"Giovani per Manduria": nel Parco Archeologico deposito abusivo, richiesta rimozione immediata

Il movimento "Giovani per Manduria" richiede la rimozione immediata di cilindri e altre parti in acciaio, smontati da Piazza Giovanni XXIII e successivamente depositati abusivamente presso il Parco Archeologico delle Mura Messapiche di Manduria.

"Scelta scellerarata" comunica il movimento, "usare il Parco come deposito a cielo aperto, pregiudica e danneggia l'importantissima immagine del sito archeologico della città, meta quotidiana di visitatori e turisti che, con l'arrivo della bella stagione, aumentano notevolmente di numero."

Tullio Mancino, presidente di "Giovani per Manduria", appena verificatosi il fatto, ha richiesto subito spiegazioni sulla questione a Gregorio Curri, assessore ai Lavori Pubblici, ottendo infine l'impegno di rimuovere i pezzi in acciaio entro pochi giorni, ma ad oggi, nulla si è compiuto.

Il movimento ricercando notizie sull'accaduto, ha dichiarato che "il Comune di Manduria non ha mai chiesto alla Sopraintendenza dei Beni Archeologici della Provincia di Taranto alcun permesso per eseguire tale operazione, che risulta totalmente abusiva, esponendo ancora una volta al ridicolo la comunità manduriana."

"I Giovani per Manduria" lamentandosi dell'ennessima dimostrazione che la crisi politica in atto, da diverse settimane, fa passare in second'ordine tutti i problemi della città, ormai abbandonata a se stessa, richiedono che siano presi immediati provvedimenti per conferire un'immagine adeguata a ciò che è la cittadina manduriana.

Leggi tutto...

Mercato ortofrutticolo del giovedi'. Vicesindaco Diligente: "La chiusura e' temporanea"

  • Pubblicato in Economia

 

“Il mercato ortofrutticolo del giovedì sta per subire una radicale riorganizzazione, frutto di scelte mirate ad una maggiore convenienza per gli avventori e ad un pieno rispetto del regolamento per gli esercenti.”
Con queste parole il Vice Sindaco del Comune di Grottaglie con delega al Commercio, Daniela Diligente, replica alle pesanti polemiche scaturite nelle scorse ore e spiega ai cittadini le motivazioni della momentanea chiusura del mercato settimanale, istituito in via sperimentale durante lo scorso mandato amministrativo.
“È nostra intenzione – sottolinea il Vice Sindaco - come già detto in precedenza, cercare di risolvere i tanti problemi che affliggono il comparto. Dopo aver ascoltato in più incontri le necessità degli esercenti e di chi fa la spesa, abbiamo pensato che il modo migliore per farlo non fosse quello di offrire soluzioni “tampone”, ma risposte strutturali che non si ripercuotano sulle tasche dei cittadini.
Per fare ciò abbiamo deciso di agire su due fronti: uno è quello della vendita regolare, – compresa quella del mercato del giovedì mattina – l'altro è il contrasto incondizionato all'abusivismo. Nel primo caso abbiamo ritenuto utile “ripensare” il modello di vendita della merce ortofrutticola, offrendo ai cittadini risposte maggiormente al passo con i tempi, che non escludono l'individuazione di nuovi punti e nuovi mercati.
Per quel che riguarda il commercio irregolare invece, abbiamo immediatamente deciso di non avere alcuna tolleranza, puntando, con un piano di medio termine, a debellare completamente il fenomeno. Un risultato senza dubbio ambizioso, ma che contiamo di realizzare grazie al contributo essenziale della Polizia Municipale.
In queste ore – con un progetto che verrà a breve annunciato pubblicamente - il Comandante  Giovanni Esposito, stante la carenza di personale, sta riorganizzando i settori della P.M., assegnando ad ognuno obiettivi ben precisi: uno di questi settori si concentrerà sul commercio irregolare.”
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up