Omicidio Marinelli, Venza condannato a 20 anni di reclusione

  • Pubblicato in Cronaca

La Corte di Cassazione ha confermato, ieri, la sentenza dei giudici di secondo grado di condanna a 20 anni di reclusione per il 37enne Vincenzo Venza, reo di aver ucciso a colpi di pistola il pugile 19enne Alessio Marinelli, in Piazza Principe di Piemonte a Grottaglie nel novembre del 2012 per un regolamento di conti.

Leggi tutto...

Pugilato: Alessio Marinelli si veste d'oro ai campionati italiani Youth

  • Pubblicato in Sport

Si tinge di biancazzuro la boxe italiana. Alle finali dei campionati italiani Youth (under 18) andati in scena a Grosseto lo scorso 25, 26 e 27 novembre, il grottagliese Alessio Marinelli è salito sul podio più alto nella categoria dei massimi leggeri (81kg), non lasciando scampo nel match decisivo all’emiliano Damiano Colonna (della Rimini boxe Biagini), battuto 15-10.
La cavalcata vincente del 18enne grottagliese (tesserato con la Polisportiva del Vivere Solidale con lo Sport Taranto) ha preso forma sin dai primi colpi che gli sono valsi la vittoria ai quarti di finale per 17-9 su Patrik Mosca (della boxino Team “Di Marco” di Pescara) e il successo in semifinale contro Roberto Brancato (Body Power Boxe Bagheria), squalificato alla terza ripresa per il suo incessante atteggiamento scorretto durante il match, costatogli il terzo richiamo ufficiale dell’arbitro e la conseguente vittoria di Marinelli. Da quel momento in poi, l’ultimo grande passo, contro Damiano Colonna, avversario di alta caratura che nulla ha però potuto contro lo splendido stato di forma fisica e mentale del grottagliese classe ’93 che ha così portato a casa l’oro della seconda più importante manifestazione tricolore dopo gli Assoluti.
Un successo frutto anche del magistrale lavoro di Salvatore Cupri, il suo “maestro”: “Alessio è stato bravo – ha dichiarato l’allenatore – Ha sempre avuto problemi a contenere la sua irruenza, ma questa volta a Grosseto ha disputato i migliori match della sua carriera, riuscendo a non farsi richiamare per scorrettezze e dando prova di una maturità ormai acquisita”.
Era il favorito Alessio, forte de trionfo alle interregionali Youth di Bari (12-13 novembre 2011), durante i quali ha battuto il campano Moraca prima di mettere ko in finale l’altro campano Del Prete. Un successo che era solo un assaggio e il preludio di quel trionfo nazionale che sarebbe arrivato appena due settimane dopo e che lo ha incoronato campione italiano tra gli under 18 nella categoria dei massimi leggeri

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up