Capogruppo Pdl Gianfreda: si alla raccolta differenziata, no allo sperpero di denaro pubblico

  • Pubblicato in Politica

"Finalmente il progetto sulla raccolta differenziata è venuto fuori", è così intitolato il comunicato dell'Ing. Ciro Gianfreda, Capogruppo Pdl - Grottaglie, il quale attendeva lui in primis seguito da tutti gli altri amministratori
Il Potenziamento della raccolta differenziata, finalmente venuto fuori dopo troppo tempo.  "Costi esagerati e incapacità di gestire la cosa pubblica".

"Vergogna, Vergogna, per soli 80 tonnellate mensili di raccolta differenziata in più rispetto a quella attuale, dovremmo pagare 18.604,11€ circa 232,55€ a tonnellata, in più dobbiamo pagare anche il conferimento dell'umido sicuramente arrivando a circa 250-260 € a tonnellata. Una vera e propria rapina ai danni del cittadino grottagliese. Si tenga presente che se mandiamo il rifiuto in discarica compreso di ecotassa non arriveremmo a 150-160 euro a tonnellata."

"Per tanti mesi - spiega il sig. Gianfreda -  ho posto tante domande al Sindaco e al Vicesindaco Geom. Maurizio Stefani, nonché Assessore all'Ecologia, sul progetto di potenziamento di raccolta differenziata, ma mai ho avuto una risposta definitiva".

All'improssivo però spunta una lettera datata Aprile 2014 in cui l'Assessore Stefani richiedeva all'attuale gestore del Servizio di raccolta differenziata che la gestisce dal 2012, di predisporre un progetto per l'incremento della raccolta differenziata e per migliorare la performance raggiunta e avvicinarsi a quelli che sono gli obiettivi nazionali. Dopo poco più di un mese, precisamente il 6 giugno 2014 con potocollo n.12064, la società produce la proposta di " progetto per l'incremento della raccolta differenziata nella citta di Grottaglie". Infatti dopo un lungo letargo durato anni, finalmente il prossimo 25 settembre, il Sindaco e l'Assessore all'Ecologia, portano in II Commissione Consigliare il suddetto progetto.

"Il Sottoscritto vuole che a Grottaglie si faccia una raccolta differenziata spinta porta a porta su tutto il territorio comunale. Questo servizio lo sto chiedendo da anni, da tempi non sospetti, ma a tutto c'è un limite, alla decenza e allo sperpero di denaro pubblico che questa Amministrazione vuole perpretare alle spalle dei Grottagliesi, a cui io mi opporrò, denunciando pubblicamente le loro incapacità e nefandezze Amministrative e se necessario anche nelle sedi legali competenti."

Vediamo che cosa suggerisce questo progetto che questa Amministrazione a guida Alabrese è intenzionata a finanziare:

1. Il progetto suggerisce che per incrementare i quantitativi di raccolta differenziata e raggiungere almeno il 30% in sei mesi, bisogna attivare; a) la racc. differenziata della frazione organica umido e del Verde degli (RSU); b)Potenziare le postazioni della raccolta differenziata stradale; c) attivare il servizio di raccolta porta a porta nel centro storico.

2. Il progetto conferma che la frazione organica da sola rappresenta il 30/35 % degli RSU e che la sua intercettazione da un considerevole gruppo di utenti può consentire il raggiungimento dell'obbiettivo in sei mesi.

3. Il progetto richiama il fatto che, la città di Grottaglie ha già l'esperienza della raccolta dell'umido con il Progetto SIRIO finanziato dall'ex ATO Ta/3 nelle due 167 (nord e Sud) compreso i mercati coperti, le mense scolastiche e il cimitero. La sua riattivazione raccoglierebbe dalle sole utenze domestiche (1500), in queste due zone, circa 40 Tonnellate di umido al mese.

4. Il progetto prevede di attivare nel centro storico la raccolta di tutte le frazioni differenziate porta a porta per circa 1000 utenze domestiche e questo consentirebbe di realizzare ulteriori 40 tonnellate al mese di rifiuti differenziati.

