OPEN, il primo workshop su b&b, affittacamere e case vacanza promosso da BCC San Marzano

Nel centro direzionale della Banca un incontro con consulenti esperti della

Focus Consulting dedicato alla ricettività extra alberghiera del territorio.

Giovedì 15 Marzo - ore 17 - la BCC San Marzano ospita un workshop, in collaborazione con la società di consulenza Focus Consulting, dedicato alla ricettività extra-alberghiera, presso l'Auditorium del Centro Direzionale a San Marzano di San Giuseppe.
Il WORKSHOP, la cui partecipazione gratuita è a numero chiuso, intende fornire una visione globale sulle tematiche relative all' accoglienza turistica, sia per chi intende affacciarsi ad un settore in forte espansione, sia per chi ne fa già parte e desidera aggiornarsi e migliorarsi rispetto alle Normative Vigenti, al Marketing Online e alla Gestione Operativa della propria struttura.

Leggi tutto...

Liceo Moscati di Grottaglie e BCC: Una collaborazione in nome del futuro

  • Pubblicato in Sociale

Dal contante alla moneta elettronica, l'evoluzione dei mercati.

La scuola, soprattutto nell'era contemporanea e soprattutto in Italia, viene spesso tacciata di essere troppo tradizionalista, eccessivamente orientata verso una cultura classica e, in un certo senso "passatista", di non essere sempre adeguatamente formativa rispetto alle esigenze del mondo di oggi.

Leggi tutto...

“Cinema è Industria”: Il convegno che fa conoscere il cinema come nuova frontiera del lavoro

Il 21 e 22 novembre, a Taranto, presso il Relais Histò e laTenuta del Barco di Emèra, si terrà la 1^ edizione del convegno "CINEMA E' INDUSTRIA".
Il convegno, promosso dalla casa di produzione Sun Film srl, in collaborazione con gli imprenditori Cosimo Colomba e Nicola Donadio che hanno messo a disposizione le proprie strutture, per ospitare l'evento, intende far conoscere ai tarantini, una nuova INDUSTRIA per la città dell'Ilva, ossia il CINEMA che crea e da' lavoro.
La Sun Film srl, società con forte identità pugliese, ha deciso di scommettere sul nostro territorio, con un progetto industriale e culturale di forte impatto sulla terra di Puglia, al fine di rivalutare Taranto, rimasta indietro rispetto alle altre province pugliesi.
Per poter realizzare questo ambizioso progetto, la casa di produzione ha coinvolto le Istituzioni e gli imprenditori nazionali, che con piacere racconteranno dei vantaggi dell'Industria Cinematografica agli imprenditori e agli operatori locali.

Leggi tutto...

Taranto Finanza Forum: edizione 2014 molto Educational

Anche quest'anno, il prossimo 3 ottobre a Taranto (Histò San Pietro sul Mar Piccolo), si svolgerà il Taranto Finanza Forum, evento di economia e finanza, promosso dalla BCC San Marzano di San Giuseppe in collaborazione con GAL Colline Joniche e Directa, arrivato all'Ottava edizione. La parola d'ordine dell'appuntamento 2014 è: educazione agli investimenti finanziari e imprenditoriali. Per questo motivo l'intero programma della giornata che avrà inizio alle 9 per proseguire senza soluzione di continuità fino alle 20, ruota su consigli e strategie per poter sviluppare imprese, business e investimenti con sempre maggiore cognizione di causa.

«Obiettivo del TFF – spiega il Direttore Generale della BCC San Marzano di San Giuseppe, Emanuele di Palma – è sempre stato quello di favorire la conoscenza delle dinamiche che muovono la galassia dell'economia e della finanza. E' una strada perseguita con successo negli anni caldi della crisi, quando il sistema a livello mondiale ha dato importanti e inediti segnali negativi, lo diventa ancor di più oggi che abbiamo necessità di continuare a dare un contributo notevole verso la ripresa».

