PD Grottaglie, Pilotaggio remoto: l'Arlotta polo internazionale

Il convegno tenutosi il 15 marzo scorso presso l'aeroporto M. Arlotta di Grottaglie con la partecipazione del Ministro alle Infrastrutture del Governo Italiano, Graziano Del Rio, oltre che della Regione Puglia, di Finmeccanica, Enac ed Enav, è certamente destinato ad entrare nella storia politica, economica, sociale e culturale della Città di Grottaglie.

Leggi tutto...

Elettori disorientati, "Utòpia" e "Libera...mente": la politica si impegni per il benessere sociale

Negli ultimi tre mesi i Movimenti Civici "Libera...Mente" e "Utòpia" di Grottaglie, in un clima pre-elettorale ancora relativamente sereno, hanno voluto riflettere e farsi un'opinione sulla politica locale e del territorio, anche in vista delle prossime Consultazioni Regionali.

I due gruppi cittadini si sono incontrati varie volte in Assemblea ed hanno, altresì, incontrato (ed intervistato) alcuni possibili candidati al Consiglio Regionale di Puglia, sia uscenti dalla corrente legislatura sia aspiranti nuovi entranti in quella futura. "Libera...Mente" e "Utòpia" a questo punto del percorso, prima della presentazione formale ed ufficiale delle liste dei Partiti, sentono di dover condividere, attraverso i media, le impressioni ricevute nei preliminari confronti e dibattiti che si sono susseguiti. Purtroppo la sensazione maturata non è positiva, anzi lascia i civici elettori dei due Movimenti a dir poco dubbiosi e disorientati.

Infatti, i candidati che si sono avvicendati sono apparsi, sotto certi aspetti, paradossalmente molto simili tra loro. Alcuni erano scarsamente informati sulle grandi questioni in campo e nessuno ha mostrato una vera conoscenza delle identità ed originalità dei singoli comprensori comunali della Provincia. Taluni hanno dato, perfino, la sensazione di voler giocare la partita non in sé, ma come mera "rampa di lancio" per le amministrative comunali del 2016. Ciascuno di essi, con proprio diverso stile, ha sempre mal celato l'ansia di volersi comunque "piazzare" chiedendo sbrigativamente il voto o, magari, cogliendo l'occasione propizia data dalla contingente confusione di idee ed ideologie approfittando delle animosità createsi all'interno degli schieramenti partitici "in gara". In particolare poi, quando i Movimenti hanno chiamato gli ospiti ad esprimersi sul destino di Grottaglie, questi stessi, vantandosi di essere finalmente voci uniche, chiare, sincere ed oneste, hanno pronosticato spesso scenari assai nefasti.

Sicché a Grottaglie, con buona pace e rassegnazione dei cittadini, la sanità dovrebbe far a meno da subito dell'Ospedale "San Marco", i trasporti dovrebbero fare a meno dell'Aeroporto "Arlotta" e l'occupazione dovrebbe fare a meno del "Polo aeronautico". E tutto ciò dovrebbe trovare compensazione in un vago recupero del Centro storico, in un marginale Turismo d'entroterra ed in un improvviso "risorgimento delle botteghe artigiane della ceramica".

Ebbene, "Libera...Mente" e "Utòpia" dissentono da queste superficiali e banali impostazioni; I due Movimenti sono fermamente convinti che la città di Grottaglie ed il contiguo comprensorio comunale, possano ambire a raggiungere almeno due importanti traguardi: sistematizzare "l'economia logistica" e costituire "l'economia rurale" senza fare inutili rinunce o ricorrere a basse ipocrisie. Perché gli investimenti già fatti nelle infrastrutture industriali retro-portuali e nella intermodalità dei trasporti (durante il primo decennio del 2000), non siano totalmente vanificati, ed aiutino a superare l'attuale debolezza del Porto di Taranto.

