Grottaglie, Pettinicchio è fiducioso: "Ci possiamo salvare"

  • Pubblicato in Sport

Ad otto giornate dal termine, la situazione di classifica non permette di dormire sonni tranquilli al Grottaglie, impelagato, insieme ad altre sei o sette organici, nella bagarre retrocessione; la prestazione offerta contro la capolista Andria, tuttavia, ha ridato fiducia all'ambiente biancoazzurro, anche se il rammarico di non essere riusciti a strappare nemmeno un punto rimane.

Leggi tutto...

Grottaglie, esonerato Pizzonia; al suo posto, (ri)ecco Pettinicchio

  • Pubblicato in Sport

Un pò a sorpresa, termina l'avventura di Enzo Pizzonia sulla panchina del Grottaglie; il tecnico paga dunque con l'esonero il ko interno di Domenica scorsa contro il Gallipoli. Un vero fulmine a ciel sereno, quindi, per cercare di dare una scossa ad una squadra che, seppur tra mille difficoltà, ha ancora tutte le carte in regola per dire la sua in questo campionato.

Leggi tutto...

Festa salvezza per il Grottaglie: ufficiale il "rompete le righe"

  • Pubblicato in Sport

Si è chiusa ufficialmente ieri la soffertissima stagione del Grottaglie, la tredicesima consecutiva in serie D. Per la verità, dopo la vittoria di Vico Equense, garante dell'ennesima salvezza per i biancoazzurri nel massimo campionato dilettantistico nazionale, gli uomini di Pettinicchio avrebbero già potuto festeggiare, ma la morte dell'ex presidente Giuseppe Ciracì ha fatto sì che la festa fosse rinviata di una settimana. Ed allora, nella serata di ieri, allo stadio "D'Amuri", si sono sfidati staff tecnico, calciatori, dirigenti ed anche un buon numero di tifosi in una partita amichevole, giocata a metà campo. Occasione, questa, per passare tutti insieme una serata all'insegna della gioia e celebrare una salvezza giunta sul filo di lana, visto lo score negativo delle ultime giornate di campionato. I tifosi hanno voluto omaggiare i protagonisti principali di quest'impresa, consegnando un riconoscimento al presidente Leonzio D'Amicis, il quale ha mostrato impegno, passione e attaccamento alla causa Grottagliese, al dottor Palmisano, che ha dato una grossa mano in termini economici affinchè i biancoazzurri potessero salvarsi, al mister Giacomo Pettinicchio, colui che a Grottaglie è in grado di rendere possibile l'impossibile (una promozione in serie D, un terzo posto, una finale di Coppa Italia, tre salvezze) ed infine ad un personaggio divenuto ormai "Vurtagghiese", Saimir, che sin dallo scorso anno si è interessato in prima persona agli sviluppi calcistici della città delle ceramiche. Alla fine di tutto ciò, c'è stata una grigliata. Il Grottaglie chiude così, tra gioia ed entusiamo, la stagione agonistica 2013/2014. Ora, bisogna progettarne un'altra: la speranza è che si possa ripartire da questo clima, progettando una stagione serena che con il tempo possa regalare ancora tante soddisfazioni.

Leggi tutto...

Grottaglie: cinque stimoli in più per crederci

  • Pubblicato in Sport

Tre mesi: sì, il Grottaglie non conosce vittoria da ben tre mesi. Dal 16 Febbraio (Gelbison 0-1 Grottaglie), infatti, per i biancoazzurri di mister Pettinicchio sono arrivate soltanto sconfitte e gli appena due punti, conquistati a domicilio contro Real Vico Equense e Turris, affiancati alle mastodontiche prestazioni contro Matera, Monopoli e Taranto, non possono di certo far sorridere l'ambiente Grottagliese, ritrovatosi, nel giro di novanta giorni, dal sogno salvezza diretta all'incubo retrocessione diretta, scongiurata all'ultima giornata grazie al pari con la Turris e, per dirla tutta, anche a causa dell'harakiri interno del Gladiator contro il già salvo Bisceglie. Oggi siamo al 16 Maggio e il Grottaglie, da ben due settimane, prepara la sfida del "Massaquano" di Vico Equense di Domenica, decisiva per salvare la categoria e, probabilmente, anche il calcio nella città delle ceramiche. Considerando quest'ultima una motivazione che da sè già basterebbe a stimolare l'intero staff biancoazzurro, proviamo a trovarne altre, in modo da caricare tutti al massimo. Innanzitutto, il Grottaglie è in serie D da ben tredici stagioni: salvarsi garantirebbe la quattordicesima partecipazione consecutiva in LND, tra l'altro, dalla prossima stagione, quarta serie nazionale. Ripensando a tutti gli sforzi compiuti nelle ultime due annate per far sì che l'erbetta del "D'Amuri" potesse essere ancora calpestata, dopo la sventurata retrocessione della scorsa stagione (evitata grazie al ripescaggio), la salvezza sarebbe la giusta consacrazione per tutti coloro che si sono interessati in prima persona alla causa Grottagliese. Inoltre, salvarsi glorificherebbe anche ultras e tifosi, che sempre hanno popolato i gradoni dello stadio ed hanno macinato chilometri per dare il loro sostegno alla squadra, spesso ricevendo delusioni, ma queste ultime non gli hanno mai fermati. Infine, ricordiamo l'orgoglio con cui alcuni calciatori dichiararono il fatto di non essere mai retrocessi nella loro carriera e le parole di Pettinicchio in conferenza dopo la sconfitta di Brindisi, in cui categoricamente affermò che il Grottaglie non sarebbe retrocesso. Cinque stimoli principali: se ne potrebbero aggiungere altre, ma meglio passare ai fatti. La parola, quindi, al campo. Grottaglie, puoi farcela!

Leggi tutto...

Caos Ars Et Labor: Maraglino messo fuori rosa dalla società

  • Pubblicato in Sport

La società, dopo la debacle in casa ad opera del Mariano Kellere, ha deciso di mettere fuori rosa il tesserato Angelo Maraglino per motivi disciplinari: il portiere non ha disputato un buon match contro la compagine campana, tanto da essere sostituito alla mezz'ora. Cambio che non ha per nulla gradito inscenando un acceso diverbio con l'allenatore.
Profonda delusione e amarezza tra i tifosi biancazzurri per questo rovente finale di stagione dove nelle prossime due giornate si dovrà evitare la retrocessione diretta.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up