«Ritengo che oggi, più che in passato, il ruolo della Banca locale vada oltre la semplice operatività economica – dice il Presidente della BCC San Marzano di San Giuseppe, Francesco Cavallo – Per questo motivo siamo costantemente al fianco delle aziende sostenendole anche nella valutazione dei progetti imprenditoriali. Il Taranto Finanza Forum quest'anno vuole offrire un percorso pratico verso l'affermazione della filiera del nostro territorio non solo in ambito nazionale, ma anche e soprattutto estero».

Presente in questa edizione anche la Green Economy, la frontiera dello sviluppo eco-sostenibile di cui il GAL Colline Joniche (11 comuni della provincia di Taranto) si è fatto da tempo interprete con numerosi progetti. «La ruralità e il suo potenziale turistico, agroalimentare e legato al mondo dell'artigianato sono un motore che proponiamo con ciò che abbiamo sintetizzato attraverso i percorsi della Green Road – dice Antonio Prota, Presidente del GAL –. Un circuito di buone esperienze, storie di sviluppo possibile e uomini che sono riusciti ad andare oltre immaginando uno sviluppo differente per questa provincia. Asse di produttività e mercato che proporremo nel corso della giornata formativa rivolta prevalentemente ai beneficiari del GAL Colline Joniche e che nell'ambito del TFF volgerà la sua attenzione sull'appuntamento all'Expo 2015, tra green road, finanza e opportunità per il territorio».

Il Taranto Finanza Forum celebrerà il T-DAY, ovvero il Trading Day, un appuntamento formativo esclusivo riservato tanto ai neofiti del trading quanto ai trader più esperti che vogliono conoscere da vicino nuove tecniche e piattaforme operative. Parallelamente, un focus sarà dedicato anche a quanti vogliono gestire in maniera diversificata il proprio portafoglio, in linea con le opportunità offerte dai mercati.

Saranno presentati agli imprenditori le diverse (e maggiormente qualificate) opportunità estere, senza trascurare Expo 2015, evento che avrà il proprio epicentro a Milano, ma con riflessi sul resto d'Italia. In questo scenario saranno valutate le potenziali ricadute per le imprese pugliesi. «Il trading – afferma l'Ing. Mario Fabbri – AD di Directa – negli ultimi anni ha assunto un ruolo sempre più visibile anche a livello di comunicazione. Il nostro impegno è incentrato nel far comprendere che non si può "tradare" come se si giocasse una schedina. Anche per questo siamo felici che il Taranto Finanza Forum abbia posto l'accento in maniera importante sulla corretta educazione finanziaria».

Leggi tutto...

La BCC San Marzano di San Giuseppe in fase di crescita

La BCC San Marzano di San Marzano in netta crescita, nel primo semestre 2014, ha registrato un utile d'esercizio in crescita del 12,42% (pari a 3,713 milioni di euro) confermando il proprio trend di crescita e posizionamento sul territorio pugliese.
L'Istituto di credito Ionico ha compiuto in precedenza e compirà in futuro tanti passi da gigante, infatti, oltre ad acquisire nuove quote di mercato (con un saldo in crescita anche sul fronte della raccolta), ha rafforzato ulteriormente il proprio patrimonio, che supera i 43 milioni di euro. Sul fronte delle masse amministrate, poco meno di 700 milioni di euro, la raccolta segna un importante +4,15%, che tradotto vuol dire: 445,813 milioni di euro (nel corso dello stesso periodo – gennaio-giugno – del 2013 pari a 428,053 milioni di euro); mentre gli impieghi si attestano a 210 milioni (-2,30%).