E, non di meno, perché sarebbe assai dannoso immobilizzare, ancora, settori trainanti come il primario in genere e l'agricoltura, rallentandone o addirittura impedendone l'evoluzione. In sintesi finale, i Movimenti civici "Libera...Mente" e "Utòpia", con forza e decisione, propongono alla Politica, ai Partiti ed ai candidati del territorio alcuni precisi obiettivi, su cui chiedono un impegno immediato, credibile e pubblicamente dichiarato:

1) nell'ambito del Comprensorio sociosanitario di collocazione, l'Ospedale "San Marco", se non meglio sostituito, deve continuare a garantire i dovuti livelli essenziali di assistenza;

2) l'Aeroporto "Marcello Arlotta" deve essere considerato come un'infrastruttura di trasporto strategica, utile allo sviluppo del Sud, riconoscendone l'interesse interregionale per la Puglia, la Basilicata e la Calabria ed esplorando, perché no, la possibilità di utilizzarlo anche come hub intercontinentale, quantomeno sulle rotte già aperte per l'industria aeronautica; altresì l'Aeroporto stesso potrebbe prossimamente essere utilizzato da sedime per i regular charter (arrivi e partenze), a servizio di "Matera 2019, Capitale europea della cultura";

3) il Polo aeronautico pugliese di Grottaglie deve diventare riferimento principale, essenziale e operativo per le politiche attive volte soprattutto all'occupazione dei giovani e al consolidamento dei mestieri e delle professioni innovative ad alto contenuto scientifico, tecnologico e tecnico;

4) i settori produttivi del primario devono trovare nel GAL – Gruppo d'Azione Locale un assoluto tramite istituzionale, competente e capace, per l'ammodernamento funzionale;

5) l'artigianato tecnologico e l'artigianato culturale devono ottenere la giusta promozione nei sistemi di piccole imprese, nei sistemi di indotto, servizi e forniture e nei sistemi artistici. Dunque la speranza è che, durante la Campagna elettorale a liste fatte e presentate, si correggano i "vizietti" oggi apparsi e non si perseveri nelle strumentalizzazioni e nei tatticismi.

La Politica deve creare ricchezza diffusa e deve spendere per il benessere sociale.

Leggi tutto...

"Arlotta" di Grottaglie, i collegamenti entrano nella fase operativa

Finalmente si entra nella vera e propria fase operativa per quanto riguarda lo sviluppo aeroportuale del M. Arlotta di Grottaglie.

L'intenso lavoro politico-programmatico propedeutico già avvenuto nei mesi scorsi di concerto con l'Assessore Regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, l'Amministratore Delegato di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno, le Amministrazioni Comunali di Grottaglie, Taranto e Monteiasi, la Provincia e gli altri Enti coinvolti, come è noto ha già definito le due principali opere in cantiere e cioè:

1. L'ammodernamento della strada che collega Monteiasi alla statale 7, tramite 12 milioni di euro di fondi FESR 2007-2013. L'intervento in questione permetterà di adeguare le strade provinciali 80 e 83 di collegamento con l'aeroporto di Grottaglie e la statale 7.Tra l'altro, questi interventi, consentiranno di migliorare notevolmente anche i collegamenti viari con le due zone industriali di Grottaglie.

2. La realizzazione della pista di rullaggio e l'allargamento del piazzale, tramite 29 milioni di euro di fondi FAS. Entrambe le opere saranno completate entro il 2015 all'interno della pianificazione concordata dalla Regione Puglia con aeroporti di Puglia, ENAC, i Comuni interessati e i partner industriali, che, come già dichiarato dall A.D. di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno, sono molto noti e importanti.

Con la definizione del parere di "convenienza economico-sociale" e di "sostenibilità finanziaria" del Nucleo di Valutazione della Provincia, i 12 milioni di euro previsti possono essere utilizzati appieno tramite il relativo Bando di Gara.

Il Sindaco, Avv. Ciro Alabrese afferma:"dal momento che le ultime procedure burocratiche sono state concluse, ci aspettiamo che la Provincia trasmetta con la massima urgenza il progetto di sistemazione viaria, alla base del bando di gara, ai Comuni interessati, al fine di procedere senza indugio alla approvazione degli adempimenti ad esso collegato".

Leggi tutto...

Meetup 5 Stelle Ionici: Nichi Vendola alla testa di Nereus?

