"Nuova" Ars et Labor: bluff o semplice intoppo?

  • Pubblicato in Sport

Pareva mancare solo l'ufficialità, sembrava tutto in dirittura d'arrivo, ma la corsa alla ridefinizione e al completamento del quadro societario del Grottaglie nel primo pomeriggio di ieri ha subito un'improvvisa e imprevista battuta d'arresto. Allo stadio D'Amuri, infatti, la conferenza stampa organizzata per presentare alla stampa locale il progetto di Fiorentino e soci si è conclusa con un nulla di fatto e rimandata a data da destinarsi (probabilmente alla prossima settimana). Del repentino cambio di programma, squadra e staff tecnico sono stati personalmente informati da Marrone prima che si disputasse l'amichevole contro il Real Statte di Panarelli, squadra di Seconda categoria, terminata col risultato di 3 a 1 per il Grottaglie di Pizzonìa. "La conferenza - precisa Antonio Marrone (attualmente responsabile unico della società e delle trattative riguardanti la cessione, come deciso da Ciracì) - è stata rinviata per un fatto di opportunità. Ci sono dei profili burocratici che devono essere messi a posto. Una volta sistemati non avremo problemi a consegnare la società al signor Fiorentino".Parole dense di un tentativo di rassicurazione e intenzionate a spazzare via quei dubbi, legittimi, di tifoseria e stampa, che qualcosa sia andato storto. "Bisogna solo attendere che gli adempimenti siano ottemperati" sintetizza Ciracì. Dichiarazioni di routine a cui vanno affiancate quelle successive, e decisamente meno retoriche, di Marrone ha colto l'occasione per rispondere al comunicato stampa diffuso dal duo Notaristefani - Rossini, fino a qualche giorno fa ancora in piena corsa per l'acquisizione della società biancazzurra: "Quando ci siamo incontrati, il sottoscritto, con Fanigliulo, Notaristefani e l'avv. Buccoliero che rappresentava Rossini, ci siamo detti che il contenuto sarebbe dovuto rimanere privato, invece ho potuto leggere le dichiarazioni rilasciate dai due, i quali hanno sostenuto che esisterebbe una situazione debitoria e che non vi sono garanzie che la stessa ricada sui potenziali acquirenti. I fatti dimostrano che il presidente Ciracì non solo ha portato a termine quattro stagioni con risultati apprezzabili ma anche che nessuno avanza alcun credito nei suoi confronti". Un tono, quello del manager biancazzurro, che si fa più tuonante quando esterna la sensazione che "il fare riferimento a garanzie che Ciracì avrebbe dovuto prestare sia solo un tentativo di creare una cortina fumogena. Forse da parte loro non c'era la reale volontà di rilevare la società". Il discorso si sposta poi sulla parte economica nel momento in cui Marrone dichiara che "l'offerta di Notaristefani e Rossini era inferiore all'importo richiesto, nonostante fossero stati adeguatamente informati". Così, quella che doveva essere la giornata di Fiorentino e del suo staff, è diventata l'occasione di precisazioni, chiarimenti e affermazioni consolatorie, che hanno avuto la loro conclusione col ringraziamento del manager grottagliese per i giocatori che "a dispetto della situazione delicata, stanno indossando la maglia biancazzura con dignità ed orgoglio".

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up