In definitiva il progetto cosa prevede di realizzare :

a) La raccolta differenziata stradale e di prossimità della frazione organica nella 167 nord e nella 167

b) L'attivazione della raccolta differenziata "Porta a Porta" spinta di tutte le frazioni recuperabili nel sud; centro storico . Il tutto consentirebbe di raccogliere ulteriori 80 tonnellate al mese in più rispetto a quello che già realizziamo e che non va oltre 13,86% di differenziata raggiunto nel 2013.

c) Il potenziamento con ulteriori campane per la differenziata stradale già esistente.

d) La possibilità per le utenze di tutto il territorio comunale di conferire la frazione organica presso il centro Comunale di raccolta (attuale isola ecologica) in appositi sacchetti in mater forniti dal comune.

e) Raccolta per tutte le utenze domestiche ricadenti nel territorio comunale della frazione organica secca del verde provenienti dalla potature del verde ornamentale dei giardini e aree verdi private per una quantità massima di 2 mc a ritiro da avvenire entro 3 giorni lavorativi , previa prenotazione ad un numero verde.

"Abbiamo aspettato anni, per farci dire cosa dobbiamo fare, bastava sedersi ad una qualsiasi scrivania al Terzo piano del Comune di Grottaglie in cui ci sono gli impiegati che si occupano della Gestione Diretta degli RSU, per farsi dire e capire che loro da anni erano pronti ad organizzare un servizio di Raccolta differenziata anche più spinto su tutto il territorio comunale.

Questo è ciò che ci chiede chi ha prodotto il progetto e che vuole gestire il servizio di potenziamento di raccolta differenziata:

Il servizio di potenziamento della raccolta differenziata dal costo annuale di 223.250,00€ prevede che restino a carico della Città di Grottaglie:

1. Fornire alla società che si occuperà del servizio compattatore per la raccolta e il trasporto della frazione organica tra quelli precedenti utilizzati dalla stessa per la raccolta sperimentale del Progetto SIRIO dell'EX ATO TA/3

2. Fornire le tipologie di contenitori e sacchetti previsti nel presente progetto;

3. Realizzare il materiale informativo proposto e ideato dalla società gestore del servizio;

4. Provvedere alla distribuzione dei contenitori alle utenze domestiche e non domestiche per i servizi porta a porta;

5. Provvedere al posizionamento dei contenitori stradali per la raccolta della frazione organica sotto il coordinamento della società gestore del servizio;

6. Attivare lo sportello al pubblico per la consegna dei sacchetti alle utenze domestiche e non domestiche e per la fornitura dei contenitori porta a porta alle nuove utenze o per le sostituzioni di quelli danneggiati;

7. Attivare l'organizzazione di mezzi e personale per la raccolta porta a porta delle frazioni secche nel centro storico;

8. Sostenere i costi di conferimento della frazione organica all'impianto di compostaggio individuato nel raggio di 150 A/R dal comune

9. Sopportare gli eventuali ribaltamenti per l'addebito dell'eccessive impurità nelle frazioni secche recuperabili raccolta nel servizio porta a porta nel centro storico.

La società che gestirà il servizio per un anno, per la modica cifra di 223.255,00€ metterà a disposizione:

A) 6 unità lavorative costituite da : un Coordinatore CCR (livello 4/B), un autista Scarico rifiuti CCR (livello 4/A), un autista raccolta (neo assunto) (livello 3/B), 4 operatori raccolta( neo assunti) (livello 2/B);

B) 3 automezzi costituiti da: un Compattatore posteriore 150, un mezzo satellite daily 35, un autotreno. Mezzi che abbiamo anche noi in dotazione o simili , tranne l'autotreno."

Aggiungendo ai costi del personale e dei mezzi sopra riportato, i vari costi, di gestione e di ideazione della campagna di comunicazione e sensibilizzazione, le spese generali, l'utile d'impresa e l'iva, si raggiunge un costo complessivo di 223.255,00.

"Non c'è che dire un bell'affare per il Comune di Grottaglie, - prosegue l'ing. Gianfreda - visto che Noi pur avendo il personale a disposizione, i mezzi simili a quelli messi a disposizione dalla società che gestirà il servizio, tranne l'autotreno, dobbiamo mettere quasi tutto, basta vedere i punti innanzi elencati da 1 a 9.
Noi saremmo in grado con il nostro Personale opportunamente formato e con i nostri mezzi a organizzare e realizzare immediatamente un servizio di raccolta differenziata ,che prevede su tutto il nostro territorio, l'eliminazione dei cassonetti dell'indifferenziato e in meno di sei mesi aggiungere una raccolta che andrebbe oltre il 60/65% cosi come accade in moltissimi comuni detti ricicloni."