«Alla luce dei dati che hanno visto migliorare notevolmente l'utile netto, la lieve flessione degli impieghi e l'ulteriore crescita della raccolta, - dice Emanuele di Palma, Direttore Generale della BCC - possiamo dire che continua il consolidamento patrimoniale della Banca sia pure in una situazione difficile, caratterizzata da una preoccupante carenza di investimenti produttivi da parte delle imprese e a una stagnazione del mercato immobiliare. Nonostante ciò, la BCC San Marzano di San Giuseppe continua a svolgere la propria funzione di Banca radicata nel territorio. Nostro compito, è quello di assecondare le speranze capaci di ridare al sistema produttivo e alle famiglie, quell'inversione di tendenza da tempo auspicata, ma adesso ineludibile».
«La semestrale 2014 – comunica il Presidente Francesco Cavallo conferma la visione strategica della gestione dell'Istituto. Probabilmente la nostra area geografica sta vivendo in questi mesi il picco più alto della fase di recessione che ha accompagnato gli ultimi anni. In questo modo come Banca locale puntiamo tenere bilanciati gli equilibri della sana gestione con risultati eccellenti sotto il profilo della patrimonializzazione, a rafforzare ulteriormente il clima di fiducia sempre più saldo con i risparmiatori e a sostenere, laddove necessario e richiesto, progetti e opportunità capaci di contribuire a rimettere in moto l'economia locale».
Trascorso il primo semestre, per la BCC San Marzano di San Giuseppe si prospetta un secondo semestre intenso come non mai. Impegnata in nuovi progetti, sosterrà l'economia reale, con azioni concrete, come "Operazione Ripresa" (varata alla vigilia dell'estate insieme a Interfidi in favore delle piccole e medie imprese artigianali) e svillupandosi in campo informatico, investirà in innovazione tecnologica. Infatti, è pronta per l'inaugurazione la filiale intelligente, realizzata a San Marzano di San Giuseppe e il varo di ulteriori progetti tesi a rendere sempre più competitiva e al passo con i tempi la Banca locale.

Leggi tutto...

BCC San Marzano di San Giuseppe: prosegue "L'Angolo della Conversazione" con Angelo Mellone

Continuano, a ritmo serrato, gli appuntamenti culturali promossi da Yachting Club e BCC San Marzano di San Giuseppe. Ospite de L'Angolo della Conversazione, martedì 5 agosto (ore 21,30 – ingresso gratuito) sarà lo scrittore tarantino, Angelo Mellone, che presenterà il suo ultimo libro "Meridione a rotaia" (Marsilio). L'iniziativa rientra nel cartellone di "Una banca e una Spiaggia differenti" che propone incontri ravvicinati con autori, registi, attori e scrittori, per creare un momento di aggregazione all'insegna della cultura.

Lo scrittore, Angelo Mellone, conclude la sua trilogia lirica sul Meridione italiano, ritornando nella propria terra, che è stata abbandonata anni prima con rabbia e dolore. "Meridione a rotaia" è un ritorno compiuto con il mezzo che più associamo al viaggio: il treno. Attraverso questo sono partiti tanti emigrati meridionali, con carrozze di treni locali scassati, regionali in perenne ritardo. L'autore fa macchina indietro e, da Roma arriva a Taranto. In questo viaggio si alternano situazioni grottesche, aneddoti, ricordi, memorie dolorose, persino una pagina dedicata ai fanti meridionali mandati al massacro nella Prima Guerra Mondiale. Tutte queste pagine, che Mellone ci regala con lo stile consueto delle sue "orazioni civile", accostano il tema tradizionale del ritorno a quello, nuovo per l'autore, di una riflessione sull'amore, che viaggia a ritroso attraverso due figure femminili e una singolare disquisizione sui tacchi. Dunque, se l'amore è contesto, radici, terra, e «Meridione tiene sempre i piedi per terra», per trovare amore autentico a Sud bisogna tornare. Accade proprio questo, Meridione a rotaia, scorribande tra paesini, locomotori diesel, vagoni stipati di varia umanità, stazioni metropolitane e stazioncine di montagna. Offrendo, alla fine, un affresco di meridionalità divertente,surreale, commuovente.

Angelo Mellone, nato a Taranto nel 1973, è giornalista, scrittore e dirigente del pomeriggio di Rai Uno. È stato editorialista e inviato di politica, cultura e costume per numerosi quotidiani nazionali. Autore e conduttore di programmi radiofonici e televisivi. Ha conseguito il dottorato in sociologia della comunicazione all'Università di Firenze e insegna Comunicazione politica presso la Scuola di giornalismo della Luiss «Guido Carli» di Roma.