Qualche mese fa, il Presidente della Regione puglia Vendola, a margine di un incontro tra vertici della Regione, rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Enac, Enav, Finmeccanica ed Alenia Aermacchi, ripeteva convintamente: "Credo che noi oggi siamo veramente di fronte a prospettive straordinarie non solo per Grottaglie, ma per la provincia di Taranto, per la Puglia, per il Sud", riferendosi a progettualità ed attività aeroportuali principalmente vincolate al mercato industriale, aggiungendo come vate generoso: "... se Dio vuole, anche dal punto di vista dei voli civili".

Leggi tutto...

Aeroporto Arlotta: Ordine del giorno del consiglio comunale di Grottaglie

  • Pubblicato in Economia

Francesco Donatelli Consigliere Comunale del gruppo del Partito Democratico ha presentato in data 5 settembre al consiglio comunale un ordine del giorno che verrà discusso il giorno 8 settembre, per fare chiarezza sul punto della situazione sull'aereoporto Arlotta di Grottaglie chiedendo al Sindaco di Grottaglie un impegno affinchè si attivino le istituzioni.

Leggi tutto...

La Ryanair "scopre" l'aeroporto di Grottaglie

"Grottaglie? Perché in Puglia c'è un altro aeroporto oltre a Bari e Brindisi?" . Con queste scioccanti parole che mostrano meraviglia il sales & marketing manager per l'Italia, Croazia e Grecia della Ryanair, nota compagnia low-cost irlandese, John Alborante, risponde alla richiesta di voler prendere in considerazione e di sviluppare i traffici anche dell'aeroporto "Arlotta". Pare infatti che, Aeroporti di Puglia e l'attuale Presidente della Regione Nichi Vendola non si siano preoccupati di "sponsorizzare" più di tanto gli aeroporti di Foggia e
Grottaglie, sebbene quest'ultimo abbia una pista di 3 mila metri, la più lunga della Regione Puglia. Questo, non solo a danno del turismo, dell'industria e del commercio, ma soprattutto dell'economia in quanto, gli scali citati producono quotidianamente costi che non vengono ammortizzati. Il probabile candidato governatore di centrosinistra Michele Emiliano, in merito alla questione, ha annunciato che cercherà di fare in modo che anche questi due aeroporti pugliesi siano presto utilizzati per i voli. La Ryanair, che, pur di sviluppare il traffico, cerca anche vecchi scali dismessi da ammodernare (come è avvenuto per lo scalo di Crotone, modificato per renderlo conforme agli standards della società irlandese) pare avere un interesse reale verso il nostro aeroporto. Vedremo se saranno reali, anche le ennesime promesse dei politici.

Leggi tutto...

"Arlotta" di Grottaglie: un aeroporto fantasma

"Entro la fine del 2015 saranno portate a termine due importanti opere per il futuro dell'aeroporto di Grottaglie-Taranto: l'allargamento della strada provinciale che collega Monteiasi con la "statale 7", la pista di rullaggio e l'allargamento del piazzale dell'aeroporto". Così annunciava solo qualche mese fa, in quel di Bari, il Presidente della Regione Nichi Vendola. Eppure, da alcune segnalazioni, risulta che l'aeroporto "Marcello Arlotta" di Grottaglie versi attualmente in una situazione pietosa, in uno stato di completo abbandono. Alcuni esempi: Nessun metal detector, distributori di bibite pieni di prodotti scaduti, distributori di schede telefoniche in lire, bar chiuso, vecchia bilancia da panetteria per pesare i bagagli. L'aeroporto, che ha una delle piste più lunghe d'Europa, sarebbe una grande risorsa per il territorio. Una comodità per gli utenti che ad oggi sono costretti a dirigersi verso gli aeroporti di Brindisi e Bari, sostenendo dei costi e sopportando dei disagi. "Grottaglie diventerà uno dei siti industriali più importanti del Paese", dichiaravano i politici prospettando una modernizzazione della struttura. Le ultime parole famose.

Leggi tutto...

