/Off' (visitabile dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.30), evento promosso dall'Associazione Intersezioni e patrocinato dal Comune di Grottaglie. L'ON e l'OFF porterà quattro artisti grottagliesi, Elisabetta D'Amicis, Fabio Mazza, Paola Spagnulo e Ernesto Santoro, ad accendere le luci e a mostrarne la fine.
Infine, nel vicino Quartiere delle Ceramiche, si potranno visitare le botteghe dei maestri figuli, scrigni della secolare tradizione ceramica.

Leggi tutto...

Giuseppe Restano. Gli Stati delle Cose

 

Inquadratura: parziale, ravvicinata, laterale. Supporto: tela. Soggetti: luoghi, cose, presenze. Materiale: olio.
No Signori, non è una lista per la spesa. Ne tanto meno delle cordinate in codice. Sono gli: STATI DELLE COSE, di Giuseppe Restano.
Anche lui, trova i natali a Grottaglie ma decide che è Firenze la sua culla del fare arte.
 
Venerdì 6 luglio, ore 18.30, a Palazzo Panichi la mostra “Gli stati delle cose” di Giuseppe Restano a cura di Gianluca Marziani, in collaborazione con Gestalt Gallery.
A Pietrasanta, coordinato dalla Fondazione Centro Arti Visive, inserito nel programma di "Pietrasanta Contemporanea", si farà luce sul nuovo mondo fatto di declinazioni pittoriche contemporanee dell'ultima generazione.
 
Cosa rappresenta Giuseppe, nei suoi lavori? La normalità, in un'angolazione figurativa degna di un occhio investigativo, fin troppo vicino alla superficie delle forme, per entrare nella forma.
Dipinge la consuetudine. La gomma Pelikan, le pagine del quaderno delle elementari, tutti ogetti che usiamo (o che abbiamo usato) normalmente. Infatti, privilegia oggetti e luoghi riconoscibili, ma senza dichiararli.
In realtà agisce per close-up, captando dettagli e angolazioni lungo una linea ideale che ci porta a Domenico Gnoli, ad una metafisica del feticcio in cui l’oggetto si espande sulla tela, occupando lo spazio con frequenza geometrica, verso il telaio delle forme reali, verso la tramatura geometrica che disegna una quasi evidenza del vero.
Restano focalizza campi da tennis, gomme per cancellare, pompe di benzina, quaderni a quadretti, piscine, mattonelle, banchi scolastici, palle da tennis, palloni da basket.
Un occhio legato ad un primo passaggio di natura fotografica, fissando gli scenari nel loro vuoto astrale.
Si sente, forte che ti toglie il fiato, la sospensione gravitazionale, un’atmosfera filmica come le calde giornate californiane di David Hockney.
Giuseppe ha fatto proprio questa tecnica, creandosi un suo tema e un suo stile. 
 
Recupera il candore caramelloso degli anni Sessanta, dell'urto del colore accecante, mostrando il lato tattile delle forme reali.
Siamo sicuri di guardare una biglia, un calcio balilla, una pista da atletica, una racchetta da ping pong? 
 
Forse aveva ragione Magritte quando scrisse su un’opera :
 
"Ceci n'est pas une pipe".
 
 
Ti aspettiamo, ancora, una volta a Grottaglie!
 
Titolo:     Gli stati delle cose
Artista: Giuseppe Restano
Dove: Palazzo Panichi – Piazza Duomo (ingresso Via del Marzocco 1)
Critica: Gianluca Marziani
Date: dal 6 al 31 Luglio 2012
Inaugurazione: 6 Luglio ore 18.30
Orario: 18.30-20.30 / 21.30-00.30 (chiuso il lunedì); ingresso libero
Catalogo: a cura di Gestalt Gallery 
 
 
Ufficio Stampa Assessorato alla Cultura
Comune di Pietrasanta
Tel. 0584-795226; fax 0584 -795221
 www.comune.pietrasanta.lu.it
 
 
 
 
Leggi tutto...

"Storie millenarie da vivere e degustare": eccellenze grottagliesi a Palazzo Galeota

 

Sabato sera, a palazzo Galeota, nel cuore del centro storico di Taranto, si è svolta una manifestazione organizzata dall’associazione Gente di Grottaglie: “Storie millenarie da vivere e degustare”.
Tra il pubblico il sindaco Ippazio Stefano, insieme ad una nutrita schiera di autorità e di uomini e donne dell’imprenditoria locale.
L’associazione culturale, che si propone di promuovere le eccellenze del territorio in campo storico-monumentale, artistico, artigianale ed enogastronomico, ha proposto in un'inedita veste l’antico palazzo, offrendo ai numerosi ospiti che ne hanno affollato le sale uno spettacolo di cultura popolare, arte del fare e degustazioni di prodotti locali.
I presenti che hanno avuto l’opportunità di ascoltare racconti di culture ancestrali legate alle produzioni ceramiche ed enogastronomiche del territorio, oltre ad avere il privilegio di accedere alle sale riaperte dello splendido museo etnografico "A. Majorano" e di altri ambienti della nobile casa, attrezzate dall’associazione Gente con 300 oggetti in maiolica popolare d’uso quotidiano. Le musiche del maestro Armando Donatelli hanno allietato la serata con il gruppo "I briganti del Duca", che ha eseguito canti popolari ispirati alle usanze enogastronomiche dell’antica terra Jonica.
Le produzioni enogastronomiche d’eccellenza delle ditte Bernardi, Contento, Terre Auree, Pregiata Forneria Lenti, Ass.ne produttori capocollo Martinese e dell’azienda agricola Zucaro della sig.ra Lucia Cavallo, sono state offerte ad un pubblico attento che ha apprezzato la degustazione. Il delegato Ais Puglia Giuseppe Cupertino ha presentato vini  d’eccellenza della produzione locale.
"Nel ringraziare tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita piena dell’evento del 17 dicembre scorso - ha dichiarato il Presidente dell'Associazione Gente, Francesco Blasi - ho il dovere di ricordare l’impegno e l’entusiasmo profuso dall’assessore Mario Pennuzzi,la disponibilta, la gentilezza  e la professionalità dei dipendenti comunali tutti,della direttrice del museo e della dott.ssa M. Lucia Simeone. Un particolare ringraziamento a  tutti gli abitanti della via Duomo che ci hanno accolti con festoso entusiasmo e paziente collaborazione. Grazie ed arrivederci alla città dei “due mari”."
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up