Rivolgendosi al Sindaco il sig. Gianfreda spiega che i cittadini grottagliesi non avrebbero alcun vantaggio anzi attraverso il loro progetto non avranno altro che costi notevoli da sostenere.

"In più lei Sindaco - scrive Gianfreda - preferisce far aumentare di circa il 32% in più la TARI ( Tassa sui rifiuti rispetto al 2013) e a breve i grottagliese, avranno gli avvisi di pagamento e sapranno chi ringraziare. Infine per concludere alla grande, Lei e il suo Assessore all'Ambiente per la Vostra incapacità a programmare e progettare un servizio di raccolta differenziata spinto degno di questo nome, sperpera il denaro pubblico pagando l'astronomica cifra di circa 250,00 € a tonnellata di differenziata, il doppio di quanto si pagherebbe se portassimo in discarica il rifiuto."


Conclude il Capogruppo PDL Gianfreda continuandosi a rivolgere al sindaco.

"Lei non è un Esattore, ma è un Amministratore che sa solo aumentare i Tributi Locali in maniera esponenziale , sa sprecare buttando nella spazzatura è proprio il caso di dirlo, ingenti risorse dei contribuenti Grottagliesi, senza dare in cambio Servizi efficienti e all'altezza del carico fiscale che sono costretti a subire.
Lei Sindaco insieme al suo Assessore all'Ambiente , non è in grado di organizzare un servizio degno di questo nome senza che i Grottagliesi vengano rapinati dei loro risparmi, si dimetta e lasci il campo a chi è più capace di Lei."

Leggi tutto...

I commercianti di via Ennio protestano in Comune

  • Pubblicato in Cronaca

Stamani, giovedì 18 settembre, dalle 11.30, i commercianti operativi in via Ennio si sono riuniti dinanzi al Comune di Grottaglie, per protestare la chiusura della viabilità della via stessa a seguito dei lavori per l'ampliamento e il potenziamento della rete fognante, perchè danneggia le attività commerciali presenti in essa.
Ad ascoltare e rispondere alle proteste vi era il sig. Alfonso Annicchiariaco, assessore ai Lavori Pubblici, che gentilmente ha accolto le varie problematiche proferite da ogni commerciante cercando di spiegare lo stato dei lavori, nel modo più chiaro possibile.

I lavori iniziati il 10 settembre hanno ricoperto la zona sud di via ennio provocando inizialmente alcuni intòppi. Con la realizzazione delle nuove segnaletiche, apportate nelle vie principali della cittadina grottagliese, indicanti un percorso alternativo a via Ennio, gli intòppi prodotti in precedenza si sono tutti o quasi annullati.
Resta ancora però il problema della transitabilità in via ennio non facilmente percorribile dati i lavori svolti per la fognatura e a seguito dell'utilizzo di alcuni mezzi pesanti non facilmente trasferibili di cui si servono gli operatori.

Ciò che manifestano i commercianti non è altro che l'assenza di lavoro, presso le attività commerciali di ognuno, iniziata dal giorno in cui sono partiti i lavori e che proseguirà non si sà ancora per quanto.

"Questi lavori, oltre a giovare la cittadina, stanno causando svariati problemi. - comunica una commerciante - Teniamo a ricordare all'amministrazione e a chi di competenza, che ognuno di noi deve far fronte alle varie spese, sia dell'attività stessa e sia famigliare. Con la chiusura di vi Ennio accade che la maggior parte delle persone non possono né sostare e né fermarsi presso le nostre attività, di conseguenza ognuno di noi, percependo pochi introiti, non potrà far fronte alle spese future".

Il sig. Annicchiarico, accolte tutte le lamentele, ha esposto che lui in primis si sta occupando della conduzione dei lavori interloquiando con le aziende operanti organizzando ogni intervento in dettaglio, per alleviare il più possibile i danni che potrebbero venire a crearsi.

"Ho esortato io stesso - dice il sig. Annicchiarico - le aziende operanti sul posto, affinchè eseguissero dei lavori continuativi,  possibilmente senza alcuna sosta in modo da concludere, almeno la parte iniziale dei lavori sul tratto sud di via Ennio in circa 15-20 giorni, e poi proseguire per tutta la via. Il sottosuolo grottagliese, come ben sapete, presenta varie problematiche data la presenza delle grotte che non facilitano affatto il proseguimento dei lavori."