Aereoporto Arlotta, Alabrese chiede il sostegno dei Sindaci della Provincia

Il Sindaco di Grottaglie, Ciro Alabrese, a seguito dell’approvazione in Consiglio Comunale dell’ordine del giorno riguardante le problematiche dell’aeroporto M. Arlotta di Grottaglie e, allo scopo di rafforzarne l’importanza che tale documento può rappresentare per lo sviluppo economico e sociale della provincia jonica, ha inviato tale ordine del giorno a tutti i Sindaci della provincia, con l’invito alla condivisione tramite apposito atto deliberativo.

“Preg.mi, - si legge nella lettera inviata ai Sindaci della provincia -nella seduta del 4 marzo u.s., il Consiglio Comunale di Grottaglie ha approvato un importante ordine del giorno riguardante le problematiche, a voi note, dell’Aeroporto “Marcello Arlotta” di Taranto-Grottaglie.

Si tratta di un ulteriore passo in direzione di una piena fruibilità dello scalo Jonico per il quale da tempo le Istituzioni Comunali, Provinciali e Regionali, assieme alla forze politiche, sociali ed imprenditoriali si stanno impegnando con grande abnegazione, in uno sforzo comune cui va dato pienamente atto.

Consapevoli, in altri termini, dell’importanza strategica che il pieno sviluppo dell’aeroporto può assicurare a tutta l’economia jonica, rappresentando uno snodo strategico fondamentale nell’ambito dell’intermodalità e della logistica, ivi compreso l’utilizzo dell’aeroporto per i voli civili, considerando il fatto che la provincia di Taranto, assieme all’area salentina e al bacino calabro-lucano può contare su un bacino di circa 700.000 abitanti.

Per tali ragioni, sarebbe quanto mai necessario ed opportuno che i Comuni della Provincia condividessero tali problematiche e che tale condivisione sia sostenuta con forza dai rispettivi Consigli Comunali, facendo proprio l’ordine del giorno approvato dal Consiglio Comunale di Grottaglie, frutto anche degli importanti contributi forniti da diversi Consiglieri regionali pugliesi, Donato Pentassuglia, Arnaldo Sala, Alfredo Cervellera, Annarita Lemma e dal Presidente della Camera di Commercio di Taranto, Luigi Sportelli, attraverso apposito atto deliberativo, con preghiera di far pervenire opportuno riscontro.”

La mobilitazione da parte dell'Amministrazione Comunale fa ben sperare nella possibile apertura dell'Aereoporto Grottagliese.

Leggi tutto...

Grande Sud Carosino: Arlotta urgente monito all'Adp e alla Regione

 