Ha pubblicato diversi saggi di analisi dei partiti e di comunicazione politica su riviste italiane e internazionali, tra cui il più recente "Dopo la propaganda" (2008), ma anche un racconto su Rino Gaetano apparso nell'antologia "Vite ribelli" (2007). I suoi scritti più recenti sono Il domani appartiene al Noi. Centocinquanta passi per uscire dal presentismo (con F. Eichberg, 2011), Addio al Sud. Un comizio furioso del disamore (2012) e, con Marsilio, AcciaioMare. Il canto dell'industria che muore" (2013), due "orazioni civile" da cui sono state ricavate performance multimediali per il teatro. Attualmente sta scrivendo il suo primo romanzo, o almeno così dice da un paio d'anni.

Leggi tutto...

Bcc San Marzano di San Giuseppe sempre più brillante

  • Pubblicato in Economia

 

La BCC San Marzano di San Giuseppe archivia il 2012 con una perfomance brillante. L’Istituto di credito pugliese, sia pure in un quadro congiunturale di forte recessione per il Paese e per la zona di riferimento, è riuscito a svolgere con successo il ruolo di sostegno dell’economia reale, che viene richiesto in maniera particolare alle banche locali. Il risultato è stato quello di conseguire un notevole aumento dei volumi e aver rafforzato la fiducia dei risparmiatori in una Banca locale.
I dati in dettaglio. La raccolta complessiva si è attestata a 441,541 milioni di euro (+13,90% sul 2011). Dagli aggregati emerge un dato su tutti: la raccolta diretta ha fatto segnare +19% (406,211 milioni) sull’anno precedente, segnale inequivocabile della fiducia dei risparmiatori negli strumenti d’investimento della Banca. Sul fronte degli impieghi, il 2012 si è chiuso a 217,667 milioni (+0,55% sul periodo di confronto), un dato in frazionale incremento in un quadro negativo a livello nazionale. Infine, l’utile previsto che si attesta su circa 4,5 milioni (+207%). Il patrimonio della Banca – a conferma della crescente solidità – raggiunge i 44 milioni di euro (+10%).
«Il 2012 – spiega il Presidente Francesco Cavallo - è stato sicuramente uno fra gli anni più delicati e complessi per l’intero Paese e in particolare per il territorio al quale la BCC San Marzano di San Giuseppe ha fornito il proprio contributo e sostegno. Traguardiamo il nuovo anno consegnando una Banca più solida e robusta, capace di rispondere in maniera ancora più marcata, se possibile, alle esigenze e richieste che giungono dalla comunità. E’ questa la nostra missione primaria, un patto etico con l’area d’appartenenza, per la realizzazione del quale non faremo mancare investimenti e risorse, avendo come principale riferimento in maniera particolare i nostri giovani».
Per il Direttore Generale, Emanuele di Palma: «Il 2012 è stato un anno che può essere da spartiacque fra la fase acuta della crisi e una timida ripresa che potrebbe palesarsi nel secondo semestre. Per la nostra area è stato, quello appena concluso, un anno particolarmente complesso caratterizzato dall’acuirsi della vicenda-Ilva che incide su circa 20mila famiglie del nostro territorio. Per noi è stato un banco di prova importante, pur in una fase di recessione globale, senza snaturare il nostro ruolo di Banca di prossimità, la BCC San Marzano di San Giuseppe, è riuscita a conquistare nuove quote di mercato. Nel 2013, consapevoli che sarà comunque un anno di transizione, occorrerà mettere a fuoco progetti fattibili e idee concrete che avviino la fase di ripresa. Su questo, non faremo mancare il nostro apporto. Analizzando i dati di raccolta e impieghi, troviamo conferma della fiducia dei risparmiatori nei confronti della Banca locale, ma leggiamo anche i timori, per certi versi comprensibili, verso gli investimenti e quindi i prestiti».
Le previsioni del 2013, indicano un Paese ancora in recessione almeno nei sei primi mesi dell’anno. La Banca sarà impegnata a sostenere il territorio e creare sinergie con associazioni, autorità e istituzioni per massimizzare le risorse e le potenzialità dell’area ionica, in modo da favorire il ritorno ad una fase espansiva dell’economia e ridare speranza sul fronte occupazionale alle nuove generazioni.
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up