Aggressione in pieno centro urbano

  • Pubblicato in Cronaca

Intorno alle 19:00 di questa sera una giovane ragazza è stata aggredita in Via Giuseppe Giusti a pochi metri da Viale Matteotti. L'aggressione - hanno dichiarato alcuni testismoni - è avvenuta ad opera di un ragazzo alto, moro e magro, il quale avrebbe colpito al ventre la ragazza. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Grottaglie mentre la ragazza è stata portata con un autoambulanza al pronto soccorso dell'Ospedale S. Marco di Grottaglie.

Sconosciuti le cause dell'aggressione, i carabinieri indagano sull'accaduto.

Leggi tutto...

Deve 1000 euro agli strozzini, che lo pestano e gli spengono la sigaretta sul volto

  • Pubblicato in Cronaca

Prima lo hanno picchiato a sangue e poi hanno infierito sull'uomo spegnendogli anche una sigaretta sul volto. Vittima del bruttissimo episodio un operaio grottagliese di 35 anni che, in debito per una cifra di mille euro, è stato "punito" selvaggiamente dai suoi due strozzini. 

Gli aggressori, Salvatore Curlacci di 34 anni e Domenico Perrino di 44, sono stati arrestati con l'accusa di estorsione. A far scattare le manette, la denuncia del malcapitato che, stremato dalle continue minacce dei cravattari, ha denunciato i due per mettere la parola fine all'incubo. Eppure, Curlacci e Perrino, erano stati precedentemente "graziati" dall'operaio che anche dopo il brutale pestaggio (che lo aveva costretto alla corsa al pronto soccoroso) non aveva sporto denuncia. Ma quanto i due estorsori hanno proseguito imperterriti a terrorizzarlo, l'uomo non ha retto più, rivolgendosi ai carabinieri. 

Leggi tutto...

"Licenziato a causa tua". Operaio di Grottaglie accoltella un suo collega

  • Pubblicato in Cronaca

Attribuiva al collega la perdita del posto di lavoro, lo riteneva la causa del suo licenziamento. Così Roberto Costone, grottagliese di 46 anni, qualche giorno fa ha raggiunto la sua vittima in una stazione di servizio sulla SS. 7 Appia e, una volta entrato nel bar, ha aggredito e ferito con un coltello da cucina il malcapitato. Solo il tempestivo intervento dei presenti ha impedito che l'operaio grottagliese continuasse a scagliarsi contro l'uomo. 

Intervenuti sul posto, gli agenti della Mobile hanno portato il 46enne in carcere, a disposizione dell'Autorità giudiziaria, mentre la vittima, ferita all'addome e al braccio, è stata immediatamente soccorsa e trasportata al Santissima Annunziata dove le sue condizioni, seppur gravi, non mettono a rischio la sua vita. Nella macchina di Costone, inoltre, è stata trovata un'accetta e non è da escludere che l'uomo volesse usarla contro quello che riteneva l'autore del suo licenziamento. 

Stando alle prime indagini, pare che il 58enne aggredito da Costone non avesse alcun potere decisionale all'interno dell'azienda (una ditta che opera nell'indotto dell'Ilva) e che quindi non avrebbe potuto influire in alcun modo sul licenziamento del grottagliese. Diretti dal vicequestore aggiunto Roberto Pititto, gli uomini della squadra Mobile stanno cercando di comprendere appieno il folle gesto dell'ormai ex operaio. 

Leggi tutto...

Violenta aggressione a Grottaglie: coppia di fratelli picchiata da due ventenni

  • Pubblicato in Cronaca

 

Gli agenti del Commissariato di Grottaglie sono intervenuti in una via del centro cittadino dov’era stata segnalata una violenta lite. Dopo una breve indagine, le forze dell'ordine hanno verificato che un uomo, un 31enne originario di Taranto, aveva avuto uno scontro verbale con due ragazzi che di fronte alla sua casa provocavano forti schiamazzi. Sceso in strada, l'uomo ha provato a dire ai giovani di smetterla e per tutta risposta è stato aggredito e percosso violentemente da uno dei due ragazzi, entrambi poco più che ventenni. Uno dei due, dissuaso dall'amico, ha provato anche a prelevare un bastone custodito nel bagagliaio dell’auto. Dopo pochi minuti anche il fratello della vittima, sceso per aiutare il parente, è stato aggredito e percosso sempre dallo stesso ragazzo. giunti sul posto, gli agenti hanno trovato all’interno del bagagliaio dell’auto segnalata, una fiat 600, due bastoni di legno lunghi circa 1 metro. I due ventenni sono stati subito condotti negli uffici del commissariato. Le vittime hanno invece denunciato l’aggressore per minacce e lesioni personali ed il suo compagno, proprietario dell'auto, per possesso ingiustificato di arnesi atti ad offendere. Per i due malcapitati fratelli, che hanno fatto ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso grottagliese, oltre alla paura solo lievi ferite che sono stati giudicate guaribili nel giro di pochi giorni.

Leggi tutto...

Ubriachi in centro aggrediscono agenti, arrestati due fratelli rumeni a Grottaglie

  • Pubblicato in Cronaca

Nella serata di ieri gli Agenti del Commissariato di Grottaglie hanno tratto in arresto per resistenza, violenza, oltraggio, minacce e lesioni a Pubblico Ufficiale , due fratelli di nazionalita' rumena di 22 e 19 anni, entrambi disoccupati e residenti nella cittadina delle ceramiche. Gli Agenti del Commissariato sono intervenuti intorno alle 21 di ieri sera in un locale del centro cittadino dove il gestore aveva chiesto l'intervento delle Polizia di Stato a causa di due avventori che gia' in evidente stato di ebbrezza alcolica chiedevano insistentemente altra birra. I due visibilmente ubriachi oltre ad insistere con il gestore infastidivano anche i clienti del locale cercando la lite. Gli Agenti intervenuti hanno tentato di riportare alla calma i due esagitati, chiedendo loro i documenti, che per tutta risposta hanno cercato di colpire i poliziotti e gli avventori del bar scagliandosi con morsi, pugni e calci provocando lesioni ad alcuni agenti poi giudicate guaribili in una settimana. Solo con il tempestivo arrivo di altre due volanti della Polizia i due, con non poche difficolta', sono stati definitivamente bloccati e condotti negli uffici del Commissariato. Dopo le formalita' di rito i fermati sono stati tratti in arresto e trasferiti nella locale Casa Circondariale.

Leggi tutto...

Aggressione ai danni di un giovane rumeno

  • Pubblicato in Cronaca

La Polizia ha messo agli arresti C. P. di 24 anni, con le accuse di lesioni personali, minacce e porto e detenzione illegale di arma da fuoco. Secondo le testimonianze, in piazza Principe di Piemonte c’è stato un acceso diverbio per futili motivi tra un giovane rumeno con un minore. Il minore ha chiesto aiuto a C. P., il quale è giunto nel luogo del diverbio ed ha messo in atto l’aggressione e le minacce con una pistola al giovane rumeno.

Poco dopo C. P. è stato messo agli arresti e portato nel carcere di Taranto sulla base delle testimonianze, mentre il giovane rumeno è stato soccorso in ospedale e considerato guaribile entro 10 giorni.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up