Ampliamento della discarica, PD- Grottaglie : "No allo sfruttamento del nostro territorio"

  • Pubblicato in Politica

"Esprimiamo grande preoccupazione e sconcerto per la notizia della convocazione, da parte del settore ecologia e ambiente della Provincia di Taranto, della conferenza dei servizi per discutere della procedura avviata dalla società Linea Ambiente srl di Brescia, proprietaria della discarica per rifiuti speciali ex Ecolevante di Grottaglie, per ottenere il giudizio di compatibilità ambientale con contestuale richiesta di autorizzazione integrata ambientale e autorizzazione paesaggistica".

Leggi tutto...

Sud in Movimento: L'in-conferenza del sindaco Ciro Alabrese

Sabato 10 maggio, presso la sala consiliare del Comune di Grottaglie, si è tenuta la conferenza stampa convocata dal sindaco Alabrese, in replica a quella convocata due giorni prima dai Consiglieri Comunali Avv. Ciro D'Alò e Prof.ssa Etta Ragusa "Discarica Ecolevante – Lgh e richieste dei gestori, quale futuro scenario per il territorio di Grottaglie e San Marzano svenduto al business dei rifiuti".

Leggi tutto...

Non si fara', a Grottaglie, l'impianto di trattamento del percolato

 

Ebbene, la Regione Puglia non ha autorizzato la realizzazione dell’impianto di trattamento del percolato proposto dalla Ecolevante SpA.
 
«Si tratta – afferma l’Assessore all’Ambiente Ing. Giammarco Lupodi una vittoria della città e dei cittadini di Grottaglie che amano il loro territorio e vogliono proteggerlo da ogni forma di svilimento e sfruttamento. I cittadini di Grottaglie ora sanno che questa amministrazione, da sempre attenta alla questione ambientale, vaglierà attentamente ogni progetto cercando di essere propositiva nell’interesse della città, del territorio e  della collettività.»
 
È decisamente emblematica la storia di questo progetto per la “Costruzione e l’Esercizio di un Impianto di Trattamento del Percolato di Discarica” presentato nel marzo 2010 dalla Ecolevante (ora Gruppo LGH) e bocciato con Determinazione Dirigenziale n. 38 del 29 maggio 2012 dalla Regione Puglia, Servizio Rischio Industriale.
 
Nel luglio 2011, la giunta Alabrese insediata da pochi giorni si ritrova a partecipare alla prima conferenza di servizi in Regione per la realizzazione dell’impianto di trattamento. 
Stranamente, dalla lettura del progetto emergono, a detta degli amministratori comunali, incongruenze e carenze progettuali che, condivise nella II Commissione Consiliare (Assetto del territorio e lavori pubblici), presieduta da M.Stefani, ed evidenziate dall’Assessorato all’Ambiente del Comune, spingono la Regione a chiedere un parere al Ministero dell’Ambiente. 
 
In assenza di qualsiasi indicazione il 14 febbraio 2012 il Comune di Grottaglie chiede alla Regione Puglia che venga espresso definitivamente il diniego alla realizzazione dell’impianto.
Leggi tutto...

Ecolevante, Liuzzi (Sel) "interroga" il Comune...che non risponde

 

"In qualità di Consigliere Comunale appartenente al Gruppo Sel - scrive in una nota Mauro Liuzzi - formulo la seguente interrogazione, con la quale si denuncia, tra l’altro, il mancato adempimento da parte di alcuni uffici comunali nel soddisfare le richieste di accesso di coloro che rappresentano la collettività e che operano al fine del raggiungimento di interessi comuni".
"Lo scorso 10 maggio - fa sapere Liuzzi - ai sensi del Regolamento per la disciplina del diritto di accesso e di informazione dei Consiglieri Comunali, ho chiesto di ricevere informazioni su “Ici, Imu, Tarsu e imposte che la società Ecolevante ha pagato o avrebbe dovuto pagare all’Amministrazione negli ultimi tre anni. Il termine utile previsto per la risposta è di cinque giorni, ma a tutt’oggi, non ho avuto alcuna comunicazione al riguardo"
"In aggiunta sul sito del Comune di Grottaglie nella lista dei fabbricati non dichiarati in catasto compaiono tre immobili in ditta Ecolevante.
E’ paradossale - conclude l'esponente di Sel - che emergano edifici fantasma relativamente ad una società che ha tratto sul Comune di Grottaglie un elevato profitto e la cui presenza ha segnato la recente storia cittadina di forti contrapposizioni politiche, sociali e ambientali.
Si invita, pertanto, a voler dare risposta in Consiglio Comunale, sottolineando che la dignità di un territorio si misura anche attraverso la capacità di far pagare il dovuto a tutti i contribuenti". 
 
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up