A quanto pare i problemi causati dalla viabilità limitata di via Ennio hanno colpito anche i genitori di tutti gli studenti che frequentano la sede del Liceo Moscati e l'Istituto Professionale Pertini-Don Milani, perchè impossibilitati il più delle volte ad accompagnare i propri figli presso gli istituti stessi. Lo comunica il comandante della Polizia Municipale Giovanni Esposito , responsabile della percorribilità della via in questione, pervenuto in Comune appena dopo l'arrivo dei commercianti.

"Stiamo facendo di tutto per non danneggiare nessuno. - comunica il sig. Esposito - Abbiamo limitato, quasi annullato, la mobilità degli automezzi superiori ai 45 quintali proprio per facilitare la scorrevolezza del traffico. Sappiamo che con la diminuzione delle affluenze le relative attività commerciali ne risentiranno, ma è nostro dovere iniziare e proseguire i lavori terminardoli nel più breve tempo possibile per l'intera cittadina grottagliese."

Con l'augurio e l'auspicio che i lavori non si dilunghino ad oltranza, i commercianti ringraziano l'assessore e il comandante per essere stati ascoltati e per aver ricevuto delle risposte alle relative domande.

"Semmai venisse chiusa interamente via Ennio - conclude un esercente - avvisiamo il Comune con il Sindaco e l'Amministrazione, che chiuderemo battenti e verremo nuovamente qui, per protestare ulteriormente, perchè non sarebbe giusto continuare a pagare tasse e spese di tasca propria se siamo impossibilitati nello svolgere il nostro lavoro".

Leggi tutto...

Semaforo rosso - Grottaglie e il caos

Semafori rossi, tempi d' attesa, code infinite, clacson impazziti. C'è un modo di evitare tutto questo? Grottaglie ha risolto il problema. 

Sempre più frequente il fenomeno dei semafori non funzionanti o perennemente lampeggianti. I casi più noti, nelle vie più "trafficate" sono quelli di via Messapia (angolo Via Gramsci) nei pressi della Posta, in cui addirittura sembrano essersi dimenticati dell' esistenza di un semaforo da anni non funzionante.

Proseguendo, un semaforo lampeggiante viene riscontrato nei pressi di Viale Ariosto (angolo Via Collodi)  ed un altro ancora posto in corrispondenza di Piazza Padre Pio. 

Sono solo alcuni esempi dei lunghi tempi necessari affinchè i semafori del paese vengano regolati al meglio. A chi spetta questo compito ci domandiamo? Intanto un nuovo semaforo inizierà a lampeggiare, quando sarà risolto il problema? Probabilmente quando scatterà il rosso anche per la nostra amministrazione...

Leggi tutto...

Degrado nel quartiere Santa Gemma, i "Giovani per Manduria" esigono provvedimenti

Il movimento politico-culturale "Giovani per Manduria", mette in evidenza il degrado, la mancanza di pulizia e sicurezza di alcuni quartieri di Manduria, tra cui Santa Gemma, inoltre, rivolgendosi all'Amministrazione Comunale, sollecita ed esige opportune e rapide soluzioni.

Viale Medaglie d'Oro situato nel quartiere Santa Gemma, è ormai da due mesi in una situazione indecorosa e immorale poichè all'interno sono state segnalate tante irregolarità: nell'area verde presente vi è la completa mancanza di igiene data la presenza di erba alta, rifiuti di ogni genere, perfino ratti e insetti, e ancora ferraglia arrugginita in bella vista, tra cui giostrine ancora utilizzate e ritenute altamente pericolose e dannose soprattutto per i bambini.

Gli abitanti stessi, sin dall'inizio, hanno provveduto a tener pulito almeno le aree pubbliche in cui vivono ma, in quanto contribuenti, hanno il diritto di godere di servizi ordinari ed efficienti.

In occasione della festività religiosa di Santa Gemma Gargani, l'Amministrazione Comunale ha ordinato una pulizia limitata alla piazzetta dedicata alla Santa, tralasciando la risistemazione di tutto il restante spazio pubblico attualmente ancora in uno stato di grave desuetudine.

"Si abbandoni la politica degli interventi tampone e si cominci a fare programmazione", questo è ciò che richiede il movimento oltre a una disinfestazione delle zone periferiche della città e una presa di coscienza dei problemi che sono comuni a tutti i quartieri.