 Oggi si svolgerà un ennesimo incontro presso la Regione Puglia, sulla possibilità di apertura dell'Aeroporto "Marcello Arlotta" di Grottaglie al trasporto civile e ai voli di linea, che il nostro Movimento territoriale, da anni ripetutamente ha tentato di far capire ai rappresentanti degli Enti Locali e alle Associazioni di Categoria (Confindustria, Camera di Commercio). I Sindaci di Grottaglie, Monteiasi e Taranto, il Commissario Prefettizio di Carosino e il Commissario Prefettizio della Provincia di Taranto sinergicamente alle Associazioni di Categoria devono tentare, dopo innumerevoli tentativi in ogni ordine di grado, di sensibilizzare l'Assessore regionale ai trasporti Giannini, il Governatore Nichi Vendola, Enac, e l'Amministratore Unico di Adp Giuseppe Acierno a rivedere il Piano di Gestione dello scalo aeroportuale ionico, che beneficerebbe di una clientela del Salento, della Basilicata e dell'Alta Calabria.
Troviamo - continua il Coordinamento arancione di Carosino - strano che il 3 agosto scorso il Consiglio Regionale pugliese abbia pianificato un investimento di 500.000 € per lo scalo di Grottaglie tramite un emendamento di diversi consiglieri regionali di terra ionica nell'assestamento del bilancio regionale, ma conseguentemente, invece, la Regione Puglia e Aeroporti di Puglia abbia approvato il prolungamento della pista dell'Aeroporto "Gino Lisa" di Foggia, prospettando la volontà degli Enti sopracitati di puntare sullo scalo dauno come contraltare agli Aeroporti di Bari e di Brindisi, con questa pianificazione gestionale la Giunta Regionale prospetta alla Provincia di Taranto che l'Aeroporto di Grottaglie è tagliato fuori dal trasporto civile e di linea.
L'ok paesaggistico della Giunta Regionale al Gino Lisa di Foggia è la riprova che il Governo Vendola è a trazione baricentrista-foggiana (in questo caso), forse, potremmo affermare che il nuovo entrato, ex fittiano, Assessore foggiano Leonardo Di Gioia è stato più sveglio e capace dei nostri concittadini esponenti istituzionali del Governo di centro-sinistra?
Camera di Commercio di Taranto è socio di Adp, e, quantomeno dovrebbe capire i piani scellerati che, come il suo predecessore Di Paola, Acierno sta continuando ad attuare sulle spalle della comunità ionica, la necessità per il nostro territorio che Adp investi con l'apertura ai voli civili dell'Arlotta di Grottaglie è indispensabile per una Terra martoriata dai Casi Ilva, Eni e Cementir.
E' davvero così scandaloso prevedere un inizio graduale di sostegno della Giunta Regionale, di Enac e di Adp all'approdo di Compagnie aeree, Tour Operator ed investitori che vedano la Provincia di Taranto come sbocco economico per i flussi turistici di svedesi, austriaci, tedeschi o giapponesi, è utopistico tutto ciò, o invece, l'egemonia barese e il miopico lassismo dei nostri rappresentati istituzionali rappresenta una barriera impossibile da abbattere.
Concludendo la nota – Grande Sud – ritiene fondamentale che le “farse” conferenze, tavoli e dibattiti finiscano e si vada al concreto di una situazione incresciosa che è un gap infrastrutturale ed economico per la Provincia di Taranto, che se sbloccata porterebbe al nostro territorio occupazione, consistenti flussi turistici e lavoro per le nostre imprese ripetutamente in affanno e mai sostenute dalla Giunta Regionale.

Leggi tutto...

Arlotta: Convocato domani a Bari un primo incontro


Dopo l’incontro promosso dal Sindaco di Grottaglie, Ciro Alabrese, sulle prospettive ed il futuro dell’Aeroporto Arlotta, non si sono fatti attendere i primi concreti risultati.
E’ prevista, infatti, per domani, mercoledì 18, una riunione a Bari presso la sede dell’Assessorato Regionale alle infrastrutture e Trasporti per dare seguito agli impegni assunti dall’assessore regionale, Giovanni Giannini, nella riunione di Grottaglie.
L’oggetto della convocazione riguarda la rete infrastrutturale stradale e ferroviaria dello scalo aeroportuale Arlotta.
E’ opportuno qui ricordare, infatti, che un aeroporto come l’Arlotta, se inserito in una rete intermodale di trasporti che unisca il porto di Taranto con l’aeroporto, può assumere un ruolo strategico per il Mezzogiorno.
Per tale motivo, l’ammodernamento infrastrutturale è un cardine fondamentale in questo progetto, come d’altronde ha sottolineato l’assessore Giannini nell’incontro di Grottaglie di giovedì 12 u.s.
All’incontro di domani a Bari, infatti, sono stati invitati i Sindaci di Taranto, Grottaglie, Monteiasi e Carosino, il Commissario Prefettizio della Provincia di Taranto, l’Autorità Portuale di Taranto, la Direzione Territoriale della RFI, l’Anas, nonché il Presidente della Commissione Consiliare Regionale Trasporti.
“ Registro con grande favore la solerzia con la quale l’Assessore Giannini ha dato immediatamente corso agli impegni da lui assunti, convocando la riunione di domani. Naturalmente, è solo un primo passo, consapevole del fatto che bisognerà armarsi di tanta pazienza e tenacia per poter proseguire sul percorso iniziato ed ottenere i risultati sperati.
Personalmente, questa pazienza intendo esercitarla fino in fondo per evitare che il tutto si perda nei meandri delle lungaggini burocratiche e su questo misurerò l’impegno degli altri attori in causa”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up