Michele Mazzarano a Statte venerdì 17 aprile per parlare di "Garanzia Giovani/Jobs Act"

"Garanzia Giovani/Jobs act - L'Inclusione sociale per il lavoro" è il titolo dell'iniziativa organizzata da Partito Democratico – Unione provinciale di Taranto, che si terrà presso la pizzeria Imperiale in via Bainsizza angolo via Rossano a Statte, venerdì 17 aprile alle ore 17:30 e alla quale prenderà parte il consigliere regionale Michele Mazzarano.

Leggi tutto...

CGIL e UIL insieme per lo sciopero del 12 dicembre

  • Pubblicato in Politica

Sciopero generale indetto per il prossimo 12 dicembre da CGIL e UIL.
Dopo le proteste dei mesi di ottobre e novembre, i lavoratori scendono di nuovo in piazza per manifestare contro la legge di stabilità ma soprattutto contro il Jobs Act.
Questa volta le due Confederazioni hanno programmato 54 manifestazioni (10 regionali, 39 provinciali, 5 interprovinciali), tutte unite dallo slogan "Così non va".
Anche Taranto si sta mobilitando: sarà sciopero generale nella grande fabbrica, nel pubblico impiego, nei servizi e nei trasporti.
Per illustrare le iniziative territoriali, il calendario dello sciopero e porre in evidenza le motivazioni della protesta domani mattina alle 10.00 nella sede della CGIL in via Dionisio si terrà una conferenza stampa alla presenza dei due segretari generali Giuseppe Massafra (CGIL) e Giancarlo Turi (UIL).

Leggi tutto...

Jobs act: la proposta di Renzi

  • Pubblicato in Politica

Difendiamo la dignità del Lavoro: la priorità per il Partito Democratico, per la Sinistra, non può che essere quella di rinvigorire le sue radici nel mondo nel lavoro, in tutte le sue articolazioni.
È questa la richiesta più urgente emersa sabato sera, nel corso di un’affollata assemblea presso la sede del PD di Grottaglie sul “Jobs Act”. Semplici iscritti e militanti, lavoratori e pensionati, insieme ad Amministratori locali e dirigenti sindacali, hanno dato vita a un’appassionata discussione sulle proposte presentate dalla nuova Segreteria Nazionale del Pd in materia di lavoro e riforma del Welfare.E’ quanto ha dichiarato la segreteria del PD.Che continua:
La proposta di Matteo Renzi contiene sicuramente due elementi positivi: la priorità non è più il cambiamento delle regole del mercato del lavoro ed è necessario favorire lo sviluppo del Paese per creare nuova occupazione, anziché aumentare la flessibilità. Viene quindi accantonata l’idea, profondamente sbagliata, che i posti di lavoro si ottengano modificando continuamente le norme e si torna finalmente a parlare di politiche industriali a sostegno dei settori strategici, dopo anni in cui le dottrine liberiste hanno schiacciato l’economia reale, a esclusivo vantaggio della finanza.
D’altronde, proprio le vicende dell’Electrolux e della nuova Fiat-Chrysler di queste ultime settimane indicano chiaramente il bisogno di una politica industriale che sia attiva in tutti i settori, dai più innovativi - come la Green Economy e il Made in Italy - a quelli tradizionali, compresi l’automobile e gli elettrodomestici, e che punti sulla creazione di molti tipi di lavori, se non vogliamo consegnare il futuro a Paesi dove lavoro e diritti sono già a basso costo.
Nel corso della serata, -continua la segreteria- il sen. Battafarano - dopo aver lodato l’iniziativa del PD grottagliese come “un piccolo esempio di buona politica che restituisce centralità ai Circoli diffusi sul territorio per elaborare idee e progetti”, ha illustrato alcune proposte e osservazioni sottoscritte già da decine di parlamentari che hanno voluto fornire un contributo positivo alla discussione, proprio come richiesto dallo stesso Matteo Renzi, con l’auspicio che questi contenuti, racchiusi in un vero e proprio “Decalogo per il Jobs Act”, vengano tradotti al più presto in iniziative politiche e legislative. Lo stesso auspicio è stato formulato dall’on. Vico, al quale sono state affidate le conclusioni del dibattito: di fronte a una domanda sociale che si fa sempre più pressante e drammatica e alla crisi delle politica e della democrazia, “la questione di un grande Piano per il Lavoro dev’essere al centro di un coraggioso programma di governo già a partire dalle prossime settimane” perché al Paese servono risposte concrete e perché questo è l’unico modo per rispondere ai populismi e agli estremismi di ogni genere.”

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up