 

 

Leggi tutto...

"Pro e contro della giunta Alabrese". Il bilancio dei Giovani Udc a un anno dall'insediamento

 

E' tempo di bilanci per i Giovani Udc. Oggetto delle loro "pagelle" la giunta Alabrese, ormai al suo primo anno di attività, come ricorda nel comunicato stampa Giuseppe Russo, segretario del Gruppo: "É passato un anno dacché questa amministrazione comunale, guidata dal sindaco Ciro Alabrese, si è insediata negli scranni di questo governo ed è tempo di tirare un po' le somme. Di contro si può imputare una non meritata assegnazione degli assessorati in proporzione all'esito del voto cittadino nelle ultime elezioni. Naturalmente per essere obiettivi e fare una critica costruttiva si deve ricordare e dare merito a tutti di alcune scelte importanti e degne di nota quali per esempio l'apertura in extremis della piscina scoperta per l'estate, lo stanziamento di fondi per riasfaltare punti del manto stradale cittadino che versavano in condizioni pietose e, ovviamente, la battaglia effettuata dal sindaco, dai partiti e dal comitato per l'ospedale grazie ai quali si è evitata la chiusura del reparto di Ostetricia - Ginecologia presso il nostro nosocomio. 
Non è ancora molto ma confidiamo che la strada fin'ora intrapresa sia quella giusta. In qualità di Coordinatore Giovanile, insieme al nostro partito e alla nostra rappresentanza in giunta che avremo a breve, sosterremo e proporremo le nostre idee in consiglio per poter riportare ai lustri di un tempo la nostra bella cittadina che necessita di una politica più presente e attenta ai bisogni della comunità, come nell'episodio dell'ospedale sopraccitato, e che permetta al paese di essere maggiormente valorizzato e favorisca servizi migliori anche dal punto di vista turistico, visto che siamo ormai nell'alta stagione estiva".
Leggi tutto...

Sciopero dipendenti comunali, Alabrese "Il loro e' un diritto, ma in questo caso e' miopia"

 

“Fermo restando il legittimo diritto di esprimere in tutte le forme consentite dalla legge il proprio dissenso, quello dei dipendenti comunali, in questo caso, è uno sciopero che consideriamo errato e lesivo della stessa immagine dei lavoratori.” A dichiararlo è il Sindaco del Comune di Grottaglie, Ciro Alabrese, che spiega così la natura della problematica e le soluzioni necessarie poste in essere dall’Amministrazione Comunale a seguito delle richieste della Corte dei Conti e del Ministero dell’Economia e delle Finanze, da applicare obbligatoriamente.
"Occorre evidenziare che l’attuale Amministrazione Comunale, nella problematica riguardante l’indennità di rientro, non ha avuto alcun ruolo per l’attivazione delle procedure di recupero dell’indennità in argomento, in quanto risalente all’anno 2010 e conseguente ad una ispezione del Mef, che aveva rilevato l’illegittimità della erogazione dell’indennità di rientro ed intimato la sospensione e il recupero delle somme liquidate, a detto titolo, negli anni passati. In merito, l’Amministrazione Comunale da tempo si è attivata per definire delle modalità di recupero, le meno onerose possibili, cercando di rateizzare e ridimensionare il “quantum” da restituire.
Relativamente agli aspetti legati alla progressione orizzontale dei dipendenti comunali, a rispetto ed applicazione di tutte le norme del contratto decentrato in vigore ed alla costituzione del fondo salario accessorio 2012, si evidenzia che, in conseguenza di un accordo tra le parti, raggiunto all’unanimità in sede di delegazione trattante del 3 aprile 2012, è stato deciso di sospendere l’attuale contratto decentrato integrativo onde avviare le procedure per il rinnovo del predetto CCDI, al fine di correggere tutte le incongruenze preesistenti ed adeguarlo alle nuove disposizioni contrattuali e legislative in materia.
In relazione all’attività di cui sopra, si precisa che in data 13 aprile 2012 è stata avviata la discussione in merito al nuovo contratto decentrato integrativo; in data 26 aprile 2012 è stata presentata ufficialmente la piattaforma proposta dall’Amministrazione Comunale e dato, quindi, avvio ufficiale alla contrattazione medesima; ancora, in data 15 maggio 2012, l’Amministrazione Comunale ha presentato l’ipotesi del nuovo contratto decentrato ed, a seguito di tanto, i lavori delle delegazione trattante sono stati concordemente aggiornati al 5 giugno prossimo venturo.
Per quanto riguarda il passaggio dei 9 ex-LSU da tempo parziale a tempo pieno, l’Amministrazione Comunale ha già previsto nella dotazione organica i posti necessari per dare attuazione all’operazione, la quale verrà definita in base a quanto la Legge finanziaria permetterà di fare".
Leggi tutto...

