Fuori la mafia della Xylella dallo Stato: Fiaccolata in memoria degli olivi sradicati in c.da Frasata ad Oria

Il 7 luglio 2015, alle prime luci dell'alba, la città di Oria (BR) e con essa il patrimonio olivetato secolare, la cittadinanza, il sindaco Cosimo Ferretti, gli attivisti in difesa del territorio pervenuti dalle tre provincie salentine, il presidio "Oria Resiste" e i giornalisti accorsi, sono state vittime di un vile attacco autoritario e anti democratico da parte delle Forze dell'Ordine e di Pubblica Sicurezza dispiegate dal Prefetto di Brindisi (senza comunicazione preventiva alcuna alle rispettive istituzioni locali), a sostegno del Corpo Forestale dello Stato e dell'Arif, per le operazioni di eradicazione e abbattimento sul posto (località Frascata), di 47 piante di olivo secolari presuntamente affette dal batterio Xylella Fastidiosa (ex piano Silletti). Il tutto in totale assenza di evidenze scientifiche che comprovassero la malattia. A tutti gli effetti dette piante di olivo, erano visibilmente in ottimo stato vegetativo e senza il benché minimo segno di disseccamento. Lo dimostrano i repertori foto e video, oltre che le testimonianze dei proprietari.

Leggi tutto...

Il popolo degli ulivi incontra il Commissario Silletti, dimostrandosi preparato e determinato nel difendere il territorio

Il 18 maggio 2015 il presidio permanente di Oria in contrada Frascata, ha ricevuto la visita del commissario straordinario per l'emergenza Giuseppe Silletti, accompagnato dai militari del Corpo Forestale dello Stato. L'incontro, svoltosi in un clima cordiale, ha fatto comunque emergere due posizioni contrapposte. Da una parte, la ferma volontà di preservare il territorio evitando danni irreversibili, mentre dall'altra una posizione istituzionale quale " braccio esecutivo della legge". I presidianti manifestano la necessità di difendere gli ulivi dalle eradicazioni e tutte le aree soggette a misure di contenimento dall'uso di veleni, che andrebbero ad aggravare ulteriormente una situazione ambientale e sanitaria già precaria, provocando anche danni economici nel turismo e nella filiera agroalimentare(dato, per quest'ultima, l'elevato rischio di residui chimici nei prodotti, che potrebbero anche provocare il rifiuto dei mercati).

Leggi tutto...

La Regione Puglia non risponde ai Cittadini sulla Questione Xylella

Il Consiglio regionale pugliese del 29 aprile u.s., in cui si doveva discutere della Questione Xylella con la presenza del Commissario Silletti, è stato rinviato sine die a causa di presunte cause ostative oggettive, a seguito di ciò abbiamo proposto in massa (sono state inviate centinaia di mail a Consiglieri e Assessori, da tutta Italia e da diversi paesi Europei) di inserire un punto all'OdG per il consiglio del 5 maggio p.v. recante "Discussione sulle misure di eradicazione e contenimeto proposte dal PAFF (Comitato Permanente per le Piante, Animali, Alimenti e Mangimi) in sede Europea. Proposta di un piano alternativo".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up