1^ luglio: tappa del Puglia Pride nella Provincia di Taranto

"Solo chi ha stima di sé può offendersi. Solo chi interrompe l'offesa può affermarsi. Solo chi si afferma può essere visto e riconosciuto. Solo grazie all'orgoglio siamo arrivati fin qui. E da qui ripartiamo. Da casa nostra, tra il profumo degli ulivi. Mano nella mano, perché abbiamo capito che insieme siamo più forti, più rumorosi, più colorati, più accoglienti, più somiglianti alla nostra terra, da sempre ponte tra civiltà, incontro di mari e di venti, di suoni differenti. Se ti offende sapere che nella tua nazione ci sono persone che hanno gli stessi doveri delle altre ma non gli stessi diritti, vieni con noi a sentirti orgogliosi di te stessi: la luce della Puglia ti aspetta".

Leggi tutto...

Villa Castelli: famiglia risarcita dalla Provincia per incidente mortale del figlio

La Corte d'Appello di Lecce ha riconosciuto la
responsabilità civile della Provincia di Brindisi per un incidente mortale
avvenuto 8 anni fa ad un ragazzo 22enne di Villa Castelli (Br).

Il ragazzo, Arcangelo Semeraro, perse la vita il 13 novembre
2005 mentre percorreva in moto la strada provinciale Villa Castelli-
Francavilla Fontana . Strada che una perizia richiesta dai genitori della
vittima ha accertato essere pericolosa in quanto piena di insidie (il Semeraro
infatti, incappò prima in un cordolo di
cemento, poi in uno spuntone metallico nascosto tra l'erba alta della banchina).

Inoltre proprio in quel tratto il guard rail fu montato con
gli spigoli taglienti verso la strada.

I genitori della vittima dopo la sentenza di primo grado del
processo penale non si sono arresi e sono andati avanti convinti delle
responsabilità dell' Ente Provinciale di Brindisi.

Soddisfatto l'avvocato dei genitori della vittima Vito
Nigro.

Genitori sui quali si è accanito il destino, portandosi via nel
2011, sempre a causa di un incidente stradale, un altro figlio.

Leggi tutto...

Elezioni provinciali: un grande centrosinistra per la nuova Provincia

"Dopo l'approvazione della riforma Del Rio sugli enti locali, la gestione commissariale della nostra provincia dovrà terminare per lasciare posto al nuovo Consiglio Provinciale e alla nuova Giunta, da eleggere tra i sindaci e i consiglieri comunali di Terra Jonica".
Lo rendono noto, in un comunicato, i componenti di sinistra democratica della direzione provinciale del PD di Taranto.
"Sarà un passaggio nuovo - prosegue la nota - che trasformerà l'ente in Istituzione di 2 livello con meno competenze rispetto al passato. Ma pur senza il consenso diretto dei cittadini la nuova amministrazione avrà sfide importanti.
A nessuno di noi sfugge, infatti, la complicata situazione finanziaria della nostra provincia, insieme alle grandi questioni aperte: Isolaverde, Paisiello, lavoratori protocollo informatico, l'infrastrutturazione stradale, la formazione professionale e l'edilizia scolastica solo per citarne alcuni.
Questioni che si sono aggravate in questi ultimi mesi, non certo per responsabilità personali del dott. Tafaro, ma per un oggettivo limite della stessa struttura commissariale.
Per questo non vogliamo sottovalutare questo nuovo passaggio elettorale del 28 settembre 2014.
Il centrosinistra nella nostra provincia ha responsabilità importanti in ruoli di governo in 12 comuni, compreso la città capoluogo con Ezio Stefano, grossi centri come Martina Franca con Franco Ancona, Grottaglie, con Cir Alabrese, Mottola con Luigi Pinto, San Giorgio Jonico con Giorgio Grimaldi, Statte con Angelo Miccoli, Laterza con Gianfranco Lopane, Palagiano con Tarasco, Carosino con Arcangelo Sapio, Monteiasi con Salvatore Prete, Monteparano con Cosimo Berardi, Faggiano con Antonio Cardea. Insieme a tanti consiglieri comunali d'opposizione in tutti i centri dove siamo minoranza, rappresentiamo una realtà importante che può ambire a candidarsi al governo dell'ente provincia.
Ed è per questo - conclude la nota - che le dichiarazioni dell'on.Chiarelli non ci convincono; nel merito e nel metodo. Non c'è da fare nessuna trattativa a tavolino.
Per noi c'è da costruire un programma fattibile, e a questo metterci le competenze istituzionali migliori del territorio in un confronto, questo sì, civile e democratico, che dovrà consumarsi in maniera trasparente nei consessi comunali.
Anche per tutto ciò, chiediamo al nostro segretario provinciale e al Presidente della direzione provinciale del partito di convocare al più presto la direzione per avviare un confronto tra noi per allargarlo successivamente a tutto il campo del centrosinistra Jonico".

Leggi tutto...

"Giovani per Manduria": nel Parco Archeologico deposito abusivo, richiesta rimozione immediata

Il movimento "Giovani per Manduria" richiede la rimozione immediata di cilindri e altre parti in acciaio, smontati da Piazza Giovanni XXIII e successivamente depositati abusivamente presso il Parco Archeologico delle Mura Messapiche di Manduria.

"Scelta scellerarata" comunica il movimento, "usare il Parco come deposito a cielo aperto, pregiudica e danneggia l'importantissima immagine del sito archeologico della città, meta quotidiana di visitatori e turisti che, con l'arrivo della bella stagione, aumentano notevolmente di numero."

Tullio Mancino, presidente di "Giovani per Manduria", appena verificatosi il fatto, ha richiesto subito spiegazioni sulla questione a Gregorio Curri, assessore ai Lavori Pubblici, ottendo infine l'impegno di rimuovere i pezzi in acciaio entro pochi giorni, ma ad oggi, nulla si è compiuto.

Il movimento ricercando notizie sull'accaduto, ha dichiarato che "il Comune di Manduria non ha mai chiesto alla Sopraintendenza dei Beni Archeologici della Provincia di Taranto alcun permesso per eseguire tale operazione, che risulta totalmente abusiva, esponendo ancora una volta al ridicolo la comunità manduriana."

"I Giovani per Manduria" lamentandosi dell'ennessima dimostrazione che la crisi politica in atto, da diverse settimane, fa passare in second'ordine tutti i problemi della città, ormai abbandonata a se stessa, richiedono che siano presi immediati provvedimenti per conferire un'immagine adeguata a ciò che è la cittadina manduriana.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up