Tutto pronto per l'Open di Tennis "Grottaglie citta' d'arte"

  • Pubblicato in Sport

Si è svolta ieri, giovedì 22 marzo, presso  l’Aula consiliare del Comune di Grottaglie, la conferenza stampa di presentazione del 4° Torneo Open  “Grottaglie Città d’arte”,  singolare maschile, con in palio un montepremi di € 2.500.

Ha aperto la presentazione Ettore Bavaro, presidente CTG (Circolo Tennis Grottaglie), che ha ricordato la storia del circolo comunale e dei suoi associati, percorrendo i successi delle trascorse edizioni dell’open. Il presidente ha sottolineato il virtuoso connubio fra sport e promozione culturale e del territorio realizzato con questa importante manifestazione tennistica, senza trascurarne la valenza tecnica e agonistica ritenendo questo fra i massimi appuntamenti di rilievo  dello scenario sportivo grottagliese.
Per l’Amministrazione Comunale presenti il Sindaco di Grottaglie Ciro Alabrese,  e l’Assessore allo Sport Anna Ballo. Il sindaco, che ha registrato valutazioni positive dagli organi federali intervenuti in termini di vicinanza dell’Amministrazione allo sport e alla sue manifestazioni, ha evidenziato come il locale circolo di tennis abbia saputo sfatare il mito di questo come sport di nicchia, rendendolo praticabile dalla generalità dei cittadini e soprattutto dei più giovani. Si è detto, inoltre, orgoglioso di questa iniziativa validissima dal punto di vista sportivo e che ha deliberatamente scelto di colorarsi con l’identità artistica della Città delle Ceramiche.
L’Assessore allo Sport Anna Ballo ha poi rilevato la grande vivacità e capacità di tutti i componenti dell’ASD Circolo Tennis Grottaglie, che negli anni hanno reso la gestione dei campi comunali, la pratica del tennis e l’appuntamento di questo Open, una tradizione fatta di scelte ben riuscite.
Hanno chiuso la conferenza il vice presidente della Federazione Regionale Italiana di Tennis, Vincenzo Sferra (che sarà anche il giudice  grbitro della manifestazione) e il presidente FIT della Provincia Ionica Luigi Cito
Entrambi hanno osservato che il Torneo Open “Grottaglie Città d’arte” si configura ormai come un appuntamento importante nel mondo del tennis non solo locale, e che la realtà grottagliese è da premiare anche in virtù delle attuali difficoltà nel realizzare iniziative del genere, sebbene siano di fondamentale valore per fini sportivi e sociali.
L’edizione annuale, dopo il successo ottenuto nelle precedenti edizioni, si svolgerà presso i campi comunali dal prossimo 26 marzo al 1° aprile 2012 e coinvolgerà circa un centinaio di atleti provenienti da tutto il Mezzogiorno, con ampio riscontro da parte di operatori del settore e pubblico.
Leggi tutto...

Api: Chiediamo alla coalizione la verifica di Giunta, prima del Bilancio

  • Pubblicato in Politica

 

Il circolo grottagliese di Alleanza per l'Italia - attuale forza politica dell'ex primo cittadino Raffaele Bagnardi e partito che ha appoggiato nel corso della recente tornata elettorale il Sindaco Alabrese, ma che non ha superato lo sbarramento utile ad entrare in consiglio comunale - torna a dire la sua riguardo il percorso che l'attuale Amministrazione Comunale dovrebbe tenere in merito ad un'eventuale verifica di Giunta.
"Il Bilancio 2012 del Comune di Grottaglie - sostiene Api - deve avere un significativo, irrinunciabile valore politico, oltre che sostanziale.
L’attuale Giunta non garantisce la pienezza di questa condizione, perché ormai rappresenta sempre meno il consenso popolare originario, espresso dai cittadini nelle ultime elezioni amministrative, neanche un anno fa.
Infatti, ben quattro Assessori su sette non hanno titolo o hanno perso le proprie giustificazioni elettorali. Due sono Assessori cosiddetti “tecnici”, cioè fin dall’inizio sottratti arbitrariamente alle liste o negati ai candidati che ne avevano diritto per voti ottenuti e nominati senza spiegazioni dal Sindaco.
La vicesindaco, nonché Assessore con deleghe importantissime, si è allontanata dal Partito di provenienza, l’UDC, e si è legata a due Consiglieri già approdati al neonato Gruppo misto. L’Assessore all’Agricoltura e il poco unito Gruppo dei Cattolici per il sociale ormai da tempo sono in ombra e hanno perso ogni legame con il Movimento omonimo, che a suo tempo promosse l’idea morale, presentò la lista politica e conquistò in Consiglio comunale ben tre seggi.
I rimanenti tre Assessori brillano invece, insieme al Sindaco stesso, per la copertura assoluta e stringente concessa dal PD.
Sicché, questa Giunta è in pratica un “monocolore”, con affaccio su uno sparpagliato e confuso panorama di persone e personaggi. Urge quindi un riallineamento con il Consiglio comunale.
È ora di fare il primo tagliando: qualcuno deve essere licenziato con ringraziamenti, qualcun altro deve far palese dichiarazione di fede e appartenenza (ossia deve dirci chi è adesso e con chi sta), qualcun altro ancora deve essere accolto per dovuto aggiustamento e ... speriamo che basti. Tutto ciò andrebbe preceduto da un “concilio” della coalizione “Grottaglie oltre”, di cui non si hanno recenti notizie e di cui bisognerebbe rinverdire subito e realizzare poi il programma.
In definitiva, a Grottaglie occorre prestissimo una Giunta nuova, coerente e responsabile, poiché il futuro richiederà consapevolezza, impegno e competenza. Finiamola con la politica di parata, che sta riducendo le istituzioni pubbliche e le cariche elettive a inopinate dipendenze dei partiti, diventati oggi oscure botteghe. Con il Bilancio 2012 ci aspettiamo
finalmente il primato della buona Politica civica."
 
Leggi tutto...

Opere di Gaspare Mastro e Gennaro Orazio nel calendario 2012 del Comune di Grottaglie

  • Pubblicato in Sociale

E' stato presentato a Palazzo De Felice il calendario 2012 del Comune di Grottaglie. L'evento si è svolto alla presenza del Sindaco di Grottaglie Ciro Alabrese, del Parroco della Chiesa Madre Don Eligio Grimaldi, Presidente della Cooperativa Domus, Direttore della Casa di Riposo "San Francesco de Geronimo" Franco Fiore e degli artisti Gaspare Mastro e Gennaro Orazio.

Proprio a questi ultimi è andato il compito di arricchire, con le proprie opere, i mesi del nuovo calendario incentrato sulla famiglia; un tema non casuale dal momento che la realizzazione dello stesso è avvenuta anche grazie al contributo della Cooperativa Sociale Domus, che gestisce il servizio della casa per gli anziani della città di Grottaglie.

Proprio agli anziani, presenti in molte delle tavole del calendario, è andato il pensiero rivolto dal Sindaco Alabrese ai presenti. "Ho voluto fortemente che il tema di questo calendario fosse la famiglia - ha detto - perché è solo in essa che troviamo il conforto e la forza per affrontare in maniera degna e serena le sfide che la vita ci pone quotidiamente. E gli anziani sono, in tal senso, i custodi di quella saggezza e di quella storia necessarie a costruire il futuro. Non vi è prospettiva per chi dimentica e non valorizza il proprio passato."

A quello del Primo Cittadino sono seguiti gli interventi dei responsabili della Cooperativa Domus e dei due artisti, Gaspare Mastro e Gennaro Orazio, che hanno entrambi ringraziato l'Amministrazione Comunale per l'occasione offerta, descrivendo l'aderenza di alcune opere al tema prescelto.

Da Don Eligio Grimaldi, Parroco della Chiesa Madre, è arrivato invece l'invito "a vivere la propria famiglia nel modo più profondo e importante, dal momento che proprio vicino al focolare e agli affetti si costruisce la prima, piccola chiesa della vita."

Al termine della serata è stata donata ai cittadini parte dei calendari, la cui distribuzione continuerà, fino ad esaurimento, presso l'ufficio di accoglienza turistica del Castello Episcopio.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up